Aziende di trasporto pubblico italiane

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Le aziende di trasporto pubblico italiane sono quelle società (sia pubbliche che private) che svolgono in Italia servizi di trasporto pubblico locale in base a specifici contratti di servizio.

Generalità[modifica | modifica wikitesto]

Le attuali aziende derivano perlopiù dalle società che gestivano le diligenze (impiegate per il trasporto postale e di persone alla fine del '700) e dalle imprese di omnibus, e successivamente di tranvie, diffuse nell'800 in tutta Europa.

La riforma del TPL, cenni storici
Archivio Marelli, Filobus di Bari 02.jpeg

Lo strumento con cui lo Stato affidava servizi pubblici a soggetti terzi è la concessione governativa, disciplinata dalla legge 1822/1939[1].

La tendenza al decentramento nel settore dei servizi di trasporto pubblico ebbe un primo impulso grazie al decreto presidenziale 14 gennaio 1972, n. 5, con cui venne disposto il trasferimento alle Regioni a statuto ordinario delle funzioni amministrative statali in materie di tramvie e linee automobilistiche di interesse regionale.

Con il successivo d.p.r. 24 luglio 1977, n. 616 furono attribuiti alle Regioni compiti di programmazione. Le condizioni generali del trasporto pubblico risultavano tuttavia scadenti, con scarsi investimenti, diminuzione della domanda, deficit di gestione sempre crescenti. Si assisteva, in quegli anni al continuo aumento dei disavanzi delle aziende pubbliche, risanati "a piè di lista" con conseguente aumento del debito pubblico[2].

Per ovviare a tale situazione venne approvata la legge 10 aprile 1981 n. 151, una riforma organica del settore che affermava il principio di sussidiarietà: le Regioni erano chiamate a delegare le proprie funzioni amministrative agli enti locali. Le modalità di gestione dei servizi di trasporto pubblico locale erano individuate nella gestione diretta, in economia, con assunzione diretta del servizio da parte dell’Ente pubblico, oppure tramite azienda speciale, e nella gestione indiretta, mediante concessione. Gli obiettivi strategici di tale riforma rimasero ancora una volta disattesi sia per la mancanza di strumenti economici da parte delle Regioni, sia per i ritardi nella predisposizione dei piani di trasporto e nella definizione dei parametri sui quali procedere al computo dei costi.

La maggior parte di esse è nata come società a capitale privato, ad opera di imprenditori locali che avevano riconvertito al trasporto di passeggeri la propria attività di trasporto, o grazie all'investimento di grandi multinazionali, soprattutto nel secondo dopoguerra e prevalentemente in ambito urbano.

Molte di aziende furono trasformate in enti pubblici mediante la cosiddetta "municipalizzazione", con una riforma che si prefisse di riorganizzare l'intero settore ma comportò una pesante situazione economica dovuta al risanamento "a piè di lista" con conseguente aumento del debito pubblico. Una successiva riorganizzazione del settore avviata nei primi anni duemila sulla scorta delle direttive europee sulla liberalizzazione dei servizi pubblico comportò nuovamente la trasformazione di quasi tutte le realtà del settore in società di diritto privato, ancorché controllata in misura più o meno estesa da enti locali.

Ad oggi la quasi totalità delle aziende di trasporto pubblico aderisce a due federazioni di categoria che rispecchiano in parte la diversa storia dei propri soci:

  • ANAV (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori), nata nel 2000 dalla fusione fra le precedenti ANAC e ENAT, ha fra i propri iscritti le società storicamente a capitale privato, impegnate per lo più nei servizi interurbani ed extraurbani.[3]
  • ASSTRA (Associazione Trasporti), nata nel 2000 dalla fusione fra le precedenti Federtrasporti e FENIT, ha fra i propri iscritti le società precedentemente "pubbliche", impegnate per lo più nei servizi urbani, suburbani e ferroviari.[4][5]

Fusioni, raggruppamenti e consorzi[modifica | modifica wikitesto]

L'accresciuto potere di indirizzo in mano alle Regioni dato dalle riforme sopra citate e le dinamiche di graduale apertura alla concorrenza per il mercato[6] nel settore dei servizi pubblici, con la relativa emanazione di gare di affidamento, ha favorito fenomeni di aggregazione fra aziende e la creazione di consorzi temporanei per lo svolgimento di servizi su specifici bacini.

Qualche esempio:

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Nell'indicazione dei servizi svolti da ciascuna azienda, per quanto riguarda le autolinee si fa riferimento alla normativa nazionale (decreto ministeriale 18 aprile 1977 e successive modifiche ed integrazioni con il decreto ministeriale 14 gennaio 1983, decreti ministeriali 13 giugno 1983, 29 giugno 1986, 21 luglio 1989, 18 settembre 1991 e 24 luglio 2002) che distingue, a seconda delle caratteristiche tecniche, gli autobus e i minibus destinati al servizio pubblico di linea nelle seguenti tipologie, in base al tipo di trasporto effettuato:

  • "urbano" (con sedili e spazi destinati ai passeggeri in piedi) - Fino all'entrata in vigore del decreto ministeriale 1º giugno 2001 la colorazione obbligatoria per i veicoli impegnati in tali servizi era il giallo arancio (due toni di verde fino al 1972).
  • "suburbano" (con sedili, spazi destinati ai passeggeri in piedi e posti a sedere non inferiori a una determinata percentuale) - Fino all'entrata in vigore del decreto ministeriale 1º giugno 2001 la colorazione obbligatoria per i veicoli impegnati in tali servizi era il giallo arancio
  • "interurbano" ed "extraurbano" (con sedili e passeggeri in piedi su brevi percorsi con fermate ravvicinate e possibilità di trasportare nel corridoio di circolazione e posti a sedere non inferiori a una determinata percentuale) - Fino all'entrata in vigore del decreto ministeriale 1º giugno 2001 la colorazione obbligatoria per i veicoli impegnati in tali servizi era l'azzurro per i servizi a concessione regionale (interurbani) e il rosso per quelli a concessione statale (extraurbani)
  • "granturismo" (senza spazi per il trasporto di passeggeri in piedi) - Fino all'entrata in vigore del decreto ministeriale 1º giugno 2001 la colorazione obbligatoria per i veicoli impegnati in tali servizi era a due fasce celeste e grigio chiaro.

Elenco delle principali aziende[modifica | modifica wikitesto]

Il presente elenco riporta unicamente le aziende attive, escludendo dunque quelle che nel tempo si sono succedute. Fra i servizi sono indicati solo quelli di trasporto pubblico persone in base a contratti di servizio, con l'esclusione dunque del noleggio con conducente o l'offerta di altri servizi di mobilità (biciclette a noleggio, sosta a pagamento, eccetera).

Regione Bacino Azienda (Gruppo) Servizi
Abruzzo Abruzzo Regionale TUA Autolinee suburbane
Chieti La Panoramica Autolinee e filovie urbane e suburbane
L'Aquila AMA Autolinee urbane e suburbane
Pescara TUA[18] Autolinee urbane e suburbane
Teramo STAUR (Baltour)[19] Autolinee urbane e suburbane
Basilicata Basilicata Matera CASAM Autolinee urbane e suburbane
Potenza COTRAB Autolinee urbane e suburbane
Calabria Calabria Catanzaro AMC Autolinee urbane e suburbane
FC Autolinee suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Cosenza AMACO Autolinee urbane e suburbane
PREITE Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Crotone Autolinee Romano Autolinee urbane, suburbane, interurbane ed extraurbane
Reggio Calabria ATAM Autolinee urbane e suburbane
Federico Autolinee Autolinee suburbane, interurbane ed extraurbane
Mediterraneabus Autolinee suburbane
Campania Campania Avellino AIR Autoservizi Irpini Autolinee extraurbane, interprovinciali, interregionali e statali, funicolare
Sita Sud
Benevento AMTS
Ciampi
ETAC Autolinee urbane e suburbane[20]
Mazzone TS
Sellitto
Sita Sud Autolinee urbane, suburbane, interurbane e interregionali
Caserta CLP Autolinee urbane, interurbane e interregionali
Napoli ANM Autolinee, filovie e tranvie urbane e suburbane
CTP Autolinee urbane, suburbane e interurbane
EAV Servizi ferroviari, autolinee urbane e interurbane, funivia del Faito
Sita Sud
Salerno Busitalia Campania (Busitalia-Sita Nord) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Sita Sud
Emilia-Romagna Emilia-Romagna Bologna TPER Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Cesena Start Romagna Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Ferrara TPER Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Forlì Start Romagna Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Modena SETA Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Parma TEP Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Piacenza SETA Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Ravenna Start Romagna Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Reggio nell'Emilia SETA Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Rimini Start Romagna Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Friuli-Venezia Giulia Friuli-Venezia Giulia Gorizia APT Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Pordenone ATAP Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Trieste Trieste Trasporti (Arriva) Autolinee e tranvie urbane, suburbane e interurbane
Udine FUC Servizi ferroviari
SAF (Arriva) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Lazio Lazio Regionale Cotral Autolinee interurbane e interregionali
Frosinone GEAF Autoline urbane e suburbane
Latina ATRAL (Cotral) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Rieti ASM Autolinee urbane e suburbane
Roma ATAC Autolinee, tranvie, filovie urbane e suburbane, metropolitana, servizi ferroviari
Roma TPL Autolinee urbane e suburbane
Viterbo Francigena Autolinee urbane e suburbane
Liguria Liguria Genova AMT Autolinee e filovie urbane, impianti speciali, metropolitana
ATP Autolinee suburbane e interurbane
Imperia Riviera Trasporti Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
RTL (Arriva) Autolinee suburbane e interurbane
La Spezia ATC Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Savona TPL Linea Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Lombardia Lombardia Bergamo ATB Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Tramvie Elettriche Bergamasche Linee tranviarie
Brescia Brescia Trasporti (Brescia Mobilità) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Metro Brescia (Brescia Mobilità) Metropolitana
SAIA (Arriva) Autolinee suburbane e interurbane
SIA (Arriva) Autolinee suburbane e interurbane
Como ASF Autolinee (Arriva) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Cremona KM (Arriva) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Lecco Linee Lecco Autolinee urbane
SAL (Arriva) Autolinee suburbane e interurbane
Spreafico Autolinee interurbane
Lodi STAR Autolinee suburbane e interurbane
Mantova APAM Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Milano ATM Autolinee, filovie e tranvie urbane, suburbane e interurbane, metropolitana, servizi ferroviari
GTM Autolinee suburbane e interurbane
Monza Trasporti Pubblici Monzesi Autolinee urbane e suburbane
Pavia Autoguidovie Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Migliavacca Collegamento con aeroporti
Sondrio STPS Autolinee urbane e suburbane
Varese Autolinee Varesine (CTPI) Autolinee suburbane e interurbane
Autoservizi Morandi Autolinee suburbane e interurbane
Castano Turismo Autolinee suburbane e interurbane
Marche Marche Ancona Conerobus Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Ascoli Piceno Start Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Fermo Steat SPA Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Macerata CONTRAM Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Pesaro e Urbino AMI Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Molise Molise Regionale ATM
SATI
Campobasso SEAC Autolinee urbane e suburbane
Piemonte Piemonte Alessandria AMAG Mobilità[21][22] (LINE) Autolinee urbane[23][24]
ARFEA Autolinee suburbane e interurbane
Asti ASP Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Biella ATAP Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Cuneo STP Autolinee urbane e Conurbazione di Cuneo
Novara SUN Novara Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Torino GTT Autolinee e tranvie urbane, suburbane e interurbane, metropolitana e servizi ferroviari
Sadem (Arriva) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Puglia Puglia Bari AMTAB Autolinee urbane e suburbane
Ferrotramviaria Autolinee suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Barletta Ferrotramviaria Autolinee suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Brindisi STP Autolinee suburbane e interurbane
Foggia ATAF Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Ferrovie del Gargano Autolinee suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Lecce SGM Autolinee e filovie urbane, suburbane e interurbane
Taranto AMAT Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Sardegna Sardegna Cagliari ARST Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e tranviari
CTM Autolinee e filovie urbane e suburbane
Carbonia-Iglesias ARST Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e tranviari
Nuoro ATP Nuoro Autolinee urbane e suburbane
Oristano ARST Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e tranviari
Sassari ARST Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e tranviari
ATP Autolinee urbane e suburbane
Sicilia Sicilia Catania AMT Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Etna Trasporti Autolinee suburbane e interurbane
Ferrovia Circumetnea Servizi ferroviari, metropolitana
Enna SAIS Autolinee Autolinee urbane e suburbane
Messina ATM Autolinee e tranvie urbane, suburbane e interurbane
Palermo AMAT Autolinee e tranvie urbane, suburbane e interurbane
Ragusa Azienda Siciliana Trasporti Autolinee interurbane
Siracusa
Trapani ATM Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Toscana Toscana Arezzo CTT Nord Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Etruria Mobilità Autolinee suburbane e interurbane
Tiemme Toscana Mobilità Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Carrara ATN (CTT Nord) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
CTT Nord Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Firenze ATAF (Busitalia-Sita Nord) Autolinee urbane e suburbane
GEST (RATP) Tranvie urbane e suburbane
Li-nea (ATAF) Autolinee urbane e suburbane
Grosseto Tiemme Toscana Mobilità Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Livorno CTT Nord Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Lucca CLUB (CTT Nord) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Massa ATN (CTT Nord) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Pisa CTT Nord Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Pistoia Copit (CTT Nord) Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Prato CTT Nord Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Siena Tiemme Toscana Mobilità Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Trentino-Alto Adige Trentino-Alto Adige Bolzano SAD Autolinee suburbane e interurbane, servizi ferroviari
SASA Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Trento Trentino Trasporti Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari
Umbria Umbria Perugia Busitalia-Sita Nord (Umbria Mobilità) Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e di navigazione
Minimetrò Metropolitana (con tecnologia People mover)
Terni Busitalia-Sita Nord (Umbria Mobilità) Autolinee urbane, suburbane e interurbane, servizi ferroviari e di navigazione
Valle d'Aosta Valle d'Aosta Aosta SVAP Autolinee urbane
Veneto Veneto Belluno DolomitiBus Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Padova Busitalia-Sita Nord Autolinee e tranvie urbane e interurbane
Rovigo Autolinee e tranvie urbane e interurbane
Treviso MOM Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Venezia Actv Autolinee e tranvie urbane, suburbane e interurbane, servizi marittimi
Verona ATV Autolinee urbane, suburbane e interurbane
Vicenza SVT Autolinee urbane, suburbane e interurbane

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Legge 28 settembre 1939, n. 1822 “Disciplina degli autoservizi di linea (autolinee) per viaggiatori, bagagli e pacchi agricoli in regime di concessione all’industria privata”
  2. ^ S. Cassese, ‘’Oltre lo Stato’’, Roma, Bari, 2006; A. Boitani, C. Cambini, ‘’Il trasporto pubblico locale in Italia’’, in ‘’Mercato, concorrenza e regole’’, 2002, pp. 45 e seguenti.
  3. ^ Chi siamo - Anav, in Anav. URL consultato il 18 febbraio 2017.
  4. ^ Sito ASSTRA, su asstra.it.
  5. ^ Trasporti: Federtrasporti e FENIT si fondono in ASSTRA
  6. ^ Massimo Calcagnile, Concorrenza nel mercato e concorrenza per il mercato (ambito di applicazione soggettivo delle direttive sugli appalti pubblici) in Diritto dei servizi pubblici. URL visitata nell'ottobre 2013.
  7. ^ La storia, in EAV srl. URL consultato il 29 agosto 2018.
  8. ^ Trasporti, il piano per Anm: biglietti più cari, in Repubblica.it, 2 luglio 2018. URL consultato il 29 agosto 2018.
  9. ^ Trasporto pubblico verso azienda unica regionale in Gazzetta di Modena", 5 gennaio 2013.
  10. ^ È Gualtieri la presidente di Tper, la newco nata dalla fusione di Atc e Fer, in corrieredibologna.corriere.it, 30 gennaio 2012.
  11. ^ Società Emiliana Trasporti Autofiloviari, su web.archive.org, 17 settembre 2012. URL consultato il 29 agosto 2018.
  12. ^ ::: Rete civica del Comune di Forlì :::, su comune.forli.fc.it. URL consultato il 29 agosto 2018.
  13. ^ Bilancio ATAC 2011, su atac.roma.it.
  14. ^ Giorgio Stagni, Liberalizzazione dei servizi ferroviari: ma che punto (non) siamo
  15. ^ Toscana: gara unica TPL, avviso pubblicato sulla Gazzetta europea. Ceccobao, 2012 anno decisivo
  16. ^ Ivano Porfiri, Trasporti, nasce la società umbra della mobilità, in umbria24.it, 29 novembre 2010.
  17. ^ Valentina Voi, Acceso il semaforo verde alla fusione Aps, Sita, Actv in Il mattino di Padova, 16 luglio 2013.
  18. ^ Chi siamo – Società Unica Abruzzese di Trasporto, su tuabruzzo.it. URL consultato il 28 agosto 2018.
  19. ^ La nostra Azienda – Staur, su lnx.staur.it. URL consultato il 28 agosto 2018.
  20. ^ Azienda, su www.etacsrl.it. URL consultato il 29 agosto 2018.
  21. ^ AMAG – Azienda Trasporti e Mobilità Alessandria, su amagmobilita.it. URL consultato il 28 agosto 2018.
  22. ^ Piero Bottino, La Line-Amag s'aggiudica i bus di Alessandria e Valenza: compra l'ex Atm per 4,7 milioni, in La Stampa, 29 marzo 2017. URL consultato il 28 agosto 2018.
  23. ^ L'erede di Atm Alessandria? È Line (con Amag). Esclusa Tper, su autobusweb.com, 30 marzo 2017. URL consultato il 28 agosto 2018.
  24. ^ Enrico Sozzetti, "Trasporto puntuale" con i bus della Line. Ecco come, in AlessandriaNews, 3 maggio 2017. URL consultato il 28 agosto 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]