Alfa Romeo 6C 3000 Competizione Maggiorata

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo 6C 3000 CM
1953 Alfa Romeo 3000CM.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Alfa Romeo
Produzione Dal 1952 al 1954
Descrizione tecnica
Meccanica
Telaio Tubolare in acciaio
Motore Sei cilindri in linea Alfa Romeo da 3,5 L
Dimensioni e pesi
Passo 2250 mm
Peso 960 kg
Risultati sportivi
Piloti Juan Manuel Fangio e Giulio Sala

La 6C 3000 Competizione Maggiorata è un'autovettura da competizione prodotta dall'Alfa Romeo da 1952 al 1954 in sei esemplari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Fu realizzata dalla Carrozzeria Colli con alcuni richiami allo stile introdotto dalla 1900 C52 Disco Volante.

Il propulsore che equipaggiava questo modello, progettato da Giuseppe Busso, utilizzava diversi componenti del precedente sei cilindri in linea da tre litri studiato per il prototipo 6C 3000, ma con cilindrata incrementata a 3.495 cm³ e con una potenza che raggiunse, nelle sue evoluzioni, i 275 CV.

La 3000 CM venne realizzata in sei esemplari, quattro in configurazione coupé e due con carrozzeria spider. Tra i risultati ottenuti dalla coupé, ci fu il 2º posto di Juan Manuel Fangio ottenuto in coppia con Giulio Sala alla Mille Miglia del 1953. Il pilota argentino stava dominando la gara ma fu costretto a rallentare per un problema al telaio. Successivamente, a causa di un incidente, la coupé impiegata da Fangio venne ricarrozzata dalla Zagato come una spyder.[1]

La versione spider, invece, ha vinto, ancora con Fangio, il 1º Gran Premio Supercortemaggiore a Merano nel 1953. Tale vettura è proprio l'esemplare conservato al Museo storico Alfa Romeo. L'altra spyder, modificata nel 1954 secondo i nuovi regolamenti della categoria Sport Internazionale che prevedevano una cilindrata massima di tre litri, venne siglata "PR" (sigla di "Passo Ridotto").

La 6C 3000 CM al termine della sua carriera agonistica, è stata utilizzata all'inizio degli anni sessanta dal "Reparto Esperienze" dell'Alfa Romeo per prove sperimentali, tra cui l'adozione di freni a disco, che ritroviamo sulla vettura conservata al museo.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Alfa Romeo 6C 3000 CM Zagato Spider, ultimatecarpage.com. URL consultato il 23 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Automobilismo Portale Automobilismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobilismo