Martin Ryle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia del Premio Nobel Nobel per la fisica 1974

Martin Ryle (Brighton, 27 settembre 1918Cambridge, 14 ottobre 1984) è stato un astronomo britannico.

Si occupò prevalentemente di ricerca nel campo della radioastronomia. Alla lunghezza d'onda di 1λ studiò il rumore radio emesso dal Sole, mostrando come la sua emissione fosse costituita da una componente termica quieta proveniente dalla corona solare e da sporadiche esplosioni non termiche originate prevalentemente in zone vicine a macchie solari.

Per ottenere migliori risoluzioni spaziali Ryle si dedicò allo studio della radiointerferometria. I radiointerferometri permisero di ottenere radiomappe del cielo con una sensibilità e risoluzione angolare mai raggiunte, permettendo di scoprire così nuove radiosorgenti come, per esempio i quasar e le pulsar.

Nel 1974 divise il Premio Nobel per la fisica con Antony Hewish per la realizzazione della tecnica di sintesi d'apertura e per la scoperta delle pulsar.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Predecessore Astronomo Reale Successore
Richard van der Riet Woolley 1972 - 1982 Francis Graham-Smith

Controllo di autorità VIAF: 34059144 LCCN: no97016093