Bull

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bull (disambigua).
Bull
Logo
Stato Francia Francia
Forma societaria Société anonyme
Borse valori Euronext: BULL (fino al 16 dicembre 2014)
ISIN FR0000052607
Fondazione 9 marzo 1931 a Parigi
Fondata da H.W. Egli, ATEIC e Bull AG
Sede principale Les Clayes-sous-Bois
Gruppo Atos (dal 2014)
Filiali Bull SAS
Amesys SAS
Evidian SA
Persone chiave Thierry Breton (PDG Atos e Presidente Bull)
Philippe Vannier (DG Bull)[1]
Settore Tecnologia
Informatica
Hardware & Software
Servizi informatici
Prodotti Sistemi informativi
Consulenza informatica
IT Service Management
Supercomputer
Mainframe
Server
Fatturato 1 262 M (2013)
Utile netto 10,9 M (2013)
Dipendenti 9 236 (2013)
Slogan «Architect of an open world (2013)»
Note I dati finanziari sono estratti dal Documento di riferimento e dal rapporto finanziario del 2013: BULL_DRF_EN_2013 e BULL_DOC_REF_2013
Sito web
Logo della Bull dal 2005 al 2014.
Servers NovaScale di Bull.
Supercomputer bullx di Bull.
L'affare Bull (fr)

L'affare Bull (che in realtà sono due: il primo nel 1963 e il secondo nel 1970) è avvenuto all'inizio degli anni 60, quando il secondo costruttore mondiale di informatica (CMB) crolla in borsa, perdendo 10 volte il suo valore nel giro di tre anni - primo affare Bull -, cosa che produce il licenziamento di 700 dipendenti, dei profitti pari all'1% del fatturato ed un forte indebitamento (moltiplicato per 6 volte). Questo conduce all'acquisto di CMB da parte, dapprima, di un gruppo di azionisti francesi, e poi (nel 1964) dal gruppo statunitense General Electric (BGE). Quest'ultima, dopo 6 anni di perdite consecutive, la rivenderà – secondo affare Bull – nel 1970 alla Honeywell (HB), dal momento che gli altri azionisti francesi (Thomson e CGE), lo Stato o la CII rifiutano l'acquisto.

Bull è una società francese specializzata nell'informatica professionale. Fu fondata nel 1931 in particolare per sfruttare i brevetti dell'ingegnere norvegese Fredrik Rosing Bull. Nel 2014, la società è acquistata da Atos.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La società è fondata nel 1931 a Parigi con la denominazione sociale H.W. Egli Bull, per sviluppare e commercializzare le macchine per le statistiche – per la meccanografia a schede perforate – ideate dall'ingegnere norvegese Fredrik Rosing Bull, dalle società svizzere H.W. Egli e Bull AG e dalla francese ATEIC. La Bull AG era stata fondata nel 1930 a Zurigo da Émile Genon.

La società franco-svizzera H.W.Egli-Bull è rinominata il 31 marzo 1933 in Compagnie des Machines Bull (CMB); poi è trasformata in holding Bull General Electric (1964) e in Honeywell Bull (1970) a seguito del trasferimento delle attività informatiche mondiali da General Electric e Honeywell[2]. Nel 1976 è società si fonde con la Compagnie internationale pour l'informatique (CII) per diventare CII-Honeywell-Bull (CII-HB).

Il Gruppo Bull è creato nel 1982 con il raggruppamento di CII-Honeywell-Bull, SEMS e Transac. Lo Stato francese la nazionalizza e diventa l'azionista maggioritario. La Società prende il nome di Bull nel 1983.

Compagnie des Machines Bull (1933-1964)[modifica | modifica wikitesto]

Bull General Electric (1964-1970)[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 1964, la CMB diventa una holding e sono create 3 nuove società:

  • Compagnie Bull General Electric (BGE), detenuta da GE (51%) e CMB (49%), società commerciale (rete commerciale);
  • Société Industrielle Bull General Electric (SIBGE), detenuta da GE (49%) e CMB (51%), società industriale (studi e fabbriche);
  • Société de Promotion Commerciale Bull, detenuta da GE (49%) e CMB (51%), piccola organizzazione la cui attività sarà minima.

