James Gordon

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James Worthington Gordon
Jim Gordon (Gary Oldman) in Il cavaliere oscuro
Jim Gordon (Gary Oldman) in Il cavaliere oscuro
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore DC Comics
1ª app. maggio 1939
1ª app. in Detective Comics n. 27
Interpretato da
Voci orig.
Voce italiana *Bruno Persa (in Batman film 1966)
Sesso Maschio
Parenti
  • Barbara Eileen Gordon (ex-moglie)
  • James Gordon Jr. (figlio)
  • Barbara Gordon (nipote e figlia adottiva)
  • Sarah Essen (seconda moglie, deceduta)
« Forse...forse posso dar loro qualcosa in cui credere. Forse lui... può dar loro qualcosa in cui credere! »
(James Gordon nel videogioco Batman: Arkham Origins)

James Worthington "Jim" Gordon è un personaggio dei fumetti, creato da Bob Kane e Bill Finger nel 1939 sul numero 27 di Detective Comics. È tra i personaggi più importanti dei fumetti di Batman.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

James Gordon è un alto ufficiale della polizia di Gotham City.

Nel corso della sua carriera, si è costruito una forte reputazione quale uomo e poliziotto onesto e leale. Riceve molti encomi, e diviene famoso per i suoi metodi poco violenti ma risolutivi.

Il suo fervente idealismo lo porta a scontrarsi ripetutamente con i numerosi e potenti membri corrotti del distretto di polizia di Gotham City, prezzolati dai capi delle tre famiglie mafiose gothamite.

Diventa in gran segreto un amico e prezioso referente di Batman, di cui però pubblicamente è costretto a contestare la figura per motivi di prudenza: il fenomeno del vigilantismo, per lui, è il primo passo prima dell'anarchia.

James Gordon secondo Miller[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Batman: Anno uno.

Frank Miller fornisce la sua personale versione di Gordon in Batman: Anno uno. Il tenente Gordon, ringiovanito rispetto alla versione originaria, viene distaccato a Gotham City da Chicago, dopo gravi problemi avuti con i colleghi. Giunto al nuovo dipartimento, dove viene promosso a capitano, si fa immediatamente dei nemici potenti, dal commissario Loeb al detective Arnold Flass, nonché il pericolosissimo boss mafioso Carmine Falcone.

Diventa un grande amico di Harvey Dent, fino a quando non diviene il criminale chiamato Due Facce, e di Bruce Wayne, del quale apprende la perdita tragica dei genitori da bambino, ma non l'identità segreta di Batman.

Quando il giustiziere della notte inizia a operare per le strade della città, seminando il terrore più profondo nel cuore dei criminali e dei corrotti, egli nutre una grande soggezione nei riguardi di questo anonimo individuo mascherato da pipistrello, convinto com'è che un vigilante dimostri chiaramente l'inadeguatezza delle istituzioni legali di Gotham City.

Gordon e Batman diventano amici molto presto ma in forma segreta. In svariate occasioni, essi rappresentano un valido appoggio l'uno per l'altro.

Il segno tangibile della loro amicizia è il Batsegnale, un riflettore su cui è stato sigillato l'emblema del pipistrello, mezzo con cui il poliziotto può chiamare Batman per affidargli le missioni che la polizia, da sola, non riesce ad affrontare.

Il poliziotto intrattiene una breve relazione extraconiugale con l'agente Sarah Essen, che sposerà in seconde nozze dopo il divorzio dalla moglie Barbara, da cui ha avuto un figlio, James Jr.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics