Episodi di Cars Toons

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Cars Toons.

Gli episodi della serie animata Cars Toon - Le incredibili storie di Carl Attrezzi sono pubblicati in prima visione mista in televisione, al cinema, in Internet ed in home video. Sono state realizzate quattro stagioni e quindici episodi della serie.

Stagione Titolo originale Titolo in italiano Prima visione originale Prima visione in italiano
I 1 Rescue Squad Mater Cricchetto pompiere provetto 27 ottobre 2008 24 dicembre 2008
2 Mater the Greater Cricchetto audace d'impatto 28 ottobre 2008 25 dicembre 2008
3 El Materdor Cricchetto torero perfetto 29 ottobre 2008 26 dicembre 2008
II 1 (U.F.M.) Unidentified Flying Mater Cricchetto UFO 25 novembre 2009
2 Tokyo Mater Cricchetto ninja-carro nervosetto 12 marzo 2010 9 aprile 2009
3 Monster Truck Mater Cricchetto Monster Truck 30 luglio 2010 11 settembre 2010
4 Heavy Metal Mater Cricchetto Heavy Metal 8 ottobre 2010 25 settembre 2010
5 Moon Mater Cricchetto astronauta provetto 2 novembre 2010
6 Mater Private Eye Cricchetto investigatore furbetto 2 novembre 2010
III 1 Air Mater Cricchetto pilota con brevetto 1º novembre 2011 3 novembre 2011
2 Time Travel Mater Cricchetto e la macchina del tempo 5 giugno 2012 5 dicembre 2012
IV 1 Hiccups Singhiozzo 22 marzo 2013
2 Bugged Infastidito 22 marzo 2013
3 Spinning Un giocoliere da strapazzo 22 marzo 2013
4 The Radiator Springs 500 ½ Le 500 miglia e mezzo di Radiator Springs 20 maggio 2014

Cricchetto pompiere provetto[modifica | modifica wikitesto]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto e Saetta passeggiano per Radiator Springs, quando, vedendo passare il camion Red, Cricchetto dice a Saetta che anche lui, in passato è stato un camion pompiere.

  • Pubblicazione TV originale: 27 ottobre 2008
  • Pubblicazione web originale: 29 dicembre 2008
  • Pubblicazione TV e web in italiano: 24 dicembre 2008

Cricchetto audace d'impatto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Mater the Greater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto racconta a Saetta che una volta faceva lo Stunt man e il suo pseudonimo era Cricchetto audace d'impatto (nei fumetti Cricchetto il magnifico), si faceva chiamare così perché la sua prima impresa era stata un salto da una rampa e doveva saltare una lunghissima fila di automobili, però non riuscendo ha camminato sui tettucci delle auto. Ma la sua più grande impresa fu il "Salto di Carburator Canyon" (dover saltare con Saetta il canyon locale della Contea di Carburator con dei razzi legati); Saetta parte ma i suoi razzi a metà salto si spengono. Il tutto termina con Saetta che chiede: «Com'è finita?», e Cricchetto: «C'hai lasciato i cerchioni».

  • Pubblicazione TV originale: 28 ottobre 2008
  • Pubblicazione web originale: 29 dicembre 2008
  • Pubblicazione TV in italiano: 25 dicembre 2008
  • Pubblicazione web in italiano: 31 dicembre 2008

Cricchetto torero perfetto[modifica | modifica wikitesto]

Carl Attrezzi nelle vesti di bulldozerdor
  • Titolo originale: El Materdor
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto e Saetta passeggiano nel recinto dove si divertono a fare scherzi ai trattori/mucche, notano dei Bulldozer cingolati/Tori e il carro attrezzi afferma che sono uguali a quelli che affrontava quando faceva il torero in Spagna e si faceva chiamare El Cricchettero (El Materdor): In una corrida gli fecero affrontare un Bulldozer/Toro che ad un certo punto lo seppellisce sotto la sabbia ma lui riemerge e starnutendo butta via il cofano; si prepara ad affrontare il Bulldozer che ad un certo punto chiama altre tre ruspe uguali, Cricchetto riesce ad abbatterle e si fa acclamare dalla folla, ma sente una benna che gli spinge il retro e capisce di essere circondato. Entra nella storia Saetta che si ricorda di essere rosso e si libera dei Bulldozer scappando.

