Mark Bresciano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mark Bresciano
Mark Bresciano 2.jpg
Dati biografici
Nazionalità Australia Australia
Altezza 182 cm
Peso 73 kg
Calcio Football pictogram.svg
Dati agonistici
Ruolo Centrocampista
Squadra Al-Gharafa Al-Gharafa
Carriera
Giovanili
1995-1996
1997
Rosso e Bianco.svg Bulleen Lions
Flag of None.svg Australian Institute of Sport
Squadre di club1
1995-1997 Rosso e Bianco.svg Bulleen Lions 9 (4)
1997-1999 Carlton Carlton 32 (7)
1999-2002 Empoli Empoli 80 (17)
2002-2006 Parma Parma 123 (19)[1]
2006-2010 Palermo Palermo 104 (12)
2010-2011 Lazio Lazio 20 (0)
2011-2012 Al-Nasr Al-Nasr 17 (10)
2012- Al-Gharafa Al-Gharafa 23 (1)
Nazionale
1997
1998-1999
1998-2000
2001-
Australia Australia U-17
Australia Australia U-20
Australia Australia U-23
Australia Australia
5 (5)
7 (0)
15 (0)
73 (12)
Palmarès
Coppa Oceania.svg  Coppa d'Oceania
Oro Australia 2004
1 Dati relativi al solo campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 10 agosto 2013

Mark Bresciano (Melbourne, 11 febbraio 1980) è un calciatore australiano, di origini italiane, centrocampista dell'Al-Gharafa e della Nazionale australiana.

Nel 1999, a 19 anni, è arrivato in Italia dove ha giocato fino al 2011 con le maglie di Empoli, Parma, Palermo e Lazio. Dall'agosto 2011 si è trasferito negli Emirati Arabi.

Con i Socceroos, con il quale ha esordio nel 2001, Bresciano conta 73 gare e 12 reti. Ha rappresentato la sua nazionale, ai Mondiali 2006, ai Mondiali 2010, alla Confederations Cup nel 2001, alla Coppa d'Oceania nel 2004, conquistando il primo posto e alla Coppa d'Asia 2007.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Di padre italiano (originario di Viggiano, in Provincia di Potenza, emigrato da giovane in Australia) e madre croata,[2] Bresciano cresce a Rosanna, Melbourne.[3] Suo fratello minore Robert gioca nel Fawkner Blues, squadra militante nella Victorian Premier League. Ha sposato Renée Capitanio (nata nel 1980)[4] nel maggio del 2006: i due si conoscono dai tempi dell'asilo.[4] Le sue due figlie Alessia e Montana sono nate rispettivamente il 10 febbraio 2007[5] e il 19 dicembre 2008.[6]

Possiede il passaporto italiano.

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica sorgente]

Esterno di centrocampo molto duttile, sa anche giocare come ala, centrocampista offensivo, seconda punta, trequartista e talvolta anche da centrale di centrocampo;[7][8] si sa ben comportare anche in fase difensiva (come ha fatto nella stagione 2009-2010 a Palermo),[9] ma offre il meglio di sé come mezzapunta di sinistra nel 4-2-3-1.[10][11]

Il tecnico del Palermo Davide Ballardini, che lo ha allenato nella stagione 2008-2009, lo ha definito "un virtuoso della via mediana fra quantità e qualità, capace di svolgere una funzione importante «per le squadre in cui gioca»".[12]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Club[modifica | modifica sorgente]

Inizi e arrivo in Italia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1995 esordisce nei Bulleen Lions (nella Victorian Premier League), all'età di 15 anni, dove rimarrà fino al 1997. Nel terzo di questi tre anni realizza 4 reti. Considerando anche la coppa, saranno in totale 15 partite e 5 gol. Dopo aver finito il Marcellin College, nel 1997 ha una breve esperienza all'Australian Institute of Sport (un'università sportiva). In seguito si trasferisce nella squadra australiana del Carlton (nella massima serie), dove rimane due stagioni totalizzando 36 gare condite da 8 reti.[senza fonte]

Nel 1999 fu acquistato, congiuntamente al connazionale Vincenzo Grella, dalla società italiana dell'Empoli. Resta in Toscana per tre stagioni, fino al 2002, quando viene acquistato dal Parma, dove trova altri ex empolesi come Marco Marchionni e Vincenzo Grella, e in cui milita fino al 2005-2006, stagione dove mette a segno 8 reti in 32 partite.

