Cars 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cars 2
Cars2 Logo Black.svg
Titolo originale Cars 2
Lingua originale inglese
Paese di produzione Stati Uniti d'America
Anno 2011
Durata 106 minuti
Colore colore
Audio sonoro
Rapporto 2,35:1
1,44:1 (IMAX 3-D version)
Genere animazione, commedia, avventura
Regia John Lasseter e Brad Lewis (co-regia)
Soggetto John Lasseter, Brad Lewis, Dan Fogelman
Sceneggiatura Ben Queen
Casa di produzione Pixar Animation Studios
Distribuzione (Italia) Walt Disney Studios Motion Pictures
Musiche Michael Giacchino
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Cars 2 è un film del 2011 della Pixar, diretto da John Lasseter e Brad Lewis, quest'ultimo come co-regista.

Sequel del film del 2006 Cars - Motori ruggenti, Cars 2 è uscito il 22 giugno 2011 in Italia e il 17 giugno negli Stati Uniti d'America.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

L'agente segreto britannico Finn McMissile giunge su una piattaforma petrolifera in mezzo all'oceano per ottenere le prove di alcuni loschi traffici messi in atto dal terribile Professor Zundapp, che, insieme ad un gruppo di malviventi noti come I catorci (si tratta infatti di automobili vecchie e malandate), è entrato in possesso di un pericoloso congegno simile ad una telecamera. Il Professore nota la presenza dell'agente e lo fa rincorrere dai suoi scagnozzi. Finn riesce a fuggire facendosi credere morto e fugge navigando sott'acqua, verso la terraferma.

Nel frattempo, a Radiator Springs, il carro attrezzi Cricchetto rivede il suo amico Saetta McQueen, ormai vincitore di quattro Piston Cup. Quella sera, la TV trasmette un programma dove viene intervistato Miles Axlerod, un ricco petroliere che ha deciso di convertirsi alle energie rinnovabili ed è riuscito a fabbricare un carburante alternativo ecologico, l'Allinol. Il magnate è intenzionato ad organizzare una serie di gare in varie località del mondo, il World Grand Prix, per pubblicizzare il prodotto. Alle gare partecipa anche una delle auto da corsa più forti del momento, un'arrogante Formula 1 italiana chiamata Francesco Bernoulli, il quale, invitato alla trasmissione, sfida Saetta alla gara, sicuro di batterlo. Saetta accetta e parte insieme a Cricchetto verso la prima tappa del tour, a Tokyo.

Arrivati nella città ricompare Finn McMissile, che incontra l'agente Holley Shiftwell e viene a sapere che un agente americano deve passargli delle informazioni sulla piattaforma petrolifera. McMissile si accorge però della presenza dei catorci alla presentazione e chiede a Holley di prelevare lei le informazioni al suo posto. Alla festa per il World Grand Prix, Cricchetto mette in imbarazzo McQueen sia davanti a Francesco che davanti al pubblico. Intanto l'agente americano sta per rivelare via radio le informazioni a Holley, ma viene ostacolato dai Catorci, perciò affida il congegno a Cricchetto, a sua insaputa. Cricchetto viene raggiunto da Holley, che lo scambia per la spia americana e lo invita a parlare in privato della questione. Cricchetto, confuso, crede che Holley voglia incontrarlo per un appuntamento romantico e accetta; quando vede Finn affrontare due Catorci, non ricordando di avere indosso le cuffie per comunicare con Saetta, inizia a dire cose che Saetta sente a sua insaputa e interpreta come consigli su come comportarsi in gara, consigli decisamente controproducenti che lo portano ad essere sorpassato e sconfitto da Francesco. Dopo la gara Saetta, furioso, rimprovera Cricchetto, che poco dopo deciderà di tornare a Radiator Springs per non causare altri problemi.

All'aeroporto Cricchetto e Finn vengono inseguiti dai Catorci e grazie a Siddley, il jet spia dei due agenti segreti, si salvano. A bordo i tre eseguono un'analisi di una foto passata a Cricchetto dall'americano e decidono di andare a Parigi alla ricerca di un informatore di Finn, un trafficante di pezzi di ricambio, che dice loro di aver venduto molti pezzi all'auto vista nella foto di Cricchetto (in cui si vede un motore vecchio e scadente), che sembrerebbe essere il capo dei Catorci. Intanto Saetta è arrivato in una località turistica in Italia, dove si appresta a partecipare alla seconda gara, mentre il trio di spie si infiltra nel raduno dei Catorci.

A questo punto i piani dei Catorci vengono svelati: vogliono distruggere la reputazione di Axlerod e dell'Allinol facendo esplodere le auto che lo utilizzano in gara con la telecamera speciale vista da Finn, che è in realtà un trasmettitore di raggi elettromagnetici in grado di innescare una reazione esplosiva con l'Allinol. Però la copertura salta e Cricchetto cerca invano di avvertire McQueen, ma viene catturato dai catorci insieme a Finn e Holley. I tre vengono intrappolati nel Big Bentley a Londra, in modo che siano distrutti dai suoi ingranaggi; Cricchetto riesce però a liberarsi, come poco dopo anche Finn e Holley. Quando Saetta viene colpito dal raggio mortale, però, non esplode, e i Catorci ricorrono al piano di riserva: una bomba per farlo saltare in aria. Finn e Holley scoprono che la bomba è dentro Cricchetto e riescono ad avvisarlo. Dopo un inseguimento, Finn cattura il crudele Zundapp, che rivela loro che la bomba può essere disattivata vocalmente solo da chi l'ha attivata, e chi l'ha attivata non è lui. Cricchetto capisce così che in realtà il vero capo dei Catorci è Axlerod, che avrebbe quindi creato l'Allinol apposta per farlo screditare nelle gare. Il carro attrezzi fa quindi in modo che il petroliere venga arrestato, costringendolo a disattivare la bomba e mostrando che sotto il suo cofano c'è il motore incriminato della foto (quindi Axlerod aveva solo finto di convertirsi alle energie rinnovabili).

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti di Radiator Springs e personaggi secondari:

  • Saetta McQueen/n. 95: un misto tra una Mazda e una Chevrolet da NASCAR. È il protagonista secondario del film. Partecipa al World Grand Prix, ed ha come rivale Francesco Bernoulli. Perde la prima corsa a causa di Cricchetto, con il quale litiga ma fa poi pace.
  • Sir Carl Cricchetto Attrezzi: simile ad un autocarro Ford F150. È il protagonista principale del film. Alla fine del film si fidanza con Holley.
  • Sally: una Porsche 911. È la fidanzata di Saetta. È attratta da Francesco Bernoulli.
  • Fillmore: un furgone Volkswagen Transporter T2. In questo film sta ai box assieme a Cricchetto, Luigi, Guido e il Sergente. Alla fine del film rivela a Saetta che, fin dalla prima gara del World Grand Prix, Fillmore ha sostituito l'Allinol (che in realtà era semplice benzina, modificata da Axlerod in modo che diventasse letale se colpita dagli impulsi elettromagnetici) con il suo bio-carburante, perché non si è mai fidato di Axlerod fin dall'inizio.
  • Il Sergente: un Willys GPW.
  • Luigi: una FIAT 500 F italiana.
  • Guido: un muletto italiano che parla in dialetto emiliano.
  • Red: un camion dei pompieri American LaFrance, è la targa "002" di Radiator Springs.
  • Mack: un motorhome della Mack Trucks.
  • Ramon: una vecchia Chevrolet Impala spagnola.
  • Flo: una Cadillac Eldorado in stile americano.
  • Lo Sceriffo: una Mercury Police.
  • Lizzie: una vecchia Ford Model T, è l'auto più vecchia di tutta Radiator Springs.
  • Il Principe William: una Bentley Continental GT.
  • La Regina d'Inghilterra: una Rolls-Royce Phantom.
  • Mike: la guardia del corpo della regina è un Range Rover con tanto di pistola.
  • Le Guardie: sono dei Land Rover I serie.
  • Mamma Topolino: una Renault 4CV.
  • Zio Topolino: una Fiat 500 "Topolino" bicolore.
  • Vanny e Minny: due auto da viaggio.
  • Mamma di Francesco Bernoulli: una Ferrari di Formula 1 degli anni '60.
  • La Papamobile: un furgone.
  • Mia e Tia: due Mazda "Miata".
  • Otis: una Mercedes W123.
  • Papa Benedetto XVI: un'Alfa Romeo italiana.
  • Il Caporale e il suo esercito di soldati Land Rover in alta uniforme: un gruppo di Land Rover vecchie e nuove.
  • Crabby: un peschereccio che trasporta Finn McMissile alla stazione petrolifera.
  • Dottor Hudson (1951[3]-2008[4]): viene citato da Saetta mentre mostra a Cricchetto il trofeo appena vinto.

