Alfa Romeo Alfasud Caimano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo Alfasud Caimano
Alfasud Caimano.jpg
Descrizione generale
Costruttore Italia  Alfa Romeo
Tipo principale Concept car
Produzione nel 1971
Esemplari prodotti 1
Altre caratteristiche
Dimensioni e massa
Lunghezza 3920 mm
Larghezza 1650 mm
Altezza 1090 mm
Passo 2250 mm
Altro
Stile Giorgetto Giugiaro
per Italdesign
Stessa famiglia Alfa Romeo Alfasud
Alfa Romeo Caimano Heck.jpg

L’Alfa Romeo Alfasud Caimano, conosciuta anche solo come Alfa Romeo Caimano, è una concept car disegnata da Giorgetto Giugiaro e presentata al salone dell'automobile di Torino nel 1971.

Il contesto[modifica | modifica wikitesto]

Cruscotto

La vettura si basa sull'Alfa Romeo Alfasud e l'imposizione iniziale data dall'Alfa Romeo era di una vettura non destinata alla produzione di serie. In questo modo l'Italdesign Giugiaro ha potuto utilizzare la sua creatività per presentare un'auto molto lontana dagli schemi. La caratteristica più evidente della vettura è il parabrezza che forma un tutt'uno con le portiere e si solleva per consentire l'accesso [1]. Questa soluzione era già stata utilizzata in altri prototipi in passato, come dalla Chevrolet Corvair Testudo del 1963 dovuta sempre allo stesso designer nel periodo in cui operava per Bertone[2].

La Caimano è stata a lungo esposta nel Museo storico Alfa Romeo per essere in seguito utilizzata anche per mostre internazionali[3].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ La Caimano sul sito Italdesign, su italdesign.it. URL consultato il 24 novembre 2016.
  2. ^ (DE) Alfa Romeo Caimano – Ein Alfasud ganz ohne Rost, su lexicar.de, 29 febbraio 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.
  3. ^ L'Alfa Romeo Caimano al “Bremen Classic Motorshow”, su repubblica.it, 1 febbraio 2016. URL consultato il 24 novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Automobili Portale Automobili: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di automobili