Pete Docter

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Peter Hans "Pete" Docter (Bloomington, 9 ottobre 1968) è un regista, sceneggiatore, animatore, doppiatore e produttore cinematografico statunitense.

Noto per aver diretto i film Monsters & Co. (2002), Up (2009), Inside Out (2015) e Soul (2020). Nella sua carriera ha guadagnato nove nomination ai Premi Oscar, trionfando nella categoria "miglior film d'animazione" con Up nel 2010, Inside Out nel 2016 e Soul nel 2021.[1]

Dal 2018, in seguito alle dimissioni di John Lasseter, ricopre il ruolo di direttore creativo dei Pixar Animation Studios.[2]

Filmografia parziale[modifica | modifica wikitesto]

Regista[modifica | modifica wikitesto]

Sceneggiatore[modifica | modifica wikitesto]

Animatore[modifica | modifica wikitesto]

Produttore esecutivo[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore (ruoli minori)[modifica | modifica wikitesto]

Direttore del doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Premio Oscar

Golden Globe[modifica | modifica wikitesto]

Premio BAFTA

David di Donatello Festival di Venezia

  • 2009 - Premio Future Film Festival Digital Award - Menzione Speciale per Up

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Animazione, tutti i film che hanno vinto l'Oscar nel nuovo millennio, su www.stile.it, 14 febbraio 2018. URL consultato il 19 aprile 2021.
  2. ^ Molestie, Lasseter annuncia le dimissioni: "A fine anno lascerò Pixar e Disney", su la Repubblica, 9 giugno 2018. URL consultato il 19 aprile 2021.
  3. ^ Valerie LaPointe, Ally Maki e Jim Hanks, Lamp Life, Pixar Animation Studios, 31 gennaio 2020. URL consultato il 9 gennaio 2021.
  4. ^ (EN) NEW 'Dory's Reef Cam' Coming Soon to Disney+, su Inside the Magic, 23 novembre 2020. URL consultato il 9 gennaio 2021.
  5. ^ (EN) Peter Travers, Peter Travers, Howl's Moving Castle, su Rolling Stone, 9 giugno 2005. URL consultato il 4 gennaio 2021.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN19893827 · ISNI (EN0000 0001 1947 3703 · LCCN (ENno2005006976 · GND (DE140333592 · BNF (FRcb14403079d (data) · BNE (ESXX4822210 (data) · NDL (ENJA00873565 · WorldCat Identities (ENlccn-no2005006976