Valdidentro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Valdidentro
comune
Valdidentro – Stemma
Valdidentro – Veduta
Valdidentro dall'alto
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Lombardia-Stemma.svg Lombardia
ProvinciaFlag of Sondrio.svg Sondrio
Amministrazione
SindacoMassimiliano Trabucchi (lista civica Valdidentro Venti27) dal 12-6-2017
Territorio
Coordinate46°29′N 10°18′E / 46.483333°N 10.3°E46.483333; 10.3 (Valdidentro)Coordinate: 46°29′N 10°18′E / 46.483333°N 10.3°E46.483333; 10.3 (Valdidentro)
Altitudine1 350 m s.l.m.
Superficie226,73[2] km²
Abitanti4 147[3] (31-8-2020)
Densità18,29 ab./km²
FrazioniIsolaccia (sede comunale), Pedenosso, Premadio, Semogo[1]
Comuni confinantiBormio, Grosio, Livigno, Poschiavo (CH-GR), Valdisotto, Val Müstair (CH-GR), Zernez (CH-GR)
Altre informazioni
Cod. postale23038
Prefisso0342
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT014071
Cod. catastaleL557
TargaSO
Cl. sismicazona 3 (sismicità bassa)[4]
Cl. climaticazona F, 3 987 GG[5]
Nome abitanti
  • peneglia o premaiot (per Premadio),
  • pedenosser (per Pedenosso),
  • cozzin (per Isolaccia)
  • semoghin (per Semogo)
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Valdidentro
Valdidentro
Valdidentro – Mappa
Posizione del comune di Valdidentro nella provincia di Sondrio
Sito istituzionale

Valdidentro (Val de Dint in dialetto valtellinese) è un comune italiano sparso di 4 147 abitanti della provincia di Sondrio in Lombardia, facente parte della Comunità Montana Alta Valtellina.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

La Valdidentro, bagnata dal torrente Viola Bormina, si apre a ovest di Bormio e si divide, dopo Semogo, in due rami: la Val Viola e la valle Foscagno che porta al passo omonimo dal quale si raggiunge Livigno.

Il Comune, il secondo più esteso dell'intera Regione Lombardia (dopo Livigno), è diviso in frazioni: Premadio, Pedenosso, Isolaccia, Semogo, San Carlo e comprende anche due valli di interesse turistico: Valle di Fraele e la Val Viola. Valdidentro è raggiungibile percorrendo la Strada statale 301 del Foscagno che da Livigno porta a Bormio.

Le famose Torri di Fraele

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Abitata sin dall'anno mille la Valdidentro si trova tra il sud e il nord delle Alpi. Il paese in origine si è sviluppato grazie all'economia agricolo-pastorale ed ai commerci che transitavano tra il Ducato di Milano e la Repubblica di Venezia con l'Impero tedesco.

Numerosi sono i reperti storici che testimoniano il passato di questa area geografica: la chiesa di Pedenosso che sorge sulla roccia come segno di fortificazione, la chiesa San Gallo nella frazione Premadio e le Torri di Fraele che segnano il confine tra la Valdidentro e la Val San Giacomo. Esse sono due e sono poste tra il Monte delle Scale (2521 m s.l.m.) a est e la Cima Plator (2910 m s.l.m.) a ovest. Sino alla prima guerra mondiale, vi erano intorno a esse trincee che sono in parte ancora visibili, in particolare lungo il sentiero che porta al picco della croce sul Monte Scale.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[6]

Economia[modifica | modifica wikitesto]

Valdidentro è una località turistica termale: le acque termali che sgorgano fra i 35° ed i 40° da diverse sorgenti nella parete del Monte Reit sono utilizzate per bagni, fangature, bibite diuretiche, cure inalatorie, massaggi. Sono inoltre indicate nel trattare le affezioni cutanee causate da agenti microbici e micotici e quelle delle vie aeree. Per usufruire di queste occorre recarsi nelle località Bagni Vecchi e Bagni Nuovi vicino alla frazione Premadio.

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Elenco dei Sindaci del Comune di Valdidentro dal 1946 ad oggi[7]:

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Nel comune si trovano impianti di risalita e lo Stadio del fondo Azzurri d'Italia per la pratica dello sci di fondo e del biathlon, nelle frazioni di Isolaccia e Pedenosso che nel 2019 sono stati inseriti nel dossier olimpico di Milano-Cortina 2026.

Il 24 giugno 2019, con l'assegnazione a Losanna delle Olimpiadi Invernali a Milano-Cortina 2026, Valdidentro entra nella storia dello sport: nel 2026 il Comune ospiterà infatti le paralimpiadi invernali di fondo e di biathlon.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Comune di Valdidentro - Statuto
  2. ^ tuttitalia.it
  3. ^ Dato Istat - Popolazione residente al 31 agosto 2020 (dato provvisorio).
  4. ^ Classificazione sismica (XLS), su rischi.protezionecivile.gov.it.
  5. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia (PDF), in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l'energia e lo sviluppo economico sostenibile, 1º marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012 (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2017).
  6. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.
  7. ^ Elezioni amministrative 2007, su notizie.valtline.it. URL consultato il 23 agosto 2012.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Lombardia Portale Lombardia: accedi alle voci di Wikipedia che parlano della Lombardia