Fußball-Club Bayern München 2009-2010

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow blue.svgVoce principale: Fußball-Club Bayern München.

Fußball-Club Bayern München
Stagione 2009-2010
AllenatorePaesi Bassi Louis van Gaal
PresidenteGermania Uli Hoeneß
BundesligaCampione
Coppa di GermaniaVincitore
Champions LeagueFinalista
Miglior marcatoreCampionato: Paesi Bassi Robben (16)
Totale: Paesi Bassi Robben (22)

Questa voce raccoglie le informazioni riguardanti il Fußball-Club Bayern München nelle competizioni ufficiali della stagione 2009-2010.

Stagione[modifica | modifica wikitesto]

Prima che la stagione inizi il club ingaggia Louis van Gaal come allenatore, ed è molto attivo sul fronte del calciomercato: dal Karlsruhe torna Andreas Görlitz, inoltre vengono messi sotto contratto Anatolij Tymoščuk, Ivica Olić, Edson Braafheid, che viene prelevato dal Twente, Arjen Robben dal Real Madrid e Danijel Pranjić dall'Heerenveen. Arriva anche, per 30 milioni di euro, l'attaccante tedesco di origini spagnole Mario Gomez; riguardo a quest'ultimo acquisto, però, il tecnico olandese dichiara che questa ingente spesa non era necessaria per il suo progetto[1]. In campionato la squadra si ritrova in ottava posizione dopo dodici giornate[2], e in dicembre si guadagna la qualificazione alla fase ad eliminazione diretta della Champions League vincendo 4-1 in casa della Juventus, e finendo così seconda dietro il Bordeaux. Negli ottavi della manifestazione elimina la Fiorentina grazie alla regola dei gol fuori casa, tuttavia nascono delle polemiche in merito ad alcune decisioni arbitrali favorevoli ai tedeschi nella vittoriosa partita di Monaco[3]. Eliminato in seguito anche il Manchester United grazie ad una vittoria per 2-1 a Monaco e ad una sconfitta per 3-2 a Manchester, peraltro dopo essere stato in svantaggio per 3-0, i tedeschi, dopo aver avuto la meglio anche sull'Olympique Lione si qualificano all'ottava finale nella maggiore manifestazione continentale. Intanto però hanno già vinto sia il campionato, staccando lo Schalke 04 di cinque punti, che la Coppa di Germania, conquistata dopo la vittoria per 4-0 nella finale contro il Werder Brema; anche gli avversari dell'Inter hanno conquistato il double, perciò per le due squadre conquistare la coppa significa anche centrare il treble. L'ultima partita della Champions si gioca il 22 maggio a Madrid, ma viene vinta dai nerazzurri grazie alla doppietta di Diego Milito, che segna un gol per tempo.

Uniformi[modifica | modifica wikitesto]

Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Maglia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa Alternativa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Casa
Finals
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta
Maglia
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Trasferta Alternativa
Manica sinistra
Manica sinistra
Maglietta
Maglietta
Manica destra
Manica destra
Pantaloncini
Pantaloncini
Calzettoni
Terza
Maglia

Staff tecnico[modifica | modifica wikitesto]

Allenatore: Paesi Bassi Louis van Gaal
Vice-Allenatore: Germania Hermann Gerland
Vice-Allenatore: Paesi Bassi Andries Jonker
Direttore Sportivo: Germania Christian Nerlinger
Allenatore portieri: Germania Walter Junghans
Medico sociale: Germania Hans-Wilhelm Müller-Wohlfahrt

Rosa[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
1 Germania P Michael Rensing
4 Paesi Bassi D Edson Braafheid
5 Belgio D Daniel Van Buyten
6 Argentina D Martín Demichelis
7 Francia C Franck Ribéry
8 Turchia C Hamit Altıntop
10 Paesi Bassi C Arjen Robben
11 Croazia A Ivica Olic
13 Germania D Andreas Görlitz
15 Brasile D Breno
16 Germania C Andreas Ottl
17 Paesi Bassi C Mark van Bommel (Capitano)
N. Ruolo Giocatore Bianco e Blu a scacchi bordati di Rosso.png
18 Germania A Miroslav Klose
20 Argentina C José Ernesto Sosa
21 Germania D Philipp Lahm
22 Germania P Hans-Jörg Butt
23 Croazia C Danijel Pranjic
25 Germania A Thomas Müller
28 Germania D Holger Badstuber
30 Germania D Christian Lell
31 Germania C Bastian Schweinsteiger
33 Germania A Mario Gómez
35 Germania P Thomas Kraft
44 Ucraina C Anatolij Tymoshchuk

Giocatori in prestito[modifica | modifica wikitesto]

N. Ruolo Giocatore
Germania D Georg Niedermeier
Germania C Toni Kroos

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Champions League[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: UEFA Champions League 2009-2010.

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Madrid
22 maggio 2010, ore 20:45 CEST
Bayern Monaco Bianco e Blu a scacchi bordati di Rosso.png 0 – 2
referto
600px Nero e Azzurro (Strisce)2.png Inter Stadio Santiago Bernabéu (73.170 spett.)
Arbitro Inghilterra Webb

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche di squadra[modifica | modifica wikitesto]

Competizione Punti Totale
G V N P Gf Gs
Meisterschale.png Bundesliga 76 34 20 10 4 72 31
Coppagermania.png DFB-Pokal - 6 6 0 0 23 3
Coppacampioni.png Champions League - 13 7 1 5 25 10
Totale 53 33 11 9 120 44

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Le 10 cose che non sai su Gomez, in violanews.com. URL consultato il 21 settembre 2014.
  2. ^ (DE) 1. Bundesliga - Spieltag / Tabelle, in kicker.de. URL consultato il 21 settembre 2014.
  3. ^ Furto Bayern Monaco: Fiorentina sconfitta 2-1, in tuttosport.com. URL consultato il 21 settembre 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio