Museo storico Alfa Romeo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Coordinate: 45°33′54.88″N 9°03′15.33″E / 45.565244°N 9.054258°E45.565244; 9.054258

Museo storico Alfa Romeo
AlfaRomeoAreseMus1.jpg
Tipo Autoveicoli
Data fondazione 18 dicembre 1976
Fondatori Giuseppe Luraghi e Gaetano Cortesi
Indirizzo Viale Alfa Romeo 225, Arese (Milano), Italia
Sito www.museoalfaromeo.com

Il museo storico dell'Alfa Romeo è uno spazio espositivo dedicato agli autoveicoli prodotti dalla casa automobilistica italiana Alfa Romeo, che si trova ad Arese, nella città metropolitana di Milano. È situato all'interno dell'area un tempo occupata dallo stabilimento produttivo dell'Alfa Romeo, nei pressi dell'ex "Centro Direzionale"[1][2].

Lo spazio espositivo[modifica | modifica wikitesto]

Un motore aeronautico Alfa Romeo D2, conservato al museo
Un'ALFA 24 HP conservata al museo: è stato il primo modello prodotto dalla casa automobilistica del Biscione
L'unico esemplare prodotto della concept car Alfa Romeo Nuvola, che è esposto al museo

È localizzato in un'area in cui la produzione di vetture terminò nel 2003, mentre quella dei motori nel 2005, dopo di cui venne dismessa. Il museo, fortemente voluto da Giuseppe Luraghi[3], è stato inaugurato il 18 dicembre 1976 da Gaetano Cortesi, all'epoca presidente ed amministratore delegato (1974 - 1978) dell'Alfa Romeo. Il progetto del museo, unitamente a quello del "Centro Direzionale", è firmato dagli architetti Vito e Gustavo Latis.

Il museo è dedicato alla produzione dell'Alfa Romeo, che fabbricò automobili, veicoli commerciali, locomotive, trattori, autobus, filobus, motori marini e propulsori aeronautici. Si estende per 4800 m2[1], ed i suoi sei piani[1] sono divisi in quattro aree tematiche.

L'Alfa Romeo è proprietaria di 250 vetture e 150 motori storici[2]. Di questi, 110 modelli, 25 motori automobilistici e 15 propulsori aeronautici sono esposti al museo[1]. Sono mostrati al pubblico in relazione agli eventi in cui sono stati coinvolti. Il museo possiede almeno un modello di ogni vettura assemblata dalla casa del Biscione[2]. Il parco auto del museo comprende auto di produzione, modelli da competizione, prototipi e concept car, ed il 60% di essi è ancora funzionante[1]. Molti di essi sono pezzi unici[1]. Il museo Alfa Romeo ospita anche foto d'epoca e manifesti promozionali che sono stati raccolti dal "Centro Documentazione Storica"[1][2]. All'inizio del 2011 il museo venne chiuso al pubblico.

Verso la fine del 2013, su pressione degli appassionati e grazie anche all'interessamento del presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni[4],ci furono voci di una possibile riapertura della struttura nel corso del 2014, un anno prima dell'Expo di Milano.

Tuttavia, a causa di un contenzioso che ha visto coinvolte la Fiat e il Ministero per i beni culturali, la data di riapertura e' stata posticipata al 24 giugno 2015[5] in concomitanza e maggior clamore mediatico alla presentazione della vettura Alfa Romeo Giulia, con la quale il gruppo FCA intende rilanciare il marchio Alfa [6], e al pubblico il 30 giugno 2015[7], dopo lo svolgimento di lavori di ammodernamento, che hanno portato a un aumento della superficie espositiva[8].

Scuderia del Portello[modifica | modifica wikitesto]

La Scuderia del Portello è un club ufficiale Alfa Romeo i cui soci sono proprietari di vetture della casa del Biscione preparate per le competizioni sportive. Il club, fondato il 3 febbraio 1982, ha sede all'interno del museo. Il nome del club richiama lo storico stabilimento Alfa Romeo del Portello.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g Museo storico Alfa Romeo, comune.arese.mi.it. URL consultato il 22 giugno 2015.
  2. ^ a b c d Museo storico Alfa Romeo, iluoghidelcuore.it. URL consultato il 22 giugno 2015.
  3. ^ Giuseppe Luraghi, alfasport.net. URL consultato il 22 giugno 2015.
  4. ^ Il museo Alfa Romeo tornerà a splendere, gentemotori.it. URL consultato il 22 giugno 2015.
  5. ^ "La magia dell'Alfa torna in mostra: il 24 giugno riapre il museo storico", Il Giorno Rho-Bollate, 26 marzo 2015
  6. ^ Alfa Romeo, ecco la nuova Giulia, La Repubblica Motori, 24 giugno 2015
  7. ^ Riapre il museo storico di Arese, La Repubblica Motori, 24 giugno 2015
  8. ^ "Arese, il cuore dell'Alfa batte sempre lì", La Repubblica Motori, 5 settembre 2014

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]