Jack St. Clair Kilby

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la fisica 2000

Jack St. Clair Kilby (Jefferson City, 8 novembre 1923Dallas, 20 giugno 2005) è stato un ingegnere elettrotecnico statunitense.

Realizzò il primo circuito integrato nel 1958 mentre stava lavorando alla Texas Instruments (TI), nello stesso periodo in cui Robert Noyce creava il suo primo microchip alla Fairchild Semiconductor (comunque, il brevetto di Noyce arrivò 6 mesi dopo).

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Kilby nacque a Jefferson City nel Missouri. Passò gran parte della sua gioventù a Great Bend, Kansas e si diplomò alla Great Bend High School.

Kilby ricevette la sua laurea in scienze alla Università dell'Illinois all'Urbana-Champaign nel 1947 con una laurea in Ingegneria elettrica.

Ottenne un master degree all'Università del Wisconsin nel 1950, mentre lavorava al Centralab in Milwaukee.

Nell'estate del 1958, Kilby era un ingegnere neo assunto alla Texas Instruments e non aveva ancora diritto alle ferie estive. Egli passò l'estate lavorando su un problema nella progettazione dei circuiti che era comunemente chiamato la tirannia dei numeri e finalmente arrivò alla conclusione che la realizzazione di un gran numero di componenti su un singolo pezzo di semiconduttore fosse la soluzione al problema. Il 12 settembre presentò le sue ricerche all'amministrazione della Texas Instruments. Mostrò loro un pezzo di germanio con un oscilloscopio attaccato, premette uno switch, e l'oscilloscopio mostrò un'onda sinusoidale, provando che il suo circuito integrato funzionava e così che aveva risolto il problema. Un brevetto per un "Circuito solido fatto di germanio", il primo circuito integrato, fu poi rilasciato il 6 febbraio 1959. Oltre a quello sui circuiti integrati, Kilby è conosciuto per brevetti relativi alle calcolatrici portatili e alle stampanti termiche. In totale egli ottenne circa 60 brevetti.

Dal 1978 al 1985, fu un Professore di Ingegneria Elettrica al Texas A&M University.

Per l'invenzione dei circuiti integrati fu insignito del Premio Nobel per la Fisica nel 2000.

Il Jack Kilby Computer Centre al Merchiston Campus della Napier University a Edimburgo è intitolato a suo nome.

Kilby morì il 20 giugno 2005 all'età di 81 anni, a Dallas Texas dopo una breve battaglia con il tumore (linfoma non Hodgkin).

Brevetti selezionati[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • P. Binant, Au coeur de la projection numérique, Actions, 29, 12-13, Kodak, Paris, 2007.
  • T. R. Reid, The chip: how two americans invented the microchip and launched a revolution, Random House Trade Paperbacks, New York, 2001.
  • Nobel lectures, World Scientific Publishing Co., Singapore, 2000.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 2444944 LCCN: n99037851