Sistema criminale integrato

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

«Ormai non esiste più una 'ndrangheta, una mafia siciliana o pugliese, sono organizzazioni fluide che in accordo fra loro gestiscono affari diversi»

(Procuratore DNA Federico Cafiero de Raho alla conclusione dell'operazione Galassia, 2018[1])

L'espressione sistema criminale integrato definisce un legame tra organizzazioni criminali per raggiungere obiettivi comuni. Le indagini sono nate già negli anni novanta, quando è stata aperta l’inchiesta "Sistemi Criminali".[2]

Cosa Nostra e 'ndrangheta[modifica | modifica wikitesto]

Il legame tra Cosa Nostra e 'ndrangheta ha portato alla nascita di una nuova organizzazione, responsabile degli attentati contro i carabinieri Antonio Fava e Giuseppe Garofalo, uccisi il 18 gennaio 1994.[3] L'indagine ha portato all'arresto di Giuseppe Graviano, fedelissimo di Totò Riina, e Rocco Santo Filippone, della cosca di 'ndrangheta dei Piromalli di Gioia Tauro.[4] Il pentito Vito Galatolo ha rivelato che Cosa nostra voleva organizzare un attentato contro il pubblico ministero Nino Di Matteo, e ha acquistato il tritolo in Calabria.[5]

Filippo Barreca, che ricopriva un ruolo di spicco all'interno della 'ndrangheta, ha parlato del ruolo dell'avvocato Paolo Romeo indicandolo come «l'anello di congiunzione tra la struttura mafiosa e la politica» per la Calabria nonché «l'elemento di collegamento fra Cosa Nostra siciliana e la 'ndrangheta reggina».[6]

È stato accertato che l'organizzazione terroristica di Cosa Nostra e 'ndrangheta detta Falange Armata venne così chiamata su suggerimento dei Servizi Segreti deviati.[7]

La massoneria deviata[modifica | modifica wikitesto]

Licio Gelli, Gran Maestro della loggia P2, è stato accusato di rapporti con la mafia. Il collaboratore di giustizia Francesco Marino Mannoia ha affermato che Pippo Calò, Salvatore Riina e Francesco Madonia si avvalevano di Gelli per i loro investimenti a Roma. Egli era il «banchiere» di questo gruppo così come lo fu Sindona per quello di Bontade e Inzerillo. Gioacchino Pennino ha specificato che i rapporti già esistenti tra Gelli e Bontade subirono una frattura nel 1979 quando il massone non appoggiò il golpe voluto da Sindona.[8] Molti boss mafiosi sono stati collegati alla massoneria. Roberto Scarpinato ha affermato che Stefano Bontade, Bernardo Provenzano e Matteo Messina Denaro appartenevano a una loggia segreta che era un'articolazione in Sicilia della P2 di Licio Gelli.[9] Le indagini sulla latitanza di Matteo Messina Denaro hanno portato ad indagare sulla sua protezione da parte di una loggia massonica.[10]

I servizi segreti[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni agenti dei servizi segreti hanno avuto rapporti con la mafia, l'ex 007 Bruno Contrada è stato arrestato per rapporti con Cosa Nostra.[11] Anche l'ex agente Giovanni Aiello è stato accusato di rapporti con la mafia.[12]

Il sequestro di Aldo Moro[modifica | modifica wikitesto]

Le indagini sul sequestro di Aldo Moro hanno accertato che sul luogo del rapimento era presente un agente dei servizi segreti, il colonnello Guglielmi, che però ha detto che si trovava sul luogo per caso, in particolare ha asserito che si stava recando a pranzo.[13] Anche la 'ndrangheta ha avuto un ruolo nel sequestro.[14]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le mani di mafia e 'ndrangheta sul gioco online: 68 arresti, sequestri per un miliardo di euro, in repubblica.it, 14 novembre 2018. URL consultato il 19 novembre 2018.
  2. ^ http://www.antimafiaduemila.com/rubriche/giorgio-bongiovanni/66600-il-sistema-criminale-integrato-esiste.html
  3. ^ http://www.lastampa.it/2017/07/26/italia/cronache/ndrangheta-protagonista-come-la-mafia-due-arresti-per-le-stragi-contro-lo-stato-ciBB2hdjEcxk9GBLGTDBOM/pagina.html
  4. ^ http://tg.la7.it/cronaca/stragi-mafiose-accordo-ndrangheta-cosa-nostra-dietro-attentati-a-carabinieri-26-07-2017-118314
  5. ^ http://www.antimafiaduemila.com/rubriche/giorgio-bongiovanni/55561-ndrangheta-cosa-nostra-e-il-sistema-criminale-integrato.html
  6. ^ http://www.antimafiaduemila.com/dossier/la-trattativa/8594-la-trattativa-4d-parte-i-sistemi-criminali-2.html
  7. ^ http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/26/gli-attentati-ai-carabinieri-i-servizi-segreti-e-la-falange-armata-cosi-la-ndrangheta-partecipo-alla-stagione-stragista/3757006/
  8. ^ http://www.antimafiaduemila.com/dossier/la-trattativa/8594-la-trattativa-4d-parte-i-sistemi-criminali-2.html
  9. ^ http://www.articolotre.com/2017/08/il-generale-dalla-chiesa-fu-assassinato-a-palermo-ma-lordine-parti-da-roma/
  10. ^ http://www.corriere.it/cronache/17_maggio_10/mafia-colpiti-fiancheggiatori-messina-denaro-14-fermi-1f32bf0e-353b-11e7-ae5c-ac92466523f8.shtml
  11. ^ http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/07/07/mafia-la-cassazione-cancella-la-condanna-a-bruno-contrada-lui-finiti-venticinque-anni-di-sofferenza/3713689/
  12. ^ http://www.ilfattoquotidiano.it/2017/08/21/faccia-da-mostro-muore-spiaggia-giovanni-aiello-ordinata-lautopsia-il-caso-agostino-e-le-stragi-tutte-le-accuse/3807306/
  13. ^ http://www.antimafiaduemila.com/home/di-la-tua/239-parla/58319-sequestro-moro-i-sospetti-sui-servizi-in-otto-punti.html
  14. ^ http://www.antimafiaduemila.com/home/di-la-tua/237-vedi/63655-la-commissione-moro-e-lo-sviluppo-sul-ruolo-della-ndrangheta.html

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Simona Mazza e Vincenzo Calcara, Dai memoriali di Vincenzo Calcara: le cinque entità rivelate a Paolo Borsellino, 2014, Il Molo, Massarosa, ISBN 978-88-96920-71-8 [1]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Diritto Portale Diritto: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diritto