David Copperfield (illusionista)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
David Copperfield

David Copperfield (pseudonimo di David Seth Kotkin; Metuchen, 16 settembre 1956) è un illusionista statunitense.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel New Jersey in una famiglia ebrea di discendenze russe da parte di padre, ebbe fin da piccolo la passione per la magia e già a 12 anni si esibiva in numerosi spettacoli con il nome d'arte di Davino the boy magician. A 16 anni tenne un corso di magia alla New York University e a 19 si esibisce nell'Hotel Pagoda di Honolulu, nelle isole Hawaii.

Copperfield ha avuto successo sia nella prima parte della sua carriera (quando si esibiva con il repertorio classico del prestigiatore) sia nella seconda parte (quando ha iniziato a proporre grandi illusioni) perché ha dato un'immagine nuova, più dinamica e moderna, della magia. Attualmente (ma ancor di più negli anni novanta) ha molto spazio nella televisione americana e i suoi numerosissimi programmi non si limitano ai giochi di prestigio ma spaziano anche in altri settori dello spettacolo (ad esempio varietà, recitazione, danza).

Nel 1982 Copperfield ha fondato il Project Magic[1], un programma di ausilio per i bambini convalescenti (a cui insegna facili giochi di prestigio) negli ospedali, nato per aiutarli nella riabilitazione psicomotoria e per una più rapida guarigione.

Recentemente è stato insignito del titolo di "Illusionista del Millennio" dalla presidenza del 21º congresso mondiale di magia (FISM), in una cerimonia che si è svolta a Lisbona, ed è universalmente considerato l'erede del grande Harry Houdini.

David Copperfield è stato fidanzato per sei anni con la top-model Claudia Schiffer, dal 1993 al 1999. In questo periodo, la Schiffer ha più volte partecipato agli spettacoli di Copperfield come ospite speciale e assistente, in particolare nell'illusione Flying e in quella della donna segata in due. Claudia Schiffer compare anche nello speciale David Copperfield: 15 Years of Magic (1994), svolgendo il ruolo dell'intervistatrice.

La celebre rivista Forbes ha stimato i guadagni di David Copperfield in 57 milioni di dollari nel 2004 (piazzandosi così al 35º posto fra le celebrità che hanno guadagnato di più in quell'anno).

Ha scelto il suo nome d'arte prendendo spunto dal protagonista di un romanzo di Charles Dickens datato 1850.

Il 22 aprile 2006 Copperfield è stato assalito da un gruppo di adolescenti mentre passeggiava nel West Palm Beach, in Florida, insieme a due assistenti. I collaboratori hanno consegnato ai rapinatori 500 dollari, i loro orologi, i biglietti aerei e i passaporti, mentre Copperfield, sfruttando la sua destrezza, ha mostrato le sue tasche facendole sembrare vuote, ma in realtà aveva con sé denaro e il cellulare. Quando i rapinatori sono fuggiti, Copperfield ha memorizzato il numero di targa e li ha fatti arrestare.

Nell'agosto 2006 Copperfield ha acquistato alle Bahamas una catena di undici isole, chiamata Musha Cay, convinto che al suo interno si trovi una vera e propria fontana della giovinezza.

Dopo 12 anni dalla sua prima tournée in Italia, fatta nell'autunno 1994, ha deciso di tornarci nell'ottobre 2006 portando in scena il suo spettacolo "An Intimate Evening Of Grand Illusion" il 23-24 a Bologna, il 25-26 a Torino e il 27-29 a Milano.

Il 17 dicembre 2008, durante uno spettacolo a Las Vegas, si verifica un incidente sul palco: il numero d'illusionismo consisteva nel camminare tra le lame rotanti di un ventilatore industriale alto circa tre metri e mezzo; poco prima dell'esibizione un suo assistente è stato accidentalmente catturato dalle lame in movimento e ferito al braccio e al volto. Lo spettacolo è stato immediatamente sospeso e David Copperfield si è scusato con gli spettatori aggiungendo che avrebbero potuto chiedere il rimborso del biglietto.

Copperfield e la sua fidanzata Chloe Gosselin hanno avuto una figlia chiamata Sky nel febbraio 2010, ma la notizia è stata resa pubblica solo nell'agosto 2011.

Gli speciali televisivi[modifica | modifica wikitesto]

Le sue prime apparizioni in televisione risalgono al 1977, sulla rete americana ABC.
Da allora fino al 2001 ha eseguito oltre 150 numeri differenti, coprendo praticamente tutti i generi dell'illusionismo.
Gli speciali andati in onda sono 20:

  1. The Magic of ABC - Starring David Copperfield (7 settembre 1977)
  2. The Magic of David Copperfield (27 ottobre 1978)
  3. The Magic of David Copperfield II (24 ottobre 1979)
  4. The Magic of David Copperfield III: Levitating Ferrari (25 settembre 1980)
  5. The Magic of David Copperfield IV: The Vanishing Airplane (26 ottobre 1981)
  6. The Magic of David Copperfield V: The Statue of Liberty Disappears (8 aprile 1983)
  7. The Magic of David Copperfield VI: Floating Over the Grand Canyon (6 aprile 1984)
  8. The Magic of David Copperfield VII: Familiares (8 marzo 1985)
  9. The Magic of David Copperfield VIII: Walking Through the Great Wall of China (14 marzo 1986)
  10. The Magic of David Copperfield IX: Escape from Alcatraz (13 marzo 1987)
  11. The Magic of David Copperfield X: The Bermuda Triangle (12 marzo 1988)
  12. The Magic of David Copperfield XI: The Explosive Encounter (3 marzo 1989)
  13. The Magic of David Copperfield XII: The Niagara Falls Challenge (30 marzo 1990)
  14. The Magic of David Copperfield XIII: Mystery on the Orient Express (9 aprile 1991)
  15. The Magic of David Copperfield XIV: Flying - Live the Dream (31 marzo 1992)
  16. The Magic of David Copperfield XV: Fires of Passion (30 marzo 1993)
  17. The Magic of David Copperfield: 15 Years of Magic (12 maggio 1994)
  18. The Magic of David Copperfield XVI: Unexplained Forces (1º maggio 1995)
  19. The Magic of David Copperfield: Great Escapes (26 aprile 2000)
  20. The Magic of David Copperfield XVII: The Tornado of Fire (3 aprile 2001; la versione americana dura 60 minuti e quella internazionale 90 minuti)

