Escapologia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Harry Houdini, il famoso escapologo e illusionista

L'escapologia è la capacità di un mago di sapersi liberare da costrizioni fisiche (camicie di forza, bauli, gabbie, ecc.) e ambientali (stanze cieche, celle ecc.). La parola deriva dall'inglese to escape, che significa "sfuggire, scappare". Molte volte viene confuso con l'illusionismo, un altro gruppo di tecniche utilizzate dai maghi e sceneggiatori.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Più genericamente chiamate evasioni, le escapologie hanno come massimo esperto di ogni tempo l’illusionista Harry Houdini. I numeri di escapologia sono sempre legati alla fuga da qualcosa o da un ambiente. Tipiche sono le esibizioni nelle quali il mago riesce a liberarsi da una camicia di forza, da un baule, da una gabbia, riapparendo a volte in luoghi distanti dal palco principale. Spesso i numeri vengono aumentati di difficoltà e resi più spettacolari attraverso l’utilizzo di situazioni rischiose come l’immersione totale del soggetto in acqua, in un cerchio di fuoco o in un luogo dove non può respirare.

Escapologi famosi[modifica | modifica sorgente]

Escapologi italiani[modifica | modifica sorgente]

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]