Albert Fert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Albert Fert durante una conferenza a Genova
Premio Wolf Premio Wolf per la fisica 2006
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la fisica 2007

Albert Fert (Carcassonne, 7 marzo 1938) è un fisico francese, premio Nobel per la fisica vinto il 9 ottobre 2007 per le sue ricerche sull'effetto di magnetoresistenza gigante con Peter Grünberg[1].

Questi studi permisero ai moderni dischi rigidi di superare la barriera del gigabyte. Attualmente è professore all'università di Parigi XI-Orsay e direttore scientifico di un'unità del CNRS/Thales.

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Fu studente all'École Normale Supérieure di Parigi dove si laureò nel 1962. Effettuò un master all'università di Parigi nel 1963 e terminò il dottorato all'Università di Parigi-Sud nel 1970.

Ricerche[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1988 scoprì l'effetto di magnetoresistenza gigante (GMR) in strati multipli di ferro, cromo. Questa scoperta fece nascere la spintronica. La GMR venne indipendentemente scoperta da Peter Grünberg del Jülich Research Center. Dal 1988, Albert Fert lavora nel settore della spintronica.

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b The Nobel Prize in Physics 2007, Nobel Prize.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 9974565 LCCN: n/91/75208