La luna (film 2011)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La Luna
La Luna (Pixar).png
Una scena del cortometraggio
Titolo originaleLa Luna
Lingua originaleGibberish
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2011
Durata6 min
Rapporto2,35:1
Genereanimazione
RegiaEnrico Casarosa
SoggettoEnrico Casarosa
SceneggiaturaEnrico Casarosa
Produttore esecutivoKevin Reher
Casa di produzionePixar Animation Studios
MontaggioSteve Bloom
MusicheMichael Giacchino
Doppiatori originali

La Luna è un cortometraggio animato statunitense del 2011 diretto, scritto e sceneggiato dal genovese Enrico Casarosa.

Prodotto dai Pixar Animation Studios, il corto racconta la storia di un bambino che viene portato, sulla barca "La luna", a vedere il lavoro del padre e del nonno. Tra i doppiatori compare l'ex-animatore Pixar Tony Fucile.[1]

Il cortometraggio è stato presentato in anteprima al Festival internazionale del film d'animazione di Annecy nel mese di giugno 2011[2] ed è stato proiettato prima del film Ribelle - The Brave.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un ragazzo viene portato per la prima volta al lavoro dal papà e dal nonno, ognuno cristallizzato sul suo modo di intendere la vita. Fermi in mare aperto su una barchetta in legno, aspettano qualcosa nel profondo della notte: una sorpresa lo attende. Dovrà scegliere se adottare il punto di vista di uno dei due o trovare da solo la propria strada. La storia è stata fortemente influenzata dalle vicende personali del regista, incastrato tra le personalità opposte del padre e del nonno, oltre che dai racconti di Antoine de Saint-Exupéry e Italo Calvino, mentre l'animazione e lo stile sono ispirati da Hayao Miyazaki e da La Linea di Osvaldo Cavandoli[3].

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 maggio 2011 è stata pubblicata la prima immagine del cortometraggio e ne è stata resa nota la trama.[4]

Premi[modifica | modifica wikitesto]

Il cortometraggio è stato candidato all'edizione 2012 dei Premi Oscar, nella categoria Miglior Corto d'Animazione.[5]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • La Pixar Animation Studios si è ispirata a Massimo Troisi per realizzare le movenze dei personaggi.[6]
  • Si tratta del primo (e finora unico) lavoro della Pixar a essere stato diretto da un regista italiano.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]