Deadshot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Deadshot non fallisce mai! »
(Deadshot)
Deadshot
Deadshot nell'episodio omonimo del film d'animazione Batman - Il cavaliere di Gotham
Deadshot nell'episodio omonimo del film d'animazione Batman - Il cavaliere di Gotham
Universo Universo DC
Nome orig. Deadshot
Lingua orig. Inglese
Alter ego Floyd Lawton
Autori
Editore DC Comics
1ª app. giugno/luglio 1950
1ª app. in Batman n. 59
Sesso Maschio
Abilità
  • È il miglior cecchino e uno dei più pericolosi sicari al mondo
  • Esperto in assassinio e nell'utilizzo di qualunque arma e proiettile
  • Straordinarie doti atletiche
  • Riflessi metaumani, vista potenziata e velocità impressionante
  • Stupefacente marksman
  • Esperto di arti marziali
  • Estremamente astuto e molto intelligente
Parenti
  • Zoe (figlia)
  • Eddie Lawton (fratello, deceduto)
  • Eddie Lawton (figlio, deceduto)

Deadshot, il cui vero nome è Floyd Lawton, è un personaggio dei fumetti creato nel 1950 da Bob Kane, David Vern Reed e Lew Schwartz, e pubblicato da DC Comics. È un assassino mercenario dalla mira perfetta e uno degli arcinemici di Batman.[1] Si è classificato al quarantatreesimo posto nella classifica dei più grandi cattivi nella storia dei fumetti secondo IGN.[2]

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Nella sua prima apparizione, Deadshot è un combattente del crimine, salvo poi scoprire che in realtà le sue mire sono quelle di sostituire in questo compito Batman. Incarcerato, in seguito cambia costume ed inizia la sua carriera da killer mercenario.

In seguito diventa un killer a pagamento e un membro della Suicide Squad, dove la sua abilità di tiratore e il suo disprezzo per la vita umana si sono rivelati determinanti nel centrare gli obiettivi del gruppo.[1]

Le ragioni della sua ricerca di una morte spettacolare sono probabilmente dovute alla sua infanzia, quando la madre convinse i due figli ad uccidere il padre, un uomo orribile; Floyd cercò di impedire al fratello, che adorava, di commettere il delitto, ma inavvertitamente lo uccise.

Anni dopo Floyd ebbe un figlio, che chiamò Eddie come il fratello morto, che sua madre, ancora ricolma d'odio verso l'ex marito, rapì per obbligarlo a terminare il lavoro che non finì anni addietro; quando però il bambino venne ucciso accidentalmente dal suo rapitore, Deadshot fece una strage, finché non arrivò a sua madre e, davanti agli occhi increduli della psichiatra che lo aveva in cura, le sparò rendendola paraplegica.

Scoprì poi di avere una figlia a Star City, di nome Zoe.

Deadshot è stato addestrato, tra gli altri, anche da David Cain: in Bruce Wayne: Fuggitivo viene ingaggiato proprio per uccidere il suo ex-istruttore.

Segreti Sei[modifica | modifica wikitesto]

Deadshot si è unito al nuovo team di mercenari noto come i Segreti Sei, al fianco di criminali come Bane, Catman e Cheshire, Scandal (la figlia di Vandal Savage) e il contorsionista Rag Doll.[1] Nonostante un apparente affiatamento, Floyd non esita a mettere in pericolo la vita dei compagni per salvare la propria o se dovessero mettere a rischio un lavoro e dunque la possibilità di un compenso.[1] Deadshot è ritornato in azione nei Segreti Sei nell'albo La notte più profonda.[3]

Altre versioni[modifica | modifica wikitesto]

Amalgam[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Amalgam Comics e Personaggi Amalgam Comics.

Nella versione Amalgam viene fuso con un altro famoso cecchino, Bullseye della Marvel, dando vita a Deadeye.

Altri media[modifica | modifica wikitesto]

Deadshot appare nelle serie animate Justice League e Justice League Unlimited, doppiato in originale da Michael Rosenbaum.

Il personaggio, interpretato dall'attore Bradley Stryker è apparso in alcuni episodi della decima e ultima stagione del serial Smallville[4].

Il personaggio è presente nella sceneggiatura di Kevin Smith del mai realizzato Superman Lives.

Deadshot dà il nome all'ultimo episodio del film d'animazione Batman - Il cavaliere di Gotham (2008), ed è doppiato da Jim Meskimen.[5]

Il personaggio è presente nel terzo episodio del serial Arrow, interpretato da Michael Rowe. Riconparirà nel episodio 16 dove tenta di uccidere Malcolm Merlyn. È ancora nel sesto episodio della seconda stagione, dove aiuta Diggle a trovare la sua ex moglie in una prigione russa.Nel 16º episodio diventerà un membro della Suicide Squad e collabborerà con Diggle e altri criminali fermati da Oliver.

Videogiochi[modifica | modifica wikitesto]

Deadshot appare nei seguenti videogiochi:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Dan Wallace, Deadshot in Alastair Dougall (a cura di), The DC Comics Encyclopedia, New York, Dorling Kindersley, 2008, p. 97, ISBN 0-7566-4119-5, OCLC 213309017.
  2. ^ Deadshot is Number 43, Comics.ign.com. URL consultato il 29 dicembre 2010.
  3. ^ Richard George, Blackest Night's Future: January 2010 - Comics Feature at IGN, Comics.ign.com, 15 ottobre 2009. URL consultato il 29 dicembre 2010.
  4. ^ Smallville: arrivano Deadshot e Hawkgirl, comicus.it.
  5. ^ at, Independentcomicssite.net. URL consultato il 29 dicembre 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

DC Comics Portale DC Comics: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di DC Comics