Azienda Siciliana Trasporti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
AST SpA
Stato Italia Italia
Tipo azienda pubblica
Fondazione 1947 a Palermo
Sede principale Palermo
Persone chiave
  • Massimo Finocchiaro, presidente
Settore Trasporto
Prodotti trasporto pubblico
Dipendenti 1115 (2006)
Sito web www.aziendasicilianatrasporti.it

L'Azienda Siciliana Trasporti (AST) è una azienda pubblica della Regione Siciliana per il trasporto extraurbano, che collega i principali centri della Sicilia. Svolge inoltre in alcune città, tra cui Siracusa, Ragusa e Modica anche il servizio di trasporto urbano.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'Azienda Siciliana Trasporti fu fondata nel 1947 allo scopo di provvedere una rete di collegamento su strada che permettesse la mobilità dei cittadini all'interno della Sicilia collegando con i rispettivi capoluoghi di provincia e con il capoluogo regionale anche zone ed aree che ne erano sprovviste.

Venne istituita come società pubblica con la legge regionale n. 7 del 22 agosto 1947 allo scopo dichiarato di "provvedere a servizi di trasporto di persone e cose". La legge regionale n. 22 del 13 marzo 1950 ne ordinò le funzioni[1].

L’AST è stata trasformata in Società per azioni nell'ambito delle attuali linee di orientamento a livello europeo nel gennaio 2006, e il suo socio unico è la Regione siciliana.

Dal 1997 è presidente (o commissario) Dario Lo Bosco che si dimette nel novembre 2015 perché arrestato nell'ambito di un'inchiesta della procura di Palermo su appalti pubblici e corruzione [2][3].

Nel febbraio 2016 il presidente della regione Rosario Crocetta nomina presidente dell'Ast Massimo Finocchiaro, imprenditore, responsabile de Il Megafono - Lista Crocetta per la provincia di Messina[4].

Settori di attività[modifica | modifica wikitesto]

L'AST opera in un territorio di 12.477 km² di superficie che costituisce il 49% della superficie della regione siciliana nel quale si trova una popolazione di 3.564.649 di abitanti residenti in 159 comuni diversi[1].

Il servizio urbano viene espletato nelle città di: Alcamo, Mazara del Vallo, Salemi, Acireale, Caltagirone, Carlentini, Gela, Lentini, Paternò, Barcellona Pozzo di Gotto, Milazzo, Chiaramonte Gulfi, Modica, Ragusa, Scicli e Siracusa.

La popolazione complessiva servita è pari a 732.767 abitanti su una superficie di 957 km²; in totale sono percorsi 6.287.765 km/anno.

La rete interurbana si compone di 154 linee e serve una popolazione di 3.564.649 abitanti su una superficie di 12.477 km²; i km/anno prodotti risultano pari a 26.509.790.

Altre attività[modifica | modifica wikitesto]

A partire dagli anni novanta si è avviata una progressiva diversificazione dell'attività produttiva dell'azienda che ha assunto la gestione degli impianti di risalita della stazione sciistica di Piano Battaglia sulle Madonie. Ha poi acquisito una partecipazione azionaria nella Società Interporto di Catania S.p.A.

Detiene inoltre il pacchetto di maggioranza delle seguenti società:

  • AST Sistemi s.r.l., società di progettazione e servizi di ingegneria e controllo qualità dei materiali
  • AST Aeroservizi S.p.A., società per il trasporto aereo e di gestione aeroportuale, che gestisce l'aeroporto di Lampedusa
  • Jonica Trasporti e Turismo s.r.l.

Il parco autobus[modifica | modifica wikitesto]

Il parco veicolare AST dichiarato dall'azienda al termine del 2012 è composto da autobus urbani, suburbani, interurbani e gran turismo.

Dati societari[modifica | modifica wikitesto]

Struttura territoriale[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda è presente nel territorio regionale mediante tre strutture territoriali:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Azienda Siciliana Trasporti SpA. Sito aziendale. URL consultato nel dicembre 2014.
  2. ^ http://livesicilia.it/2015/10/29/appalti-e-mazzette-arresti-eccellenti-in-cella-il-presidente-di-rete-ferroviaria-italiana_679128/
  3. ^ http://m.livesicilia.it/2015/10/30/lunedi-linterrogatorio-di-lo-bosco-il-manager-si-dimette-dallast_680026/
  4. ^ http://www.strettoweb.com/2016/02/messina-finocchiaro-lascia-la-guida-del-megafono-per-la-poltrona-dellast/378251/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]