Nani (calciatore)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Nani
Nani con la nazionale portoghese nel 2017
Nazionalità Bandiera del Portogallo Portogallo
Altezza 175 cm
Peso 66 kg
Calcio
Ruolo Centrocampista, attaccante
Squadra Adana Demirspor
Carriera
Giovanili
2000-2003Real
2003-2005Sporting Lisbona
Squadre di club1
2005-2007Sporting Lisbona58 (9)
2007-2014Manchester Utd147 (25)
2014-2015Sporting Lisbona27 (7)
2015-2016Fenerbahçe28 (8)
2016-2017Valencia25 (5)
2017-2018Lazio18 (3)
2018-2019Sporting Lisbona18 (7)
2019-2021Orlando City74 (27)[1]
2022Venezia10 (0)
2022-2023Melbourne Victory10 (0)
2023-Adana Demirspor13 (2)
Nazionale
2006-2007Bandiera del Portogallo Portogallo U-2111 (1)
2006-2017Bandiera del Portogallo Portogallo112 (24)
Palmarès
 Confederations Cup
Bronzo Russia 2017
 Europei di calcio
Bronzo Polonia-Ucraina 2012
Oro Francia 2016
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
Statistiche aggiornate al 22 dicembre 2023

Luís Carlos Almeida da Cunha, meglio noto come Nani (Amadora, 17 novembre 1986), è un calciatore portoghese di origini capoverdiane,[2][3] centrocampista o attaccante dell'Adana Demirspor. Con la nazionale portoghese si è laureato campione d'Europa nel 2016.

Cresciuto nelle giovanili dello Sporting Lisbona, squadra con cui ha esordito tra i professionisti, ha legato la sua carriera soprattutto al Manchester Utd, club con il quale ha vinto una UEFA Champions League (2007-2008) e una Coppa del mondo per club FIFA (2008), oltre a undici trofei nazionali.

Con la nazionale portoghese ha partecipato a un campionato del mondo (2014), a tre campionati d'Europa (2008, 2012 e 2016), vincendo quello del 2016, primo titolo ottenuto dal Portogallo, e a una Confederations Cup (2017).

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Ricopre il ruolo di attaccante o centrocampista esterno. Può giocare su entrambe le fasce ed è dotato di una buona tecnica individuale. Inoltre possiede un dribbling efficace e una velocità fulminante; è capace di saltare l'uomo con grande facilità per andare sul fondo e piazzare il cross per i compagni in area.

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Sporting Lisbona[modifica | modifica wikitesto]

Muove i primi passi nel Real, prima di trasferirsi nel 2003 nella formazione Under-19 dello Sporting Lisbona, vincendo nella stagione 2004-2005 il campionato portoghese di categoria. Agli inizi della stagione 2005-2006, divenuto professionista, viene convocato in prima squadra. Nella prima stagione segna 5 gol in 36 presenze, mentre nella seconda 6 gol in 40 partite.

Manchester Utd[modifica | modifica wikitesto]

Nani con la maglia del Manchester United nel 2010

Il 31 maggio 2007 si trasferisce al Manchester Utd per una cifra compresa fra quattordici a diciassette milioni di sterline,[4][5] il 5% della quale è stato pagato al Real.[6][7] Passa gli esami medici il 6 giugno, legandosi ufficialmente al club inglese per cinque anni.[8][9] Il suo debutto avviene il 5 agosto, entrando come sostituto in una partita di Community Shield contro il Chelsea. Questa partita sancisce anche la vittoria del trofeo, dopo la vittoria ai tiri di rigore per 3 a 0 del Manchester Utd.[10] Nel suo primo anno con il club vince la Premier League e la UEFA Champions League. Nel dicembre 2008 arriva la conquista della Coppa del mondo per club FIFA. Il 27 maggio 2009 il Manchester Utd viene sconfitto 2-0 dal Barcellona nella finale di UEFA Champions League a Roma e Nani non scende in campo.

Il 26 marzo 2010 il Manchester Utd annuncia che Nani ha prolungato il contratto di altri quattro anni. Il 28 maggio 2011 i Red Devils vengono nuovamente sconfitti 3-1 in finale di UEFA Champions League, sempre dal Barcellona, e Nani scende in campo solo negli ultimi 20 minuti sostituendo Fábio. Il 18 settembre 2011, nella sfida contro il Chelsea finita 3-1, Nani realizza la seconda rete liberandosi prima di due avversari, per poi piazzare la palla all'incrocio dei pali con un tiro dalla distanza. Inizia la stagione 2013-2014 con la vittoria per 2-0 in Community Shield, ai danni del retrocesso Wigan. Il 27 novembre 2013 gioca la sua prima partita stagionale in UEFA Champions League, nella quale realizza anche un gol nella gara Bayer Leverkusen-Manchester Utd 0-5. In totale in sette stagioni con i Red Devils ha ottenuto 230 presenze e segnato 40 gol, vincendo 4 Premier League, 2 Football League Cup, 5 Community Shield, una UEFA Champions League e una Coppa del mondo per club FIFA.

Ritorno allo Sporting Lisbona[modifica | modifica wikitesto]

Il 20 agosto 2014 viene ceduto in prestito allo Sporting Lisbona, nell'operazione che porta Marcos Rojo al Manchester Utd,[11] facendo così ritorno nella squadra che lo aveva lanciato nove anni prima. Il 23 agosto seguente esordisce per la seconda volta con la squadra portoghese, nella vittoria per 1-0 contro l'Arouca, sbagliando un calcio di rigore sullo 0-0. Chiude l'annata giocando 36 partite tra campionato e coppe, segnando 12 gol e vincendo la Taça de Portugal in finale contro il Braga, dove trasforma uno dei rigori nella serie conclusiva.[12]

Fenerbahçe[modifica | modifica wikitesto]

Nani durante un allenamento con il Fenerbahçe nel 2015

Il 6 luglio 2015 viene ufficializzato il suo trasferimento ai turchi del Fenerbahçe per cinque milioni e mezzo di euro.[13] Durante la breve esperienza turca, perde la finale di Coppa di Turchia contro il Galatasaray, rimediando un'espulsione a partita terminata per atteggiamento polemico contro l'arbitro.[14] In totale ha ottenuto 47 presenze siglando 12 reti.

Valencia[modifica | modifica wikitesto]

Il 5 luglio 2016 si trasferisce a titolo definitivo al Valencia firmando un contratto triennale.[15] Nella sua prima stagione in Spagna totalizza 25 presenze nella Primera Division con 5 gol, più una in Copa del Rey[16]

Lazio[modifica | modifica wikitesto]

Il 31 agosto 2017, nell'ultimo giorno della sessione estiva di calciomercato, la Lazio raggiunge un accordo con il Valencia per ingaggiarlo in prestito con diritto di riscatto.[17] L'esordio arriva il 1º ottobre successivo in occasione della vittoria casalinga, per 6-1, contro il Sassuolo. Il 19 ottobre disputa la sua prima partita di Europa League con la maglia della Lazio in occasione della trasferta vinta, per 1-3, contro i francesi del Nizza. Dieci giorni più tardi mette a segno la sua prima rete in Italia in occasione della trasferta vinta, per 1-5, contro il Benevento.[18] Conclude la stagione con un bottino di 25 presenze e 3 reti messe a segno, in una esperienza complessivamente deludente[19].

Sporting Lisbona e Orlando City[modifica | modifica wikitesto]

In estate torna di nuovo allo Sporting Lisbona e tra campionato e coppe in sei mesi mette insieme 27 presenze e 8 gol.

Il 18 febbraio 2019 firma un contratto con l’Orlando City, club militante in MLS.[20]

Venezia e Melbourne Victory[modifica | modifica wikitesto]

Rimasto svincolato dopo la fine dell'esperienza con l'Orlando City nel 2021, il 14 gennaio 2022 firma un contratto di un anno e mezzo con il Venezia, squadra militante in Serie A.[21] Due giorni dopo, all'esordio in campionato contro l'Empoli da subentrato, fornisce dopo pochi secondi l'assist per il gol dell'1-1 finale.[22]

In tutto, colleziona 10 presenze e un assist con la formazione veneziana, che però retrocede in Serie B alla fine della stagione: a seguito di ciò, l’8 luglio 2022 il portoghese rescinde il proprio contratto con il club.[23]

Il 12 luglio seguente, firma un contratto biennale con gli australiani del Melbourne Victory.[24] Il 6 gennaio 2023, durante l'incontro di campionato contro il Brisbane Roar (perso per 1-0), in uno scontro di gioco con Connor Chapman, Nani subisce la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio, dovendo così saltare il resto della stagione.[25][26][27] Il 31 maggio 2023 viene annunciato il suo addio al club.[28]

Adana Demirspor[modifica | modifica wikitesto]

Il 13 luglio 2023, Nani si unisce da svincolato all'Adana Demirspor, squadra della Süper Lig turca, con cui firma un contratto annuale con opzione di rinnovo per un'ulteriore stagione.[29][30]

Nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2005 viene convocato nella nazionale Under-21 per disputare l'Europeo di categoria in Portogallo. Gioca tutte e tre le partite della prima fase, senza mettere a segno alcun gol, ma i portoghesi vengono eliminati, avendo raccolto due sconfitte e una vittoria. Il 1º settembre 2006 esordisce in nazionale maggiore, in amichevole contro la Danimarca. Nel 2008 è convocato per l'Europeo in Austria e Svizzera.

Convocato dal commissario tecnico portoghese Queiroz per il Mondiale 2010, a pochissimi giorni dall'inizio della rassegna iridata viene depennato dalla lista dei 23 per un infortunio alla spalla, venendo sostituito da Rúben Amorim del Benfica.

Convocato anche per il Mondiale 2014, il 22 giugno 2014 mette a segno il goal che apre il risultato nella partita Portogallo-Stati Uniti, conclusasi sul 2-2.[31][32]

Convocato per l'Europeo 2016 in Francia,[33] il 14 giugno 2016 segna al 32º del primo tempo il primo gol all'Europeo del Portogallo, che vale il momentaneo vantaggio sull'Islanda (la partita si conclude 1-1). Questo è anche il 600º gol segnato in una fase finale di un campionato europeo. Il 10 luglio si laurea campione d'Europa dopo la vittoria in finale sulla Francia padrona di casa per 1-0, ottenuta grazie al goal decisivo di Éder durante i tempi supplementari.[34] In totale nella manifestazione continentale segna tre gol, di cui uno al Galles in semifinale.[16]

Nel 2017 viene convocato per la Confederations Cup in Russia, che vede il Portogallo ottenere il terzo posto.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Statistiche aggiornate al 6 gennaio 2023.

Stagione Squadra Campionato Coppe nazionali Coppe continentali Altre coppe Totale
Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Comp Pres Reti Pres Reti
2005-2006 Bandiera del Portogallo Sporting Lisbona PL 29 4 CP 5 1 UCL+CU 1[35]+1 0 - - - 36 5
2006-2007 PL 29 5 CP 5 0 UCL 6 1 - - - 40 6
2007-2008 Bandiera dell'Inghilterra Manchester Utd PL 26 3 FACup+CdL 2+1 1+0 UCL 11 0 CS 1 0 41 4
2008-2009 PL 13 1 FACup+CdL 2+6 2+3 UCL 7 0 CS+SU+Cmc 1+1+1 0 31 6
2009-2010 PL 23 3 FACup+CdL 0+2 0 UCL 8 2 CS 1 1 34 6
2010-2011 PL 33 9 FACup+CdL 3+0 0 UCL 12 1 CS 1 0 49 10
2011-2012 PL 29 8 FACup+CdL 1+0 0 UCL+UEL 6+3 0 CS 1 2 40 10
2012-2013 PL 11 1 FACup+CdL 5+1 1+1 UCL 4 0 - - 21 3
2013-2014 PL 11 0 FACup+CdL 0+1 0 UCL 1 1 CS 0 0 13 1
ago. 2014 PL 1 0 FACup+CdL 0 0 - - - - - - 1 0
Totale Manchester Utd 147 25 24 8 52 4 7 3 230 40
ago. 2014-2015 Bandiera del Portogallo Sporting Lisbona PL 27 7 CP+CdL 3+0 1 UCL+UEL 5+2 4+0 - - - 37 12
2015-2016 Bandiera della Turchia Fenerbahçe SL 28 8 CT 6 3 UCL+UEL 2[36]+11[37] 0+1 - - - 47 12
2016-2017 Bandiera della Spagna Valencia PD 25 5 CR 1 0 - - - - - - 26 5
2017-2018 Bandiera dell'Italia Lazio A 18 3 CI 1 0 UEL 6 0 SI - - 25 3
2018-feb. 2019 Bandiera del Portogallo Sporting Lisbona PL 18 7 CP+CdL 3+2 1+0 UEL 5 1 - - - 28 9
Totale Sporting Lisbona 103 23 18 3 20 6 - - 141 32
2019 Bandiera degli Stati Uniti Orlando City MLS 30 12 USOC 3 0 - - - - - - 33 12
2020 MLS 16+2[38] 5+1[38] - - - - - - MisB 7[39] 3[40] 25 9
2021 MLS 28+1[38] 10+0[38] - - - - - - LC 1 0 30 10
Totale Orlando City 74+3 27+1 3 0 - - 8 3 88 31
gen.-giu. 2022 Bandiera dell'Italia Venezia A 10 0 CI - - - - - - - - 10 0
2022-2023 Bandiera dell'Australia Melbourne Victory ALM 10 0 AC 1 0 - - - - - - 11 0
Totale carriera 418 92 54 14 91 11 14 6 578 123

Cronologia presenze e reti in nazionale[modifica | modifica wikitesto]

Cronologia completa delle presenze e delle reti in nazionale ― Portogallo
Data Città In casa Risultato Ospiti Competizione Reti Note
1-9-2006 Brøndby Danimarca Bandiera della Danimarca 4 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole 1 Uscita al 66’ 66’
6-9-2006 Helsinki Finlandia Bandiera della Finlandia 1 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 - Uscita al 56’ 56’
7-10-2006 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Qual. Euro 2008 - Ingresso al 73’ 73’
11-10-2006 Chorzów Polonia Bandiera della Polonia 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 - Ingresso al 68’ 68’
24-3-2007 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 0 Bandiera del Belgio Belgio Qual. Euro 2008 - Ingresso al 70’ 70’ Ammonizione al 80’ 80’
2-6-2007 Bruxelles Belgio Bandiera del Belgio 1 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 1 Uscita al 86’ 86’
5-6-2007 Madinat al-Kuwait Kuwait Bandiera del Kuwait 1 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 46’ 46’
13-10-2007 Baku Azerbaigian Bandiera dell'Azerbaigian 0 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 - Ingresso al 70’ 70’
17-10-2007 Almaty Kazakistan Bandiera del Kazakistan 1 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2008 - Ingresso al 59’ 59’
17-11-2007 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 77’ 77’
21-11-2007 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Qual. Euro 2008 - Ingresso al 84’ 84’
6-2-2008 Zurigo Italia Bandiera dell'Italia 3 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
31-5-2008 Viseu Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera della Georgia Georgia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
7-6-2008 Ginevra Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera della Turchia Turchia Euro 2008 - 1º turno - Ingresso al 69’ 69’
15-6-2008 Basilea Svizzera Bandiera della Svizzera 2 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2008 - 1º turno -
19-6-2008 Basilea Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 3 Bandiera della Germania Germania Euro 2008 - Quarti di finale - Ingresso al 67’ 67’
20-8-2008 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 5 – 0 Bandiera delle Fær Øer Fær Øer Amichevole 1
6-9-2008 Ta' Qali Malta Bandiera di Malta 0 – 4 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 1
10-9-2008 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 3 Bandiera della Danimarca Danimarca Qual. Mondiali 2010 1 Ammonizione al 56’ 56’ Uscita al 87’ 87’
11-10-2008 Solna Svezia Bandiera della Svezia 0 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 86’ 86’
15-10-2008 Braga Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 55’ 55’
19-11-2008 Gama Brasile Bandiera del Brasile 6 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
11-2-2009 Faro Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole - Uscita al 76’ 76’
31-3-2009 Losanna Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera del Sudafrica Sudafrica Amichevole - Uscita al 57’ 57’
6-6-2009 Tirana Albania Bandiera dell'Albania 1 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 75’ 75’
10-6-2009 Tallinn Estonia Bandiera dell'Estonia 0 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
12-8-2009 Vaduz Liechtenstein Bandiera del Liechtenstein 0 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 73’ 73’
5-9-2009 Copenaghen Danimarca Bandiera della Danimarca 1 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 70’ 70’
9-9-2009 Budapest Ungheria Bandiera dell'Ungheria 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 82’ 82’
10-10-2009 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 0 Bandiera dell'Ungheria Ungheria Qual. Mondiali 2010 - Ingresso al 27’ 27’
14-10-2009 Guimarães Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 0 Bandiera di Malta Malta Qual. Mondiali 2010 1 Uscita al 73’ 73’
14-11-2009 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 69’ 69’
18-11-2009 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2010 - Uscita al 73’ 73’
3-3-2010 Coimbra Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera della Cina Cina Amichevole - Uscita al 63’ 63’
24-5-2010 Covilhã Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera di Capo Verde Capo Verde Amichevole - Ammonizione al 50’ 50’
1-6-2010 Covilhã Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 1 Bandiera del Camerun Camerun Amichevole 1 Ingresso al 46’ 46’
3-9-2010 Guimarães Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 4 Bandiera di Cipro Cipro Qual. Euro 2012 -
7-9-2010 Oslo Norvegia Bandiera della Norvegia 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
8-10-2010 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 1 Bandiera della Danimarca Danimarca Qual. Euro 2012 2 Uscita al 88’ 88’
12-10-2010 Reykjavík Islanda Bandiera dell'Islanda 1 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 - Uscita al 87’ 87’
17-11-2010 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 0 Bandiera della Spagna Spagna Amichevole - Uscita al 88’ 88’
9-2-2011 Ginevra Argentina Bandiera dell'Argentina 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 60’ 60’
26-3-2011 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 1 Bandiera del Cile Cile Amichevole - Uscita al 85’ 85’
29-3-2011 Aveiro Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera della Finlandia Finlandia Amichevole - Ingresso al 69’ 69’
4-6-2011 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Norvegia Norvegia Qual. Euro 2012 - Uscita al 86’ 86’
10-8-2011 Faro Portogallo Bandiera del Portogallo 5 – 0 Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
2-9-2011 Nicosia Cipro Bandiera di Cipro 0 – 4 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 - Uscita al 86’ 86’
7-10-2011 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 5 – 3 Bandiera dell'Islanda Islanda Qual. Euro 2012 2
11-10-2011 Copenaghen Danimarca Bandiera della Danimarca 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
11-11-2011 Zenica Bosnia ed Erzegovina Bandiera della Bosnia ed Erzegovina 0 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2012 -
15-11-2011 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 6 – 2 Bandiera della Bosnia ed Erzegovina Bosnia ed Erzegovina Qual. Euro 2012 1 Uscita al 82’ 82’
29-2-2012 Varsavia Polonia Bandiera della Polonia 0 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 82’ 82’
26-5-2012 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera della Macedonia Macedonia Amichevole - Ingresso al 64’ 64’
2-6-2012 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 3 Bandiera della Turchia Turchia Amichevole 1
9-6-2012 Leopoli Germania Bandiera della Germania 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2012 - 1º turno -
13-6-2012 Leopoli Danimarca Bandiera della Danimarca 2 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 89’ 89’
17-6-2012 Charkiv Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 1 Bandiera dei Paesi Bassi Paesi Bassi Euro 2012 - 1º turno - Uscita al 87’ 87’
21-6-2012 Varsavia Rep. Ceca Bandiera della Rep. Ceca 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2012 - Quarti di finale - Ammonizione al 26’ 26’Uscita al 84’ 84’
27-6-2012 Donec'k Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 dts
(2 – 4 dtr)
Bandiera della Spagna Spagna Euro 2012 - Semifinale -
15-8-2012 Faro Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera di Panama Panama Amichevole -
7-9-2012 Lussemburgo Lussemburgo Bandiera del Lussemburgo 1 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 81’ 81’
11-9-2012 Braga Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 0 Bandiera dell'Azerbaigian Azerbaigian Qual. Mondiali 2014 - Uscita al 76’ 76’
12-10-2012 Mosca Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 -
16-10-2012 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 1 Bandiera dell'Irlanda del Nord Irlanda del Nord Qual. Mondiali 2014 -
6-2-2013 Guimarães Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 3 Bandiera dell'Ecuador Ecuador Amichevole - Uscita al 73’ 73’
7-6-2013 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Russia Russia Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 66’ 66’
6-9-2013 Belfast Irlanda del Nord Bandiera dell'Irlanda del Nord 2 – 4 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 - Ingresso al 55’ 55’
10-9-2013 Foxborough Brasile Bandiera del Brasile 3 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
11-10-2013 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 1 Bandiera d'Israele Israele Qual. Mondiali 2014 -
15-10-2013 Coimbra Portogallo Bandiera del Portogallo 3 – 0 Bandiera del Lussemburgo Lussemburgo Qual. Mondiali 2014 1 cap.
15-11-2013 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Svezia Svezia Qual. Mondiali 2014 -
19-11-2013 Solna Svezia Bandiera della Svezia 2 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2014 - Ammonizione al 60’ 60’
31-5-2014 Oeiras Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera della Grecia Grecia Amichevole - Uscita al 83’ 83’
6-6-2014 Foxborough Messico Bandiera del Messico 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
10-6-2014 East Rutherford Irlanda Bandiera dell'Irlanda 1 – 5 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 65’ 65’
16-6-2014 Salvador Germania Bandiera della Germania 4 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno -
22-6-2014 Manaus Stati Uniti Bandiera degli Stati Uniti 2 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Mondiali 2014 - 1º turno 1
26-6-2014 Brasilia Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 1 Bandiera del Ghana Ghana Mondiali 2014 - 1º turno -
7-9-2014 Aveiro Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 1 Bandiera dell'Albania Albania Qual. Euro 2016 - cap.Ammonizione al 69’ 69’
11-10-2014 Saint-Denis Francia Bandiera della Francia 2 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Uscita al 68’ 68’
14-10-2014 Copenaghen Danimarca Bandiera della Danimarca 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 - Uscita al 68’ 68’
14-11-2014 Faro Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera dell'Armenia Armenia Qual. Euro 2016 - Uscita al 88’ 88’
18-11-2014 Manchester Argentina Bandiera dell'Argentina 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole -
29-3-2015 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 1 Bandiera della Serbia Serbia Qual. Euro 2016 -
13-6-2015 Erevan Armenia Bandiera dell'Armenia 2 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 -
16-6-2015 Ginevra Italia Bandiera dell'Italia 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - Ingresso al 76’ 76’
4-9-2015 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 1 Bandiera della Francia Francia Amichevole -
7-9-2015 Elbasan Albania Bandiera dell'Albania 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 - Ammonizione al 82’ 82’
8-10-2015 Braga Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 Bandiera della Danimarca Danimarca Qual. Euro 2016 - Uscita al 82’ 82’
11-10-2015 Belgrado Serbia Bandiera della Serbia 1 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Euro 2016 1 cap. Ammonizione al 44’ 44’
14-11-2015 Krasnodar Russia Bandiera della Russia 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - cap.
17-11-2015 Lussemburgo Lussemburgo Bandiera del Lussemburgo 0 – 2 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole 1 Ingresso al 62’ 62’
25-3-2016 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 1 Bandiera della Bulgaria Bulgaria Amichevole - Uscita al 82’ 82’
29-3-2016 Leiria Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 1 Bandiera del Belgio Belgio Amichevole 1 Uscita al 61’ 61’
2-6-2016 Londra Inghilterra Bandiera dell'Inghilterra 1 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Amichevole - cap.Uscita al 61’ 61’
8-6-2016 Lisbona Portogallo Bandiera del Portogallo 7 – 0 Bandiera dell'Estonia Estonia Amichevole - Ingresso al 46’ 46’
14-6-2016 Saint-Étienne Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 1 Bandiera dell'Islanda Islanda Euro 2016 - 1º turno 1
18-6-2016 Parigi Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 Bandiera dell'Austria Austria Euro 2016 - 1º turno - Uscita al 89’ 89’
22-6-2016 Lione Ungheria Bandiera dell'Ungheria 3 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2016 - 1º turno 1 Uscita al 81’ 81’
25-6-2016 Lens Croazia Bandiera della Croazia 0 – 1 Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2016 - Ottavi di finale - [41]
30-6-2016 Marsiglia Polonia Bandiera della Polonia 1 – 1 dts
(3 – 5 dtr)
Bandiera del Portogallo Portogallo Euro 2016 - Quarti di finale -
6-7-2016 Décines-Charpieu Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 0 Bandiera del Galles Galles Euro 2016 - Semifinale 1 Uscita al 86’ 86’
10-7-2016 Saint-Denis Portogallo Bandiera del Portogallo 1 – 0 dts Bandiera della Francia Francia Euro 2016 - Finale - [42]
1-9-2016 Porto Portogallo Bandiera del Portogallo 5 – 0 Bandiera di Gibilterra Gibilterra Amichevole 2 cap.
6-9-2016 Basilea Svizzera Bandiera della Svizzera 2 – 0 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2018 - cap.
13-11-2016 Faro Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 1 Bandiera della Lettonia Lettonia Qual. Mondiali 2018 - Uscita al 65’ 65’
3-6-2017 Estoril Portogallo Bandiera del Portogallo 4 – 0 Bandiera di Cipro Cipro Amichevole - cap.Uscita al 60’ 60’
9-6-2017 Riga Lettonia Bandiera della Lettonia 0 – 3 Bandiera del Portogallo Portogallo Qual. Mondiali 2018 - Ingresso al 80’ 80’
18-6-2017 Kazan' Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 2 Bandiera del Messico Messico Conf. Cup 2017 - 1º turno - Uscita al 58’ 58’
24-6-2017 San Pietroburgo Nuova Zelanda Bandiera della Nuova Zelanda 0 – 4 Bandiera del Portogallo Portogallo Conf. Cup 2017 - 1º turno 1 Ingresso al 67’ 67’
28-6-2017 Kazan' Portogallo Bandiera del Portogallo 0 – 0 dts
(0 – 3 dtr)
Bandiera del Cile Cile Conf. Cup 2017 - Semifinale - Ingresso al 76’ 76’
2-7-2017 Mosca Portogallo Bandiera del Portogallo 2 – 1 Bandiera del Messico Messico Conf. Cup 2017 - Finale 3º posto - cap.Uscita al 70’ 70’
Totale Presenze (5º posto) 112 Reti (8º posto) 24

