Mazzo di Valtellina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Mazzo di Valtellina
comune
Mazzo di Valtellina – Stemma
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaProvincia di Sondrio-Stemma.png Sondrio
Amministrazione
SindacoClotildo Parigi (lista civica) dal 7-6-2009
Territorio
Coordinate46°15′N 10°15′E / 46.25°N 10.25°E46.25; 10.25 (Mazzo di Valtellina)Coordinate: 46°15′N 10°15′E / 46.25°N 10.25°E46.25; 10.25 (Mazzo di Valtellina)
Altitudine552 m s.l.m.
Superficie15,32 km²
Abitanti1 004[1] (31-10-2017)
Densità65,54 ab./km²
FrazioniCà Lunghe, Pedenale, Vione ecc.
Comuni confinantiGrosotto, Monno (BS), Tovo di Sant'Agata, Vervio
Altre informazioni
Cod. postale23030
Prefisso0342
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT014040
Cod. catastaleF070
TargaSO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona E, 2 853 GG[2]
Nome abitantimazzolatti
Patronosanto Stefano
Giorno festivo26 dicembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Mazzo di Valtellina
Mazzo di Valtellina
Mazzo di Valtellina – Mappa
Posizione del comune di Mazzo di Valtellina nella provincia di Sondrio
Sito istituzionale

Mazzo di Valtellina (Maz in dialetto valtellinese[3]) è un comune italiano di 1.004 abitanti della provincia di Sondrio, in Lombardia, situato nella medio-alta Valtellina. Situato alle pendici del passo del Mortirolo (1852 m, passo della Foppa) con cime che sfiorano i 3000 metri.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Il territorio di Mazzo interessa i due versanti della Valtellina tra i comuni di Vervio a Sud e di Grosotto a Nord. In versante meridionale si segnala il passo del Mortirolo che costituisce il confine con la provincia di Brescia, mentre in versante occidentale il confine è con la Svizzera (passo della Schiazzera). Sul fondovalle scorre il fiume Adda.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
14 giugno 2004 6 giugno 2009 Matteo Pini Lista civica Sindaco
7 giugno 2009 in carica Clotildo Parigi Lista civica Sindaco

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[4]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

L'economia fino agli anni sessanta era prevalentemente agricola e basata sull'allevamento bovino. Oggi si segnala in fondovalle la presenza di industrie alimentari di primaria importanza per la produzione della bresaola (Salumificio Bordoni snc, Rigamonti Salumificio) e la coltivazione di mele. In quota si trovano selve di castagni e boschi di conifere (nella parte intermedia), mentre quella superiore è verdeggiante di pascoli.

Da vedere[modifica | modifica wikitesto]

  • Chiesa di Santa Maria.
  • Battistero di San Giovanni Battista.
  • Oratorio dei Santi Carlo e Ambrogio.
  • Complesso chiesastico di Santa Maria, che include la chiesa del XV secolo e il famoso battistero, che rappresenta l'unico esempio di edificio battesimale medioevale in Valtellina.
  • Casa Venosta (casa privata, visitabile il cortile).
  • La Collegiata di Santo Stefano.
  • La Chiesa di Santo Stefano (VIII secolo - rifacimento del XV secolo): la sagrestia affrescata (XVI secolo), il portale maggiore (1508) e il campanile con decorazioni a graffito.
  • Casa Lavizzari appartenne alla famiglia dei Venosta di Match con graffiti cinquecenteschi e ornamenti barocchi.
  • Palazzo Quadrio-Venosta.
  • Contrada fortificata di Pedenale e Castello di Bellaguardia di Tovo di Sant'Agata.
  • Chiesa di Sant'Abbondio a Vione (affreschi del Cipriano Valorsa, 1587).
  • La chiesa dei Santi Matteo e Filippo Neri progettata da maestranze luganesi e fondata nel 1667.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 ottobre 2017.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ AA. VV., Dizionario di toponomastica. Storia e significato dei nomi geografici italiani, Milano, GARZANTI, 1996, p. 386.
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN167615387
Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lombardia