Palermo[modifica | modifica sorgente]

Nell'estate 2006 viene acquistato dal Palermo, in cambio del prestito con diritto di riscatto di Budan e di Ciaramitaro.[13] È il primo e unico calciatore australiano della storia della società rosanero. Gioca una stagione 2006-2007 altalenante, come un po' tutta la squadra: un girone d'andata di primo livello, nel quale è stato in grado di ricoprire praticamente tutti i ruoli del campo, e quello di ritorno quasi disastroso. Si fa notare con gol spettacolari e a volte decisivi, come quello alla prima giornata di campionato contro la Reggina (vittoria per 4-3) e quello nella partita di andata contro il Milan finita 2-0 per i rosanero. Nella prima stagione al Palermo l'australiano colleziona 34 presenze e 6 gol,[14] dando un importante contributo alla squadra.[15]

Come detto da lui stesso il 2 maggio 2008 in conferenza stampa, la stagione 2007-2008 è la più brutta della sua carriera, sia per lo scarso rendimento in campo sia perché non è più titolare inamovibile come nella stagione precedente; la sua condizione, sia atletica che mentale, non era perfetta.

Torna ad essere titolare nella stagione 2008-2009, nella quale si rende protagonista di ottime prestazioni anche dovute al fatto di aver trovato in Ballardini un allenatore che lo motivasse.[15][16] Va in rete alla prima partita della stagione contro l'Udinese, per poi tornare a segnare solo nel 2009, con 3 gol nelle prime due partite del nuovo anno: una rete contro l'Atalanta e due contro la Sampdoria in trasferta. Gennaio è evidentemente il suo mese d'oro in gare di campionato, con 9 reti in 46 partite da quando è in Italia.[17][18] Conclude la stagione con 26 presenze in campionato, limitate a causa di infortuni.[15]

Il 13 settembre 2009 raggiunge il traguardo delle 100 partite in maglia rosanero giocando l'incontro Palermo-Bari (1-1). Le presenze sono così suddivise: 89 in campionato (con 11 reti), 5 in Coppa Italia e 6 in Coppa UEFA.

Il 13 dicembre festeggia al meglio il traguardo delle 100 partite in Serie A con la maglia rosanero giocando e segnando la rete del definitivo 0-2 in Milan-Palermo, la prima realizzazione nella stagione 2009-2010,[19] la terza a San Siro contro i rossoneri da quando veste la maglia rosanero. In seguito accuserà dei problemi fisici che lo costringono ad un intervento chirurgico di microdiscectomia il 24 marzo 2010, in accordo con lo staff medico della Nazionale australiana.[20] Il suo obiettivo è stato infatti quello di farsi trovare pronto per il campionato mondiale di calcio 2010, e visto che era in scadenza di contratto coi rosanero, il lunedì 10 maggio 2010 firma una sorta di contratto con gli arabi dell'Al-Nassr,[21] della durata di due anni e per 2 milioni di euro a stagione,[22] salvo poi decidere di fare dietro front scegliendo di rimanere in un campionato competitivo dell'Europa.[23][24]

Lazio[modifica | modifica sorgente]

Svincolatosi dal Palermo e di rientro dal Mondiale sudafricano, il 2 luglio 2010 viene depositato il suo contratto presso la Lega Serie A da parte della Lazio,[25] la quale ufficializza il 6 luglio il suo ingaggio sul proprio sito ufficiale.[26] La durata del contratto dell'australiano è biennale, con scadenza nel 2012, per una cifra intorno al milione di euro a stagione.[27]

Esordisce con la maglia biancoceleste il 12 settembre 2010 alla seconda giornata di campionato, entrando a partita in corso nella vittoria casalinga per 3-1 sul Bologna. Nella giornata successiva gioca la prima partita da titolare in maglia biancoceleste, nella vittoria in trasferta per 2-1 sulla Fiorentina. Realizza il suo primo gol con la maglia biancoceleste, e l'unico stagionale, il 27 ottobre 2010 in Lazio-Portogruaro (3-0) valida per il terzo turno di Coppa Italia.[28] Utilizzato quasi sempre a partita in corso, gioca il suo secondo incontro da titolare in campionato alla 31ª giornata, in Napoli-Lazio (4-3). Chiude la stagione con 20 presenze in campionato e 3 in Coppa Italia. Nonostante un altro anno di contratto, a fine stagione lascia i biancocelesti non rientrando più nei piani societari.[29]

Al-Nasr e Al-Gharafa[modifica | modifica sorgente]

Nell'agosto 2011 passa alla squadra emiratina dell'Al-Nasr[30] per 300.000 euro,[29][31] firmando un contratto biennale a 2 milioni di euro all'anno[31][32] con la possibilità di rescinderlo anticipatamente dietro pagamento di una penale di un milione di sterline.[33]

Nel 2012 passa all'Al-Gharafa, che lo prende come terzo professionista della rosa.[34]

Il 16 novembre 2013 è stato sospeso per quattro mesi dalla FIFA per presunta irregolarità nel suo trasferimento all'Al-Gharafa. Il giocatore, oltre allo stop fino a marzo, ha dovuto pagare anche un'ammenda di un milione e 87mila dollari.[35] L'8 gennaio 2014 la situazione viene chiarita, lasciando così libero Bresciano di giocare con la Nazionale i Mondiali di calcio in Brasile.[36]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Bresciano con la maglia della Nazionale australiana

Con la Nazionale Under-20 australiana ha partecipato al Mondiale di categoria del 1999, in cui ha giocato le 3 partite della sua squadra prima dell'eliminazione arrivata al primo turno.

Bresciano e il suo compagno Grella furono esclusi dalla Confederations Cup del 2005 da Frank Farina per permettere loro di partecipare allo spareggio salvezza della Serie A tra Parma e Bologna, come richiesto dalla loro squadra di appartenenza.[37]

In seguito è divenuto una delle colonne portanti della Nazionale maggiore che, sotto la guida dell'olandese Guus Hiddink, ha ottenuto la qualificazione ai Mondiali di calcio in Germania, dove si è fermata agli ottavi battuta dall'Italia.

Partecipa anche al Mondiale di quattro anni dopo in Sudafrica, dopo aver recuperato da un infortunio che lo aveva tenuto fuori causa in quasi tutta la seconda parte della stagione al Palermo. Ha esordito nella competizione nella seconda giornata del primo turno, nell'incontro pareggiato 1-1 contro il Ghana, uscendo al 66' per lasciare il posto a Scott Chipperfield;[38] ritorna quindi all'attività dopo più di quattro mesi dall'ultima partita in maglia rosanero. Gioca anche la terza ed ultima partita del girone, nella vittoria per 2-1 contro la Serbia, dove anche stavolta esce al 66' per far posto a Chipperfield.[39] Chiude quindi la competizione con 2 presenze, poiché la sua Nazionale non passa la prima fase.

Il 20 settembre 2010 annuncia un congedo dalla Nazionale per almeno un anno, escludendosi perciò dalla Coppa d'Asia del 2011.

Statistiche[modifica | modifica sorgente]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica sorgente]

Statistiche aggiornate al 1 novembre 2012.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
1995 Australia Bulleen Lions VPL 1 0 CN 0 0 - - - - - - 1 0
1996 VPL 4 0 CN 2 0 - - - - - - 6 0
1997 VPL 4 4 CN 4 1 - - - - - - 8 5
Totale Bulleen Lions 9 4 6 1 - - - - 15 5
1997-1998 Australia Carlton AL 14 3 CN 4 1 - - - - - - 18 4
1998-1999 AL 18 4 CN 0 0 - - - - - - 18 4
Totale Carlton 32 7 4 1 - - - - 36 8
1999-2000 Italia Empoli B 17 2 CI 2 0 - - - - - - 19 2
2000-2001 B 30 5 CI 3 2 - - - - - - 33 7
2001-2002 B 33 10 CI 3 0 - - - - - - 36 10
Totale Empoli 80 17 8 2 - - - - 88 19
2002-2003 Italia Parma A 24 0 CI 2 0 CU 1 0 - - - 27 0
2003-2004 A 33 8 CI 2 1 CU 2 0 - - - 37 9
2004-2005 A 34+2[40] 3+0[40] CI 1 0 CU 9 0 - - - 46 3
2005-2006 A 32 8 CI 3 0 - - - - - - 35 8
Totale Parma 123+2 19 8 1 12 0 - - 145 20
2006-2007 Italia Palermo A 34 6 CI 1 0 CU 4 0 - - - 39 6
2007-2008 A 26 1 CI 2 0 CU 2 0 - - - 30 1
2008-2009 A 26 4 CI 1 0 - - - - - - 27 4
2009-2010 A 18 1 CI 2 0 - - - - - - 20 1
Totale Palermo 104 12 7 0 6 0 - - 117 12
2010-2011 Italia Lazio A 20 0 CI 3 1 - - - - - - 23 1
2011-2012 Emirati Arabi Uniti Al-Nasr FL 17 10 CdP 6 1 AFC 4 0 - - - 27 11
2012-2013 Qatar Al-Gharafa QL 19 1 SJC 0 0 AFC 4 1 - - - 23 2
Totale carriera 404+2 70 42 7 26 1 - - 474 78

Cronologia presenze e reti in Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Palmarès[modifica | modifica sorgente]

Nazionale[modifica | modifica sorgente]

Coppa Oceania.svg Coppa d'Oceania: 1

2004

Curiosità[modifica | modifica sorgente]