Concorrenti del World Grand Prix:

Telecronisti del World Grand Prix:

Agenti segreti e loro alleati:

  • Finn McMissile: un misto tra l'Aston Martin DB5 e tutte le auto famose dei film di James Bond.
  • Holley Shiftwell: una TVR Tuscan.
  • Rod Coppia Motrice/Rod «Torque» Redline: una Dodge Challenger SRT8
  • Leland Turbo: una auto basata su una Runwell Type-SR
  • Siddeley: un jet-spia.
  • Stevenson: un treno-spia, ispirato ai TGV della SNCF francese.
  • Tomber: una vecchia Reliant Robin non originale.

Catorci:

Colonna sonora[modifica | modifica wikitesto]

La colonna sonora del film è stata composta da Michael Giacchino, che aveva già lavorato a Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi, Ratatouille e Up, andando a sostituire Randy Newman, ideatore delle musica del primo Cars e assente in questo episodio a causa degli stretti tempi di lavorazione del film e della ritrosia di Newman a lavorare in tempi così compressi.[5][6]

Tema principale della colonna sonora è il singolo Collision Of Worlds, eseguito in duetto da Brad Paisley e Robbie Williams. Fa parte della colonna sonora anche Polyrhythm, brano del noto trio giapponese Perfume.

Per il principale tema orchestrale (chiamato "Finn McMissile Theme Song"), che si ripete spesso durante il film e che si sviluppa su sole 28 note, è stata usata una chitarra elettrica, spesso supportata da un'intera orchestra.[senza fonte]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo trailer ufficiale è stato presentato in anteprima in televisione, canale Coming Soon, il 22 dicembre 2010. Il film è stato distribuito nelle sale italiane il 22 giugno 2011, mentre il 20 giugno è stato proiettato in anteprima all'autodromo di Monza.[7]

Cortometraggi allegati[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Vacanze hawaiiane.

Come per tutti i film Pixar, ai quali vengono allegati dei cortometraggi animati, prima di Cars 2 verrà proiettato il corto Vacanze hawaiiane,[8] diretto da Gary Rydstrom,[9] già regista di Stu - Anche un alieno può sbagliare.

Hawaiian Vacation prosegue le storie dei personaggi di Toy Story 3 - La grande fuga e vede Bonnie recarsi in vacanza alle Hawaii. Barbie e Ken non vedono l'ora di partire con lei per la loro prima vacanza esotica. Bonnie, tuttavia, dimentica i due a casa e Woody, con l'aiuto degli altri giocattoli, dovrà ricreare un paradiso tropicale nella stanza della bambina, per non deludere la coppia.[10]

Alcuni commentatori si dissero preoccupati di questo sfruttamento, temendo che la Pixar avrebbe dato meno spazio a idee e storie originali come Quando il giorno incontra la notte o Presto.[11][12]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

Cars 2 debuttò in 4.115 cinema americani e canadesi il 24 giugno 2011 e nel giorno d'apertura incassò 25.717.785 $.[13] Nel week-end d'apertura, la pellicola incassò 66.135.507 $, quinto miglior film uscito nel mese di giugno.[13]

In Italia, il film debuttò il 22 giugno 2011 in 900 sale, incassando nel primo week-end di sfruttamento più di 2,7 milioni di .[14]

A fine corsa, Cars 2 incassò 191.452.396 $ negli Stati Uniti e in Canada e 368.400.000 $ nel resto del mondo, arrivando ad un incasso globale di 559.852.396 $ in tutto il mondo,[15] superando il precedente capitolo Cars - Motori ruggenti fermo a quota 461.983.149 $.[16]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Videogioco[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Cars 2 (videogioco).

Sequel[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Cars 3.

Nel 2014, la Disney ha rivelato che erano già alla ricerca di idee per un terzo film della serie.[17] Nell'ottobre 2015 la Disney ha fissato l'uscita di Cars 3 per il 16 giugno 2017 negli Stati Uniti e in Italia per il 14 settembre 2017.[18][19]

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel film, nelle scene riguardanti il paesino di Luigi e Guido (Carsoli, il cui nome è un gioco di parole tra cars - automobili - e Casoli) in Italia, è visibile la chiesa madre facilmente riconducibile alla Chiesa della Santissima Annunziata[20], già presente in molti altri film tra cui Il padrino del 1972.
  • Sempre in Italia, nella piazza del paese dove abitano Mamma e zio Topolino, compare una fontana che richiama la Fontana del Nettuno (Bologna), assente però nei concept originali[21].
  • I box del circuito di Londra, ricordano i nuovi box costruiti nel circuito inglese di Silverstone.
  • Nelle versioni internazionali del film Jeff Gorvette è sostituito da vari piloti conosciuti nei loro paesi:
    • Nella versione australiana è stato cambiato con Frosty (doppiato dal pilota australiano Mark Winterbottom);
    • Nella versione spagnola è stato cambiato con Fernando Alonso (doppiato dallo stesso pilota);
    • Nella versione russa è stato sostituito da Vitalij Petrov (doppiato dallo stesso pilota);
    • Nella versione svedese è stato sostituito da Flash (doppiato dal pilota svedese Jan Nillson);
    • Nella versione latino americana è stato sostituito da Memo Rojas (doppiato dallo stesso pilota);
    • Nella versione tedesca è stato sostituito da Sebastian Schnell (doppiato da Sebastian Vettel);
    • Nella versione franco-canadese, il commentatore David Hobbscap è stato sostituito da Jacques Villeneuve (doppiato dallo stesso pilota).
  • Cars 2 è l'unico film della Pixar che non ha ricevuto nessuna candidatura agli Oscar.
  • Nei titoli di coda compare un ringraziamento speciale a Steve Jobs, fondatore dell'industria Apple.
  • Il circuito italiano di Porto Corsa è ispirato al circuito di Monte Carlo. La città si ispira alle località della riviera ligure-provenzale visitate dalla produzione in fase di definizione delle location e degli scenari. Il nome è un riferimento alla località turistica di Portofino;[22].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d e f g h i j k l Le voci italiane di Cars 2 - 01/06/2011
  2. ^ Cars 2: Sophia Loren doppierà Mamma Topolino - BadTaste.it
  3. ^ Anno di produzione della macchina
  4. ^ Anno della morte di Paul Newman
  5. ^ (EN) Greg Mariotti, Giacchino To Score Cars 2, in PixarTalk.com, 12 ottobre 2010. URL consultato il 04-03-2011.
  6. ^ (EN) Variety: Giacchino scoring Cars 2, in PixarBlog.com, 12 ottobre 2010. URL consultato il 04-03-2011.
  7. ^ Cars 2 all'Autodromo di Monza
  8. ^ (EN) Jacob Hall, First 'Toy Story' Short to Feature Ken and Barbie on Vacation, in Moviefone.com, 20 dicembre 2010. URL consultato il 30-01-2011.
  9. ^ (EN) Cory Everett, First Look At New 'Toy Story' Short 'Hawaiian Vacation', in IndieWire.com, 24 febbraio 2011. URL consultato il 25-02-2011.
  10. ^ (EN) Mike Bastoli, Exclusive: Plot of Toy Story Hawaii short leaked, in ThePixarBlog.com, 31 dicembre 2010. URL consultato il 18-02-2011.
  11. ^ (EN) B. Alan Orange, New Toy Story Short Will Debut with Cars 2: World Grand Prix, in MovieWeb.com, 18 giugno 2010. URL consultato il 30-01-2011.
  12. ^ (EN) Ethan Anderton, 'Toy Story' Short Featuring Barbie and Ken is Attached to 'Cars 2'?, in FirstShowing.net, 20 dicembre 2010. URL consultato il 30-01-2011.
  13. ^ a b (EN) TOP OPENING WEEKENDS BY MONTH - JUNE, in Box Office Mojo. URL consultato il 15 luglio 2011.
  14. ^ Andrea Francesco Berni, 4 milioni in cinque giorni per Cars 2 in Italia, in BadTaste.it, 27 giugno 2011. URL consultato il 15 luglio 2011.
  15. ^ (EN) Total Lifetime Grosses, boxofficemojo.com. URL consultato il 16 agosto 2011.
  16. ^ (EN) Total Lifetime Grosses: Cars - Motori ruggenti, boxofficemojo.com. URL consultato il 16 agosto 2011.
  17. ^ Variety: Disney Plans Third Cars
  18. ^ Disney annuncia le date de Gli Incredibili 2 e Cars 3! Toy Story 4 rimandato al 2018, su Bestmovie.it, 9 ottobre 2015. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  19. ^ Disney e Pixar, tutte le date dei film in uscita fino al 2020, su Movieforkids.it, 1 febbraio 2016. URL consultato il 7 febbraio 2016.
  20. ^ Cars 2 a Forza d'Agrò - YouTube
  21. ^ Vedi.
  22. ^ http://www.bestmovie.it/news/cars-2-le-location/97947/

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]