Batman: Arkham Asylum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Arkham Asylum.

1leftarrow.pngVoce principale: Batman: Arkham.

Batman: Arkham Asylum
Batman Arkham Asylum - Logo.png
Logo del gioco
Sviluppo Rocksteady Studios
Pubblicazione Eidos Interactive, Warner Bros. Interactive Entertainment, DC Entertainment
Ideazione Paul Dini
Serie Batman: Arkham
Data di pubblicazione PlayStation 3, Xbox 360
USA 25 agosto 2009
Europa 28 agosto 2009
Microsoft Windows
USA 15 settembre 2009
Europa 18 settembre 2009
Mac Os X
USA 13 ottobre 2011
Europa 13 ottobre 2011
Genere Stealth, Avventura dinamica
Tema Fumetto DC Comics
Modalità di gioco Giocatore singolo
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 3, Xbox 360, Mac OS X
Distribuzione digitale Mac App Store, Steam
Motore grafico Unreal Engine 3.5
Motore fisico PhysX
Supporto Blu-ray Disc, DVD-DL
Seguito da Batman: Arkham City
(EN)
« Welcome to the Madhouse! »
(IT)
« Benvenuto in manicomio! »
(Tagline del videogioco)

Batman: Arkham Asylum è un videogioco sviluppato da Rocksteady Studios e pubblicato da Eidos Interactive, Warner Bros. Interactive Entertainment e DC Entertainment, basato sul supereroe della DC Comics, Batman. Si tratta del primo videogioco della saga videoludica di Batman: Arkham. Batman: Arkham Asylum è stato pubblicato: il 25 agosto 2009 in Nord America e il 28 in Europa, per le piattaforme PlayStation 3 e Xbox 360; il 15 settembre in Nord America e il 18 in Europa, per Microsoft Windows; il 13 ottobre 2011 in tutto il mondo, per Mac OS X.

Trama[modifica | modifica sorgente]

[modifica | modifica sorgente]

Dopo un inatteso passaggio di proprietà, la direzione del celebre manicomio di Gotham City, l'Arkham Asylum, è passata ad un ambiguo uomo d'affari, Quincy Sharp che ne ha promosso la ristrutturazione, aggiornandone le strutture con i più moderni ritrovati della tecnologia, sotto la sponsorizzazione della Wayne Enterprises. Ora l'Arkham è un centro d'eccellenza e di massima sicurezza in cui molti psicologi ambiziosi possono portare avanti le loro sperimentazioni in vari ambiti. Batman ha appena risolto una crisi causata dalla sua storica nemesi, Joker, il quale ha preso in ostaggio il sindaco di Gotham, ma si è poi arreso al vigilante mascherato senza opporre eccessiva resistenza. Inoltre un misterioso incendio è divampato nel locale carcere di BlackGate, cosa che ha costretto la polizia a trasferire centinaia di detenuti, tra i quali molti ex uomini di Joker, proprio nel manicomio di Arkham.

Arkham Asylum[modifica | modifica sorgente]

Batman raggiunge il manicomio con Joker come suo prigioniero e lo consegna alla polizia, ma qualcosa non quadra. L'eccessiva facilità con cui si è fatto catturare e il recente incidente di Blackgate potrebbero far parte di un piano più grande e così decide di scortare il criminale fin nella sua cella assieme al Commissario Jim Gordon. Purtroppo i suoi sospetti si rivelano presto fondati. Grazie alla collaborazione di alcuni corrotti all'interno dello staff di Arkham, il Joker ha reso possibile l'incidente di Blackgate e la penetrazione all'interno dei sistemi di sicurezza del manicomio della sua assistente Harley Quinn. Joker smette di fingere e aggredisce le guardie che lo stanno scortando in cella e le uccide, liberandosi. Batman subito gli si scaglia contro, ma anche la presenza del cavaliere oscuro rientra nei piani del folle criminale che lo semina facendolo scontrare con alcuni dei suoi uomini. Batman li sconfigge e lo insegue, ma viene ulteriormente rallentato dal maniaco omicida Victor Zsasz, che dopo essere stato liberato ha preso in ostaggio alcune delle guardie. In poco tempo Joker riesce a creare un caos totale: genera il panico a Gotham diffondendo la notizia di aver disseminato la città di bombe che farà esplodere se qualcun altro penetrerà nell'isola di Arkham, rilascia per il manicomio ogni sorta di pazzi e trappole falcidiando guardie e staff medico, distrugge ascensori ed accessi principali alle varie sezioni del manicomio e fa rapire il Commissario Gordon. Tutto questo sembra volto unicamente ad isolare il territorio dell'Arkham Asylum e a distrarre Batman, tenendolo occupato e distraendolo dal vero fulcro del piano.

Batman procede per i padiglioni del centro medico guidato da Oracolo, alias Barbara Gordon, preoccupata anche per le sorti del padre. In un androne, Batman si imbatte direttamente nella sua nemesi. Aprendo una porta di sicurezza, Joker sguinzaglia qualcosa di mostruoso: un uomo, gigantesco, deforme, orribilmente mutato da qualcosa che gli ha dato una forza ed una sembianza disumane. Lo scontro si rivela difficoltoso, ma all'improvviso la creatura muore a causa di un infarto. Joker sembra seccato ed afferma di aver bisogno di "più cavie" per poi sparire. Batman riprende la ricerca del commissario.

All'esterno di uno degli edifici, Bruce trova una pista: Gordon ha lasciato una scia di microtracce col tabacco della sua pipa. Seguendola si imbatte in un gruppo di medici presi in ostaggio dagli uomini del Joker. Batman nota subito come particolare attenzione sia stata rivolta ad una nuova dottoressa del manicomio, la dottoressa Penelope Young. Questa donna è una ricercatrice che si è stabilita nel rinnovato Arkham Asylum per sviluppare un misterioso progetto di ricerca chiamato Progetto Titan. Batman la libera, ma quando la interroga sul perché di tanta attenzione da parte del Joker lei si mostra reticente. Ora il Cavaliere Oscuro non ha tempo di approfondire e prosegue alla ricerca del commissario di polizia. Durante il suo percorso, Batman trova un gruppo di pazienti e guardie di Arkham in preda ad un terrore assoluto. Lì trova anche il cadavere del Commissario martoriato dai pazzi del manicomio. Bruce è distrutto, ma qualcosa avviene attorno a lui: il luogo sembra trasformarsi, sta avendo allucinazioni riguardanti i cadaveri dei suoi genitori. È il gas dello Spaventapasseri a causare le allucinazioni, tra cui anche quella del cadavere di Gordon. Lo Spaventapasseri si palesa e gli inietta una dose massiccia della sua droga psicotropa. Batman deve lottare contro le allucinazioni e le sue paure, ma alla fine riesce a riemergere, stremato. Lo Spaventapasseri è sparito. Bruce deve proseguire.

La pista di tabacco lo porta in un'enorme struttura all'interno del centro medico nella quale il Commissario è tenuto in ostaggio da Harley Quinn. Batman lo libera abbattendo Harley, finendo solo in un'altra trappola. La struttura enorme situata lì ospita una grave minaccia: Bane. Distrutto, quasi in fin di vita per dissanguamento, collegato ad un macchinario che ne drena dal sangue il Venom (la droga steroidea che gli conferisce la sua forza sovrumana). Con la poca forza che gli resta, Bane racconta di come sia stata la dottoressa Young a tirarlo fuori da BlackGate e a portarlo lì per sottoporlo ai suoi crudeli esperimenti. In un monitor compare Joker dal centro di controllo sicurezza del manicomio. Con una risata e la pressione di un tasto reimmette tutto il Venom nella circolazione di Bane ridonandogli la sua colossale forma fisica e scatenandone l'ira. Dopo uno scontro talmente violento da far crollare una parte del palazzo, Batman riesce a mettere K.O. il suo nemico. Fatto questo accompagna il Commissario Gordon su un traghetto che lo riporti in città. Lì potrà aiutare ad arginare il panico scatenato da Joker con le sue minacce terroristiche.

Rimasto solo sull'isola Batman si dirige verso una Batcaverna che aveva fatto costruire nelle caverne sottostanti il manicomio proprio per far fronte ad eventuali crisi improvvise. Qui fa delle ricerche sulla dottoressa Young e sul progetto Titan. Così scopre di come il progetto sia volto a sintetizzare un composto, il Titan, che sia una versione migliorata del Venom di Bane. È in grado di conferire la stessa forza sovrumana a chi lo assume causando in esso una mutazione permanente con una sola applicazione eliminando così la necessità di un serbatoio di stoccaggio come quello di Bane. Il principale finanziatore del progetto è un certo Jack White, uno degli pseudonimi più usati proprio dal Joker, interessato alla sostanza che gli consentirebbe di crearsi un esercito personale di sicari potenziati. Ma la dottoressa Young ha sospeso il progetto, vanificando l'investimento del Joker e costringendolo a venire all'Arkham per ottenere ciò che voleva e vendicarsi della dottoressa. Batman deve fermarlo e recarsi agli uffici amministrativi del manicomio per trovare i documenti relativi al progetto prima che lo faccia Joker.

Purtroppo la missione si rivela una corsa contro il tempo. Gli uomini del Joker stanno già passando al setaccio ogni centimetro degli uffici alla ricerca della formula e come se non bastasse, Batman viene nuovamente rallentato dallo Spaventapasseri che stavolta, col suo gas, gli fa rivivere il trauma dell'omicidio dei suoi genitori. Raggiunta finalmente la destinazione, trova che è troppo tardi. Il Joker ha trovato la formula ed ha lasciato la dottoressa Young nelle mani di Zsasz. Batman la libera dal pericoloso maniaco e l'aiuta. La dottoressa è terrorizzata. Racconta di come abbia proseguito il progetto spinta solo dalla paura delle ritorsioni del Joker. Ma c'è una soluzione. La dottoressa ha elaborato una contromisura. Apre la sua cassaforte per mostrarla a Batman, ma Joker vi ha inserito una bomba che esplode uccidendo la donna e tramortendo il cavaliere oscuro. Al suo risveglio si trova di fronte Harley Quinn che ha rapito il direttore Sharp e che lascia i suoi sicari a finire l'uomo pipistrello stordito. Batman riesce a sopraffarli e, ferito, si avvia verso il centro di massima sicurezza dove hanno portato il nuovo ostaggio.

Questa zona del manicomio è attrezzata per ospitare i pazienti più pericolosi e psicotici ed anche quelli con abilità particolari. Come Poison Ivy, rinchiusa in una cella di vetro fotoriflettente, che la mantiene debole in assenza di luce. Quest'ultima implora Bruce di liberarla. Qualcuno sta facendo qualcosa di orribile alle piante racchiuse nella serra del manicomio. Lei lo avverte e vuole uscire per impedire che gli venga fatto del male, ma Batman non sembra intenzionato ad accontentarla. Alla fine riesce a raggiungere Sharp ed a liberarlo, ma ancora una volta si trattava di una distrazione. Joker ed Harley Quinn aprono le gabbie dei pazzi di questa area, lasciando Batman a vedersela con i più pericolosi del manicomio. In più Harley libera la sua vecchia amica, Poison Ivy, del tutto intenzionata a porre fine alla sofferenza delle sue amate piante. Batman attraversa l'area districandosi tra i maniaci a piede libero e raggiunge Harley. Quest'ultima viene facilmente sopraffatta dal cavaliere Oscuro che la imprigiona in una gabbia e le trova addosso qualcosa di strano: una lista di nomi di supercriminali con sopra scritto "lista di invitati alla festa di Mr.J". Batman non ha tempo di approfondire, ora deve raggiungere la serra. Pare che sia proprio il Joker a condurre esperimenti sulle piante per apportare le ultime modifiche alla formula del Titan.

Raggiunta la Serra, Batman incontra Poison Ivy che stavolta è tutt'altro che collaborativa. Joker le ha iniettato il Titan, il quale ha avuto sul suo organismo vegetale un effetto incredibile. Ora Ivy è in grado di controllare con la mente lo sviluppo selvaggio di piante venefiche e gigantesche generate dalle proprietà della sostanza. Inebriata da questo potere inizia a distruggere il manicomio dall'interno, squassandone le fondamenta e creando piante mutanti e abomini di ogni tipo. Ma Batman ha trovato anche una soluzione, la contromisura elaborata dalla stessa Dottoressa Young. Grazie all'aiuto proprio di Poison Ivy, ha creato delle particolari radici contenenti un principio attivo in grado di assorbire il Titan e renderne reversibili gli effetti. Tuttavia, pur di proteggere questo antidoto, ha nascosto le radici nella tana del pericolosissimo criminale Killer Croc. È con lui che ora Bruce dovrà vedersela.

Prima di raggiungere la tana di Croc, Batman subisce un ultimo e devastante assalto da parte dello Spaventapasseri. Ma il Cavaliere Oscuro si ribella con forza e si lancia all'inseguimento del criminale. Questi, come ultima risorsa, si è rifugiato nelle fogne e minaccia di gettare la sua droga nell'impianto idrico del manicomio. Ma prima di riuscirci, dalle acque fetide emerge proprio Killer Croc, che si avventa sullo Spaventapasseri per sbranarlo. Batman colpisce con un batarang il suo collare elettrificato causando un rilascio di energia che lo stordisce. Lo Spaventapasseri finisce in acqua, ma Batman ora deve vedersela con Croc. Lo scontro è agguerritissimo ed è come quello tra un cacciatore ed una bestia feroce. Bruce non può sconfiggere Croc in uno scontro diretto e utilizza tutti i suoi trucchi per farlo finire in una trappola che lo mette K.O. Ora può prendere le radici di antidoto e si dirige alla caverna per sintetizzarlo, ma Ivy sta diventando sempre più potente e le sue piante invadono e distruggono anche la Batcaverna. Bruce è riuscito ad ottenere una sola fiala di antidoto. Intanto Joker rivela il suo vero piano: non vuole crearsi un esercito personale di mostri, ma diffondere il Titan per la città e rivelare i cittadini per ciò che sono veramente. Mostri selvaggi che, prede della loro furia cieca, non possono che autodistruggersi. Non c'è più tempo. Batman deve sconfiggere Ivy.

Il Titan ha sortito effetti incredibili su Ivy, il cui organismo si è integrato con una pianta velenosa di dimensioni titaniche. Nonostante l'entità della minaccia, Batman prevale. Ormai è quasi l'alba e Joker vuole attuare il suo gran finale, ma vuole il suo ospite d'onore. Batman si dirige verso la trappola del folle (contrassegnata da fuochi d'artificio che formano il simbolo del pipistrello). Qui Joker lo mette davanti allo scherzo finale. Ha catturato di nuovo il Commissario Gordon al quale inietterà il Titan. Vuole trasformare il simbolo della legge di Gotham in un mostro senza mente. Ma Batman si frappone prendendosi il dardo contenente la sostanza al posto dell'amico. Joker è in visibilio. Sarà proprio la sua nemesi ora a impazzire rivelando il mostro che è veramente. Ma Batman oppone resistenza alla mutazione. Frustrato Joker si inetta il Titan dando vita a qualcosa di mostruoso. Di fronte all'abominio che è diventato il suo nemico, Bruce non avrebbe altro modo di vincere che lasciare che la mutazione faccia il suo corso, ma non può permetterlo, vuole dimostrare ancora una volta come la sua mente razionale possa vincere sul caos di Joker. E così si inietta l'unica dose di antidoto. Lo scontro è titanico ed avviene sul tetto del manicomio. Anche se gravemente ferito, Batman riesce a sconfiggere il nemico, scagliandolo sulla rete elettrica di Arkham e colpendolo dopo essersi cosparso la mano di gel esplosivo (rompendosela di fatto).

Grazie all'intervento della polizia, la situazione va normalizzandosi ad Arkham. I pazzi vengono ricondotti nelle loro celle, le piante di Ivy distrutte e i criminali mutati dal Titan curati. Anche Joker è stato salvato, ma lo scontro lo ha lasciato in condizioni gravissime. Batman è distrutto e si concede un attimo di pausa col suo amico Jim Gordon, ma la radio della polizia si anima: Due Facce sta assaltando la corte di giustizia della città. Anche se stremato, il Cavaliere Oscuro riparte, lasciandosi alle spalle Arkham e il suo incubo.

Dopo i titoli di coda possiamo vedere una cassa residua di Titan galleggiare nell'acqua della baia di Arkham e (a seconda della difficoltà di gioco) lo Spaventapasseri, Bane o Killer Croc riaffiorare dalle acque per afferrarla.

Le sfide dell'Enigmista[modifica | modifica sorgente]

Dopo che Batman ha trovato il corpo di Frank Boles, l'Enigmista si introdurrà nel sistema di comunicazioni del Cavaliere Oscuro, e lo sfiderà ad affrontare le sue sfide che si dividono in trofei da trovare, indovinelli risolvibili tramite scansione dell'ambiente e oggetti da distruggere. Queste sfide non sono fondamentali per il proseguimento della trama, ma si possono tranquillamente terminare anche dopo il completamento di essa. Dopo averle risolte tutte, il giocatore potrà ascoltare la rabbia del criminale e il suo successivo arresto da parte della polizia dal suo nascondiglio (allertata dal nostro eroe).

Per completare le sfide bisogna semplicemente cercare i seguenti collezionabili:

  • Trofei dell'Enigmista: piccoli trofei verdi a forma di '?', sparsi un po' ovunque sull'isola.
  • Enigmi: zoomando e scannerizzando i vari soggetti dell'ambiente circostante, si risolvono gli enigmi, sbloccando anche varie biografie dei personaggi dell'universo di Batman.
  • Mappe dell'Enigmista: quattro mappe che segnalano la presenza dei trofei nelle zone circostanti.
  • Nastri: nastri dei pazienti a colloquio coi loro medici ad Arkham. Ve ne sono 5 per ciascuno. I pazienti visti sono Joker, Harley Quinn, Killer Croc, Poison Ivy, Enigmista, Victor Zsasz e Spaventapasseri.
  • Dentiere del Joker: distruggendo queste dentiere giocattolo col batarang, si guadagnano punti per sbloccare nuovi potenziamenti.
  • Cronache di Arkham: speciali pietre con sopra un simbolo di scarabeo, dove sono racchiusi i ricordi dello spirito di Amadeus Arkham.

Gadget[modifica | modifica sorgente]

Nel corso dell'avventura, Batman entrerà in possesso di un discreto numero di gadget che gli daranno un considerevole aiuto durante la missione e che potranno essere potenziati mano a mano che l'avventura prosegue. I gadget sono:

  • Batarang: già disponibile all'inizio del gioco, sono una serie di shuriken che possono essere utilizzati per attacchi a distanza o per distrarre i nemici; sono sbloccabili delle versioni migliorate dei batarang, una dotata di un generatore sonico, con cui è possibile attirare i bersagli colpiti e metterli K.O., un'altra telecomandata, che una volta lanciata viene guidata dal giocatore e permette di stordire più bersagli. Altri potenziamenti sono "Doppio Batarang" e "Triplo Batarang", che permettono di colpire, rispettivamente, fino a due o tre bersagli.
  • Rampino: disponibile già dall'inizio del gioco, permette a Batman di agganciarsi ai cornicioni e di spostarsi dall'alto senza essere notato.
  • Mantello: Batman apre il suo mantello durante una caduta, permettendogli di planare per brevi tratti.
  • Gel esplosivo: una pistola che rilascia un gel spalmabile sulle superfici non troppo spesse; una volta rilasciato, il gel viene fatto detonare causando un'esplosione abbastanza potente da distruggere il muro. Si possono spalmare fino a tre cariche di esplosivo, che però esplodono contemporaneamente se sprovvisti di potenziamento del gel. Relativi potenziamenti permettono la detonazione automatica all'avvicinarsi di un nemico o la detonazione selettiva di una carica. Preso dalla Batmobile dopo aver sconfitto gli scagnozzi di Joker.
  • Bat-artiglio: un potenziamento del normale rampino, consente di rimuovere ostacoli come grate dalla distanza, o di agganciare un nemico in combattimento tirandolo nella propria direzione. Preso dalla Bat-Caverna
  • Bat-gancio: una zip-line portatile a doppio aggancio, permette di superare i precipizi. Preso dal Batwing dopo aver distrutto l'impianto di produzione del Titan.
  • Ultra Bat-artiglio: un potenziamento del bat-artiglio avente tre rampini, che consente di agganciarsi a bersagli più grandi e di sfondare muri fragili. Preso dalla Bat-Caverna dopo aver sintetizzato il composto anti Titan.
  • Sequenziatore criptografico: un palmare che consente di hackerare i computer e di sbloccare serrature elettroniche. Ricevuto da Quincy Sharp dopo averlo liberato.

Come personaggio giocabile in versione PS3, il Joker dispone anche lui di alcuni gadget, in numero di tre e già disponibili:

  • Pistola: diversamente da Batman, il criminale non si fa scrupoli ad uccidere i suoi avversari.
  • Occhiali: dei buffi occhiali psichedelici, dovrebbero imitare la Modalità Detective di Batman, attraverso i raggi X.
  • Dentiere giocattolo esplosive: dentiere dotate di piedini ed imbottite di un potente esplosivo, il giocatore le guida fino all'avversario, per poi farle esplodere. Nella storia vengono utilizzate nella battaglia finale.

Personaggi[modifica | modifica sorgente]

Eroi e alleati[modifica | modifica sorgente]

  • Batman: questa volta il Cavaliere Oscuro dovrà fermare il Joker per riportare l'ordine nell'Arkham Asylum (luogo di cui il supercrimale ha preso il controllo) e per salvare Gotham City dal suo folle piano.
  • Oracolo (chiamata con il nome originale nel videogioco): è di supporto a Batman tramite comunicazione radio.
  • Jim Gordon: si reca all'Arkham Asylum per assistere all'incarcerazione del Joker. Dopo che quest'ultimo si libererà, Gordon verrà preso in ostaggio da Harley Quinn. Personaggio affrontabile in modalità sfida nelle mappe del Joker.
  • Aaron Cash: è la guardia di Arkham più popolare e stimata. Anni addietro, Killer Croc gli divorò una mano che sostituì con un uncino, situazione che permise al Joker di creare un offensivo parallelismo tra lui e il Capitan Uncino della favola di Peter Pan, nella quale la mano del famoso pirata del racconto viene divorata da un coccodrillo per poi essere sostituita con un uncino. Viene preso due volte in ostaggio dagli sgherri del Clown Principe Del Crimine, e successivamente rivela a Batman la posizione della tana di Killer Croc. Personaggio affrontabile in modalità Sfida nelle mappe del Joker.

Nemici[modifica | modifica sorgente]

  • Il Joker: improvvisa un attacco all'ufficio del sindaco di Gotham per poi venire catturato da Batman senza opporre resistenza, e riportato da quest'ultimo all'Arkham Asylum. Una volta arrivato nel manicomio, si libererà rivelando che la facile resa al Cavaliere Oscuro faceva parte di un gigantesco piano: prendere il controllo dell'ospedale psichiatrico! Servendosi dell'aiuto degli altri supercriminali presenti ad Arkham e dei suoi sgherri trasferiti da Blackgate al manicomio a causa di un incendio da lui causato, tenterà di ostacolare l'uomo pipistrello nel riportare l'ordine nell'ospedale. Il suo obiettivo è quello di diffondere il Titan, ovvero una variante del Venom (la sostanza che ha trasformato Bane nel superuomo che è), nelle fogne, allo scopo di trasformare i cittadini di Gotham City in dei mostri senza controllo che distruggeranno la città. Il tutto per un folle e malvagio senso dell'umorismo. Batman dovrà fermarlo. Il Joker è anche disponibile come DLC giocabile in modalità sfida.
  • Harley Quinn: come sempre affianca il Joker nelle sue malefatte. Prenderà in ostaggio diverse personalità tra cui figurano il commissario Gordon e il direttore Sharp. In questa occasione si è vestita da infermiera.
  • Lo Spaventapasseri: con il suo gas provoca un incubo a Batman nel quale il Cavaliere Oscuro si ritrova in un mondo surreale di cui l'alter ego di Jonathan Crane ne è il padrone. L'unico modo per riprendersi dall'effetto del gas e sconfiggere lo Spaventapasseri, è nascondersi dal suo sguardo nell'incubo.
  • Bane: Batman e il commissario Gordon lo trovano nel centro medico privo del suo Venom. Il supercriminale sudamericano, ormai quasi senza forze, spiega che è stata la dottoressa Young a trasferirlo da Blackgate ad Arkham per togliergli ciò. Subito dopo il Joker gli inietta nuovamente la sostanza ridandogli la sua gigantesca forma fisica, e scatenandone l'ira che lo porterà ad attaccare il Cavaliere Oscuro.
  • Poison Ivy: viene liberata da Harley Quinn, e corre in aiuto delle sue piante credute da lei in pericolo. Il Joker le ha iniettato il Titan, e questo le permette di rafforzare le sue creature, rappresentando così una minaccia peggiore di quella che è solitamente.
  • Killer Croc: viene tenuto in una cella-tana nelle fogne essendo il paziente del manicomio più pericoloso. Batman dovrà recarsi nella sua tana per raccogliere delle spore di una pianta che cresce lì. Tali spore serviranno al Cavaliere Oscuro per creare un antidoto anti-Titan. L'unico modo che Batman ha per non farsi divorare dall'alter ego di Waylon Jones, è muoversi con prudenza sulle piattaforme della tana al fine di non rivelargli la propria posizione. In caso venisse scoperto, il Cavaliere Oscuro dovrà colpire il collare elettrico di Killer Croc con il batarang al fine di stordirlo e farlo ricadere in acqua.
  • Victor Zsasz: Batman si ritroverà ad affrontarlo due volte nel corso della trama. In entrambi i casi prenderà un ostaggio che il Cavaliere Oscuro dovrà salvare.
  • L'Enigmista: non è presente fisicamente, ma si inserisce nelle comunicazioni audio di Batman. In questa avventura non rappresenta una minaccia per l'uomo pipistrello, ma sfida quest'ultimo a trovare i suoi trofei e a risolvere gli indovinelli sparsi per l'Arkham Asylum. Dopo aver risolto questi ultimo, si assisterà sempre per comunicazione radio all'arresto del supercriminale.

Altri nemici[modifica | modifica sorgente]

  • Scagnozzi del Joker: sono i detenuti trasferiti da Blackgate ad Arkham. Combattono spesso in gruppo, cimentandosi nel corpo a corpo o utilizzando mazze da baseball, tubi od oggetti da lanciare. Alcuni di loro presentano fucili automatici rubati alle guardie di Arkham, e bisognerebbe necessariamente disarmarli senza farsi vedere, cogliendoli di sorpresa. Durante l'avventura alcuni uomini, vestiti con dei cappotti antipioggia, si sono impadroniti di alcuni fucili da cecchino. Altri sono entrati in possesso di bastoni elettrici. Sono quasi tutti riconoscibili per il trucco da pagliaccio.
  • Scagnozzi dell'Alta Sicurezza: detenuti più pericolosi degli altri, riconoscibili dalla tuta rossa e maschera di cuoio alla Hannibal Lecter. Sono armati di coltelli e molto bravi in difesa. Batman dovrà stordirli con il potenziamento sonico presente nel mantello prima di poterli colpire.
  • Scagnozzi TITAN: mostri senza controllo, uomini del Joker a cui è stato iniettato del TITAN, sono incredibilmente forti e resistenti. Batman potrà sconfiggerli solamente dopo averli storditi con il batarang ogni volta che proveranno ad attaccarlo in corsa, per poi colpirli molte volte.
  • Scheletri: negli incubi dello Spaventapasseri, la versione distorta degli scagnozzi del Joker. Verso la fine ve ne saranno un paio enormi, riproducenti gli scagnozzi TITAN. Sono i più deboli tra i nemici, colpendoli finiscono facilmente in pezzi.
  • Internati di Arkham: sono i pazienti più pericolosi del manicomio. Il Joker li ha liberati dalle loro gabbie del centro di massima sicurezza. Attaccano individualmente Batman una volta che lo avvistano, correndogli incontro e aggrappandoglisi addosso. Alle volte li si trova nascosti nei condotti del manicomio. Batman potrà metterli KO dopo averli colpiti con un solo colpo.
  • Piante di Poison Ivy: si tratta di baccelli giganteschi che emanano delle spore velenose volatili. Batman potrà distruggerli aprendoli.
  • Schiavi di Ivy: Poison Ivy ha ipnotizzato alcune guardie di Arkham per poi scagliarle contro Batman. Attaccano in gruppo e disarmati.
  • Guardie di Arkham: affrontabili con il Joker in modalità sfida, attaccano in gruppo nel corpo a corpo, armati di bastoni elettrici o di fucili automatici.

Altri personaggi[modifica | modifica sorgente]

  • Quincy Sharp: è il direttore dell'Arkham Asylum e candidato sindaco di Gotham City. Viene preso in ostaggio da Harley Quinn. Il personaggio fa la sua prima apparizione proprio in questo videogioco.
  • Dottoressa Penelope "Penny" Young: è la dottoressa che ha privato Bane del suo Venom, ma anche la stessa che viene ricattata dal Joker per farsi rivelare la formula del TITAN. Figura prima tra i medici presi in ostaggio dagli sgherri del Clown Principe Del Crimine e poi come ostaggio di Victor Zsasz. Il personaggio fa la sua prima apparizione (e in seguito muore) proprio in questo videogioco.
  • Frank Boles: è la guardia di Arkham corrotta dal Joker che aiuterà quest'ultimo a prendere in ostaggio il commissario Gordon. Anche prima di farsi corrompere dal Clown Principe Del Crimine, era malvisto da molti suoi colleghi per il suo negativo comportamento sul posto di lavoro. Verrà ucciso dal criminale, che lo troverà inservibile. Il personaggio fa la sua prima apparizione proprio in questo videogioco.
  • Lo spirito di Amadeus Arkham: è lo spirito del fondatore dell'ospedale psichiatrico. Solo analizzando le cronache sparse per il manicomio, Batman scoprirà la sua storia.
  • Thomas e Martha Wayne: appaiono come cadaveri parlanti nel primo incubo provocato dal gas dello Spaventapasseri, e poi come voci fuori campo nel secondo, dove Bruce/Batman rivive il loro omicidio. Inoltre, nei giardini botanici si può trovare una panchina con una targhetta dedicata a loro.
  • Jack Ryder: è il reporter che aggiorna Gotham su quello che sta succedendo all'Arkham Asylum.
  • Clayface: appare chiuso nella sua cella intento ad impersonare prima l'agente Cash, poi il direttore Sharp e infine il commissario Gordon. Il tutto nella speranza che qualcuno caschi nel suo tranello e lo liberi. Batman smaschererà il supercriminale argilloso grazie alla modalità detective che gli permetterà di vedere che il falso Cash/Sharp/Gordon è privo dello scheletro.
  • Ra's al Ghul: si può notare il suo cadavere nella stanza accanto allo studio della dottoressa Young. Dopo la soluzione dell'indovinello dell'Enigmista legato a lui e ritornando nella stanza, si potrà notare la sparizione del cadavere.
  • Scarface: il pupazzo del Ventriloquo. Appare prima chiuso in una teca nell'ufficio del direttore Sharp, e poi come oggetto di divertimento del Joker successivamente.
  • Catwoman: non è presente nel videogioco, ma nella residenza di Arkham si possono trovare i suoi occhiali e i suoi guanti chiusi dentro una teca.
  • Il Pinguino: non è presente nel videogioco ma nella residenza di Arkham si possono trovare alcuni dei suoi ombrelli chiusi dentro una teca.
  • Mister Freeze: non è presente nel videogioco, ma si può notare la sua cella nel penitenziario.
  • Il Cappellaio Matto: non è presente nel videogioco ma nei giardini botanici si può trovare il vassoio con le sua teiera e le sue tazzine.
  • Grande Squalo Bianco: anch'egli assente nel videogioco, ma nel centro medico si può trovare un contenitore con su scritto il suo nome.
  • Maschera Nera: non è presente nel videogioco, ma nello studio della Dr.essa Young nella residenza di Arkham si può trovare la sua maschera.
  • Hush: è assente nel videogioco, ma nel centro medico si può trovare un tabellone con scritti i turni dei vari psichiatri che lavorano all'Arkham Asylum, e tra questi si può notare il nome del suo alter ego, Thomas Elliot.
  • Firefly: non è presente nel videogioco, ma nel centro medico è possibile notare un ritaglio di quotidiano con su riportata la notizia che è evaso dal manicomio.
  • Prometheus: non è presente nel videogioco, ma nel penitenziario si può trovare un manifesto della polizia su di lui.
  • Maxie Zeus: non è presente nel videogioco, ma nella terapia intensiva si può notare la sua cella.
  • Hugo Strange: anch'egli è assente nel videogioco, ma nella residenza di Arkham si possono trovare dei documenti appartenenti a lui.
  • La Falena Assassina: non è presente nel videogioco, ma nei giardini botanici si può trovare lo scheletro di una delle sue vittime.
  • L'Acchiappatopi: anch'egli non è presente nel videogioco, ma in una grata situata in un condotto d'areazione dei giardini botanici si può trovare la sua maschera e il suo equipaggiamento.
  • Tweedledum e Tweedledee: sono assenti nel videogioco, ma vicino al cancello del manicomio si può trovare un gioco per bambini con sopra inchiodati i loro berretti.
  • Humpty Dumpty: è assente nel videogioco, ma nei giardini botanici si può trovare una panchina con sopra dei giocattoli costruiti da lui
  • Il Ventriloquo: anche lui non è presente nel videogioco, ma nel penitenziario si può trovare la sua mitragliatrice.
  • L'Uomo Calendario: è assente nel videogioco, ma nel penitenziario si può notare la sua cella.
  • Due Facce: non è presente nel videogioco, ma nel penitenziario si può trovare la sua cella. Anche in uno dei casotti all'esterno si possono trovare dei suoi manifesti. Inoltre nel filmato di fine gioco, l'auto della polizia del commissario Gordon riceve una chiamata in cui informa un attacco di Due Facce alla banca di Gotham City, così Batman si reca subito sul posto col Batwing.
  • Mad Dog: anch'egli è assente nel videogioco, ma nelle cronache di Arkham, lo spirito di Amadeus Arkham racconta la volta in cui provò a curarlo. Inoltre nei giardini botanici si può trovare il suo nome inciso su una targhetta dedicata a Costance Arkham, moglie di Amadeus.
  • Amadeus Arkham: nel cimiterio dell'Arkham Asylum si può trovare la sua tomba. Inoltre si può notare che la sua bara è mezza desseppellita.

Sviluppo[modifica | modifica sorgente]

Annunciato attraverso la rivista Game informer nell'agosto 2008[1], dopo due mesi hanno iniziato a circolare online alcuni screenshot, seguiti poi dal primo teaser trailer ufficiale, ad inizio dicembre[2].

Per l'edizione statunitense sono stati confermati Kevin Conroy e Mark Hamill come doppiatori, rispettivamente, di Batman e Joker[3] mentre per la versione italiana sono stati chiamati al microfono praticamente tutti i doppiatori "ufficiali" della serie animata, quindi dietro la maschera di Batman c'è Marco Balzarotti mentre il suo avversario Joker è Riccardo Peroni insieme a Marcella Silvestri che ha ripreso i panni di Harley Quinn.

Il 7 agosto 2009 è stata pubblicata in contemporanea mondiale sullo store online PlayStation Network la demo ufficiale.

Il 28 agosto il gioco è stato omaggiato dal Guinness dei primati con il titolo di "gioco più acclamato ispirato ad un supereroe", con una media delle recensioni di 91,67 centesimi su una decina di riviste e siti specializzati.[4]

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Personaggio Doppiatore in lingua inglese Doppiatore in lingua italiana
Batman Kevin Conroy Marco Balzarotti
Il Joker Mark Hamill Riccardo Peroni
Harley Quinn Arleen Sorkin Marcella Silvestri
James Gordon Tom Kane Mario Scarabelli
Oracolo Kimberly Brooks Debora Magnaghi
Quincy Sharp Tom Kane Cesare Rasini
Lo Spaventapasseri Dino Andrade Alberto Sette
Poison Ivy Tasia Valenza Patrizia Scianca
L'Enigmista Wally Wingert Daniele Demma
Penny Young Cree Summer Loredana Nicosia
Killer Croc Steven Blum Stefano Albertini
Bane Fred Tatasciore Luca Ghignone
Aaron Cash Duane R. Shepard Sr. Giovanni Battezzato
Amadeus Arkham Tom Kane Riccardo Rovatti
Victor Zsasz Danny Jacobs Claudio Beccari
Scarface George Dzundza Riccardo Peroni
Thomas Wayne Raffaele Fallica
Martha Wayne Loredana Nicosia
Bruce Wayne bambino Kimberly Brooks Patrizia Scianca
James Gordon giovane Diego Sabre
Jack Ryder James Horan Luca Ghignone
Frank Boles Danny Jacobs
Joe Chill

Prodotti derivati[modifica | modifica sorgente]

In occasione dell'uscita del videogame, DC Comics ha realizzato il fumetto Batman: Arkham Asylum - The road to Arkham, albo unico di 12 pagine scritto da Alan Burnett e disegnato da Carlos D'Anda, che racconta della cattura del Joker, prologo della trama del gioco.

Nel 2011 vengono messe sul mercato una serie di quattro action figure (Batman, Joker, Harley Quinn e Spaventapasseri) ispirate al gioco[5].

Edizione GOTY[modifica | modifica sorgente]

Per celebrare il successo ricevuto, è stata creata una seconda edizione del gioco, chiamata GOTY Edition, ovvero l’edizione Gioco dell’anno, uscita a marzo 2010. Questa nuova versione offre 4 mappe Sfida aggiuntive, le nuove mappe Sfida sono: Crime Alley, Incubo criminale, Completamente pazzo e Cacciatore notturno (dal pacchetto mappe Notte di follia). L'altra novità è il supporto al 3D: all’interno della confezione sono inoltre presenti due paia di occhialini di plastica con le lenti rosse e verde scuro.

Riconoscimenti[modifica | modifica sorgente]

  • Empire Magazine - "100 Greatest Videogames Of All Time" (28° posto)

Sequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Batman: Arkham City.

In seguito al successo di questo gioco, il 12 dicembre 2009 è stato dato l'annuncio ufficiale dello sviluppo di un secondo capitolo[6], con tanto di teaser trailer e sito ufficiale[7]. Nell'agosto 2010 è stato poi rivelato il titolo, Batman: Arkham City, uscito, poi, il 21 ottobre 2011 per le piattaforme PlayStation 3 e Xbox 360, il 25 novembre dello stesso anno per Windows[8] e il 30 novembre 2012 per Wii U in una versione sviluppata da Warner Bros. Games Montrèal chiamata Armored Edition.

Prequel[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Batman: Arkham Origins.

Il 9 aprile 2013 viene annunciato da Warner Bros. Interactive Entertainment, tramite la pagina Facebook ufficiale della saga, il terzo videogioco della serie, intitolato Batman: Arkham Origins, il quale si identifica come un prequel di Batman: Arkham Asylum. Il gioco non è più sviluppato da Rocksteady Studios, ma da Warner Bros. Games Montrèal, ed è uscito il 25 ottobre dello stesso anno per le piattaforme PlayStation 3, Xbox 360, Wii U e PC.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://gameinformer.com/News/Story//N08.0812.1226.23309.htm
  2. ^ http://next.videogame.it/batman-arkham-asylum/67235/
  3. ^ http://www.imdb.com/title/tt/fullcredits#cast
  4. ^ "Batman: Arkham Asylum" Awarded a Guinness World Record - Comic Book Resources
  5. ^ 'Batman: Arkham Asylum' Action Figures Break Into Toy Stores In January 2011 - ComicsAlliance | Comic book culture, news, humor, commentary, and reviews
  6. ^ (EN) Batman: Arkham Asylum 2 Exclusive Debut Trailer, GameTrailers.com, 12-12-2009
  7. ^ ArkhamHasMoved.com
  8. ^ UPDATE: September Cover Revealed: Batman: Arkham City

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]