'Ndrina Latella

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

I Latella sono una 'ndrina della città di Reggio Calabria, che controlla il quartiere Ravagnese e Croce Valanidi, alleata dei Ficara, e in collaborazione con i De Stefano e i Pelle[1]. L'attuale capobastone era anche capo-società nel Crimine, una struttura apicale dell'organizzazione criminale calabrese[2].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Negli anni '80 sono coinvolti in una faida tra i Latella-Ficara ed i Chilà-Ambrogio di Pellaro con a capo Giuseppe Chilà.[3].

Capibastone[modifica | modifica wikitesto]

  • Antonino Latella, (arrestato nel 2010)
  • Giuseppe Pino Ficara, 1966 (capobastone)

Fatti recenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Il 22 aprile 2010 si conclude l'operazione Reale che porta all'arresto di 8 persone, di cui 5 affiliate ai Pelle e 3 ai Ficara-Latella (Latella Antonino, 1949; Ficara Giovanni, 1964; Billari Costantino, 1980) che da come emerge dalle indagini, tentavano di avvicinarsi ai Pelle per ottenere maggior prestigio e più potere[1]
  • L'11 marzo 2011 durante l'operazione Reggio Sud vengono arrestate 33 persone, presunte affiliate dei Latella, accusate di associazione mafiosa, estorsione, riciclaggio, detenzione abusiva di armi e falso ideologico; e sequestrati beni del valore di 60 milioni di euro[2].
  • Il 24 febbraio 2012 nell'operazione Affari di famiglia i carabinieri di Reggio Calabria arrestato 5 persone presunte affiliate ai Ficara-Latella e Iamonte e sequestrano 20 milioni di euro di beni, sono accusati di estorsione nei confronti di quelle aziende che stavano eseguendo i lavori di ammodernamento della statale 106 nei tratti dove le ndrine esercitavano il loro potere (pretendevano il 4% dell'appalto)[4].
  • Il 6 novembre 2013 La guardia di Finanza di Reggio Calabria conclude l'operazione Araba Fenice che ha portato all'esecuzione di 47 ordinanze di custodia cautelare a Reggio Calabria. Sono accusati di associazione mafiosa, trasferimento fraudolento di beni, attività finanziaria abusiva, corruzione e peculato. Hanno inoltre sequestrato 14 società e beni del valore di 90 milioni di euro. I "colletti bianchi" arrestati sarebbero riconducibili alle famiglie Rosmini, Latella, Serraino, Audino e Nicolò[5][6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Operazione Reale: i Ficara-Latella alla ricerca di nuove amicizie. Otto fermi, in Strill.it.
  2. ^ a b 'Ndrangheta: operazione a Reggio, 33 arresti clan Ficara-Latella [collegamento interrotto], in Antimafia Duemila.
  3. ^ Reggio Calabria/Valanidi, Il mistero della scomparsa del pensionato Paolo Falduto 74 anni domenica 18 dicembre 2012, in Mnews.it, 27-12-2012. URL consultato l'08-11-2013 (archiviato dall'url originale il 28 giugno 2013).
  4. ^ Cosche infiltrate nei lavori sulla statale 106 "Vogliamo il 4% dell'appalto, pagate il disturbo", in Repubblica.it.
  5. ^ Reggio Calabria, 47 arresti tra «colletti bianchi»: monopolizzavano l’attività edilizia, in Corriere.it, 06-11-2013. URL consultato il 06-11-2013.
  6. ^ ‘Ndrangheta, operazione Finanza: 47 arresti. “Colpita la zona grigia”, in Il fatto quotidiano, 06-11-2013. URL consultato il 06-11-2013.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]