Provincia di Roma

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Provincia di Roma
provincia
Provincia di Roma – Stemma Provincia di Roma – Bandiera
Palazzo Valentini, sede della Provincia.
Palazzo Valentini, sede della Provincia.
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Amministrazione
Capoluogo Roma
Presidente Riccardo Carpino (Commissario prefettizio) dal 01/10/2013
Data di istituzione 1870
Territorio
Coordinate
del capoluogo
41°53′35″N 12°28′58″E / 41.893056°N 12.482778°E41.893056; 12.482778 (Provincia di Roma)Coordinate: 41°53′35″N 12°28′58″E / 41.893056°N 12.482778°E41.893056; 12.482778 (Provincia di Roma)
Superficie 5 363,28[1] km²
Abitanti 4 331 856[2] (30-06-2014)
Densità 807,69 ab./km²
Comuni 121 comuni
Province confinanti Frosinone, Latina, L'Aquila, Rieti, Viterbo
Altre informazioni
Cod. postale 00118-00199 (Roma), 00010-00069 (provincia)
Prefisso 06, 0761, 0765, 0766, 0774, 0769 (Saxa Rubra)
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 058
Targa ROMA, RM
PIL procapite (nominale) 32 688
Cartografia

Provincia di Roma – Localizzazione

Sito istituzionale

La provincia di Roma è una provincia italiana del Lazio[3], la più popolosa d'Italia. Si estende su una superficie di 5 363 k e comprende 121 comuni.

Confina a nord con la provincia di Viterbo, a nord-est con la provincia di Rieti, ad est con la provincia dell'Aquila e la provincia di Frosinone, a sud-est con la provincia di Latina e ad ovest e a sud con il mar Tirreno.

Al suo interno si trova la Città del Vaticano.

La sede istituzionale della provincia è Palazzo Valentini a Roma.

Il PIL pro capite nominale, secondo dati Unioncamere relativi al 2009, si attesta sui 32 688 .[4]

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Territorio[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Roma con i suoi oltre 5 000 k, copre quasi un terzo del territorio del Lazio. Geograficamente occupa tutta la zona pianeggiante dell'Agro Romano e della Valle del Tevere e dell'Aniene fino ai monti Sabini e Lucretili, a cui si aggiungono le zone montuose dei Monti della Tolfa e dei Monti Sabatini a nord-ovest, la zona dei monti Tiburtini, Prenestini e Simbruini a est, la zona dei Colli Albani e delle propaggini settentrionali dei monti Lepini e l'alta valle del Sacco a sud-est. Il limite ovest della provincia è rappresentato dal Mar Tirreno su cui si sviluppa per circa 130 km il Litorale Romano da Civitavecchia a Torre Astura. Nel territorio si trovano diversi laghi, quasi tutti di origine vulcanica, che si concentrano nella zona nord-ovest dei monti Sabatini ed in quella sud-est dei Colli Albani. Quasi un quarto (1 287 k) della sua superficie rientra nel comune di Roma.

Idrografia[modifica | modifica wikitesto]

Fiumi[modifica | modifica wikitesto]

Il principale fiume della Provincia di Roma è il Tevere di cui appartengono alla provincia i bacini idrografici del medio e basso percorso, da Ponzano Romano alla foce.

Il secondo fiume per importanza è l'Aniene, che confluisce nel Tevere presso Roma. Il suo corso si sviluppa quasi interamente nel territorio della provincia di Roma.

Altri fiumi minori i cui bacini sono in tutto o in parte all'interno della provincia di Roma sono:

Laghi[modifica | modifica wikitesto]

Nella provincia di Roma si trovano tre dei cinque principali laghi del Lazio e precisamente:

Laghi minori sono:

Mare[modifica | modifica wikitesto]
La spiaggia di Ladispoli

La provincia di Roma è lambita ad ovest dal Mar Tirreno, con una costa di circa 133 km, compresa in 11 dei 121 comuni, situati tra Civitavecchia e Torre Astura, nei pressi di Nettuno e non lontana dalla foce dell'omonimo torrente, che segna il confine con la provincia di Latina.

Il litorale presenta una conformazione bassa e sabbiosa, con la sola eccezione di Capo Linaro a Santa Marinella, costituito da rocce; altra caratteristica di questa costa è il colore della rena, che spazia dagli ambrati lidi dell'area meridionale, di Santa Severa, Santa Marinella e Civitavecchia, a quelli più scuri, diffusi tra Palidoro e Marina di Cerveteri.

Torre Astura a Nettuno

Un mare, quello della provincia di Roma, frequentato soprattutto dagli abitanti del capoluogo e delle zone limitrofe, più volte premiato dalla FEE con la Bandiera Blu (Anzio per le spiagge, Nettuno, Civitavecchia e Lido di Ostia per i rispettivi porti), e caratterizzato da numerose torri e fortificazioni, che si ergono su tutta la costa; tra di esse il Castello di Santa Severa, il Castello di Palo a Ladispoli, Tor San Lorenzo ad Ardea e Torre Astura e il Forte Sangallo a Nettuno sono i più conosciuti.

Orografia[modifica | modifica wikitesto]

L'orografia della Provincia di Roma è composta da tre sistemi montuosi principali:

La cima più alta della provincia si trova sui monti Simbruini con il Monte Autore (1 855 m) in località Vallepietra, altre cime importanti si trovano sui Monti Lucretili con il Monte Pellecchia (1 368 m) ed il Monte Gennaro (1 271 m). Oltre ai suddetti gruppi montuosi sono da menzionare il Monte Soratte ed i Monti Cornicolani, che costituiscono la cosiddetta Dorsale Tiberina, una dorsale carbonatica risalente al periodo meso-cenozoico.

Aree naturalistiche[modifica | modifica wikitesto]

Clima[modifica | modifica wikitesto]

Il clima varia molto da zona a zona in funzione delle caratteristiche morfologiche del territorio. Abbiamo quindi:

  • clima mediterraneo nella fascia costiera a ovest,
  • clima continentale attenuato nelle zone interne a est.

Le temperature quindi diminuiscono da ovest verso est, mentre aumentano i valori di piovosità, che passano da circa 700 mm/anno nella zona litoranea, a circa 1500 mm/anno nella zona di monti Sabini e Simbruini.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Storia del Lazio.

La provincia di Roma venne istituita nel 1870 in seguito alla conquista dello Stato Pontificio da parte del Regno d'Italia. Inizialmente era suddivisa nei cinque circondari di Roma, di Civitavecchia, di Frosinone, di Velletri e di Viterbo, corrispondenti alle vecchie delegazioni pontificie[5]. Le prime elezioni provinciali si tennero il 13 novembre.[6]

Nel 1923 venne aggregato alla provincia di Roma il circondario di Rieti, già appartenente alla provincia di Perugia[7].

Nel 1927 il territorio provinciale venne fortemente ridotto per l'istituzione delle nuove provincie di Frosinone, di Rieti e di Viterbo[8]; dopo pochi mesi i comuni di Amaseno, Castro dei Volsci e Vallecorsa vennero ceduti alla provincia di Frosinone, e il comune di Monte Romano alla provincia di Viterbo[9].

Nel 1934 il territorio provinciale venne ulteriormente ridotto per l'istituzione della nuova Provincia di Latina.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Chiese e conventi[modifica | modifica wikitesto]

Il numero della chiese presenti nel territorio provinciale è enorme: solo nel comune di Roma le parrocchie sono 341[10] e si calcola esistano oltre 900 chiese, santuari, oratori e cappelle; nelle diocesi suburbicarie, le parrocchie sono 297.[11]

Sicuramente, meritano una particolare attenzione turistica le quattro basiliche papali di Roma[12].

Inoltre, sempre nella città di Roma hanno sede 31 chiese nazionali rette dalle varie comunità dei paesi dove vivono dei cattolici[13], 21 chiese regionali rette da comunità provenienti dalle varie regioni d'Italia[14] e 12 chiese cattoliche officiate in rito orientale.[15]

Le chiese di Roma e provincia di distinguono tutte per interesse storico, archeologico, artistico o religioso, ma vanno particolarmente menzionate, per la rilevanza indiscutibile che rivestono, oltre alle quattro basiliche papali (elencate in grassetto), i seguenti edifici:

