San Vito Romano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Vito Romano
comune
San Vito Romano – Stemma San Vito Romano – Bandiera
Scalinata
Scalinata
Dati amministrativi
Stato Italia Italia
Regione Lazio Coat of Arms.svg Lazio
Provincia Provincia di Roma-Stemma.png Roma
Sindaco Amedeo Rossi (centrosinistra) dal 14/06/2004
Territorio
Coordinate 41°53′00″N 12°59′00″E / 41.883333°N 12.983333°E41.883333; 12.983333 (San Vito Romano)Coordinate: 41°53′00″N 12°59′00″E / 41.883333°N 12.983333°E41.883333; 12.983333 (San Vito Romano)
Altitudine 720 m s.l.m.
Superficie 12,72 km²
Abitanti 3 320[1] (31-07-2013)
Densità 261,01 ab./km²
Comuni confinanti Bellegra, Capranica Prenestina, Genazzano, Olevano Romano, Pisoniano
Altre informazioni
Cod. postale 00030
Prefisso 06
Fuso orario UTC+1
Codice ISTAT 058100
Cod. catastale I400
Targa RM
Cl. sismica zona 2B (sismicità media)
Cl. climatica zona E, 2 488 GG[2]
Nome abitanti Sanvitesi
Patrono San Vito, san Biagio
Giorno festivo 15 giugno, 3 febbraio
Localizzazione
Mappa di localizzazione: Italia
San Vito Romano
Posizione del comune di San Vito Romano nella provincia di Roma
Posizione del comune di San Vito Romano nella provincia di Roma
Sito istituzionale

San Vito Romano (Santuitu in dialetto sanvitese) è un comune italiano di 3.320 abitanti[3] della provincia di Roma nel Lazio.

Si trova nell'area dei Monti Prenestini, a 50 km dal capoluogo di provincia: Roma. Gli abitanti si chiamano sanvitesi (santuitisi in dialetto).

Geografia fisica[modifica | modifica sorgente]

Territorio[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Geografia del Lazio.

Il comune sorge sui Monti Prenestini, non distante dal Monte Guadagnolo. La morfologia del territorio è collinare.

Il mar Tirreno si trova invece a circa 75 km. La prima località marittima più vicina è Nettuno, quindi Anzio.

Il centro urbano si trova a 655 m , mentre il punto più alto del Comune, tocca quota 720 m .

Nel territorio comunale scorre il fiume Sacco.

Clima[modifica | modifica sorgente]

Gli inverni sono freddi, umidi e nebbiosi, in quanto è circondato da castagni. La nevicata del 2012 ha sfiorato il metro e mezzo di altezza. L'estate è fresca.

Storia[modifica | modifica sorgente]

Per molti anni fino all'avvicinarsi dell'anno mille gli abitanti di San Vito Romano vissero tranquillamente, pensando solo a costruire nuovi edifici e al perfezionamento della difesa del paese in cui vivevano. Essi eleggevano come loro capi gli uomini che ritenevano più saggi. Però, nell'anno 1084 furono sottomessi dal Signore di Paliano.

In seguito il Signore di Paliano diventò monaco benedettino di Subiaco, così il paese divenne proprietà dei monaci. Essi decisero di cambiare il nome al paese e lo denominarono "San Vito", perché vi portarono i resti di un giovane di nome Vito, fatto uccidere dall'imperatore Diocleziano, perché era un cristiano.In quel periodo il paese era amministrato da "Seniores", uomini anziani ed esperti di vita, eletti dal popolo.

I monaci non possedendo un esercito per difendere gli abitanti di San Vito Romano, furono costretti a vendere il paese ai principi Colonna che risiedevano a Genazzano.

Monumenti e luoghi di interesse[modifica | modifica sorgente]

Architetture militari[modifica | modifica sorgente]

  • Castello Theodoli

Architetture religiose[modifica | modifica sorgente]

  • Chiesa dei Santi Sebastiano e Rocco
  • Chiesa di San Biagio Martire
  • Chiesa di San Vito Martire
  • Chiesa di Santa Maria de Arce
  • Santuario della Madonna di Compigliano

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti[4]

Tradizioni e folclore[modifica | modifica sorgente]

  • Festa patronale di san Biagio; fiera e distribuzione di ciambelle all' anice.
  • Festa patronale di san Vito con tradizionale infiorata e processione.
  • Festa della Madonnina con caratteristica infiorata.

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Persone legate a San Vito Romano[modifica | modifica sorgente]

  • Guido Baccelli (Roma 1830 - Roma 1916), medico e uomo politico, visse a San Vito Romano;
  • Corrado Augias (Roma 1935), giornalista, scrittore e uomo politico sfollato a San Vito Romano durante la guerra;

Eventi[modifica | modifica sorgente]

  • Sagra della Pizza e Broccoletti
  • Festa degli Alberi a novembre
  • Festa ciambelletto e vino rosso

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Nel 1872 San Vito cambia denominazione in San Vito Romano.

Gemellaggio[modifica | modifica sorgente]

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica sorgente]

Sport[modifica | modifica sorgente]

Calcio[modifica | modifica sorgente]

L' A.S.D. Sanvitese Calcio è una società sportiva dilettantistica di calcio che gioca le partite casalinghe presso il Campo Comunale militante in Prima Categoria.

Hockey[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Club Hockey Libero San Vito 1967.

Il Club Hockey Libero San Vito 1967 è una società sportiva di hockey su prato che gioca le partite casalinghe presso il Campo Comunale militante in Serie A2.

Personalità sportive legate a San Vito Romano[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ [1] - Popolazione residente al 31 luglio 2013.
  2. ^ Tabella dei gradi/giorno dei Comuni italiani raggruppati per Regione e Provincia in Legge 26 agosto 1993, n. 412, allegato A, Ente per le Nuove Tecnologie, l'Energia e l'Ambiente, 1 marzo 2011, p. 151. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ [2].
  4. ^ Statistiche I.Stat - ISTAT;  URL consultato in data 28-12-2012.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Maria Chiaba: "Alle origini della Nuova Roma: Martino V(1417-1431)" in Atti del Convegno, Roma 2-5 marzo 1992, Nuovi Studi Storici Palazzo Borromini
  • Donatella Fiorani:,"Chiesa dei Ss. Sebastiano e Rocco in San Vito Romano" in Storia e restauro, 2003, Ed. Gangemi

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Lazio Portale Lazio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lazio