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Sporting CP: 2006-2007, 2014-2015
Manchester United: 2007, 2008, 2010, 2011, 2013
Manchester United: 2007-2008, 2008-2009, 2010-2011, 2012-2013
Manchester United: 2008-2009, 2009-2010
Sporting CP: 2018-2019

Competizioni internazionali[modifica | modifica wikitesto]

Manchester United: 2007-2008
Manchester United: 2008

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 77 (28) se si comprendono le presenze e le reti nei play-off.
  2. ^ https://web.archive.org/web/20140612042924/http://www.nhaterra.com.cv/index2.php?option=com_content&do_pdf=1&id=1330
  3. ^ http://www.fpf.pt/pt/Jogadores/Nani
  4. ^ (EN) Mike Anstead, Nani will be a big star, in The Sun, 26 giugno 2007. URL consultato il 17 aprile 2010.
  5. ^ (EN) Henry Winter, Nani shows United's £17m is well spent, in The Telegraph, 14 giugno 2007. URL consultato il 17 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 26 maggio 2012).
  6. ^ Tom Worden e Simon Mullock, Slums nurtured Nani, in sundaymirror.co.uk, Trinity Mirror, 17 giugno 2007. URL consultato il 17 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 13 maggio 2008).
  7. ^ (PT) Ricardo Gouveia, Real Massamá ainda não recebeu os cinco por cento de Nani, su maisfutebol.iol.pt, Maisfutebol, 19 luglio 2007. URL consultato il 17 aprile 2010 (archiviato dall'url originale il 29 settembre 2007).
  8. ^ (EN) Steve Bartram, Reds complete triple signing, su manutd.com, 2 luglio 2007. URL consultato il 17 aprile 2010.
  9. ^ (EN) Ben Hibbs, Nani passes Reds medical, su manutd.com, 6 giugno 2007. URL consultato il 17 aprile 2010.
  10. ^ (EN) Nick Coppack, Report: Reds Lift Community Shield, su manutd.com, 5 agosto 2007. URL consultato il 17 aprile 2010.
  11. ^ (EN) United sign Marcos Rojo from Sporting Lisbon Manutd.com
  12. ^ (PT) Sporting vs Sp. Braga - SAPO Desporto, in SAPO Desporto. URL consultato il 31 agosto 2017.
  13. ^ Fenerbahce, UFFICIALE: preso Nani dal Manchester United, su calciomercato.com. URL consultato il 2 luglio 2015.
  14. ^ L’ex United Nani accusa l’arbitro in diretta tv e viene espulso, su retepalermo.it. URL consultato il 9 luglio 2016 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2016).
  15. ^ (ES) COMUNICADO OFICIAL | El Valencia CF ficha a Nani #BienvenidoNani | Official Press, su officialpress.net. URL consultato il 31 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2017).
  16. ^ a b Le schede dei nuovi stranieri della Serie A: Nani (Lazio), su SpazioCalcio.it, 31 agosto 2017.
  17. ^ Comunicato 31.08.17, su sslazio.it. URL consultato il 31 agosto 2017 (archiviato dall'url originale il 31 agosto 2017).
  18. ^ Stefano Cieri, Benevento-Lazio 1-5: gol e 3 assist per Immobile. Nani, prima gioia in Serie A, La Gazzetta dello Sport, 29 ottobre 2017. URL consultato il 29 ottobre 2017.
  19. ^ L. Taidelli, "Calciobidone" Kalinic, Howedes, Nani e... ballerine: il peggio del 2017-'18, in La Gazzetta dello Sport, 20 agosto 2019. URL consultato il 28 agosto 2019.
  20. ^ (EN) Orlando City SC Signs Four-Time Premier League Champion, UEFA Euros Champion Nani, su orlandocitysc.com. URL consultato il 31 maggio 2023.
  21. ^ Nani al Venezia, su veneziafc.it. URL consultato il 14 gennaio 2022.
  22. ^ Francesco Velluzzi, Emozioni e parità tra Venezia ed Empoli, con una magia del neo arrivato Nani, su La Gazzetta dello Sport, 16 gennaio 2022. URL consultato il 10 gennaio 2023.
  23. ^ Risoluzione consensuale per Luís Nani, su Venezia FC, 8 luglio 2022. URL consultato l'8 luglio 2022.
  24. ^ (EN) Melbourne Victory Signs Portuguese Legend Luis Nani, su melbournevictory.com.au, 12 luglio 2022. URL consultato il 12 luglio 2022.
  25. ^ (EN) Injury Update: Luis Nani, su Melbourne Victory, 7 gennaio 2023. URL consultato il 10 gennaio 2023.
  26. ^ (EN) Injury shocker: ALM star Nani ruptures ACL, su ESPN.com, 8 gennaio 2023. URL consultato il 10 gennaio 2023.
  27. ^ Michele Pavese, Rottura del legamento crociato per Nani. Il tecnico del Victory: "Perdita incredibile per noi", su TUTTOmercatoWEB.com, 10 gennaio 2023. URL consultato il 10 gennaio 2023.
  28. ^ (EN) Luis Nani departs Melbourne Victory, su melbournevictory.com.au, 30 maggio 2023. URL consultato il 31 maggio 2023.
  29. ^ (TR) Kulübümüz, Luis Nani ile 1+1 yıllık resmi sözleşme imzalamıştır., su twitter.com. URL consultato il 14 luglio 2023.
  30. ^ Francesco Schirru, Nani all'Adana Demirspor: ufficiale il trasferimento in Turchia dell'ex Lazio | Goal.com Italia, su Goal.com, 14 luglio 2023. URL consultato il 14 luglio 2023.
  31. ^ Mondiali 2014, Usa-Portogallo 2-2, su gazzetta.it, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014.
  32. ^ Il Portogallo si salva allo scadere, su rsi.ch, 23 giugno 2014. URL consultato il 23 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 29 luglio 2014).
  33. ^ (PT) Euro-2016: os 23 convocados, su fpf.pt. URL consultato il 18 maggio 2016 (archiviato dall'url originale il 21 maggio 2016).
  34. ^ Euro 2016, Portogallo campione: 1-0 alla Francia, Eder gol ai supplementari, su gazzetta.it, 10 luglio 2016. URL consultato l'11 luglio 2016.
  35. ^ Nel terzo turno preliminare contro l'Udinese.
  36. ^ Nel terzo turno preliminare contro lo Šachtar.
  37. ^ 2 presenze nel quarto turno preliminare contro l'Atromītos.
  38. ^ a b c d Stagione regolare+Play-off per il campionato.
  39. ^ 3 presenze nel fase a gironi, 4 presenze nella fase a eliminazione diretta.
  40. ^ 1 gol nella fase a gironi, 2 gol nella fase a eliminazione diretta.
  41. ^ 100ª presenza
  42. ^ 1º titolo europeo

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Nani, su UEFA.com, UEFA. Modifica su Wikidata
  • (EN) Nani, su national-football-teams.com, National Football Teams. Modifica su Wikidata
  • (DEENIT) Nani, su Transfermarkt, Transfermarkt GmbH & Co. KG. Modifica su Wikidata
  • Nani, su it.soccerway.com, Perform Group. Modifica su Wikidata
  • Nani, su smr.worldfootball.net, HEIM:SPIEL Medien GmbH. Modifica su Wikidata
  • (EN) Nani, su soccerbase.com, Racing Post. Modifica su Wikidata
  • (FR) Nani, su lequipe.fr, L'Équipe 24/24. Modifica su Wikidata
  • (ENPT) Nani, su ForaDeJogo.net (archiviato dall'url originale il 1º gennaio 2021). Modifica su Wikidata
  • (ENESCA) Nani, su BDFutbol.com. Modifica su Wikidata
  • (ENRU) Nani, su eu-football.info. Modifica su Wikidata
  • (ES) Nani, su AS.com. Modifica su Wikidata