Enigmista

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando il romanzo giallo di John Verdon, vedi L'enigmista.
Enigmista
Frank Gorshin nella serie TV degli anni sessanta.
Frank Gorshin nella serie TV degli anni sessanta.
Nome orig. Riddler
Lingua orig. Inglese
Alter ego
  • Edward Nigma
  • Edward Nashton
Autori
Editore DC Comics
1ª app. 1948
1ª app. in Detective Comics n. 140
Interpretato da
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio
Abilità
  • Genio del crimine e di enigmi di ogni genere
  • Elevata intelligenza (una delle persone più intelligenti del mondo)
  • Esperto detective, con eccezionali doti analitiche e deduttive
  • Esperto dei giochi mentali e della manipolazione
  • Esperto di escapologia
  • Inventore di svariate trappole meccaniche mortali
  • Estremamente colto in svariati campi
« Indovina, indovinello: chi ha paura di un bel pipistrello? »
(Enigmista in Batman Forever)

L’Enigmista, il cui vero nome è Edward Nigma (o Edward Nashton), è un personaggio dei fumetti della DC Comics, creato da Bill Finger e Dick Sprang, apparso per la prima volta su Detective Comics numero 140, nel 1948. È uno dei più famosi nemici di Batman. Si è classificato al cinquantanovesimo posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti secondo IGN[1]. Nella versione italiana dei primi cartoni di Batman viene chiamato Indovino.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Prima piccolo inventore frustrato e poi truffatore di mezza tacca, Edward Nigma (o Eddie Nashton) assume l'identità dell'Enigmista, un criminale egocentrico e surreale che ha come scopo principale svelare l'identità segreta di Batman, oggetto dei suoi crimini astuti e intriganti, caratterizzati da indovinelli, rebus e giochi di intelligenza spesso mortali. Sull'esempio di Arsenio Lupin, intraprende la carriera criminale per dimostrare al mondo la sua presunta intelligenza. Ogni colpo che compie ha l'obiettivo di portare Batman sulla pista sbagliata, rivelandone il punto debole e la vera identità.

L'Uomo Pipistrello, sfoggiando il proprio acume investigativo, riesce a parare i complicatissimi colpi dell'Enigmista e a svelare il mistero che si cela dietro i suoi contorti intrighi criminali. Di tutto l'Arkham Asylum, l'Enigmista risulta uno dei più interessanti e insoliti detenuti. Durante una delle sue prigionie ad Arkham Asylum entrò in ottimi rapporti con il cappellaio,dicendogli che entrambi avevano una passione:la mente. Organizzerà una grande evasione da Arkham, mentre Batman era occupato a riportare i criminali in cella, il cappellaio e l'enigmista entrarono nella batcaverna, mettendo fuori gioco Alfred con del gas rubato a Joker, e poi distruggendola e lasciando poi uno dei suoi indovinelli. Batman curerà alfred e risolverà l'indovinello,andando al rifugio dell'enigmista, dove si ritroverà a combattere alcuni scagnozzi con copricapo, trovando l'enigmista seduto sul trono, col cappellaio alla sua destra. Batman sconfiggerà facilmente gli scagnozzi e, dopo una battaglia all'ultimo sangue, Nigma, per poi riportarlo ad Arkham.

Nella storia Gotham Underground l'Enigmista mostra un'amicizia col Pinguino, il quale lo considera l'unico criminale di Gotham oltre a lui con classe e stile[2].

Hush[modifica | modifica wikitesto]

Nigma, che all'inizio dava filo da torcere a Batman, dopo anni di malefatte era diventato ormai un criminale di serie B e per il Cavaliere Oscuro sconfiggerlo era ormai una routine. Questo fatto, insieme all'ossessione di scoprire l'identità dell'eroe (come visto in Catwoman: When in Rome), lo preoccupò così tanto che finì per ammalarsi di cancro al cervello. Con pochi mesi di vita, Eddie conobbe fortunatamente il dottor Thomas Elliot, vecchio amico di Bruce Wayne. Il dottore rubò un Pozzo di Lazzaro a Ra's al Ghul e vi immerse l'ormai morente Enigmista. Quando uscì non solo era guarito, ma era anche più intelligente di prima e intuì la vera identità di Batman (Bruce Wayne). Elliot colse l'occasione al volo: anni prima aveva orchestrato un incidente per uccidere i propri genitori e appropriarsi della loro eredità, ma il padre di Bruce, che era un medico, salvò sua madre.

Quella era l'occasione perfetta per vendicarsi e, insieme all'Enigmista, arruolò un esercito di criminali tra cui Poison Ivy, Catwoman, Killer Croc, Harley Quinn, Joker, Due Facce, Spaventapasseri e Clayface per sbarazzarsi dell'uomo pipistrello. Purtroppo qualcosa andò storto: Due Facce e Catwoman si rivoltarono contro gli alleati, Hush (identità segreta di Thomas Elliot stesso) finì apparentemente ucciso e Batman, con l'aiuto di Robin, Nightwing, Superman e della Cacciatrice, riuscì a riportare tutti i criminali in prigione. In seguito alla sconfitta, Eddie intuì anche la vera identità di Robin, il deceduto Jason Todd. Attraverso una copia di Jason, Eddie iniziò a tormentare Batman[3].

Nuovo Universo DC[modifica | modifica wikitesto]

Enigmista appare nel Nuovo Universo DC tra i super-criminali in fuga dall'Arkham Asylum sconfitti dall'attacco combinato di Batman e Nightwing.

Poteri e abilità[modifica | modifica wikitesto]

È privo di superpoteri ma ha una mente criminale dal quoziente intellettivo molto alto, che riesce a esprimere solo tramite complicatissimi indovinelli che spesso solamente Batman riesce a decifrare. Possiede varie armi tecnologiche, tra cui un bastone a forma di punto interrogativo, delle bombe, uno scudo energetico e una prigione rompicapo. La sua elevata cultura nel campo dell'ingegneria lo hanno reso un formidabile inventore: può costruire trappole meccaniche ed elettroniche letali di svariata natura. Le varie trappole e i vari gadgets non convenzionali da lui stesso ideati, sono merito della sua grande ricchezza accumulata nel corso degli anni passati come criminale. Non è fisicamente prestante, né molto abile nel combattimento, tuttavia è un eccellente escapologo oltre che un eccezionale detective, dotato di un'intelligenza deduttiva e analitica assai elevata, seconda solo a quella del Cavaliere Oscuro. Lo scopo principale dell'Enigmista è, oltre a ogni altra cosa, quello di superare in intelligenza Batman, ed essere il nuovo miglior detective del mondo. È uno dei pochi ad aver scoperto la vera identità di Batman, insieme a Bane, Hugo Strange e Ra's al Ghul, altri tre acerrimi nemici del Cavaliere Oscuro.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Jim Carrey (doppiato da Roberto Pedicini) ha interpretato l'Enigmista in Batman Forever (1995) di Joel Schumacher. Nell'ottobre del 1993 Robin Williams parlò del suo interesse per questo ruolo, come già aveva fatto per quello del Joker (finito poi a Jack Nicholson[4]). Nel giugno 1994 fu però Carrey ad essere scritturato. Conosciuto da Schumacher già prima di diventare famoso con Ace Ventura - L'acchiappanimali, venne ritenuto dal regista e dalla Warner «perfetto per la parte»[5]. L'attore dà una versione tendente al comico del personaggio, un folle ossessionato da Batman e desideroso di vendetta contro Bruce Wayne (che gli aveva rifiutato l'approvazione di un progetto), indossando un vestito verde con tanti ? (punti interrogativi) e un paio di occhiali disegnati sul volto. Alla fine del film, impazzito e deformato a causa della perdita dell'intelligenza che aveva rubato tramite il "Box" (un dispositivo per manipolare le attività cerebrali in modo da consentire, teoricamente, una migliore visione dei programmi televisivi), Edward Nigma viene arrestato da Batman e ricoverato nel manicomio criminale Arkham Asylum, dove trascorre il resto delle sue giornate delirando e affermando di essere Batman.

Il costume dell'Engimista farà una breve apparizione nel successivo Batman & Robin, nella scena in cui Bane va a recuperare la tuta di Mister Freeze.

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

Frank Gorshin e John Astin interpretarono il personaggio nella serie TV degli anni sessanta con Adam West.

Una versione animata del personaggio è presente nella serie animata Batman (doppiata in originale da John Glover e in italiano da Gianfranco Gamba). I creatori delle serie ammettono di aver usato molto poco il personaggio nella serie perché il suo carattere era troppo complicato e troppo bizzarro per il pubblico più giovane[6]. È presente con un look completamente diverso dal precedente (assomiglia molto a Marilyn Manson) anche nella più recente serie The Batman dove è doppiato in italiano da Daniele Demma. In questa versione viene chiamato col nome originale ossia Riddler.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

L'Enigmista appare nei seguenti videogiochi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Riddler is number 59, IGN.
  2. ^ Gotham Underground di Frank Tieri e Jim Califiore.
  3. ^ Batman n. 619
  4. ^ (EN) Cindy Pearlman, Flashes: No Joker in Entertainment Weekly, 17 dicembre 1993. URL consultato il 16 agosto 2008.
  5. ^ (EN) Mike Thomas, Hey, what about that man in the glass booth? in Chicago Sun-Times, 31 marzo 2003.
  6. ^ Comics Scene #43, di Starlog
DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics