Filtro dell'aria

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Filtro d'aria per motori automobilistici, a pannello e realizzato in carta

Il filtro dell'aria è un dispositivo atto a depurare l'aria dalle particelle solide in sospensione, come le polveri, e viene impiegato dove si renda necessario avere un flusso d'aria esente da impurità, ad esempio nei motori, nei compressori e nelle mascherine (maschera antigas); questo componente fa parte dell'impianto d'alimentazione dei motori termici.

Introduzione[modifica | modifica wikitesto]

Filtro abitacolo in carta con carboni attivi per auto, a sinistra a fine ciclo utile, a destra nuovo

Il filtro dell'aria è molto importante nell'uso quotidiano dei mezzi di trasporto, per la carburazione del motore e per ottimizzare le sue doti, ed è solitamente posizionato in una scatola filtro (Air-box); inoltre è altrettanto importante nelle competizioni motociclistiche o automobilistiche dove, quando utilizzato, è di alta efficienza. In particolari applicazioni, come nei mezzi fuoristrada, può essere preceduto da un prefiltro ad azione ciclonica, che ha il compito di introdurre una forma di purificazione dell'aria a monte del filtro principale, in modo da evitarne una saturazione prematura.

Gli autoveicoli sono solitamente muniti anche di una seconda tipologia di filtro d'aria, posizionato all'interno della cassetta di distribuzione dell'aria dell'abitacolo e comunque a monte dell'evaporatore, del ventilatore e del radiatore di riscaldamento dell'abitacolo. Tale filtro ha il compito di filtrare l'aria esterna o interna circolante nei condotti dell'impianto di climatizzazione. Il filtro in questione, al fine di incrementare ulteriormente il potere filtrante in modo da ridurre anche l'ingresso di odori molesti nell'abitacolo quando il ricircolo dell'aria interna non è attivo, può essere, nel corso del processo di fabbricazione, impregnato con il carbone attivo, dando origine a un filtro che, all'inizio del suo ciclo di vita, è riconoscibile per gli elementi di filtraggio più scuri rispetto a quelli del corrispondente filtro non impregnato di carbone attivo. Esistono quindi varie applicazioni di filtri dell'aria che ne vincolano la forma e anche diversi materiali che dividono i filtri in vari tipi.

Filtro di carta[modifica | modifica wikitesto]

È il tipo di filtro più utilizzato nelle autovetture, camion e moto di grossa cilindrata, quasi unicamente su mezzi con motori a 4T.

Forma[modifica | modifica wikitesto]

Filtro da auto circolare in carta

La forma di questo tipo di filtro può essere:

  • Piana, detto anche "a pannello", il più usato sulle autovetture attuali.
  • Circolare, rotondo nella maggior parte dei casi, talvolta ovale. Tipico delle auto munite di carburatore.
  • Cilindrica, soluzione adottata per ridurre ulteriormente l'ingombro dei filtri d'aria dei motori di grossa cilindrata turbosovralimentati per mezzi pesanti, come ad esempio i motori degli autobus e dei camion.
  • Tronco-conica.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il vantaggio principale di questo tipo di filtro è dato dal fatto che la carta si può ripiegare: infatti tutti i filtri di carta presentano diverse pieghe, poiché con questa tecnica si riesce, a parità di superficie filtrante, ad avere ingombri minori, il che è ideale per i mezzi che richiedono ingenti quantità d'aria. Questo materiale ha un elevatissimo potere filtrante e per questo riesce a trattenere anche le impurità più piccole.

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

I principali difetti di questi filtri sono dati dalla ridotta permeabilità, quindi dal poco flusso d'aria che riesce a passare, dalla manutenzione poco efficiente (infatti questi filtri sono difficili da pulire e ciò è anche sconsigliato dalle varie case automobilistiche).

Questo filtro ha sul bordo una guaina, che è generalmente formata da gomma morbida o silicone e serve a far passare forzatamente l'aria attraverso il filtro: nel caso si rovini questa guaina si può avere come risultato che il foglio di carta si apra e che a sua volta il filtro diventi inutilizzabile.

Filtro in spugna[modifica | modifica wikitesto]

Il filtro in spugna è il tipo di filtro che viene utilizzato in ambito motociclistico, sia agonistico come Motocross, Enduro e Trial sia per strada, specialmente su moto di piccola cilindrata. È utilizzabile sia su motori a 4T, sia motori a 2T.

Viene anche utilizzato in ambienti particolarmente ricchi di polveri e su applicazioni non motoristiche, come ad esempio i compressori.

Forma[modifica | modifica wikitesto]

Filtro aria a coppa

Questi filtri possono assumere molte forme:

  • Piani, come i filtri dei 125 stradali (RS dell'Aprilia o la Mito della Cagiva).
  • A coppa, come quelli delle moto da Cross e simili.
  • Cilindrici, è una soluzione quasi andata in disuso, generalmente disponibile solo aftermarket.
  • Tronco-conici, questa disposizione del filtro è utilizzata prevalentemente dai compressori dell'aria o nei filtri aftermarket.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Questo tipo di filtro ha un'elevata capacità di intrappolare le impurità dell'aria e al tempo stesso ha un'elevata permeabilità all'aria (permettere il passaggio di un grande flusso d'aria); un altro vantaggio importante è data dalla facilità con cui si può pulire tale tipo di filtro.

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il problema principale è dato dalla manutenzione (pulizia) che deve essere abbastanza frequente dato che il filtro, con la sua grande capacità d'intrappolamento dei corpuscoli nell'aria, tende a chiudersi, riducendo così il flusso dell'aria e andando a influire sulla carburazione; un altro inconveniente è dato dall'obbligatorio uso di una griglia di sostegno del filtro, per evitare che il filtro si pieghi e possa poi spostarsi dalla sua sede.

Filtro a maglie metalliche[modifica | modifica wikitesto]

Filtro a maglie metalliche per uso motociclistico

Si tratta di un filtro realizzato con una o più reti metalliche relativamente fitte, il cui utilizzo è andato in disuso.

Forma[modifica | modifica wikitesto]

Questo filtro è generalmente un elemento piatto o bombato.

Vantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Il vantaggio di questo filtro è quello di essere facilmente lavabile e di durare molto nel tempo.

Svantaggi[modifica | modifica wikitesto]

Questa tipologia di filtri non riesce a bloccare i corpuscoli più piccoli.

Pulizia del filtro[modifica | modifica wikitesto]

La pulizia del filtro varia a seconda del tipo di filtro:

  • Filtro a maglie metalliche: è sufficiente l'uso di un solvente e di un pennellino per rimuovere lo sporco che tende ad aderire alle maglie.
  • Filtro di spugna: deve essere immerso in un solvente, come la benzina o il gasolio (anche se sarebbe meglio utilizzare uno sgrassatore in quanto con il tempo i solventi rovinano la spugna), strizzato più volte, in modo da togliere tutte le impurità, lasciato asciugare, impregnato con dell'olio specifico e rimontato.
  • Filtro di carta: in questo caso il filtro può essere solo investito da un getto d'aria, nel verso opposto rispetto alle condizioni normali, ma risulta essere comunque sia una misura palliativa, che deve essere ripetuta abbastanza di frequente: per questo, considerato anche il costo irrisorio, tale tipo di filtro viene quasi sempre sostituito.
Filtro lavabile in fibra di cotone
  • Filtri in fibra di cotone: sono filtri speciali, lavabili con appositi prodotti e riutilizzabili decine di volte. Sono strutturalmente simili a quelli in carta ma al posto di questa viene usata una particolare fibra di cotone oleata ad alta efficienza e a lunghi intervalli di manutenzione.
  • Filtri in poliestere rispetto al filtro di cotone permette un migliore filtraggio dell'aria e non necessità di essere oleato.

Danni[modifica | modifica wikitesto]

I danni che questi organi possono subire sono:

  • Rottura o strappo, il che consegue a una ridotta se non vanificata efficacia nel purificare l'aria, potendo quindi compromettere la vita massima del motore.
  • Degradazione, il che consegue nella decomposizione, polverizzazione o cedimento a blocchi del filtro il quale, oltre a ridurre la sua pervietà (capacità di passaggio del flusso) e fornire aria poco purificata, può danneggiare eventuali organi meccanici posti a valle dello stesso.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Ingegneria Portale Ingegneria: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ingegneria