'Ndrina Avignone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Gli Avignone sono una 'ndrina della ndrangheta, originaria di Taurianova (Reggio Calabria)[1]. Operano a Taurianova, negli anni '90 hanno operato nel traffico di droga a Genova e dove sono alleati dei Mamone[2]. In Calabria sono alleati dei Piromalli, dei Zappia e dei Gullace-Raso-Albanese. Secondo la DIA sono "al vertice dell’omonima organizzazione criminale attiva nel comprensorio Taurianova e Cittanova; si tratta di una delle cosche di maggior tradizione e spessore criminale di tutta la ‘Ndrangheta"[1][3].

Esponenti[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Avignone(1938), condannato all'ergastolo dal 22 aprile 1977 nel carcere di Padova[1] ha ucciso Domenico Monteleone nel 1976 e commesso la strage di Razzà nel 1977. Si sposò con Chiara Anselmo, figlia del capo storico della 'ndrangheta di Cittanova Guerino Anselmo[2]
  • Vincenzo Avignone (1963) ha operato a Roma per un periodo ora lavora nel suo ristorante a Schwerin in Germania[2]
  • Guerino Avignone (1965) condannato all'ergastolo nel processo Taurus del 1999 che sconta nel carcere di Sulmona[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c ‘Ndrangheta, viola la libertà vigilata: torna in carcere l'ex boss della cosca Avignone 24 novembre 2017 „‘Ndrangheta, viola la libertà vigilata: torna in carcere l'ex boss della cosca Avignone“, in padovaoggi.it, 27 novembre 2017. URL consultato il 16 dicembre 2017.
  2. ^ a b c d Gli AVIGNONE, Altri Vermi Che Dalla Piana Son Saliti Al Nord, Da Genova Alla Germania, in casadellalegalita.info, 12 settembre 2013. URL consultato il 16 dicembre 2017.
  3. ^ Ergastolano boss della 'ndrangheta arrestato a Padova, in mattinopadova.gelocal.it, 27 novembre 2017. URL consultato il 16 dicembre 2017.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]