Alfa Romeo Jupiter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alfa Romeo Jupiter
Jupiter Alfa Romeo.jpg
Motore radiale Alfa Romeo Jupiter 420 HP
Descrizione
CostruttoreAlfa Romeo Milano
Tipomotore radiale
Numero di cilindri9
Raffreddamentoad aria
Alimentazione1 carburatore per ogni terna di cilindri
DistribuzioneOHV
Dimensioni
Cilindrata28,6 L
Alesaggio146 mm
Corsa190 mm
Rapporti di compressione
Rap. di compressione5:1
Peso
A vuoto330 kg (730 lb)
Prestazioni
Potenza420 hp (309 kW) a 1.575 giri/min (continua)
460 hp (338 kW) a 1.950 giri/min (al decollo)
Consumo specifico230 g/(HP h)
Note
di derivazione Bristol Jupiter
voci di motori presenti su Wikipedia

L'Alfa Romeo Jupiter era un motore aeronautico radiale a 9 cilindri prodotto in Italia dal 1924 al 1930.

Realizzato dalla italiana Alfa Romeo Milano su licenza della britannica Bristol Engine Company, era, nella sua versione iniziale, il corrispondente del Bristol Jupiter. In tutte le sue versioni questo motore fu costruito in 700 esemplari.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Dopo i successi automobilistici conquistati nel 1924 dall'Alfa Romeo con la monoposto P.2, il Ministero della Difesa contattò l'ingegner Nicola Romeo circa la possibilità di fornire alla Regia Aeronautica motori da utilizzare nei propri velivoli. Il Ministero mediò per l'acquisto da parte dell'Alfa Romeo della licenza di costruzione dello Jupiter IV britannico e fece ordinazioni alla ditta italiana per l'ammontare di 8 000 000 di Lire.

I motori prodotti, grazie alle loro ottime caratteristiche, furono largamente sfruttati negli IMAM Ro.1 e Ro.1bis, velivoli da ricognizione ed osservazione, impiegati dal 1936 al 1937 e distintisi nella guerra d'Etiopia. Ne vennero inoltre dotati i ricognitori Caproni Ca.97, in sede sperimentale i bombardieri Caproni Ca.102 e Ca.102quater e l'Ansaldo A.C.3 con il quale il pilota Renato Donati detiene il record di quota (11 827 m) per motori a pistoni.

Da questo motore l'Alfa Romeo derivò tutta una serie di Bristol modificati:

Velivoli utilizzatori[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Archivio Storico Alfa Romeo, Volume II, Torino, 1998.
  • Jotti da Badia Polesine, Annuario dell'Aeronautica Italiana, Milano, Libreria Aeronautica, 1934, ISBN non esistente.
Aviazione Portale Aviazione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Aviazione