Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Thales

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Thales
Logo
La Défense - Tour Carpe Diem.jpg
Tour Carpe Diem, sede di Thales, a La Défense
Stato Francia Francia
Forma societaria Société anonyme
Borse valori Euronext: HO
ISIN FR0000121329
Fondazione 5-6 dicembre 2000[1] a Parigi
Fondata da Thomson-CSF
Sede principale Tour Carpe Diem, 31 Place des Corolles, La Défense, Courbevoie, Hauts-de-Seine
Gruppo TSA[2] (25,8%)
Dassault Aviation (24,8%)
Filiali #Partecipate
Persone chiave Patrice Caine (Presidente-Direttore generale)
Settore Servizi e beni industriali,
Aerospaziale & Difesa
Prodotti Aeronautica, Spazio, Trasporto terrestre, Sicurezza, Difesa
Fatturato 14 885 Meuro (2016)
Utile netto 897 Meuro (2016)
Dipendenti 64 071 (2016)
Slogan «Wherever safety and security matter, we deliver»
Note (EN) Key data, thalesgroup.com, 31 dicembre 2016.
(FR) Chiffres clés, thalesgroup.com, 31 dicembre 2016.
Sito web
Il radar Cyrano, prodotto dalla Thomson-CSF a partire dagli anni 60.
Pod di acquisizione del bersaglio Damoclès di Thales che equipaggia dal 2010 i caccia francesi.

Thales è un gruppo d'elettronica specializzato nell'aerospaziale, nella difesa, nella sicurezza e nel trasporto terrestre.
La società è quotata alla borsa di Parigi, è presente in 56 paesi e impiega 64 000 dipendenti al 31 dicembre 2016, Thales è uno dei leader mondiali degli apparecchi destinati all'industria dell'aeronautica, dello spazio, della difesa, della sicurezza e delle modalità di trasporto.

Le origini del gruppo rimontano al 1968, quando la branca specializzata di elettronica professionale di Thomson-Brandt è fusa con la CSF per creare la Thomson-CSF. Un'altra data chiave è il 1998, quando le branche specializzate nelle attività militari di Alcatel, Dassault Électronique e Thomson-CSF sono riunite per formare una nuova società (che si chiamerà sempre Thomson-CSF). Alla fine del 2000, anche a seguito dell'acquisizione di Racal, la società prende il nome attuale: Thales.
Il nome Thales deriva da quello del filosofo, matematico e astronomo greco Talete (che in francese si scrive Thalès), ma è ugualmente un acronimo per le principali entità del gruppo: TH per Thomson-CSF, AL per Racal o Signaal e ES per Electronic Systems[1]. In francese si pronuncia taˈles .

Il gruppo è organizzato in maniera matriciale: per zone geografiche e per settori di attività nei quali il gruppo dispone di una capacità a sviluppare dei sistemi critici disponendo di un mercato internazionale:

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Thomson-CSF aveva avuto origine dalla Compagnie Française Thomson-Houston (CFTH), fondata nel 1893. Tuttavia la Thomson-CSF fu fondata in quanto tale nel 1968 quando la Thomson-Brandt (il nuovo nome della CFTH) unì le proprie attività nell'elettronica militare con quelle della Compagnie Générale de Télégraphie Sans Fil (CSF).

Nel 2002 Thales ha dato vita a una joint venture, chiamata Armaris, con l'azienda francese di costruzione navi DCN. La nuova società è in grado di coprire interamente il processo di costruzione di una nave.

Nel 2003 la divisione inglese di Thales vinse la gara del CVF project per la nuova portaerei della Royal Navy e la società adesso partecipa ad un'alleanza con la BAE Systems e il ministero della difesa Inglese. Il progetto potrebbe costituire la base della futura portaerei francese Porte-avions 2 che la compagnia ha concordato di costruire con la DCN.

Nel 2004 la Thales ha fornito alla Cina tecnologia e supporto tecnico per il "radio jamming" (disturbi radio). Sebbene il contratto non aveva specificamente come oggetto il disturbo alle stazioni radio straniere che possono essere ricevute in Cina, adesso si è compreso l'utilizzo delle antenne ALLISS.

Gli accordi con Alcatel[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 2006 Thales ha annunciato che avrebbe acquistato le attività spaziali di Alcatel, cioè il 67% di Alcatel Alenia Space e il 33% di Telespazio, in seguito ad accordi per i quali Alcatel aumenta la sua quota azionaria in Thales raggiungendo il 21,66 per cento. Il governo francese dovrebbe inoltre ridurre la sua quota in Thales al 27,1 per cento, dal 31,3 per cento. Secondo quanto riportato dal sito web ufficiale di Alcatel Press Room Web il 5 aprile 2006, gli accordi coinvolgono anche le attività dei Sistemi di Trasporto, la divisione Alcatel che si occupa delle soluzioni di segnalamento per le ferrovie e i treni metropolitani, e le attività di Integrazione Sistemi di Alcatel, quelle non dedicate agli operatori di telefonia, in genere dedicate ai settori del trasporto e dell'energia.

L'accordo, dopo aver ricevuto il via libera dalla Comunità Europea il 10 aprile 2007, si è concretizzato con la creazione di Thales Alenia Space che subentra ad Alcatel Alenia Space.

Aree di attività[modifica | modifica wikitesto]

La società ha operato nella Corea del Sud per 30 anni e correntemente è in competizione per l'aggiudicazione della fornitura di nuovi radar per le nuove fregate sudcoreane.

La presenza della Thales nel Regno Unito (largamente frutto della acquisizione della Racal) è evidenziata in molti contratti di alto profilo. La società è parte del consorzio AirTanker che si è aggiudicato il programma per la fornitura del velivolo per rifornimento in volo della RAF Future Strategic Tanker Aircraft. La Thales si è anche aggiudicata il contratto con l'Esercito Inglese per il programma di aereo senza pilota Watchkeeper.

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Privatizzazione di Thomson-CSF

Il 19 febbraio 1997, lo Stato francese decide di privatizzare Thomson-CSF[3]. Nel 1998, lo Stato francese organizza il raggruppamento intorno a Thomson-CSF delle attività elettroniche di Alcatel, Aérospatiale e Dassault (GIMD). All'epoca lo Stato francese deteneva il 58,3% di Thomson-CSF attraverso la Thomson SA. 2 anni dopo, nel 2000, la società sarà rinominata Thales.
La privatizzazione di Thomson-CSF ha per obiettivo di creare due poli tecnologici:

Alla fine dell'operazione gli azionisti principali (69,3%) di Thomson-CSF sono: TSA[2] (42,9%), Aérospatiale (4%), Alcatel (16,4%) e Dassault (6%).
Nel 2009, Dassault Aviation rileva le azioni del GIMD e di Alcatel-Lucent (ex Alcatel), e diventa l'unico partner industriale di Thales.
Thales è quotata a Euronext Paris, è stata presente nell'indice CAC 40 fino al 28 giugno 2006, è presente (al 2017) in diversi indici, tra cui CAC Next 20, CAC Large 60, CAC Low Risk, Euronext 100 e SBF 120.

Alcatel Space Industries era, all'epoca della creazione, detenuta al 51% da Alcatel Alshtom e al 49% da Thomson-CSF. Nel 2001, Alcatel rileverà le azioni di Thales (ex Thomson-CSF). Nel 2005, Alcatel Space Industries è fusa con Alenia Spazio e diventa Alcatel Alenia Space (67% Alcatel e 33% Finmeccanica). Nel 2007, a seguito del riacquisto delle azioni della Alcatel da parte di Thales, Alcatel Alenia Space è rinominata Thales Alenia Space (67% Thales e 33% Leonardo).

Azionisti
Evoluzione dell'azionariato (1996-2016)
1996 1997 1998 1999 2000 2002 2004 2006 2008 2010 2012 2014 2016
Thomson SA / TSA[2] (RF) 58,3% 58,31% 40,03% 33,79% 32,74% 31,22% 30,65% 30,62% 26,51% 27,00% 27,08% 26,36% 25,82%
Aérospatiale / Sogepa (RF) 3,87% 0,64% 0,64% 0,63% 0,63% 0,63% 0,54%
Alcatel / Alcatel-Lucent 15,84% 25,29% 25,29% 9,46% 9,46% 9,46% 20,76%
GIMD 5,81% 5,81% 5,81% 5,72% 5,72% 5,71% 5,17%
Dassault Aviation 25,89% 25,96% 25,28% 24,76%
Thales 1,15% 1,15% (5,59%) (3,83%) (1,82%) 1,88% 1,87% 1,38% 0,90% 0,35%
Dipendenti (4,74%) (5,09%) (4,42%) 2,92% 3,07% 3,05% 2,00% 2,71%
Flottante 41,7% 41,69% 34,45% 3,33% 34,37% 52,97% 53,54% 53,58% 42,07% 42,32% 42,52% 45,46% 46,36%

Partecipate[modifica | modifica wikitesto]

Organigramma semplificato:
Francia THALES SA
(holding capogruppoRCS: 552 059 024)
Francia Francia Germania Germania Paesi Bassi Paesi Bassi Regno Unito Regno Unito Canada Canada Stati Uniti Stati Uniti Australia Australia
  • Thales Nederland BV
  • Thales UK Ltd.
    • Thales Avionics Ltd.
    • Thales Training & Simulation Ltd.
    • Thales Naval Ltd.
    • Thales Underwater Systems Ltd.
    • Thales Optronics Ltd.
    • Thales Transport & Security Ltd.
      • Thales Ground Transportation Systems UK Ltd.
  • Thales Canada Inc.
  • Thales Australia Ltd.
  • Thales Air Systems SAS
  • Thales Optronique SAS
  • Thales Alenia Space SAS (67%)
  • Thales Communications & Security SAS
  • Thales Underwater Systems SAS
  • Thales Air Operations SAS
  • TDA Armements SAS
  • Thales Services SAS
    • Thales Training & Simulation SAS
  • Thales Electron Devices SAS
    • Trixell SAS (51%)
  • Thales Avionics Electrical Systems SAS
  • Thales Avionics SAS
  • DCNS (35%)
  • Thales Defense & Security Inc. (89%)
  • Thales Raytheon Systems Company LLC
  • Thales Defense & Security Inc.
  • Thales Components Corporation

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) A new identity for a new group: Thomson-CSF becomes THALES, thalesgroup.com, 08 dicembre 2000.;
    (FR) Une nouvelle identité pour un nouveau groupe: Thomson-CSF devient THALES, thalesgroup.com, 08 dicembre 2000.
  2. ^ a b c TSA è una società holding detenuta interamente dallo Stato e dipendente dell'APE: (FR) TSA Holding, tsa-holding.fr.
  3. ^ (EN) Thomson-CSF privatization, thomson-csf.com, 19 febbraio 1997. (archiviato dall'url originale il 20 luglio 1997).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • (FR) Jean-Pierre Pujes, Un siècle d'électronique. Histoire du groupe Thales, 2005.
  • (FR) AICPRAT, Histoire de Thales.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (ENFR) Thales, thalesgroup.com.
Controllo di autorità VIAF: (EN138848074 · LCCN: (ENnr2004019780 · ISNI: (EN0000 0004 1754 8494 · GND: (DE10122790-5 · BNF: (FRcb13769964x (data)