  • Pubblicazione TV originale: 29 ottobre 2008
  • Pubblicazione web originale: 5 gennaio 2009
  • Pubblicazione TV in italiano: 26 dicembre 2008
  • Pubblicazione web in italiano: 7 gennaio 2009

Cricchetto UFO[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: (U.F.M.) Unidentified Flying Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto una notte incontra una navicella aliena. I due diventano presto amici e Cricchetto insegna all'altro a guidare all'indietro, a fare i salti ecc. Per sdebitarsi, l'UFO insegna a Cricchetto a volare. I due si divertono a volare ma ben presto vengono scoperti dal Governo statunitense e l'UFO viene rapito per poi essere portato nell'Area 51. Cricchetto decide di liberarlo e volando raggiunge la zona. Travestendosi da scienziato riesce a scappare insieme al suo amico e nella fuga vengono a loro volta rapiti dall'astronave aliena-madre. Cricchetto viene quindi riaccompagnato a Radiator Springs. Alla fine Saetta, non credendo alla storia di Cricchetto, rimane scettico e va via. Nel frattempo Cricchetto, per dimostrare all'amico che diceva la verità, vola come insegnatogli dall'UFO ma Saetta non lo guarda perché era già andato via.

  • Pubblicazione web originale: 20 novembre 2009

Cricchetto ninja-carro nervosetto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Tokyo Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto rimorchia un'auto nipponica fino a Tokyo, dove è distratto da molte auto customizzate e sfiora Kabuto, detto il re del drifting (sport in cui si curva e si sbanda senza finire fuori strada) e lui lo sfida ad una gara di drifting. Carl viene modificato come una drift car e l'auto nipponica fa da giudice: Carl e Kabuto dovranno fare una serie di curve e brevi rettilinei fino alla Torre di Tokyo, il primo che prende la bandiera in cima alla Torre vincerà e diventerà Re di Tutti i Drifter e il perdente perderà le modifiche e tornerà ad essere un prototipo. Inizia la gara e Cricchetto sbanda ad ogni curva e un'auto della polizia giapponese lo insegue ma lui entra in una riunione dove i poliziotti controsterzano e si divertono, poi Carl entra in un deposito e esce vicino a Kabuto che però chiama Di, Jo, Yo e Re, i suoi aiutanti ninja, ma arriva Saetta Drago McQueen che con un forte Attacco Drago Rotante li spazza via, ma la drift car giapponese è quasi alla Torre e i due vanno in una strada in costruzione dove una gru fa cadere delle tubature enormi e dei barili d'olio che fanno imparare a Carl come si drifta ma ad un certo punto c'è il vuoto e Cricchetto non riesce a frenare, così Saetta gli dà una bella Palla di Fuoco Saetta Drago e lo lancia davanti a Kabuto che inizia a salire le rampe del monumento. Kabuto rompe i muri di sicurezza e butta giù Carl che però si aggrappa con il gancio alla Torre e vince: da allora Carl in Giappone viene chiamato Cricchetto ninja-carro nervosetto.

  • Pubblicazione cinematografica originale: 12 dicembre 2008
  • Pubblicazione TV originale: 12 marzo 2010
  • Pubblicazione TV e web in italiano: 9 aprile 2009

Cricchetto Monster Truck[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Monster Truck Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto e Saetta vedono passare un Pick-up Monster Truck e Cricchetto dice che una volta affrontava degli autocarri più grossi quando faceva le lotte di wrestling con i camion. Carl è ancora un normale automezzo che tutti chiamano Fallo-A-Pezzi (come Carl Attrezzi), e suo primo avversario è Il Gelataio Folle, un furgone dei gelati con quattro ruote di cui la grandezza indica che è un "quasi-campione"; la sfida inizia e Cricchetto scompare e prende le sembianze di un ragazzino che chiede un gelato, il furgone si gira e gli fa aprire il frigobar ma Carl prende il telaio e lo ribalta. Fallo-A-Pezzi si aggiudica quindi delle ruote un po' più grandi e delle protezioni firmate, lotta ora in un vero ring ed il suo nuovo avversario è Capitan-Schianto un Hummer H1 militare che gli ordina di fare 20.000 piegamenti; lui dice che ne bastano 3 e, facendone una, salta e lo prende con il gancio ribaltando anche lui.