Provincia di Roma-Stemma.png ChristianitySymbol.PNG Chiese, santuari e oratori
Affile Parrocchiale di Santa Felicita
Albano Laziale Basilica Cattedrale di San Pancrazio
Santuario di Santa Maria della Rotonda
Ariccia Collegiata di Santa Maria Assunta
Capena Chiesa di San Michele Arcangelo
Castel Gandolfo Collegiata Pontificia di San Tommaso da Villanova
Colleferro Chiesa di Santa Barbara
Fiano Romano Chiesa di Santa Maria ad Pontem
Frascati Chiesa del Gesù
Basilica Cattedrale di San Pietro
Genzano di Roma Collegiata della Santissima Trinità
Grottaferrata Chiesa Abbaziale di Santa Maria
Lanuvio Collegiata di Santa Maria Maggiore
Marcellina Santuario della Madonna delle Grazie
Marino Basilica Collegiata di San Barnaba
ex chiesa di Santa Lucia
Mentana Chiesa di San Nicola
Monte Compatri Parrocchiale di Santa Maria Assunta
Nemi Santuario del Santissimo Crocifisso
Rocca di Papa Parrocchiale di Santa Maria Assunta
Convento di Santa Maria ad Nives di Palazzolo
Roma Basilica di San Giovanni in Laterano
Basilica di San Pietro in Vaticano
Basilica di San Paolo fuori le mura
Basilica di Santa Maria Maggiore
Basilica di San Lorenzo fuori le Mura
Basilica di Santa Croce in Gerusalemme
Basilica di San Sebastiano fuori le mura
Basilica di San Pietro in Vincoli
Basilica di San Clemente al Laterano
Basilica di Santa Maria in Cosmedin
Basilica di Santa Prassede
Chiesa di San Giorgio al Velabro
Basilica di Santa Maria in Trastevere
Basilica dei Santi Quattro Coronati
Basilica di Santa Maria sopra Minerva
Basilica di Santa Maria del Popolo
Basilica di Santa Maria degli Angeli
Chiesa di San Luigi dei Francesi
Chiesa di Sant'Agostino
Chiesa del Gesù
Chiesa di Sant'Ignazio di Loyola
Chiesa Nuova
Basilica di Sant'Andrea della Valle
Chiesa di Sant'Agnese in Agone
Chiesa di San Carlo alle Quattro Fontane
Chiesa di Sant'Andrea al Quirinale
Chiesa di Sant'Ivo alla Sapienza
Chiesa della Grande Madre di Dio
Chiesa di Dio Padre Misericordioso
Santuario della Madonna del Divino Amore
Abbazia delle Tre Fontane
San Polo dei Cavalieri Chiesa di Santa Liberata
Subiaco Monasteri Benedettini di Santa Scolastica e San Benedetto
Velletri Basilica Cattedrale di San Clemente
Chiesa di Santa Maria del Trivio
Vicovaro Chiesa di Santa Maria delle Grazie
Il cassetto delle foto delle architetture religiose

Palazzi e ville[modifica | modifica wikitesto]

Le più famose ville della Provincia Romana:

Provincia di Roma-Stemma.png Apollon-icon.png Monumenti
Frascati Villa Aldobrandini
Tivoli Villa Adriana
Villa d'Este
Villa Gregoriana

Trasporti e vie di comunicazione[modifica | modifica wikitesto]

Linee ferroviarie[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Stazione Roma Termini e Rete ferroviaria del Lazio.

Primo snodo ferroviario della provincia è la Stazione Termini di Roma, da cui si diramano le principali linee non solo regionali, ma anche nazionali.

Di qui passano, infatti, non solo le linee ad alta velocità per Milano, Firenze e Napoli, ma anche la ferrovia per l'Aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino e le linee regionali dirette ad Ancona, Genova e Pescara.

Altri importanti scali della Capitale sono la Stazione di Roma Tiburtina e Stazione di Roma Ostiense, per cui passano le linee principali delle Ferrovie regionali del Lazio e la linea metropolitana (futura linea F) diretta al Lido di Ostia.

Dalla Stazione di Roma San Pietro, non lontana dalla Basilica di San Pietro in Vaticano, invece partono le linee per Pisa, Viterbo e la Città del Vaticano.

Linee stradali[modifica | modifica wikitesto]

Autostrade[modifica | modifica wikitesto]

La provincia di Roma è servita da cinque autostrade:

Strade statali e provinciali[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Strade provinciali della provincia di Roma.
« Tutte le strade pórteno a Roma »
(proverbio romano)

Dal Campidoglio, seguendo il tracciato originario, costruito dai romani, si diramano le principali strade statali italiane, meglio conosciute come strade consolari. Ciascuna di esse, uscendo dalla Capitale, segue una direzione precisa:

Oltre alle più note consolari, altre strade statali che attraversano la provincia sono:

Porti e aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Porti[modifica | modifica wikitesto]

Il porto di Civitavecchia

Primo scalo della provincia, nonché della regione Lazio, è il porto di Civitavecchia, da cui partono i collegamenti marittimi con Malta, la Spagna, la Sardegna, la Sicilia e la Tunisia. Altrettanto importante è il porto di Fiumicino, situato a non molta distanza da Roma.

Di rilevanza prettamente turistica sono il nuovo porto di Ostia e il porto di Anzio, da cui è possibile raggiungere l'arcipelago Pontino, il porto turistico di Nettuno. Inaugurato nel 1986, con i suoi 800 posti barca, 14 pontili e 3000 metri di molo, ha raggiunto l'obiettivo di essere uno dei maggiori porti turistici del Tirreno.

Aeroporti[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Aeroporto Leonardo Da Vinci e Aeroporto di Roma-Ciampino.
La pista dell'aeroporto di Ciampino

L'aeroporto principale della provincia è quello di Roma-Fiumicino, intitolato alla memoria di Leonardo Da Vinci, con oltre 38 milioni di passeggeri l'anno.

Secondo è il "Giovanni Battista Pastine" di Ciampino, frequentato prevalentemente dalle compagnie aeree a basso costo e da 4 milioni di passeggeri. Altri scali civili sono l'aeroporto dell'Urbe e quello di Aquino.

Di notevole rilevanza sono gli aeroporti militari Pratica di Mare e Guidonia.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Qualità della vita[modifica | modifica wikitesto]

Anno Qualità della Vita (Sole 24 Ore) Qualità della Vita (Italia Oggi) Rapporto Ecosistema Urbano (Legambiente)
2008 28º (−20) 29º (+29) 55º (+5)
2009 24º (+4) 82º (−53) 70º (−15)


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Prefetti della provincia di Roma.

Fra le proprietà immobiliari della Provincia si ricorda Palazzo Incontro, a Roma, restaurato dall'amministrazione provinciale nel 2006 ed attualmente in uso come ambiente espositivo.

Periodo Presidente Partito Carica Note
29 novembre 1998 25 maggio 2003 Silvano Moffa Alleanza Nazionale Presidente
26 maggio 2003 11 febbraio 2008 Enrico Gasbarra La Margherita, poi PD Presidente
12 febbraio 2008 27 aprile 2008 Marisa Troise Zotta Commissario prefettizio
28 aprile 2008 29 dicembre 2012 Nicola Zingaretti Partito Democratico Presidente
30 dicembre 2012 1 ottobre 2013 Umberto Postiglione Commissario prefettizio
1 ottobre 2013 in carica Riccardo Carpino Commissario prefettizio

Comuni[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Armoriale dei comuni della provincia di Roma.
Gonfalone della Provincia di Roma

Appartengono alla provincia di Roma i seguenti 121 comuni:

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Comuni più popolosi[modifica | modifica wikitesto]

Roma è il comune più esteso e popolato della provincia. Ultimo per popolazione è Vivaro Romano con 177 abitanti; ultimo per estensione è Colonna con 3,55 km².

Di seguito è riportata la lista dei comuni della provincia di Roma con popolazione superiore ai 30 000 abitanti:

Stemma Comune di Popolazione
(ab)
Superficie
(km²)
Densità
(ab/km²)
Roma-Stemma.png Roma 2 866 733 1287,36 2227
Guidonia Montecelio-Stemma.png Guidonia Montecelio 88 238 79,47 1110
Fiumicino-Stemma.png Fiumicino 75 378 213,89 352
Pomezia-Stemma.png Pomezia 61 207 86,57 707
Tivoli-Stemma.png Tivoli 56 568 68,65 824
Anzio-Stemma.png Anzio 53 760 43,65 1232
Velletri-Stemma.png Velletri 52 998 118,23 448
Civitavecchia-Stemma it.png Civitavecchia 52 942 73,74 718
Ardea-Stemma.png Ardea 48 495 72,09 673
Nettuno (Italia)-Stemma.png Nettuno 48 346 71,64 675
Marino (Italia)-Stemma.png Marino 41 789 24,19 1728
Albano Laziale-Stemma.png Albano Laziale 40 828 23,80 1715
Monterotondo-Stemma.png Monterotondo 40 522 40,94 990
Ladispoli-Stemma.png Ladispoli 40 022 25,95 1542
Ciampino-Stemma.png Ciampino 38 226 13,00 2940
Cerveteri-Stemma.png Cerveteri 37 258 134,32 277
Fonte Nuova-Stemma.png Fonte Nuova 31 755 19,94 1593

Comunità montane[modifica | modifica wikitesto]

Nella provincia di Roma sono presenti cinque comunità montane.

Cittadini stranieri[modifica | modifica wikitesto]

Al 31 dicembre 2010 i cittadini stranieri residenti in provincia di Roma sono 442 818. I gruppi più numerosi sono quelli di:

fonte Istat

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ ISTAT - Superficie dei comuni, province e regioni al Censimento 2011
  2. ^ Dato ISTAT al 30-06-2014
  3. ^ Bilancio Demografico anno 2012, dati ISTAT
  4. ^ Pil pro capite nominale province italiane, dati Unioncamere 2010
  5. ^ Regio Decreto 15 ottobre 1870, n. 5929
  6. ^ [1]
  7. ^ Regio Decreto 4 marzo 1923, n. 545
  8. ^ R.D.L. 2 gennaio 1927, n. 1, art. 1
  9. ^ R.D.L. 31 marzo 1927, n. 468, art. 1
  10. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle parrocchie per codice diocesano
  11. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle parrocchie delle sedi suburbicarie
  12. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle basiliche papali
  13. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle chiese nazionali
  14. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle chiese regionali
  15. ^ Vicariato di Roma - Elenco delle chiese cattoliche officiate in rito orientale

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]