Gli Incredibili 2

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Gli Incredibili 2
Textlogo Incredibles 2 rot.svg
Logo originale del film
Titolo originaleIncredibles 2
Lingua originaleinglese
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2018
Durata118 min
Rapporto2,39:1
Genereanimazione, azione, commedia, avventura
RegiaBrad Bird
SoggettoPersonaggi creati da Brad Bird
SceneggiaturaBrad Bird
ProduttoreJohn Walker, Nicole Paradis Grindle
Produttore esecutivoJohn Lasseter
Casa di produzionePixar Animation Studios, Walt Disney Pictures
MontaggioStephen Schaffer
Effetti specialiAndrew Jimenez
MusicheMichael Giacchino
ScenografiaRalph Eggleston
StoryboardJoe Giampapa, Don Shank
AnimatoriFrank E. Abney III
Doppiatori originali
Doppiatori italiani

Gli Incredibili 2 (Incredibles 2) è un film d'animazione del 2018 scritto e diretto da Brad Bird.

È il seguito de Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi del 2004,[1] sempre sceneggiato e diretto da Bird ed è il 20° film prodotto dalla Pixar Animation Studios.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Jack-Jack e Bob Parr in una scena del film

La pellicola si apre con la scena finale del primo film: Elastigirl e Mr. Incredibile stanno tentando di fermare il Minatore dallo svaligiare la banca di Metroville e chiedono ai figli Violetta e Flash di badare al fratellino Jack-Jack. Presa da un attacco di frustrazione, dovuto al compito affidatole dai genitori, Violetta si toglie la maschera, rivelando così la sua identità a Tony Rydinger, un ragazzo con cui aveva un appuntamento. Nel frattempo, nel tentativo di fermare il Minatore, gli Incredibili, aiutati anche da Siberius, provocano ingenti danni all’arredo urbano e all’arrivo della polizia vengono arrestati, mentre il Minatore fugge con parte dei soldi rubati. Una volta rilasciati vengono informati della sospensione del programma di protezione governativo e vengono portati in un motel, dove promettono di abbandonare per sempre la loro vita da Super. Inoltre l'agente Dicker, informato da Mr. Incredibile dell'incidente tra Violetta e Tony, cancella la memoria di quest'ultimo.

Quella sera Lucius, sfuggito all'arresto, informa Bob e Helen di un'offerta presentatagli da un certo Winston Deavor, un fanatico di supereroi proprietario di un'azienda di telecomunicazioni chiamata DevTech. Winston, insieme alla sorella Evelyn, propone di far pubblicità ai Supereroi per far loro riconquistare la fiducia alla cittadinanza, facendo vedere ciò che accade realmente ai Super durante le battaglie (e non ciò che i politici decidono di mostrare, cioè solo gli effetti collaterali delle loro imprese), dotandoli di microcamere ad alta definizione installate sulle tute. Winston vuole che i Super tornino ad agire nella legalità perché attribuisce al governo la causa della morte dei suoi genitori, i quali vennero aggrediti e uccisi da alcuni malviventi dopo che avevano tentato di chiedere aiuto ai Super ma non avevano ricevuto risposta in quanto i Super erano divenuti illegali. Dato che vuole evitare problemi legali, Winston decide di non mandare subito in azione Bob per la natura distruttiva dei suoi poteri; il progetto prevede il lancio tramite Helen, attraverso la sua vecchia identità di Elastigirl, mentre Bob dovrà rimanere a casa per badare ai bambini.

Bob è deciso a dimostrare che è capace di prendersi cura dei figli, compito che si rivela tutt'altro che facile: Violetta, in piena crisi adolescenziale, è arrabbiata per aver scoperto che Tony non sa più chi è, dato che la memoria gli era stata cancellata da Dicker, e risulta vano un tentativo del padre di riavvicinarli. Bob deve inoltre aiutare Flash a svolgere i compiti di matematica e capire come gestire Jack-Jack, che manifesta i suoi primi superpoteri. Sotto consiglio di Lucius, Bob porta Jack-Jack da Edna Mode. Inizialmente arrabbiata per non essere stata interpellata per disegnare la nuova tuta di Elastigirl, la stilista accetta di prendersi cura del neonato e, dopo averne studiato i poteri, crea una tuta in grado di contenerli. Nel frattempo Elastigirl si trova a dover fronteggiare un misterioso criminale mascherato, l'Ipnotizzaschermi, che sottomette e manipola le persone attraverso immagini e parole che fa comparire sui display; il suo primo attentato è ai danni di un treno da poco inaugurato, che Helen riesce a fermare dopo un rocambolesco inseguimento su moto. In seguito il criminale attacca l'elicottero che trasporta un'ambasciatrice favorevole alla causa dei supereroi, ma anche questa volta Elastigirl riesce a risolvere la situazione.

Winston presenta a Helen altri giovani aspiranti supereroi trovati in varie parti del mondo, quali Brick, Krushauer, He-Lectrix, Reflux, Screech e Voyd, una sua grande ammiratrice. In seguito, grazie anche al talento inventivo di Evelyn, Helen riesce a trovare il covo dell'Ipnotizzaschermi e, dopo un acceso scontro, riesce a catturarlo, scoprendo però che sotto la maschera sembra celarsi un ragazzo qualunque senza ricordi. Viene organizzato un party alla DevTech, in cui Winston annuncia che ci sarà un incontro su un lussuoso aliscafo con i vari leader politici di tutto il mondo, durante il quale verrà firmato l'accordo per legalizzare i Super. Durante questo incontro Helen, riguardando i video registrati dalla microcamera che aveva addosso, capisce di aver fatto arrestare la persona sbagliata, che agiva sotto l'ipnosi dovuta ai display presenti all'interno del visore della maschera, ma subito Evelyn le infila a forza il visore sugli occhi, rivelando di essere lei la mente dietro l'Ipnotizzaschermi. Evelyn è infatti convinta che i Super siano nocivi per la società, perché sollevano la gente dall'occuparsi dei propri problemi, oltre ad essere stati la causa della morte dei genitori; il piano è di sabotare l'incontro organizzato dal fratello in modo da riuscire a rovinare completamente la reputazione dei Supereroi.

Evelyn contatta quindi Bob dicendogli che Helen è in pericolo; Mr. Incredibile si reca subito sul posto, affidando i bambini a Lucius, ma viene attaccato da Elastigirl, sotto il controllo di Evelyn, che lo costringe a indossare anche lui il visore ipnotizzante. Nel frattempo Voyd e gli altri Super, anch'essi soggiogati da Evelyn, attaccano la dimora dei Parr, ma, mentre Siberius viene catturato, Violetta, Flash e Jack-Jack riescono a fuggire sull'auto di Mr. Incredibile, la Incredimobile, fortunosamente recuperata. Flash, Violetta e Jack-Jack raggiungono la nave della DevTech, dove Violetta va cercare i genitori, ma rimane impegnata in uno scontro con Voyd, mentre Flash perde di vista Jack-Jack. Nel frattempo gli ambasciatori di varie nazioni firmano gli accordi per rendere i Super nuovamente legali. Subito dopo la firma Mr. Incredibile, Siberius ed Elastigirl, sotto il controllo di Evelyn, dichiarano in diretta nazionale di non voler più aiutare la collettività e di voler invece imporsi sui più deboli. Evelyn ordina poi ai Super di mettere fuori gioco i membri dell'equipaggio e dirottare la nave contro la baia della città, con gli ambasciatori ancora all'interno, in trance davanti a uno schermo ipnotico. Violetta, Flash e Jack-Jack, sfuggiti ai giovani Super, si incontrano con i genitori e il piccolo riesce a usare i suoi poteri per rimuovere il visore della madre, che libera rapidamente gli altri due.