  • Il portiere da lui più battuto è Matteo Sereni, al quale ha segnato 4 gol.[41]
  • Atipico ma molto espressivo il suo modo di esultare dopo aver segnato un gol: subito dopo che la palla è entrata in rete, si immobilizza imitando una statua.[42]
  • Il suo piatto preferito: gli gnocchi fatti in casa dalla moglie.[4]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ 125 (19) se si considera lo spareggio salvezza.
  2. ^ Lo strano derby di Mark Bresciano archiviostorico.corriere.it
  3. ^ Lynch, Michael, Bresciano aims high for team, country, The Age, 24 giugno 2003. URL consultato il 10 agosto 2007.
  4. ^ a b c L'altra metà di... Mark Bresciano Tuttomercatoweb.com
  5. ^ Auguri a Bresciano, è nata Alessia Ilpalermocalcio.it
  6. ^ È nata Montana Bresciano Ilpalermocalcio.it
  7. ^ Zalayeta e Pazienza, oggi le firme Mudi a Napoli, Bologna su Bresciano Repubblica.it
  8. ^ Guidolin vota Bresciano e Bonazzoli Repubblica.it
  9. ^ Bresciano: nessun motivo per andarmene sport.repubblica.it
  10. ^ 'Caro Palermo, il Milan si batte così' Repubblica.it
  11. ^ La doppia sfida di Bresciano «Un gol e Parma in Champions» archiviostorico.gazzetta.it
  12. ^ Montagne russe in casa rosanero Repubblica.it
  13. ^ Preso Bresciano, Budan e Ciaramitaro in prestito al Parma Ilpalermocalcio.it
  14. ^ Bresciano, da uomo bionico a semplice gregario Tuttopalermo.net
  15. ^ a b c Si chiude nell'anominato il ciclo rosanero di Mark Bresciano. La statua va in Arabia Palermo24.net
  16. ^ Bresciano: "Sono rinato" Tuttomercatoweb.com
  17. ^ Continua il "gennaio d'oro" per Bresciano Ilpalermocalcio.it
  18. ^ Bresciano: "Che gioia ritrovare il gol" Ilpalermocalcio.it
  19. ^ Milan 0 - 2 Palermo Ilpalermocalcio.it
  20. ^ Lavoro di scarico per i rosa Ilpalermocalcio.it
  21. ^ Bresciano va in Arabia Palermo24.net
  22. ^ Bresciano sorride con la nuova maglia. In Arabia Saudita già la scorsa settimana Mediagol.it
  23. ^ (EN) Bresciano sacrifices Saudi riches brisbanetimes.com.au
  24. ^ Palermo, Bresciano: "Mi piacerebbe restare in Italia, almeno in Europa" Tuttopalermo.net
  25. ^ Tutti i trasferimanti - Lazio Legaseriea.it
  26. ^ Mark Bresciano: nuovo giocatore biancoceleste Sslazio.it
  27. ^ Calcio, Lazio: ufficiale arrivo di Bresciano Repubblica.it
  28. ^ Lazio-Portogruaro 3-0, il tabellino Sslazio.it
  29. ^ a b Lazio, Coates costa 6 milioni Calciosport24.it
  30. ^ (EN) Australian player Marco Bresciano arrived Alnasrclub.com
  31. ^ a b Lazio, Bresciano si trasferisce alla corte di Zenga Tuttomercatoweb.com
  32. ^ Bresciano, l'Al-Nasr annuncia: "Per noi è un ottimo acquisto, lo ha voluto Zenga" Tuttomercatoweb.com
  33. ^ Al Nasr: sogna Miccoli, ma intanto ex rosa scappano Mediagol.it
  34. ^ (AR) نادينا يسجل بريشيانو بعد وصول بطاقته الدولية Algharafa.com
  35. ^ (EN) Mark Bresciano's World Cup dreams in doubt after four month ban over illegal transfer to Al Gharafa in Qatar Stars League, 7 agosto 2012. URL consultato il 7 agosto 2012.
  36. ^ (EN) Mark Bresciano free to play for Socceroos at FIFA World Cup theaustralian.com.au
  37. ^ CALCIO, PARMA: GRELLA E BRESCIANO DISPONIBILI PER SPAREGGIO sport.repubblica.it
  38. ^ (EN) Ghana-Australia 1-1 Fifa.com
  39. ^ (EN) Australia-Serbia 2-1 Fifa.com
  40. ^ a b Spareggio salvezza.
  41. ^ Bresciano "scatenato" con... Sereni Ilpalermocalcio.it
  42. ^ Bresciano: "Voglio solo il Palermo" Ilpalermocalcio.it

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]