Vitalij Lazarevič Ginzburg

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vitalij Lazarevič Ginzburg
Premio Wolf Premio Wolf per la fisica 1994
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la fisica 2003

Vitalij Lazarevič Ginzburg (cir. rus. Виталий Лазаревич Гинзбург; Mosca, 4 ottobre 1916Mosca, 8 novembre 2009) è stato un fisico sovietico, membro dell'Accademia russa delle scienze, successore di Igor Tamm come capo del Dipartimento di fisica teorica della FIAN, si autodefiniva ateo.

Si è laureato all'Università statale di Mosca nel 1938. Dal 1940 al 2004 ha lavorato al FIAN a Mosca. Tra i suoi maggiori successi il suo contributo alla teoria fenomenologica della superconduttività (teoria Ginzburg-Landau), sviluppata con Lev Davidovič Landau nel 1950; la teoria della propagazione delle onde elettromagnetiche nel plasma come la ionosfera; la teoria dell'origine delle radiazioni cosmiche. Nel 1950 ha svolto un ruolo chiave nello sviluppo sovietico della bomba ad idrogeno.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 49288937 LCCN: n50033428