Carl è ormai abbastanza famoso ed ha ruote sempre più grandi, così questa volta sfida il Dottor Ti Faccio Male, un'ambulanza Monster Truck che annuncia: «Per te la prossima fermata è l'ospedale», e lui risponde: «Ti porterò dei fiori» e lo catapulta nell'ospedale più vicino. Rasta-Carro è l'avversario seguente, una Buick Regal africana con dei lunghi capelli-gancio, che Carl strappa facendolo cadere e indossa per il finale. Penultimo avversario è adesso Paddy Beton (nei fumetti Paddy Cemento), una betoniera mascherata gigante che crea blocchi di cemento raffreddato, che si prepara a spargere cemento, ma Fallo-A-Pezzi ruota il recipiente e crea un'isola quadrata con sotto Paddy, tutto ciò mentre griglia delle salsicce.

Nella lotta finale dell'M.T.W. (Monster Truck Wrestling) Carl ha ruote enormi, una rampa da cui può saltare nel ring e un sacco di fan che urlano; l'avversario è il Campione del Mondo, il Dr. Frankencarro (noto anche come Dr. Frankenwagen), una microcar con ruote un po' più grosse del normale che ha creato Il Mostro un misto tra ruspa, palla demolitrice e gru che ha un'arma segreta, la Palla di Ferro. Entra anche Saetta McQueen (chiamato Lo Spaventoso Soletta MacChìn) che scappa in continuazione da Palla di Ferro; Saetta chiede il cambio a Cricchetto che con il gancio ruota il ring, seppellendo Il Mostro e divenendo Campione.

  • Pubblicazione TV originale: 22 maggio 2010
  • Pubblicazione TV in italiano: 11 settembre 2010

Cricchetto Heavy Metal[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Heavy Metal Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Al V8 - Caffè di Flo c'è un concerto Pop e Cricchetto racconta che una volta era un cantante: All'inizio lui e la sua band Cricchetto e i Tappi-Del-Serbatoio (un gruppo di amici) che suonano la loro canzone: Che stress!, che suonano in un garage. Cricchetto annuncia che è una buona canzone e decide di trovare lavoro al Truck Stop Top Down come intrattenitori dei camion, le gemelle Mia e Tia chiedono se hanno già inciso un disco e gli amici corrono subito in aula registrazione, ma un insetto infastidisce il batterista che picchia a tutta forza e segue il chitarrista, il bassista ed infine Cricchetto. La musica viene sentita da Tex, il boss della Dinoco, che ora incide dischi; Tex avverte che gli faranno guadagnare molto e gli dice che sono bravi però serve un nome nuovo, allora arriva un fattorino con 1 tonnellata di metallo e dice «Dove metto questo metallo pesante?» e a Cricchetto viene in mente qualcosa... D'ora in poi i classici Cricchetto e i Tappi-Del-Serbatoio saranno gli scatenati Cricchetto Heavy Metal, i più rock del mondo. Il tutto finisce con una clip del disco che dice che Che stress! è entrata nei Record Mondiali Dinoco.

  • Pubblicazione TV originale: 27 luglio 2010
  • Pubblicazione TV in italiano: 25 settembre 2010

Cricchetto astronauta provetto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Moon Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Saetta e Cricchetto guardano la Luna piena che sorge e Carl dice che c'è stato e Saetta non ci crede ma Cricchetto racconta che una volta trainava un'auto in Florida, e all'improvviso la NASCA ebbe un problema: Impala 13 è rimasto bloccato in un cratere sulla Luna e l'organizzazione cerca un autocarro per trainarlo fuori e Roger, lo Space Shuttle in servizio, nota Cricchetto e gli fa fare un po' di addestramento, così poi diventò un vero autonauta con tanto di due razzi propulsori un casco simile a quello di Buzz Lightyear in Toy Story e parte con Roger. Arrivato sulla Luna per la missione di soccorso sblocca Impala 13 e torna indietro a 27.000 km/h, che non è niente paragonato a Saetta che scende anche ad 1.000.000 km/h, però correndo troppo cade in mare e viene recuperato da Carl ed Impala su un canotto. E loro diventano gli eroi del mondo.

