SGS Microelettronica

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

SGS Microelettronica S.p.A. era una azienda italiana attiva nella produzione di semiconduttori, nell'ambito della microelettronica. Era l'unica azienda italiana operante in quel settore.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nata il 29 dicembre 1972 come SGS-Ates Componenti elettronici S.p.A. risultato di una fusione tra Società Generale Semiconduttori e ATES, il 23 aprile 1985 SGS Ates diventa SGS Microelettronica. Nel giugno 1987 la società diventa SGS-Thomson Microelectronics a seguito della fusione con la Thomson Semiconducteurs e la sede dall'Italia si trasferisce a Saint-Genis-Pouilly.

SGS Thomson era considerata 14° tra i 20 maggiori fornitori di semiconduttori: le vendite arrivavano a 850 milioni di dollari.

Nel 1989 nell'azionariato di SGS-Thomson subentra Finmeccanica a STET, nell'ambito di un processo di riorganizzazione dell'IRI. L'8 dicembre 1994 la società si quota al CAC 40 ed al NYSE. Nel maggio 1998, Thomson vende le sue quote e SGS-Thomson diventa STMicroelectronics: nel dicembre dello stesso anno la società viene quotata a Piazza Affari.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]