Sadem

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Società Autotrasporti dell'Europa Meridionale (SADEM)
Stato Italia Italia
Forma societaria S.p.A.
Fondazione 1941 a Dalmazia
Sede principale Via della Repubblica 14, Grugliasco
Gruppo Arriva Italia
Persone chiave Giuseppe Proto (AD)
Prodotti Trasporto pubblico locale
Dipendenti 308 (2017)
Sito web www.sadem.it

La SADEM Spa (Società Autotrasporti dell'Europa Meridionale) è una società che gestisce servizi di trasporto pubblico in Piemonte.

La società ha sede a Grugliasco e, dal 2005, è parte del Gruppo Arriva.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'azienda venne fondata nel 1941 in Dalmazia e Montenegro come Società Autotrasporti Dalmazia e Montenegro[1] venne trasferita successivamente a Torino per volontà della dirigenza FIAT, allora massimo azionista della società.

Nel dopoguerra, l'azienda incrementò notevolmente la sua flotta, occupandosi di collegamenti automobilistici tra le principali città del Nord Italia, territorio allora devastato dalla guerra.

Negli anni ottanta, la FIAT cedette la SADEM, la SAVDA e la SAPAV ad una cordata di imprenditori, che ancora oggi si occupa della dirigenza dell'azienda.

Dal 2005, SADEM e SAPAV entrarono a far parte del gruppo Arriva plc-UK, leader europeo nel trasporto pubblico di persone.

Nel 2010, la SADEM incorporò la SAPAV di Pinerolo, divenendo una delle più grandi aziende di trasporto pubblico in Piemonte.

Servizi[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai servizi di trasporto pubblico locale, la SADEM effettua anche collegamenti diretti da Torino agli aeroporti di Caselle, Milano Malpensa e Orio al Serio.

Con la collaborazione della SAVDA, società del Gruppo Arriva che opera in Valle d’Aosta, la SADEM effettua anche collegamenti con le località sciistiche valdostane.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tempo di lupi, tempo di Agnelli: vita e miliardi facili del re dell'auto italiana, pagina 251, Ugo Faller, edizioni EEM, 1976
  2. ^ (IT) VdA più vicina agli scali di Caselle, Malpensa e Ginevra - Travelnostop, su www.travelnostop.com. URL consultato il 31 agosto 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]