Liegi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Liegi
comune
(FR) Liège
(NL) Luik
(DE) Lüttich
Liegi – Stemma Liegi – Bandiera
Liegi – Veduta
Localizzazione
Stato Belgio Belgio
Regione Flag of Wallonia.svg Vallonia
Provincia Flag of the Province of Liège.svg Liegi
Arrondissement Liegi
Amministrazione
Sindaco Willy Demeyer
Territorio
Coordinate 50°38′N 5°34′E / 50.633333°N 5.566667°E50.633333; 5.566667 (Liegi)Coordinate: 50°38′N 5°34′E / 50.633333°N 5.566667°E50.633333; 5.566667 (Liegi)
Superficie 69,39 km²
Abitanti 195 000 (01-01-2007)
Densità 2 810,2 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 4000-4020, 4030. 4031, 4032
Prefisso 04
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Belgio
Liegi
Liegi – Mappa
Sito istituzionale

Liegi (fr. Liège, ol. Luik, ted. Lüttich) è una città francofona del Belgio, capoluogo dell'omonima provincia nella Regione vallone. La popolazione ammonta a circa 195.000 abitanti (600.000 considerando l'agglomerato urbano). Per numero di abitanti, Liegi è la prima area urbana della Vallonia e la terza del Belgio, dopo gli agglomerati di Bruxelles e Anversa. La città è anche il quarto comune più popolato del Belgio dopo Anversa, Gand e Charleroi.

Liegi è soprannominata la "Cité ardente" (La città ardente).

Geografia[modifica | modifica sorgente]

La città di Liegi include gli ex comuni di Angleur, Bressoux, Chênée, Glain, Grivegnée, Jupille-sur-Meuse, Rocourt e Wandre (oltre al quartiere Sclessin dell'ex comune di Ougrée e ad alcune vie di Ans, Saint-Nicolas e Vottem).
L'agglomerato urbano è formato, oltre che dalla stessa città di Liegi e da alcune zone rurali, anche dai comuni limitrofi di Seraing, Saint-Nicolas, Ans, Herstal, Beyne-Heusay, Fléron, Chaudfontaine, Esneux e Flémalle.

La città è attraversata dal fiume Mosa, terzo fiume d'Europa[1]. A Nord della città di Liegi, dalla Mosa si stacca il canale Alberto. Il canale collega Liegi al porto di Anversa, circa 130 km più a Nord. La città si trova a poca distanza dalle frontiere con altri stati contigui al Belgio: i Paesi Bassi (25 km da Maastricht), la Germania (40 km da Aquisgrana) ed il Lussemburgo.

Liegi è servita da una stazione TGV (Train à Grande Vitesse - Treno ad alta velocità) chiamata Liège-Guillemins progettata dall'ingegnere spagnolo Santiago Calatrava, un aeroporto (Bierset), e un porto (secondo porto fluviale d'Europa).

Storia[modifica | modifica sorgente]

A Liegi morì l'imperatore Enrico IV nel 1106.

La città è stata decorata con la Legione d'Onore per l'eroica resistenza dimostrata in occasione della battaglia di cui fu teatro nell'agosto 1914, durante la prima fase della Prima Guerra mondiale.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Dalla sua lunga e ricca storia, Liegi ha conservato numerose testimonianze rilevanti, e bellissime chiese antiche di notevole interesse architettonico ed artistico.

Demografia[modifica | modifica sorgente]

La città ospita una numerosa comunità italiana, a causa dell'immigrazione dovuta al suo essere stata un centro minerario. Un importante viale di Liegi è intitolato a Roma.

Sport[modifica | modifica sorgente]

Liegi è sede del Royal Standard de Liège, una delle più importanti società di calcio del Belgio ed è la città natale della campionessa di tennis Justine Henin, ex numero uno delle classifiche mondiali. La città è famosa ciclisticamente per ospitare ogni anno la partenza e l'arrivo della storica classica vallone Liegi-Bastogne-Liegi, detta la Decana per la sua antichità. Liegi è anche la sede del RFC Liégeois Rugby, il più antico club di rugby di Vallonia.

Gemellaggi[modifica | modifica sorgente]

Specialità[modifica | modifica sorgente]

A Liegi viene prodotta la birra Jupiler che sponsorizza il campionato belga di calcio dando vita all'omonima competizione Jupiler League.

Persone legate a Liegi[modifica | modifica sorgente]

Il mercato domenicale[modifica | modifica sorgente]

Il mercato domenicale di Liegi

Liegi ospita ogni domenica uno dei più grandi mercati d'Europa chiamato Marché de la Batte sul lungofiume della Mosa. Lungo più di tre chilometri con quasi cinquecento negozianti: fruttivendoli, fiorai, macellai, pescivendoli, venditori di vestiti e biancheria per la casa, libri nuovi e di seconda mano e anche animali vivi sia da compagnia quali pesci, cani, gatti, conigli, tartarughe, pavoni, ecc. che da consumo quali galline, oche, anatre, conigli, ecc., una delle sue particolarità è l'esposizione in vendita di prodotti italiani sia freschi (mozzarella, ricotta ecc.) che importati (formaggi, pasta, salumi ecc.) da parte di negozianti che spesso parlano l'italiano. L'altra peculiarità è il cibo da strada (il cosiddetto street food) multietnico.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Liege - The Belgian Tourist Office – The official website of the TOURISM and CONVENTION bureau of Brussels and Wallonia
  2. ^ città gemellate dal sito di Volgograd. URL consultato il 30 dicembre 2010.
  3. ^ Ville de Liege
  4. ^ Città gemellate con Oporto. URL consultato il 21 dicembre 2011.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Belgio Portale Belgio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Belgio