Tony Fucile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Tony Fucile (San Francisco, 1964[1][2]) è un animatore, designer, illustratore e doppiatore statunitense. È conosciuto per il suo lavoro su film come La sirenetta, Il re leone e Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi e fu una delle personalità che riportò in auge la figura dell'animatore che era al contempo character designer, insieme a Glen Keane, Andreas Deja e Eric Goldberg.[2]

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Gli esordi e gli incarichi Disney[modifica | modifica wikitesto]

Dopo aver frequentato la scuola per animatori CalArts (ritrovandosi nella stessa classe di futuri colleghi come Andrew Stanton e David Silverman),[2][3] nel 1987, dopo un primo incarico sulla serie Storie incredibili, iniziò a lavorare per la The Walt Disney Company, sotto la guida di Glen Keane, su Oliver & Company. Con Keane instaurò un solido rapporto, che portò i due a collaborare nuovamente sul personaggio di Ariel ne La sirenetta, partecipando alla realizzazione della sequenza in barca tra i due innamorati. Molti degli elementi dello stile di Keane sono tuttora individuabili nel modo di animare di Fucile, come la forte incisività, la dinamicità delle pose e le movenze audaci.[2] Keane fu una delle principali fonti d'ispirazione di Fucile, insieme a Ray Harryhausen, Chuck Jones, Tex Avery e Al Hirschfeld.[3][4]

Dopo questo incarico, Fucile lasciò la Disney per lavorare su film come Tom & Jerry: Il film e FernGully - Le avventure di Zak e Crysta, salvo poi tornare per prendere parte ad Aladdin, dove, nuovamente sotto la supervisione di Keane, animò il primo bacio tra Aladdin e Jasmine. Successivamente, venne scelto come supervisore dell'animazione per il personaggio di Mufasa in Il re leone e per Esmeralda in Il gobbo di Notre Dame. Quest'ultimo fu il suo lavoro conclusivo con la compagnia, che Fucile lasciò per collaborare con Brad Bird, suo primo mentore, al film Il gigante di ferro.

La Pixar e il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Sempre con Bird realizzò i suoi ultimi due film come supervisore dell'animazione: Gli Incredibili - Una "normale" famiglia di supereroi (supervisore dell'animazione e character designer) e Ratatouille (animazione dei titoli di coda). Ormai artista Pixar in pianta stabile, collaborò ai cortometraggi Jack-Jack Attack e Parzialmente nuvoloso, doppiando anche diversi personaggi secondari in varie pellicole, come Up e Ratatouille. Dopo Ratatouille Fucile decise di porre fine alla sua carriera da animatore, di ritirarsi e illustrare libri per bambini.[2] Il suo primo lavoro in questo ambito fu il libro del 2009 Let's do Nothing!.

Nel 2010, illustrò il primo libro della serie Bink and Gollie, scritto da Kate DiCamillo e Alison McGhee, che vede protagoniste due ragazzine ribelli.[5] L'anno successivo illustrò Mitchell's License, sui testi di Hallie Durand. A Bink and Gollie, vincitore del Theodor Seuss Geisel Award 2011, fece seguito, nel 2012, il secondo episodio, Two for One.[6]

Vive con la moglie Stacey e i due figli, Eli (la cui voce venne usata per i vagiti del piccolo Jack-Jack ne Gli Incredibili) ed Elinor, a Sonoma, California.[1]

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Animatore[modifica | modifica wikitesto]

Character designer[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatore[modifica | modifica wikitesto]

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Tony Fucile, in Pippin Properties, Inc. URL consultato il 10 aprile 2012.
  2. ^ a b c d e (EN) 30. Tony Fucile, in 50 Most Influential Disney Animators, 3 giugno 2011. URL consultato l'8 aprile 2012.
  3. ^ a b (EN) Interview with Tony Fucile, in Animation Artist. URL consultato l'8 aprile 2012.
  4. ^ (EN) Tony Fucile talks about his picture book Let's Do Nothing! (PDF), in Candlewick Press. URL consultato l'8 aprile 2012.
  5. ^ (EN) Bink and Gollie, in Kate DiCamillo. URL consultato il 10 aprile 2012.
  6. ^ (EN) Two for One, in Kate DiCamillo. URL consultato il 10 aprile 2012.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]