Cricchetto investigatore furbetto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Mater Private Eye
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Saetta indossa sempre gomme Lightyear e dice di sentirle a terra e Cricchetto gli racconta che una volta era un detective privato e che aveva per le mani un grosso caso: ovunque scoppiavano gomme Lightyear e ad un certo punto entrò la gemella Tia che indossa per l'occasione ruote con una fascia bianca e gli dice che sua sorella Mia che è stata rapita e l'ultima volta che l'ha vista lavorava nel night club del criminale noto come Big D.

Cricchetto si intrufola lì dove interroga la ballerina sorella di Flo. Rompe l'interrogatorio però un carrello elevatore nemico del carro attrezzi che lo avverte di non toccare il cofano dove non deve e gli squarta un fanale (ecco perché nei film Carl non ce l'ha).

Carl trova un suo amico camion dell'immondizia di nome Tanfo che lavorava al porto ma ora lo hanno messo a scaricare gomme scoppiate della Lightyear che odorano tutte di acqua salata. A questo punto Cricchetto si reca al porto dove si traveste da mucchio di casse di gomme ma viene scoperto da un gruppo di carri elevatori che giocavano a poker e scopre che a capo del tutto c'era lo stesso Big D, una Rolls Phantom Mk1, che ha costretto Tia a portare lì Cricchetto se no avrebbe buttato in mare Mia con una gru.

Carl viene appeso dalla gru ma arriva il Tenente di Polizia Saetta McQueen ed il suo gruppo di poliziotti. Con tutto il trambusto Tia aiuta Mia e ruota la gru salvando Cricchetto e buttando addosso a Big D un mucchio di gomme fasulle con scritto Lightyear e svelando il trucco.

Cricchetto pilota con brevetto[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Air Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto porta un'auto a Propwash Junction ("Città delle Eliche") dove trova degli amichevoli aerei inclusi gli acrobati Falcon Hawks che il giorno dopo avranno uno spettacolo acrobatico. Poi trova la scuola di volo di Skipper, un aereo militare, dove sta l'insegna «Possiamo insegnare a chiunque, garantito!»; Cricchetto entra con dei vecchi pezzi, prova e cade in un burrone ma si rialza e rimbalza in un cavo elettrico e vola all'indietro. I Falcon Hawks gli chiedono se vuole diventare uno di loro (dato che uno di loro si è stortato un'ala negli allenamenti). Il giorno dopo allo spettacolo ha un successone grazie alla sua mossa, ma salta troppo in alto e le protezioni si sganciano ma viene salvato da Saetta. Il tutto finisce con Carl che consiglia a Sparky (assistente di Skipper) di girare un film sugli aerei (Planes).

  • Pubblicazione home video originale: 1º novembre 2011
  • Pubblicazione home video in italiano: 3 novembre 2011

Cricchetto e la macchina del tempo[modifica | modifica wikitesto]

  • Titolo originale: Time Travel Mater
  • Diretto da: John Lasseter, Rob Gibbs, Victor Navone

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Cricchetto monta un orologio sul tracciato della Route 66, quando gli crolla addosso, però, l'orologio prende il posto del suo filtro dell'aria e quando lui starnutisce parte automaticamente verso una roccia, l'orologio si mette a girare e lo salva facendolo entrare nelle caverne dei Fari di Coda, una volta uscito non trova più Radiator Springs, ma solo una sorgente d'acqua dolce e un simpatico venditore di tappi per radiatori... Stanley! il fondatore della Contea di Carburator, che sta partendo per un viaggio dalla futura RS alla California, allora Cricchetto, per salvare la città lo convince a dissetare tutti i viaggiatori e a fondare una città intorno alla fonte per radiatori (traducibile come Radiator Springs).

Anni dopo (un altro starnuto) Stanley e Cricchetto salvano un vecchio Ford Model T in panne... Lizzie! la moglie di Stanley, Stanley e Lizzie s'innamorano e, in una città identica alla moderna (etcì) si sposano.

  • Pubblicazione home video originale: 5 giugno 2012
  • Pubblicazione home video in italiano: 5 dicembre 2012