Evelyn allora sguinzaglia tutti i giovani supereroi, ma Siberius e gli Incredibili, unendo le loro forze, riescono a liberarli dai visori di controllo, costringendo Evelyn a fuggire a bordo di un jet cercando di portarsi dietro anche Winston, il quale però, non approvando il comportamento della sorella, torna sulla nave per salvare gli ambasciatori. Mentre Mr. Incredibile si immerge sott'acqua per spostare manualmente il timone e impedire che si schianti sulla baia, Elastigirl penetra nel jet di Evelyn con l'aiuto di Voyd. Evelyn cerca in tutti i modi di fermare Helen, tentando di farla morire di ipossia, ma alla fine Helen riesce a far precipitare il velivolo, salvandola, e la nave viene fermata in tempo. Con l'arresto di Evelyn (che odia ancora i supereroi, e non ha imparato niente dai suoi crudeli errori), i Super riacquistano rispetto e gratitudine e possono finalmente tornare ad agire nella legalità. Nel finale Violetta riesce a presentarsi a Tony e la famiglia accompagna i due al cinema. Una volta arrivati, i Parr vedono un inseguimento tra la polizia e dei malviventi armati. Violetta lascia dunque Tony all’ingresso del cinema, promettendogli di tornare prima della fine dei trailer. Gli Incredibili indossano le maschere e partono all'inseguimento con la loro nuova Incredimobile.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Robert "Bob" Parr, alias Mr. Incredibile: il protagonista maschile del film, marito di Helen e padre di Violetta, Flash e Jack-Jack. Ha una forza sovrumana e una quasi totale invulnerabilità fisica. Durante il film gestisce i suoi figli mentre Helen è impegnata nei panni di Elastigirl.
  • Helen Parr, alias Elastigirl: la protagonista femminile del film, moglie di Bob e madre di Violetta, Flash e Jack-Jack. Può allungarsi a dismisura, appiattirsi e assumere diverse forme, come se fosse di gomma. Nel film è la rappresentante di una campagna per favorire il ritorno alla legalità dei Super.
  • Violetta Parr: la primogenita di Bob e Helen, ha 14 anni. Può creare campi di forze e rendersi invisibile. Qui è più socievole e sicura di sé, così come nel finale del primo film.
  • Dashiell "Flash" Robert Parr: il secondogenito, ha 11 anni. Sprizza energia da tutti i pori perché ha il dono della super-velocità. In questo film è più responsabile, maturo e meno spaccone.
  • Jack-Jack Parr: il terzogenito e ultimo arrivato della famiglia Parr, ha appena 2 anni. Nel film tutta la sua famiglia, Edna e Lucius scopriranno i suoi superpoteri.
  • Lucius Best, alias Siberius: amico della famiglia Parr e in particolare di Bob, che conosce da molto tempo. Ha il superpotere della criocinesi. È sposato con una certa Honey.
  • Edna Mode: la stilista dei supereroi, amica di vecchia data di Bob, Helen e Lucius. Ha disegnato e realizzato le tute della famiglia Parr in modo che siano estremamente resistenti e si adattino ai loro superpoteri. Nonostante la sua bassa statura, ha un carattere deciso e tosto. Nel film dimostra un certo feeling con Jack-Jack, sviluppando un rapporto di affetto e simpatia con il bambino.
  • Winston Deavor: è il fratello di Evelyn, è un ricco e onesto imprenditore che assume Elastigirl per riportare alla luce la questione supereroi e rendere questi ultimi di nuovo legali.
  • Evelyn Deavor: è la sorella di Winston, il miliardario che ha assunto Elastigirl. È molto abile con la tecnologia ed è lei a ideare e realizzare i nuovi accessori di Elastigirl. In seguito si scopre essere la mente dietro l'Ipnotizzaschermi, la vera antagonista principale del film.
  • Gli apprendisti eroi: sono aspiranti supereroi che vengono convocati da tutto il mondo da Evelyn che inizialmente diceva che voleva portarli in soccorso dei quattro protagonisti, ma infine si scoprirà che lo faceva solo per usarli come cavie per l'Ipnotizzaschermi e successivamente sfruttare questo potere per indurre sia loro che i protagonisti stessi a causare danni alle persone anziché ripararli. Quando vengono liberati dall'ipnosi del congegno usato dalla stessa Evelyn, questi 6 apprendisti prenderanno parte alla battaglia finale contro l'antagonista e grazie anche al loro aiuto la famiglia di supereroi trionferà e farà arrestare Evelyn. Questi apprendisti eroi sono i seguenti: Voyd: giovane ragazza dai capelli tinti di azzurro e da tempo una grande ammiratrice di Elastigirl che come potere speciale può creare dei portali per trasportare attraverso di essi sia gli altri che sé stessa su qualsiasi punto lei voglia, è anche l'apprendista eroe che si vede di più e prende più parte alla battaglia finale aiutando Elastigirl e la sua famiglia; Krushauer: un formoso ragazzo di origini africane che come potere può comprimere con le sue stesse mani un qualsiasi oggetto di massa media, come grondaie e casse; Reflux: un uomo basso di statura che è in grado di sfruttare il suo reflusso gastrico per sputare lava bollente; He-Lectrix: ragazzo che può creare e manipolare a suo piacimento delle scariche elettriche; Brick: uomo dalle grandi dimensioni che grazie alla sua forza riesce talvolta a sfondare anche i muri; e Screech: ragazzo di bassa statura che grazie al suo costume può volare e planare come fosse un gufo.
  • L'Ipnotizzaschermi: è un criminale che usa l'ipnosi per controllare le menti delle persone. Si presenta inizialmente come avversario di Elastigirl, deciso a "risvegliare" le coscienze delle persone causando disastri.
  • Il Minatore: l'antagonista secondario del film, un criminale comparso già nel finale del precedente Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

"Gli Incredibili" costituisce il secondo film d'animazione diretto da Brad Bird, dopo "Il Gigante di Ferro". Il regista, qualche anno dopo il suo capolavoro[1], co-dirige il film"Ratatouille" (ottavo lungometraggio animato dei Pixar Animation Studios) insieme a Jan Pinkava, rilasciato nel giugno 2007 e che gli procura il suo secondo Premio Oscar per il Miglior Film d'Animazione. Dopo il suddetto film, Brad Bird dichiara di essere aperto all'idea di un sequel di Gli Incredibili , ma solo se potesse essere migliore del originale. In un'intervista del maggio 2013, il regista ha ribadito il suo interesse per un sequel. Alla riunione degli azionisti della Disney a marzo 2014, il CEO e il presidente della Disney Bob Iger hanno confermato che i Pixar Animation Studios stavano lavorando a un sequel di "Gli Incredibili" e che Brad Bird sarebbe tornato come regista e scenggiatore[2]. Bird ha cominciato a scriverlo intorno ad aprile 2015, e ha affermato che il sequel de "Gli Incredibili" sarebbe stato il suo prossimo film dopo Tomorrowland.[3]

Sceneggiatura[modifica | modifica wikitesto]

Una sfida nello scrivere "Gli Incredibili 2" era come affrontare il gran numero di film di supereroi e serie televisive che erano stati pubblicati dal primo film, come quelli dell'MCU[4]. Per differenziare il sequel, Bird voleva evitare i luoghi comuni legati al genere: "Non penso che quel tipo di idea rimanga interessante per molto tempo. Per me, la cosa interessante non è mai stata la parte del supereroe era più la dinamica familiare, e in che modo le cose dei supereroi ci giocano. " E ha aggiunto che intendeva includere alcune idee non utilizzate dal primo film e che si sarebbe incentrato sul personaggio Helen Parr / Elastigirl[5]. Anche se il sequel è stato rilasciato quattordici anni dopo il primo, Bird non voleva usare un elemento narrativo come un'ellissi o introdurre nuovi personaggi. Questo gli ha permesso di mantenere i personaggi con gli stessi superpoteri e di non doverne sviluppare di nuovi, né aveva bisogno di capire come affrontare la maturità di Violetta e Flash. Ciò gli ha anche permesso di sfruttare la tenera età di Jack-Jack con una serie di poteri, che Bird ha paragonato a come i bambini sono in grado di comprendere numerose lingue[6]. Inoltre, il film modifica lo scontro con il Minatore, dato che era presente un videogioco con uno sviluppo alternativo, Gli Incredibili: Rise of Underminer[7]. Il budget di produzione ammonta a $ 200 milioni[8].

Animazione[modifica | modifica wikitesto]

Con il progresso della tecnologia, Gli Incredibili 2 ha sfruttato le nuove tecniche d'animazione, con un team più esperti. Il produttore John Walker ha dichiarato: "Penso che una delle cose che ha entusiasmato Brad e Ralph Eggleston , lo scenografo, sia stata il fatto che la tecnologia esisteva ora per realizzare finalmente i progetti nel modo in cui avevano sperato di realizzarli nel 2004. Non si pensava: "Bene, non sappiamo come fare i capelli lunghi, non sappiamo come fare gli umani, non sappiamo come fare i muscoli". Tutti sanno come farlo. È solo ora di farlo in fretta. " Poiché i Pixar Animation Studios non utilizzavano più le stesse tecniche del primo film, tutti i personaggi dovevano essere creati di nuovo da zero sul computer. Lo studio ha anche usato per la prima volta modelli di occhio umano basati fisicamente per i personaggi, anche se gli occhi sono più grandi e più stilizzati rispetto ai veri umani[9][10].

Casting[modifica | modifica wikitesto]

Pixar ha annunciato a novembre 2016 che Holly Hunter e Samuel L. Jackson sarebbero tornati per riprendere i loro ruoli. Alla D23 Expo del luglio 2017 furono confermati anche Craig T. Nelson e Sarah Vowell, rispettivamente Mr. Incredibile e Violetta Parr. Spencer Fox , la voce originale di Flash Parr, è stata sostituita dal giovane esordiente Huckleberry Milner. A luglio dello stesso anni, Bird e John Ratzenberger sono stati confermati per i loro ruoli nel primo film, rispettivamente Edna Mode e il Minatore[11].

Nel novembre 2017, la Pixar ha annunciato che Bob Odenkirk e Catherine Keener si erano uniti al cast, come new-entry[12][13]. Nel gennaio 2018, è stato annunciato che Sophia Bush e Isabella Rossellini avrebbero doppiato nuovi personaggi (Voyd e l'Ambasciatrice pro-supereroi[12]), mentre Jonathan Banks avrebbe doppiato Rick Dicker, sostituendo l'originale Bud Luckey ritiratosi nel 2014; dopo la sua morte nel 2018, il film è stato dedicato alla memoria di quest'ultimo[14].

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il teaser trailer in inglese è stato distribuito online il 18 novembre 2017,[15] pubblicato il giorno dopo in italiano.[16] Il 14 febbraio è uscito il primo trailer in inglese,[17] seguito il giorno dopo da quello in italiano.[18] Il 13 aprile è uscito il secondo trailer in inglese.[19] Il 21 giugno 2018 il trailer è uscito in lingua italiana.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 15 giugno 2018; la pellicola è stata proiettata in anteprima in Italia il 21 luglio 2018 al Giffoni Film Festival, mentre è uscito nelle sale il 19 settembre dello stesso anno.[20]

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Incassi[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di 200 milioni di dollari, il film ha incassato globalmente 1,243 miliardi di dollari, battendo così gli incassi del primo film e diventando anche il quarto film di maggior incasso del 2018 dopo Avengers: Infinity War, Black Panther e Jurassic World - Il regno distrutto. In Nord America il film ha incassato 608 milioni di dollari, ottenendo il terzo incasso di sempre per un film d'animazione e per un film classificato "PG", preceduto da Frozen - Il regno di ghiaccio e Frozen II - Il segreto di Arendelle, oltre che il miglior incasso nel fine settimana d'apertura (182 milioni) per le stesse categorie[21]. È diventato anche il 18º film con l’incasso più alto nella storia del cinema.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato acclamato dalla critica. Sul sito di recensioni Rotten Tomatoes il film ha una valutazione del 94% con voto medio di 7,9/10, basato su 277 recensioni, che riferisce: "Gli Incredibili 2 riunisce il team degli eroi e della criminalità dell'intera famiglia Pixar, per un follow-up tanto atteso che potrebbe non essere all’altezza dell’originale ma si avvicina abbastanza da guadagnarsi il suo nome".[22]

Su Metacritic il film ha un punteggio di 80/100 basato su 51 critiche che lo indica come "recensioni generalmente favorevoli".

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

Alcune scene del film d'animazione, dopo la sua pubblicazione negli Stati Uniti, a causa di sequenze di effetti lampeggianti e luci strobo usate dalle armi dell'antagonista - tra cui una scena con luce bianca strobo continuata per oltre 90 secondi, hanno causato crisi convulsive in spettatori affetti da epilessia fotosensibile[23][24], ma anche altri spettatori affetti da emicrania, vertigini, autismo, ADHD e PTSD hanno accusato malesseri come nausea e vomito. A seguito del riscontro di alcuni episodi, la Disney ha diffuso nei cinema che proiettavano il film d'animazione un avviso che informava il pubblico della presenza di luci strobo.[25][26][27] Nel Regno Unito, le sequenze lampeggianti del film della lotta contro l'Ipnotizzaschermi sono state modificate dalla Disney, affinché il film passasse il Test di Harding, un test televisivo del Regno Unito, progettato al fine di impedire la trasmissione di programmi che possono nuocere agli affetti da epilessia fotosensibile.[28][29]

Riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Andrea Fiamma, Brad Bird, regista incredibile, in Fumettologica, 20 settembre 2018. URL consultato il 7 ottobre 2018.
  2. ^ (EN) Marc Graser, Marc Graser, Disney Plans Third ‘Cars,’ ‘The Incredibles 2’, su Variety, 18 marzo 2014. URL consultato il 27 maggio 2020.
  3. ^ (EN) Adam Chitwood, Brad Bird Confirms INCREDIBLES 2 Is His Next Movie; Talks Allure of Helming STAR WARS, su Collider, 9 maggio 2015. URL consultato il 27 maggio 2020.
  4. ^ (EN) Making Incredibles 2 Was A Challenge In A Post-Avengers World, su GameSpot. URL consultato il 27 maggio 2020.
  5. ^ (EN) Julia Alexander, The Incredibles 2 will focus on Elastigirl, include some noticeable upgrades, su Polygon, 14 luglio 2017. URL consultato il 27 maggio 2020.
  6. ^ (EN) Why Incredibles 2 Begins Exactly Where The Original Left Off, su GameSpot. URL consultato il 27 maggio 2020.
  7. ^ (EN) Samit Sarkar, The Incredibles 2 picks up right where the original left off, su Polygon, 14 luglio 2017. URL consultato il 27 maggio 2020.
  8. ^ Bloomberg - Are you a robot?, su www.bloomberg.com. URL consultato il 27 maggio 2020.
  9. ^ (EN) Producers and Animator Face Fresh Challenges on INCREDIBLES 2, su VFX Voice Magazine, 25 giugno 2018. URL consultato il 27 maggio 2020.
  10. ^ (EN) Bill Desowitz, Bill Desowitz, ‘Incredibles 2’: Pixar Improved its Toolbox to Meet the Superhero Demands of Brad Bird’s Sequel, su IndieWire, 20 giugno 2018. URL consultato il 27 maggio 2020.
  11. ^ (EN) Julia Alexander, The Incredibles 2 will focus on Elastigirl, include some noticeable upgrades, su Polygon, 14 luglio 2017. URL consultato il 27 maggio 2020.
  12. ^ a b (EN) Bob Odenkirk, Catherine Keener Join Voice Cast of Pixar's "The Incredibles 2" (Exclusive), su The Tracking Board, 17 novembre 2017. URL consultato il 27 maggio 2020.
  13. ^ (EN) Julia Alexander, The Incredibles 2 will focus on Elastigirl, include some noticeable upgrades, su Polygon, 14 luglio 2017. URL consultato il 27 maggio 2020.
  14. ^ (EN) Tatiana Tenreyro, 'Incredibles 2' Has A Touching Dedication To A Pixar Animating Legend, su Bustle. URL consultato il 27 maggio 2020.
  15. ^ Filmato audio Disney•Pixar, Incredibles 2 Official Teaser Trailer, su YouTube, 18 novembre 2017.
  16. ^ Filmato audio Disney IT, Gli Incredibili 2 - Teaser Trailer Italiano Ufficiale, su YouTube, 19 novembre 2017.
  17. ^ Filmato audio Disney•Pixar, Incredibles 2 - Olympics Sneak Peek, su YouTube, 14 febbraio 2018.
  18. ^ Filmato audio Disney IT, Gli Incredibili 2 - Trailer italiano ufficiale - Disney•Pixar - HD, su YouTube, 14 febbraio 2018.
  19. ^ Filmato audio Disney•Pixar, Incredibles 2 Official Trailer, su YouTube, 13 aprile 2018.
  20. ^ Gli Incredibili 2: ecco il primo trailer in italiano!, su Comingsoon, 19 novembre 2017.
  21. ^ (EN) Box Office Mojo, Box Office 'Incredibles 2', su boxofficemojo.com, 10 luglio 2018. URL consultato il 10 luglio 2018.
  22. ^ (EN) Incredibles 2. URL consultato il 23 giugno 2018.
  23. ^ (EN) Disney: Strobe Lights in 'Incredibles 2' May Cause Seizures, in NBC 7 San Diego. URL consultato il 21 giugno 2018 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2018).
  24. ^ (EN) ‘Incredibles 2’ may cause seizures, discomfort for some with epilepsy, in Global News. URL consultato il 21 giugno 2018.
  25. ^ (EN) ‘Incredibles 2’ Moviegoers Warned About Possible Seizures. URL consultato il 21 giugno 2018.
  26. ^ Jacqueline Howard, CNN, 'Incredibles 2': Theaters post warnings due to seizure concerns, in CNN. URL consultato il 21 giugno 2018.
  27. ^ (EN) Disney issues seizure warning about 'Incredibles 2' for fans with epilepsy, in USA TODAY. URL consultato il 21 giugno 2018.
  28. ^ (EN) INCREDIBLES 2 | British Board of Film Classification, su www.bbfc.co.uk. URL consultato il 24 settembre 2018.
  29. ^ Veronica Lewis on Twitter, in Twitter. URL consultato il 24 settembre 2018.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]