Sebastiano Strangio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Non sono quello che cercate, state sbagliando persona »
(Sebastiano Strangio dopo l'arresto)

Sebastiano Strangio (San Luca, 1970) è un mafioso italiano della 'ndrangheta.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Capobastone dell'omonima 'ndrina. Fu tra i 30 latitanti più pericolosi. È stato un elemento di spicco per il traffico internazionale di Cocaina dal Sud America all'Europa per la 'Ndrangheta. Diventa latitante dal 1999 e nel 2002 viene condannato in contumacia per associazione a delinquere per spaccio di droga. Il 27 ottobre 2005 viene arrestato ad Amsterdam dallo 'Swat' Team, un reparto speciale della polizia olandese in collaborazione con la polizia italiana[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 'Ndrangheta, preso ad Amsterdam il boss Sebastiano Strangio, in Repubblica.it. URL consultato il 9 ottobre 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie