Batman: Arkham Knight

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

1leftarrow.pngVoce principale: Batman: Arkham.

Batman: Arkham Knight
Sviluppo Rocksteady Studios
Pubblicazione Warner Bros. Interactive Entertainment
Serie Batman: Arkham
Data di pubblicazione Xbox One, PlayStation 4, Microsoft Windows:
Flag of Australasian team for Olympic games.svg 24 giugno 2015
ColoredBlankMap-World-10E.svg 23 giugno 2015

PlayStation 4:
Giappone 2 luglio 2015
Mac OS X, Linux:
ColoredBlankMap-World-10E.svg TBA

Genere Stealth, Avventura dinamica
Tema Fumetto DC Comics
Piattaforma Microsoft Windows, PlayStation 4, Xbox One, Mac OS X, Linux
Supporto Blu-ray Disc, DVD-ROM, Download
Fascia di età ESRB: M
PEGI: 18
Periferiche di input DualShock 4, Gamepad, Tastiera, Mouse
Preceduto da Batman: Arkham Origins
(EN)

« Be the Batman! »

(IT)

« Batman sei tu! »

(Tagline del videogioco)

Batman: Arkham Knight è un videogioco sviluppato da Rocksteady Studios e pubblicato da Warner Bros. Interactive Entertainment, basato sul supereroe dei fumetti della DC Comics, Batman. Si tratta del quarto e ultimo capitolo della saga di Batman: Arkham. Batman: Arkham Knight verrà pubblicato il 23 giugno 2015 in tutto il mondo per le piattaforme PlayStation 4, Xbox One e Microsoft Windows, il 24 in Australia, il 2 luglio dello stesso anno in Giappone, dove sarà un'esclusiva della console di casa Sony e in una data ancora da annunciare per Mac OS X e Linux.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

« Gotham, questo è un ultimatum. Abbandonate la città, o scatenerò le vostre peggiori paure. »
(Frase introduttiva dello Spaventapasseri nel primo trailer)

Lo Spaventapasseri è tornato, stringendo un'alleanza con altri supercriminali per eliminare definitivamente Batman e minacciando l'intera Gotham di usare un nuovo gas sulla popolazione. La polizia è costretta a sgombrare le strade e le abitazioni, ritrovandosi con una città fantasma in cui regna la criminalità molto più che in passato. Il Cavaliere Oscuro dovrà mettere fine a tutto questo.

Personaggi confermati[modifica | modifica wikitesto]

Eroi e alleati  [modifica | modifica wikitesto]

  • Bruce Wayne/Batman: questa volta il Cavaliere Oscuro si ritroverà a fronteggiare il ritorno dello Spaventapasseri, il quale ha stretto un'alleanza con altri supercriminali, tra cui una nuova figura che porta il nome di Arkham Knight, per distruggerlo definitivamente.
  • Alfred Pennyworth: da quanto confermato nella demo mostrata a porte chiuse alla Gamescom, sarà di supporto a Batman tramite comunicazione radio.
  • Barbara Gordon/Oracolo: come nei due capitoli precedenti, sarà di supporto a Batman. In questa nuova avventura apparirà fisicamente per la prima volta come Oracolo.
  • James Gordon: affiancherà ancora una volta Batman nella lotta al crimine.
  • Cappuccio Rosso: sarà protagonista di un'espansione della storia che verrà pubblicata come DLC.
  • Robin: al San Diego Comic Con 2014 è stata confermata la sua presenza attraverso la presentazione di alcune action figure. Ancora non si sa quale sarà il suo ruolo.

Nemici[modifica | modifica wikitesto]

  • Lo Spaventapasseri: gravemente sfigurato a causa dell'attacco di Killer Croc in Batman: Arkham Asylum, è tornato e ha stretto un'alleanza con altri supercriminali per eliminare definitamente Batman. Inoltre, ha costretto i cittadini di Gotham City alla fuga dopo aver minacciato di colpire la città con una nuova devastante tossina.
  • L'Arkham Knight: un personaggio inedito creato appositamente per il videogioco e alleato dello Spaventapasseri. Viene raffigurato come una versione militarizzata e criminale di Batman, proviene dal Venezuela e dispone di un esercito personale. Per qualche motivo non ancora noto è intenzionato ad uccidere il Cavaliere Oscuro.
  • Harley Quinn: una degli alleati dello Spaventapasseri. Sarà anche protagonista di un'espansione della storia che verrà pubblicata come DLC, e giocabile in modalità sfida.
  • Due Facce: uno degli alleati dello Spaventapasseri.
  • Il Pinguino: uno degli alleati dello Spaventapasseri.
  • L'Enigmista: uno degli alleati dello Spaventapasseri.
  • Poison Ivy: una degli alleati dello Spaventapasseri.
  • Firefly: uno degli alleati dello Spaventapasseri.

Altri nemici[modifica | modifica wikitesto]

  • Tirapiedi dello Spaventapasseri
  • Esercito dell'Arkham Knight
  • Tirapiedi di Due Facce
  • Tirapiedi del Pinguino
  • Tirapiedi di Harley Quinn

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Aaron Cash: a quanto pare, dopo i fatti accaduti un anno prima ad Arkham City, si è unito al GCPD.

Personaggi citati[modifica | modifica wikitesto]

  • Anarky: al momento non è stata ancora confermata la sua presenza, ma nella demo mostrata all'E3 si può notare il suo simbolo disegnato su alcuni muri.

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore in lingua inglese Doppiatore in lingua italiana
Bruce Wayne/Batman Kevin Conroy Marco Balzarotti
James Gordon
Oracolo Kimberly Brooks
Harley Quinn Tara Strong
L'Enigmista Wally Wingert
Lo Spaventapasseri John Noble
Il Pinguino Nolan North
Due Facce Troy Baker
L'Arkham Knight
Thomas Wayne Raffaele Fallica
Cappuccio Rosso
Robin
Alfred Pennyworth Martin Jarvis
Poison Ivy Patrizia Scianca
Firefly
Aaron Cash

Annuncio[modifica | modifica wikitesto]

Il gioco è stato annunciato ufficialmente il 4 marzo 2014 da Warner Bros. Interactive Entertainment sulle pagine Facebook e Twitter della serie tramite un teaser trailer che comunica la sua pubblicazione durante lo stesso anno[1][2]. Pochi giorni dopo GameStop fissò il 14 ottobre come data di uscita, ma il 3 giugno, tramite il trailer della Batmobile, è stato comunicato ufficialmente il posticipo al 2015. Guy Perkins di Rocksteady Studios ha così motivato la decisione di tale posticipo: "È un progetto super ambizioso e vogliamo semplicemente che sia la migliore esperienza possibile. Abbiamo bisogno di più tempo per questo. Vogliamo solo essere sicuri di dare ai fan di Batman e ai videogiocatori in generale la miglior esperienza basata su questo personaggio che sia possibile mettere insieme, ed è una cosa che richiede tempo. Il 23 marzo il videogioco viene posticipato ancora, questa volta al 23 giugno. In merito a questo Sefton Hill ha dichiarato: "Siamo sviluppatori ai quali non piace fare compromessi, ma ciò significa, e ci spiace davvero comunicarvelo, che dovrete attendere ancora un po’ di tempo prima di giocare l'epica conclusione della trilogia Arkham. Come ricompensa per la pazienza e la comprensione dimostrate e per rendere l’attesa ancora più entusiasmante, siamo felici di stuzzicare la vostra curiosità con un nuovo video gameplay di Batman: Arkham Knight. Grazie davvero da tutti noi della Rocksteady per il vostro continuo sostegno. Stiamo facendo del nostro meglio per rendervi orgogliosi di noi"[3].

Sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Durante il Dallas Comic Con 2013, il doppiatore di Batman, Kevin Conroy, ha parlato del lavoro durato circa dieci mesi sul "nuovo Arkham", e che il gioco entusiasmerà i fan della saga. I presenti all'evento credettero che il videogioco in questione fosse Batman: Arkham Origins, in uscita nell'ottobre dello stesso anno, ma pochi giorni dopo il doppiatore ha fatto chiarezza scrivendo sul suo account ufficiale Twitter che quello di cui stava parlando non era il prequel realizzato da Warner Bros. Games Montréal, ma un nuovo episodio della serie non ancora annunciato. A febbraio del 2014 Rocksteady Studios presenta a porte chiuse il suo nuovo progetto di cui non può esserne rivelata l'identità per via di un embargo informativo la cui fine è prevista per il 3 marzo dello stesso anno. Pochissimi giorni prima dell'annuncio ufficiale compaiono su Internet diverse immagini di alcuni GameStop che hanno ricevuto un poster raffigurante quello che sembra il logo di un nuovo videogioco della serie che verrà esposto negli inizi di marzo. Il 4 marzo viene annunciato ufficialmente Batman: Arkham Knight, terzo e ultimo capitolo della saga che vede nuovamente Rocksteady Studios allo sviluppo. Sulle pagine della rivista Game Informer è stato rivelato che sin dalla pubblicazione di Batman: Arkham City, Rocksteady Studios aveva in mente di sviluppare il sequel per consoles next-gen al fine di rivoluzionare completamente il gameplay senza dover realizzare anche una versione più arretrata per quelle current-gen. Warner Bros. Interactive Entertainment appoggiò la scelta del team inglese, ma giudicò la distanza di tre anni tra l'uscita di Arkham City e quella del sequel troppo lunga, così decise di "ingannare l'attesa" pubblicando il prequel Batman: Arkham Origins, sviluppato da Warner Bros. Games Montréal.

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Il 21 maggio viene pubblicato un trailer che mostra sequenze di gameplay[4]. Il 3 giugno viene pubblicato un trailer interamente dedicato all'uso della Batmobile. Inoltre, alla fine, il trailer mostra anche la posticipazione dell'uscita del videogioco al 2015[5]. Il 9 giugno, all'E3, viene presentata una demo di circa 5 minuti[6]. Il 23 luglio GameStop rivela come preordine esclusivo del gioco Cappuccio Rosso, il quale avrà una propria storia. L'8 settembre viene annunciato che il videogioco verrà pubblicato il 2 giugno 2015. Il 24 febbraio 2015 l'Entertainment Software Rating Board classifica il videogioco come "Mature" (PEGI 18 per l'Europa). Sefton Hill di Rocksteady Studios si è dichiarato sorpreso della valutazione affermando che questo capitolo finale, dal punto di vista del contenuto, non differisce dai precedenti, che difatti sono stati classificati come "Teen" (PEGI 16)[7][8]. Il 25 febbraio viene pubblicato un nuovo trailer che mostra la presenza anche di Poison Ivy e Firefly[9]. Il 21 marzo vengono rivelati ulteriori dettagli sull'espansione della storia con protagonista Harley Quinn; il DLC si collocherà cronologicamente prima dei fatti che verranno narrati nella trama principale, e racconterà l'infiltrazione di Harley Quinn nel dipartimento di polizia di Blüdhaven per liberare Poison Ivy[10]. Il 23 marzo viene pubblicato un nuovo video di gameplay in cui viene anche annunciata la posticipazione della pubblicazione al 23 giugno[11].

Novità[modifica | modifica wikitesto]

Il titolo sarà ambientato in una ridisegnata Gotham City, cinque volte più grande della mappa di Batman: Arkham City [12], e si collocherà cronologicamente dopo le vicende narrate in quest'ultimo. La grafica dei personaggi e delle ambientazioni sarà ancora più dettagliata e realistica, difatto verranno evidenziate anche le reazioni degli abiti o delle parti del corpo (come i capelli) ai movimenti, al vento e alle condizioni climatiche. Tra le novità, sarà introdotta la possibilità di guidare la batmobile, dotata di equipaggiamento extra, che avrà anche un ruolo fondamentale durante la storia del gioco. Il giocatore, infatti, potrà utilizzarla in qualsiasi momento e al contempo scendere allo stesso modo, magari per svolgere missioni che richiedono di spostarsi verso l'alto. I nemici per strada saranno molto più numerosi e interagiranno con l'ambiente circostante (ad esempio disegneranno graffiti sui muri, oppure distruggeranno automobili e oggetti circostanti). Sarà assente la modalità multiplayer, in quanto l'intenzione di Rocksteady è sempre stata quella di concentrarsi sul single player, mentre torneranno le sfide dell'Enigmista. Inoltre farà la sua prima comparsa un nemico inedito chiamato Arkham Knight, personaggio che dà il titolo al videogioco[13].

Edizioni Limitate[modifica | modifica wikitesto]

Per il gioco sono state fatte due edizioni limitate.

Collector's Editon:

    • Il videogioco Batman: Arkham Knight.
    • ART BOOK.
    • Steelbook.
    • Statua trasformabile della Batmobile.
    • Esclusivo pacchetto costumi.
    • Fumetto edizione limitata DC Comics.

Limited edition:

    • Statua 25 cm Batman in edizione limitata.
    • Il videogioco Batman: Arkham Knight.
    • ART BOOK.
    • Steelbook.
    • Esclusivo pacchetto costumi.
    • Fumetto edizione limitata DC Comics.


Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

In seguito all'annuncio della Limited Edition sono sorte diverse speculazioni che affermano che la statua di Batman contenga un grande spoiler sul finale del videogioco. Tuttavia si tratta solo di rumours.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Batman: Arkham Knight - Trailer dell'annunci ufficiale su http://multiplayer.it/, Multiplayer.it. URL consultato il 04-03-2014.
  2. ^ Filmato audio Batman Arkham Knight Trailer di Annuncio Ufficiale - "Da Padre a Figlio" su http://www.youtube.com/. URL consultato il 04-03-2014.
  3. ^ http://www.gamereactor.it/news/169064/Batman%3A+Arkham+Knight+rimandato+ancora/
  4. ^ Batman: Arkham Knight, rilasciato il primo gameplay trailer
  5. ^ Official Batman: Arkham Knight - Batmobile Battle Mode Reveal - YouTube
  6. ^ Batman: Arkham Knight - E3 2014 - Il gameplay di Batman: Arkham Knight in video - Multiplayer.it
  7. ^ http://www.spaziogames.it/notizie_videogiochi/console_multi_piattaforma/212626/l-esrb-classifica-batman-arkham-knight.aspx
  8. ^ GamingPark, Batman Arkham Knight solo per adulti.
  9. ^ http://multiplayer.it/notizie/145819-batman-arkham-knight-il-trailer-gotham-e-mia.html
  10. ^ http://www.spaziogames.it/notizie_videogiochi/console_multi_piattaforma/213881/batman-arkham-knight-nuovi-dettagli-sul-dlc-harley-quinn.aspx
  11. ^ http://www.gamereactor.it/news/169064/Batman%3A+Arkham+Knight+rimandato+ancora/
  12. ^ Batman Arkham Knight, Gotham 5 volte più grande.
  13. ^ Rocksteady reveals Batman Arkham Knight:detalis su http://www.eurogamer.net, Eurogamer. URL consultato il 06-03-2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]