Nel 1967 la General Electric prende il controllo maggioritario di tutto il gruppo (66%) a discapito della CMB (34%).

Honeywell Bull (1970-1975)[modifica | modifica wikitesto]

Nel settembre 1970, la Honeywell acquista le quote della General Electric e la società diventa Société industrielle Honeywell-Bull (SIHB), poi Société Honeywell-Bull (SHB) nel 1972 e infine Compagnie Honeywell Bull (CHB) nel 1973.

Nel 1971, diverse società di servizi francesi appartenenti a SIHB sono raggruppate sotto il nome Honeywell-Bull Services; nell'aprile 1973, questa sarà venduta alla BNP.

CII Honeywell Bull (1975-1982)[modifica | modifica wikitesto]

Nel maggio 1975, la Compagnie internationale pour l'informatique (CII) è fusa nella Honeywell Bull, la nuova società CII Honeywell Bull (CII-HB) è detenuta da Honeywell (47%, prima aveva il 66%) e da CMB (53%); il governo francese e la CGE entrano nel capitale della holding CMB con il 20% ciascuno.

Nel 1978, CII-Honeywell-Bull acquista la società francese R2E, questa aveva commercializzato nel 1973 il Micral N, che è considerato come il primo microcomputer della storia.

Nel settembre 1979, la CGE, contraria ad investire nell'office automation, vende le sue azioni in Bull, con una buona plusvalenza a Saint-Gobain (20%). Questa nell'aprile 1980 decide di prendere il controllo di Olivetti (33%), contro il parere dei dirigenti di Bull, a cui Saint-Gobain preleva nella tesoreria per aumentarne i dividendi. Nell'ottobre 1980, Saint-Gobain arriva al 51% della CMB apportandovi la sua partecipazione in Olivetti.

Bull (1982-2014)[modifica | modifica wikitesto]

Nell'aprile 1982, le due imprese sono nazionalizzate. Saint-Gobain rivende le sue azioni in Olivetti. Bull assorbe la SEMS e la Transac. La società CII-Honeywell-Bull diventa Bull SA.

Nel 1983 il Gruppo Bull comprende Bull SA (ex CII-Honeywell-Bull), Bull-Périphériques, Bull-SEMS e Bull-Transac.

Nel gennaio 1987, Bull-Micral, Bull-Transac e Bull-SEMS sono riunite in una sola entità Bull-MTS.

Nel marzo 1987, creazione della società statunitense Honeywell-Bull, Inc., la cui sede è a Minneapolis. Bull (42,5%) Honeywell (42,5%) e NEC (15%) ne condividono il capitale. Bull deve acquistare le quote di Honeywell in Bull International NV (20%).

Nel 1988 Bull (34%) e il Groupe Docapost (66%; del groupe La Poste) creano SERES SA, una società attiva nel business-to-business, Electronic Data Interchange e Software as a service.[3]

Nel 1989, Honeywell riduce la sua partecipazione in Honeywell-Bull, Inc. al 15,6%; Bull controlla così il 64,9% della società che è rinominata Bull HN Information Systems Inc.[4]. Creazione di Bull Data Systems Inc.[5].

Nell'ottobre 1989 Bull acquista Zenith Data Systems (dalla casa madre Zenith Electronics), all'epoca secondo costruttore al mondo di laptops dopo Toshiba. L'operazione si rivela un fiasco per Bull e la ZDS è venduta nel 2006 alla Packard Bell.[6]

Nei primi anni novanta, le previsioni meteo – "su informazioni del Servizio meteorologico dell'Aeronautica Militare" – in onda sulle reti Rai (Che tempo fa, Meteo 2 e Meteo 3) erano elaborate con computer Bull. Infatti alla fine delle rubriche veniva trasmesso nella sigla di coda un cartello con il logo della Bull utilizzato all'epoca.[7][8][9]

Nel 1991, Honeywell cede la sua partecipazione in Bull HN Information Systems Inc. alla Bull. NEC scambierà la sua partecipazione del 15% in Bull HN Information Systems Inc. per una partecipazione del 4,7% in CMB, la holding del gruppo Bull.[10]

Tra il 1994 e il 1997 l'azienda è gradualmente privatizzata, con l'ingresso di azionisti di riferimento (tra cui France Télécom e NEC) e l'introduzione in borsa. Queste operazioni riducono la partecipazione dello Stato francese al 17,3%; nel 2004 la Bull è completamente privatizzata.

Il 14 novembre 1995, creazione di Bull International SAS, che è a capo delle filiali del Gruppo Bull nel mondo (escluso gli USA).[11][12]

Nel 1997, la holding CMB – quotata alla borsa di Parigi – cambia nome in Bull.

Il 27 giugno 2000, Bull crea la filiale Evidian SA – in precedenza BullSoft, divisione software di Bull –, specializzata nell'identity management.[13]

Nel quadro del programme Simulation, la DAM del CEA aveva definito un progetto, chiamato TERA, per disporre dei mezzi di simulazione necessari alla concezione e alla garanzia delle armi nucleari senza test (per la force de frappe). A fine 2005, è installato il supercomputer TERA-10 prodotto dalla Bull, seguiranno a fine ottobre 2010 il TERA-100 e a fine 2015 il TERA-1000.[14]

L'1º settembre 2006, acquisizione dell'azienda statunitense Firstlogic postal automation, che è rinominata AddressVision Inc.[15]

Il 28 settembre 2006, Bull acquista la società francese Agarik SAS, specializzata nel cloud computing e nei managed services (esternalizzazione).[16]

Il 21 dicembre 2006, Bull vende la filiale italiana Bull Italia (ex Honeywell-Bull Italia, ex Honeywell Information Systems Italia) a Eunics, filiale di Eutelia.[17]

Nel 2007, Bull acquista la società francese Serviware SAS, specializzata nell'high performance computing (HPC) (supercomputer).[18]

Nel 2008, Bull acquista l'azienda francese SIRIUS SAS, specializzata nei sistemi informativi per l'azione sociale e creatrice de software di gestione Genesis.[19]

Nel febbraio 2010, Bull acquista la società francese Amesys SAS (e la sua filiale Elexo SAS[20]), parallelamente Crescendo Industries, proprietario di Amesys, diventa l'azionista di riferimento di Bull con il 19,87%.[21]

Il 4 agosto 2011, lo Stato francese rientra nel capitale di Bull, attraverso FSI che ne acquisisce il 5%, diventando così il terzo azionista, dopo Crescendo Industries (22%) e France Télécom (8%).[22]

Nel 2011, Bull è sospettata di aver fornito – in realtà la fornitura è antecedente all'acquisto di Amesys da parte di Bull –, attraverso la sua filiale Amesys, il software di sorveglianza di massa Eagle a diversi paesi, tra cui Libia di Gheddafi, Francia (dal 2009), Gabon, Qatar, Arabia Saudita, Kazakistan, Dubai e Marocco. Nel 2013, il software Eagle è venduto a Nexa Technologies, una società creata nel 2012 e vicina a Crescendo Industries (all'epoca azionista di Bull), ed è rinominato Cerebro.[23][24]

Il 17 ottobre 2011, Bull festeggia 80 anni di esistenza.[25]

Il 31 ottobre 2011, Bull acquista la società francese Time Reversal Communications SA (TRC), specializzata nelle comunicazioni wireless e degli apparecchi portatili sicurizzati. Time Reversal Communications, creata nel maggio 2008 da alcuni ricercatori dell'Institut Langevin e del CNRS/ESPCI, è il risultato della fusione di due attività, quelle di Time Reversal Communications e della divisione professionale di Mobiwire (ex Sagem Wireless).[26]

Il 5 settembre 2012, Bull insieme a SFR e a CDC crea la società Numergy SAS, specializzata nel cloud computing[27]. Nel 2011, attraverso il progetto Andromède , il governo francese intendeva creare un cloud sovrano per l'amministrazione e le aziende francesi; con il supporto della CDC vengono create nel 2012 Numergy e Cloudwatt (Orange e Thales). Nel gennaio 2016 Numergy passa integralmente sotto il controllo di SFR.

Il 30 settembre 2013, Bull acquista la società francese FastConnect SAS, specializzata nel cloud e nel big data.[28]

Il 3 ottobre 2013, Bull lancia il primo smartphone europeo integralmente sicurizzato chiamato Hoox.[29]

Il 4 marzo 2014, Météo-France comunica la sostituzione dei suoi supercomputers con 2 DLC bullx B710 ("Beaufix" e "Prolix"). La sostituzione è avvenuta nel quadro di una gara nella quale l'offerta di Bull è risultata la più performante e competitiva; la potenza di calcolo è stata così moltiplicata per 12 rispetto alla precedente configurazione. Degli aggiornamenti nel 2016DLC bullx B720 ("Beaufix2" e "Prolix2") – ne hanno moltiplicato la potenza di calcolo per 3.[30]

Bull ‘atos technologies’ (dal 2014)[modifica | modifica wikitesto]

Il 6 giugno 2014, Atos deposita un progetto d'OPA amicale sui titoli (azioni e OCEANEs) di Bull SA.[31]
Il 27 giugno 2014 (fino al 31 luglio 2014), Atos lancia un'OPA amicale sui titoli (azioni e OCEANEs) di Bull SA. L'OPA è riaperta dal 25 agosto al 9 settembre e a fine ottobre Atos detiene il 95,56%.[31]. Il 4,43% era ancora di proprietà della Norges Bank.
Il 2 dicembre 2014 (fino al 15 dicembre 2014), Atos lancia un'OPR sulle azioni residuali di Bull SA, a seguito della quale il Gruppo sarà ritirato dalla borsa di Parigi.[31]
Atos SE ha acquistato i titoli di Bull SA per 602,7 milioni di euro; al 31 dicembre 2016 il valore di Bull SA era fissato a 610,648 milioni di euro.

Il 9 luglio 2015, il CEA hanno concluso un contratto per installare il nuovo supercomputer "Tera1000" per i bisogni del DAM; questo supercomputer prefigurerà, all'orizzonte 2020, la classe exa-FLOPS.[32]

8-9 settembre 2015, Bull installa due nuovi supercomputers, rispettivamente al Bundesanstalt für Wasserbau (BAW, a Karlsruhe in Germania) e al Laboratório Nacional de Computação Científica (LNCC, a Petrópolis in Brasile).[33][34]

14 ottobre 2015, lancio della terza fase del "Mont-Blanc project", coordinata da Bull; si tratta di un progetto europeo volto alla realizzazione di una nuova achitettura di computers che utilizzano dei nuovi standards HPC a scala mondiale per sfruttare le tecnologia exascale consumando il 15%–30% in meno di energia.[35][36]

12 novembre 2015, Bull installa, presso il CEA/DAM, i primi componenti del supercomputer exascale "Bull Sequana" Tera 1000.[37][38]

21 novembre 2016, il supercomputer Tera 1000 del CEA/DAM entra nella "TOP500" dei supercomputers più potenti al mondo.[39]

Il 15 giugno 2017, Atos/Bull ha concluso un contratto con GENCI (Grand Équipement National de Calcul Intensif) per installare un nuovo supercomputer "Bull Sequana x1000" in sostituzione del "système Curie" installato al TGCC (Très Grand Centre de Calcul del CEA a Bruyères-le-Châtel); dotato di una potenza globale di 9 PFlops, sarà uno dei più potenti supercomputer al mondo.[40]

Il 19 giugno 2017, Atos/Bull annuncia il lancio di "Bull Sequana X1310" – della famiglia "Bull Sequana X1000" –, primo supercomputer dotato di processori ARM.[41]

Il 3 luglio 2017, Atos/Bull ha concluso un contratto con AWE (Ministero della Difesa britannico) per installare un nuovo supercomputer "Bull Sequana x1000" per sostenere la difesa, la ricerca e la modellizzione scientifica grazie al calcolo ad alta performance.[42]

Organizzazione[modifica | modifica wikitesto]

Governo d'impresa[modifica | modifica wikitesto]

Dati finanziari[modifica | modifica wikitesto]

Fatturato 2013 per attività

██ Computing Solutions (60%)

██ Business Integration Solutions (25%)

██ Security Solutions (10%)

██ Innovative Products (5%)

Fatturato 2013 per area geografica

██ Francia (55%)

██ Resto d'Europa (30%)

██ Resto del Mondo (15%)

Fatturato 2013 per settori di attività

██ Public sector (26%)

██ Industry and Retail (13%)

██ Telecoms and Medias (12%)

██ Services (9%)

██ Banking and Insurance (13%)

██ Defense (10%)

██ Transport and Energy (8%)

██ Health and Welfare (8%)

██ Other (1%)

Principali dati finanziari 2009-2013 (in milioni di )[43]
2009 2010 2011 2012 2013
Capitale sociale 9,7 12,1 12,1 12,1 12,152.239
N. azioni emesse 96,786.647 120,786.647 120,786.647 120,809.147 121,522.397
Capitalizzazione borsistica 411,9 345,4 374,5 374,3
Fatturato 1.110 1.243 1.301 1.285 1.262
Margine lordo 246 278 290 294 271
Margine lordo in % del fatturato 22,9% 21,5%
Spese in R&D -12,5 -17,0
Spese in R&D in % del fatturato 1,0% 1,3%
Spese commerciali e amministrative -225,0 -212,2
Spese commerciali e amministrative in % del fatturato 16,8% 17,5%
Risultato di cambio sui flussi operativi -0,4 -1,7
EBIT 27,6 35,5 43,7 52,1 44,8
EBIT in % del fatturato 2,5% 2,9% 3,4% 4,1% 3,5%
Prodotti di cessione e altri prodotti e oneri operativi -0,3 -1,9
Costi delle partenze transazionali -7,3 -12,0
Quota-parte nei risultati netti delle aziende associate 0,4 -3,1
CRMF / FRC 4,9
Risultato operativo 49,9 27,8
Risultato di cambio sui flussi finanziari 0,3 -0,1
Spese finanziarie nette -9,3 -6,8
Oneri di imposte -12,3 -9,7
Parte dei minoritari 0,1 -0,3
Risultato netto, parte del Gruppo 28,6 10,9
Effettivi consolidati alla fine dell'anno 7.707 8.537 8.985 9.300 9.236
2009 2010 2011 2012 2013

Azionariato[modifica | modifica wikitesto]

Azionisti 2013

██ Crescendo Industries (19,93%)

██ Pothar Investments (4,38%)

██ Andromède (0,27%)

██ Orange (8,02%)

██ Dipendenti (0,56%)

██ Buy-back (0,15%)

██ Flottante (66,69%)

Al 31 dicembre 2013, il capitale del Gruppo Bull era detenuto da:[44]

Partecipate[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2013, il Gruppo Bull era composto da diverse entità:[46]

Francia Bull SA (holding capogruppo) (Gruppo Bull)[47]
  • Francia Bull SAS (e le sue filiali) (Società Bull)[48]
  • Francia Bull International SAS (e le sue filiali nel mondo)[11]
  • Stati Uniti Bull Data Systems Inc. (e le sue filiali statunitensi)[5]
  • Francia Agarik SAS[16]
  • Francia Amesys SAS (e le sue filiali)[21]
  • Francia Elexo SAS[20]
  • Francia Evidian SA (92%)[13]
  • Francia FastConnect SAS[28]
  • Francia Numergy SAS (20%, equity method)[27]
  • Francia SERES SA (34%, equity method)[3]
  • Francia Serviware SAS[18]
  • Francia SIRIUS SAS[19]
  • Francia Time Reversal Communications SA (99%)[26]

Attività[modifica | modifica wikitesto]

Supercomputers[modifica | modifica wikitesto]

Supercomputer prodotti dalla Bull presenti nella TOP500 (11/2016)[49][50]
# Sito Nome
Sistema
Core Rmax
(TFlop/s)
Rpeak
(TFlop/s)
Pot.
(kW)
34 Germania DKRZ Mistral
bullx DLC 720
99 072 3 010,7 3 962,9 1 276
50 Francia Météo-France Prolix2
bullx DLC 720
72 000 2 168,0 2 534,4 830,4
51 Francia Météo-France Beaufix2
bullx DLC 720
73 440 2 157,4 2 585,1 830,2
55 Francia CEA Tera-1000-1
bullx DLC 720
70 272 1 871,0 2 586,0 1 042
64 Francia GENCI-CINES Occigen
bullx DLC
50 544 1 628,8 2 102,6 934,8
73 Francia Atos Sid
bullx DLC 720
49 896 1 363,5 1 676,5 543
74 Francia CEA/TGCC-GENCI Curie thin nodes
Bullx B510
77 184 1 359,0 1 667,2 2 132
75 Francia CEA/CCRT Cobalt
bullx DLC 720
38 528 1 299,5 1 479,5 539
82 Giappone IFERC/F4E (UE) Helios
Bullx B510
70 560 1 237,0 1 524,1 2 200
83 Francia Atos Diego
bullx DLC 720
46 800 1 225,3 1 647,4 472
97 Paesi Bassi SURFsara Cartesius 2
Bullx DLC B710/B720 Blades
38 880 1 088,5 1 327,1 706
103 Francia CEA Tera-100
Bull bullx super-node S6010/S6030
138 368 1 050,0 1 254,5 4 590
107 Germania TUD, ZIH Taurus
bullx DLC 720
34 656 1 029,9 1 386,2 582
128 Francia EDF Eole
Intel Cluster
29 568 942,8 1 135,4 420,9
211 Francia CINES Occigen2
bullx DLC 720
19 488 686,0 810,7
364 Brasile LNCC Santos Dumont GPU
Bullx B710
10 692 456,8 657,5 371,3
393 Francia Bull Manny
bullx DLC 720
12 960 430,5 539,1 205
400 Polonia NCBJ Świerk Computing Centre
Supermicro TwinBlade SBI-7227R/Bull DLC B720
17 960 423,2 490,4 334
456 Francia Atos Sequana_BXI
Bull Sequana
14 960 380,5 103
476 Brasile LNCC Santos Dumont Hybrid
Bullx B710
24 732 363,2 478,8 858,8

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Atos Governance, atos.net.
  2. ^ (FR) Sociétés du Groupe Bull existant juridiquement en décembre 1973, feb-patrimoine.com.
  3. ^ a b (FRENES) SERES, groupseres.com.;
    (FREN) SERES, seres.fr.;
    (FR) Seres adhère à la Charte de l’interopérabilité des solutions de facturation électronique de GS1 France, groupseres.com, 26 settembre 2013.
  4. ^ (EN) Company Overview of Bull HN Information Systems, Inc., bloomberg.com.
  5. ^ a b (EN) Company Overview of Bull Data Systems, Inc., bloomberg.com.
  6. ^ (FR) En fusionnant Zenith Data System avec Packard Bell : Bull se débarrasse de son plus gros foyer de pertes, in L'Économiste, 15 maggio 1996. (archiviato il 1º marzo 2014).
  7. ^ Filmato audio Raiuno - Che Tempo Fa (Meteo 1) - 18 Dicembre 1990, su YouTube, 30 aprile 2012, a 0 h 0 min 59 s.
  8. ^ Filmato audio Sigle Tg2 Meteo/Meteo2 1977-2017, su YouTube, 14 febbraio 2017, a 0 h 2 min 17 s.
  9. ^ Filmato audio Meteo3 5 febbraio 1991, su YouTube, 12 febbraio 2011, a 0 h 1 min 23 s.
  10. ^ (FR) Blandine Hennion, Honeywell se retire de Bull HN, in Les Echos, 17 luglio 1991.
  11. ^ a b (FR) BULL INTERNATIONAL SAS, infogreffe.fr.;
    (FR) BULL INTERNATIONAL SAS, societe.com.;
    (FR) BULL INTERNATIONAL SAS (BISAS), french-corporate.com.
  12. ^ (EN) Company Overview of Bull International SAS, bloomberg.com.
  13. ^ a b (FREN) Evidian, evidian.com.;
    (EN) BullSoft becomes Evidian, evidian.com, 27 giugno 2000. (archiviato dall'url originale il 19 novembre 2000).
  14. ^ (FR) CEA - HPC - TERA, www-hpc.cea.fr.
  15. ^ (EN) Company Overview of AddressVision, Inc., bloomberg.com.; (EN) AddressVision Inc., addressvisioninc.com. (archiviato dall'url originale il 5 gennaio 2007).
  16. ^ a b (FREN) Agarik, agarik.com.;
    (FR) Bull rachète la SSII française Agarik, in Le Monde Informatique, 29 settembre 2006. (archiviato il 22 ottobre 2006).
  17. ^ (FR) Régis Marti, Bull vend sa filiale italienne déficitaire à Eunics, in Les Echos, 22 dicembre 2006.
  18. ^ a b (FR) Serviware devient une filiale de Bull, in channelbp, 22 ottobre 2007. (archiviato il 25 ottobre 2011).
  19. ^ a b (FR) SIRIUS, sirius.fr.;
    (FR) Genesis, la gestion de l'action sociale, bull.fr, 27 aprile 2011. (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2011).
  20. ^ a b (FR) Elexo, elexo.fr.
  21. ^ a b (FR) Amesys, amesys.fr.;
    (FR) Amesys Conseil, amesys-conseil.fr.;
    (FR) Bull confirme sa résilience et conforte sa nouvelle dimension avec l'acquisition d'Amesys, wcm.bull.com, 11 febbraio 2010. (archiviato dall'url originale l'11 maggio 2013).
  22. ^ (FR) Le FSI s'invite au capital de Bull, in La Tribune, 04 agosto 2011.
  23. ^ (FR) Fabrice Amedeo, «Comment j'ai mis 5 millions de Libyens sur écoute», in Le Figaro, 01 settembre 2011. URL consultato il 01 settembre 2011 (archiviato dall'url originale il 1º settembre 2011).
  24. ^ (FR) Jean-Marc Manach, Le PDG de Bull se plante un couteau dans le dos, in Le Monde, 02 febbraio 2013. URL consultato il 06 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 6 febbraio 2013).
  25. ^ (FR) Bull 80 ans : du calculateur au supercalculateur, wcm.bull.com, 17 ottobre 2011. (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2013).
  26. ^ a b (FR) Bull acquiert Time Reversal Communications, wcm.bull.com, 31 ottobre 2011. (archiviato dall'url originale il 24 aprile 2013).
  27. ^ a b (FR) Numergy, numergy.com.;
    (FR) Naissance de NUMERGY, producteur d'énergie numérique au service des entreprises et des institutions, wcm.bull.com, 05 settembre 2012. (archiviato dall'url originale il 10 settembre 2012).
  28. ^ a b (FR) Bull acquiert FastConnect et accélère son développement dans le Cloud et le Big Data, wcm.bull.com, 30 settembre 2013. (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2013).
  29. ^ (FR) Bull lance le 1er smartphone européen intégralement sécurisé, wcm.bull.com, 03 ottobre 2013. (archiviato dall'url originale il 5 novembre 2013).
  30. ^ (FR) Météo-France renforce ses moyens de calcul intensif, meteofrance.fr, 04 marzo 2014.;
    (FR) Les supercalculateurs de Météo-France, meteofrance.fr, 04 marzo 2014.;
    (FR) Météo France – Supercalculateurs. De nouveaux supercalculateurs Bull pour Météo-France, bull.com, 04 marzo 2014.;
    (EN) Meteo France - TOP500 Supercomputer Sites, top500.org, 30 novembre 2016.
  31. ^ a b c (FR) OPA et OPR d'Atos sur Bull, bull.fr, 03 febbraio 2015. (archiviato dall'url originale il 3 febbraio 2015).;
    (EN) Prospectus et notes d'informations visés par l'AMF, atos.net.
  32. ^ (FR) Le CEA et Atos associés pour un supercalculateur de classe exaflopique à l’horizon 2020, bull.com, 07 luglio 2017.
  33. ^ (FR) Atos soutient le Brésil dans sa course pour le calcul haute performance avec l’installation d’un supercalculateur de Bull à Petropolis (RJ), bull.com, 08 settembre 2017.
  34. ^ (FR) Atos installe un deuxième supercalculateur Bull à l’Institut fédéral allemand de génie hydraulique BAW, bull.com, 09 settembre 2017.
  35. ^ (FR) Le projet européen Mont-Blanc prend un nouvel élan pour son ascension vers l’Exascale, bull.com, 14 ottobre 2015.
  36. ^ (EN) Mont-Blanc project, montblanc-project.eu.
  37. ^ (FR) Bull sequana, la 1ère gamme de supercalculateurs prête pour l’exascale !, bull.com, 12 novembre 2015.
  38. ^ (FR) TERA 1000 : 1er défi relevé par le CEA pour l’Exascale, bull.com, 12 novembre 2015.
  39. ^ (FR) Le supercalculateur Tera1000 Bull sequana du CEA équipé de BXI entre dans le TOP500, bull.com, 21 novembre 2016.
  40. ^ (FR) Atos remporte un contrat auprès de GENCI pour fournir l’un des supercalculateurs les plus puissants au monde, bull.com, 15 giugno 2017.
  41. ^ (FR) Atos passe à l’ère des processeurs ARM en ajoutant le nouveau Bull Sequana X1310 à sa gamme de supercalculateurs, bull.com, 19 giugno 20170.
  42. ^ (FR) AWE s’équipe du dernier supercalculateur d’Atos pour soutenir la recherche de la Défense britannique, bull.com, 03 luglio 2017.
  43. ^ BULL_DRF_EN_2013, pp. 10 e 120;
    BULL_DOC_REF_2013, pp. 10 e 120
  44. ^ BULL_DRF_EN_2013, p. 228 e BULL_DOC_REF_2013, p. 228
  45. ^ Le tre società precedenti sono collegate a dirigenti e membri del consiglio d'amministrazione di Bull: Philippe Vannier, Marc Hériard Dubreuil e Dominique Lesourd.
  46. ^ BULL_DRF_EN_2013, pp. 232-238 e BULL_DOC_REF_2013, pp. 232-238
  47. ^ (FR) BULL SA, infogreffe.fr.;
    (FR) BULL SA, societe.com.;
    (FR) BULL SA, french-corporate.com.
  48. ^ (FR) BULL SAS, infogreffe.fr.;
    (FR) Bull SAS, societe.com.;
    (FR) Bull SAS, french-corporate.com.
  49. ^ (EN) Sublist Generator - Manufacturer: Bull, Atos Group, in TOP500 list 11/2016, TOP500, novembre 2016. URL consultato il 01 dicembre 2016.
  50. ^ (EN) Vendors / Bull, Atos Group, top500.org.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]