Pedesina

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Pedesina
comune
Pedesina – Stemma
Pedesina – Bandiera
Pedesina – Veduta
Pedesina – Veduta
Vista di Pedesina.
Localizzazione
StatoBandiera dell'Italia Italia
Regione Lombardia
Provincia Sondrio
Amministrazione
SindacoFabio Ruffoni (lista civica) dal 26-5-2019
Territorio
Coordinate46°05′N 9°33′E / 46.083333°N 9.55°E46.083333; 9.55 (Pedesina)
Altitudine1 032 m s.l.m.
Superficie6,3 km²
Abitanti35[1] (30-11-2023)
Densità5,56 ab./km²
FrazioniVal Cornale
Comuni confinantiBema, Gerola Alta, Premana (LC), Rasura, Rogolo
Altre informazioni
Cod. postale23010
Prefisso0342
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT014047
Cod. catastaleG410
TargaSO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)[2]
Cl. climaticazona F, 3 535 GG[3]
Nome abitantipedesinesi
Patronosant'Antonio
Giorno festivo13 giugno
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Pedesina
Pedesina
Pedesina – Mappa
Pedesina – Mappa
Posizione del comune di Pedesina nella provincia di Sondrio
Sito istituzionale

Pedesina (Pedesina in dialetto locale[4]) è un comune italiano di 35 abitanti[1] della provincia di Sondrio in Lombardia. Attualmente è il secondo comune meno popolato d'Italia dopo Morterone.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

Ingresso del paese

Il paese è situato sulle pendici del Monte Rotondo (2496 m - da non confondersi con il Pizzo Rotondo) nelle Alpi Orobie Occidentali, ed è compreso nel Parco delle Orobie Valtellinesi nella piccola Valle del Bitto di Gerola.

Il comune confina a nord con il comune di Rasura, a sud con Gerola Alta e Premana, a est con Gerola Alta e Bema e a ovest con Rogolo e Premana.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel XIII secolo Pedesina fu feudo dei nobili Vicedomini.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Lo stemma e il gonfalone sono stati concessi con D.P.R. del 9 giugno 1967.[5]

«D'azzurro, alla banda ondata d'argento, accompagnata dal monte all'italiana di sei cime di verde. Ornamenti esteriori da Comune.»

Il gonfalone è un drappo partito di bianco e d'azzurro.

Il monte simboleggia l'altitudine del comprensorio comunale, posto a circa 1 000 m s.l.m., e la banda ondata d'argento rappresenta la strada che, percorrendo la vallata di Morbegno, conduce a Gerola Alta.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Nella chiesa parrocchiale di Sant'Antonio è custodita un'icona lignea del secolo XVII e un affresco di Cipriano Valorsa (1564).

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
10 giugno 1985 24 aprile 1995 Luigi Ettore Partito Socialista Democratico Italiano Sindaco
24 aprile 1995 14 giugno 1999 Luigi Ettore Lista civica Sindaco
14 giugno 1999 8 giugno 2009 Teodoro Tarabini Lista civica Sindaco
8 giugno 2009 27 maggio 2019 Valentino Maxenti Lista civica Sindaco
27 maggio 2019 in carica Fabio Ruffoni Lista civica Sindaco

Economia[modifica | modifica wikitesto]

In passato l'economia di Pedesina si basava su un'agricoltura di sussistenza, sull'allevamento bovino, sulle attività di sfruttamento dei boschi.

Per tutto il XX secolo, nel periodo estivo, si registrava un discreto movimento turistico con due alberghi per il soggiorno climatico, ora chiusi.

La maggior parte dei residenti ha un reddito di pensione e salvo un ristorante emporio che fa anche da bar e centro di approvvigionamento, non vi sono altre attività commerciali in loco[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Bilancio demografico mensile anno 2023 (dati provvisori), su demo.istat.it, ISTAT.
  2. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  3. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  4. ^ Renzo Ambrogio, Nomi d'Italia: origine e significato dei nomi geografici e di tutti i comuni, Istituto geografico De Agostini, 2004.
  5. ^ Pedesina, decreto 1967-06-09 DPR, concessione di stemma e gonfalone, su Archivio Centrale dello Stato. URL consultato il 20 settembre 2022.
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ MonrifNet, Pedesina con 30 abitanti resta il Comune più piccolo ma non solo di vecchi, anzi, su ilgiorno.it. URL consultato l'8 febbraio 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia