Ben Mottelson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ben Roy Mottelson
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la fisica 1975

Ben Roy Mottelson, nome completo Benjamin (Chicago, 9 luglio 1926), è un fisico statunitense naturalizzato danese, vincitore, insieme a Aage Niels Bohr e James Rainwater, del premio Nobel per la fisica nel 1975, per «la scoperta del collegamento tra moto collettivo e moto delle particelle nei nuclei atomici e lo sviluppo della teoria della struttura del nuclei atomici basato su questo collegamento».[1].

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Istruzione[modifica | modifica wikitesto]

Mottelson nasce a Chicago e consegue il diploma alla Lyons Township High School di La Grange (Illinois). Si laurea alla Purdue University di West Lafayette (Indiana), nel 1947, e completa gli studi di dottorato in fisica nucleare ad Harvard (1950).

Carriera accademica[modifica | modifica wikitesto]

Si trasferisce all'Istituto di Fisica Nucleare (oggi Niels Bohr Institutet) di Copenaghen, in Danimarca. Resta nella capitale danese e nel 1957 diviene professore presso l'istituto, fondato nello stesso anno, denominato NORDITA (Istituto Nordico per la Fisica Teorica, in danese Nordisk Institut for Teoretisk (Atom)fysik). Nel 1971 viene naturalizzato cittadino danese.

Mottelson è membro del Board of Sponsors del Bulletin of the Atomic Scientists.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per la fisica nel 1975, nobelprize.org. URL consultato il 1 dicembre 2008.
  2. ^ (EN) Board of Sponsors - Bulletin of the Atomic Scientists, thebulletin.org. URL consultato il 1 dicembre 2008.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 20351565 LCCN: n85265238