In Italia le illusioni dei vari speciali sono state trasmesse in numerosi programmi, in alcuni casi dedicati e in altri no:

  • "I Numeri Uno", programma trasmesso su Rai 1 e condotto da Rossano Brazzi, che ha mostrato alcune illusioni nella puntata "David Copperfield", trasmessa di mattino il 13 ottobre 1982 e replicata in prima serata lo stesso giorno; nella puntata è presente come ospite Tony Binarelli.
  • "Il magico David Copperfield": programma dedicato trasmesso su Italia 1, in cui tra il dicembre 1983 e il febbraio 1984 sono stati mostrati integralmente alcuni speciali.
  • "Alla ricerca dell'Arca": varietà (non dedicato) trasmesso su Rai 3 tra il 1988 e il 1990 e condotto da Mino Damato, in cui venivano occasionalmente mostrate alcune illusioni di Copperfield.
  • "Serata incredibile": programma (non dedicato) trasmesso su Italia 1 nel 1988 e presentato da Gerry Scotti, in cui la visione di vari film di fantascienza era anticipata dalla trasmissione di alcune illusioni di Copperfield.
  • "Sei un fenomeno": varietà pomeridiano (non dedicato) trasmesso su Canale 5 nell'estate 1991 e condotto da Paolo Bonolis con la partecipazione saltuaria di Luca Laurenti.
  • "Magico David": varietà dedicato trasmesso su Italia 1 nell'estate 1992 e condotto da Moana Pozzi con la partecipazione saltuaria di Gianni Fantoni; le ultime due puntate sono andate in onda solo nel 1994.
  • "La Grande Magia di David Copperfield": due antologie dedicate trasmesse su Canale 5 il 18 settembre e il 9 novembre 1994, condotte da Giorgio Mastrota e Natalia Estrada, in occasione della prima tournée di Copperfield stesso in Italia. Le due antologie sono poi state replicate sullo stesso canale il 24 settembre e il 1º ottobre 1995.
  • "Buona Domenica": programma trasmesso su Canale 5 che nella puntata del 16 ottobre 1994 ha trasmesso alcune illusioni di Copperfield, ospite in studio. La puntata è presentata da Gerry Scotti e Gabriella Carlucci.
  • "David Copperfield - L'uomo impossibile", serie di mini-speciali trasmessi da Italia 1 a ottobre e novembre del 2006, in occasione della seconda e ultima tournée di Copperfield in Italia. Non vanno confusi con il programma omonimo (vedi sotto), che oltretutto ha un logo diverso.
  • "David Copperfield - L'uomo impossibile", programma dedicato trasmesso su Italia 1 la sera di Natale del 2006 e consistente nello speciale numero venti nella versione internazionale da 90 minuti; il presentatore originale Carson Daly è sostituito da Marco Berry. Il programma è stato poi replicato sulla stessa rete la sera del Natale del 2007 e del 2012.

Alcuni dei suoi numeri più famosi[modifica | modifica wikitesto]

  • Floating Ferrari: la levitazione e la sparizione di una Ferrari da 60.000 $ (nel 1980),
  • Lear jet vanish: la sparizione di un jet di sette tonnellate (nel 1981),
  • Statue of Liberty disappears: la sparizione della Statua della Libertà (nel 1983),
  • Grand Canyon levitation: l'illusione in cui Copperfield vola sul Grand Canyon (nel 1984),
  • Walking through the Great wall of China: l'attraversamento, da parte a parte, della Grande muraglia cinese (nel 1986),
  • Escape from Alcatraz: la fuga dalla prigione di Alcatraz (nel 1987),
  • Death Saw: l'illusione in cui in piena vista viene tagliato in due da una grossa sega elettrica circolare (nel 1988),
  • Train car vanish: la levitazione e la sparizione di una carrozza dell'Orient Express (nel 1991),
  • Flying: l'illusione in cui vola (nel 1992),
  • Laser: un raggio laser divide Copperfield in due metà, che si staccano l'una dall'altra (nel 2001).
  • Portal: Copperfield si teletrasporta alle Hawaii insieme a uno spettatore (nel 2001).
  • Thirteen: tredici spettatori spariscono da una piattaforma sollevata al centro del teatro e ricompaiono pochi secondi dopo in un'altra sede del teatro (nel 2001).

Altri trucchi notevoli sono:

  • Slo-mo duck: un papero scompare da una scatola e poi riappare in un secchio vuoto. Uno spettatore chiede la replica del trucco, fatta però al rallentatore (nel 1984 e nel 2001).
  • Camera trick: la sparizione di una telecamera che trasmette immagini fino a un secondo prima (nel 1990).
  • Slicer: divisione di una assistente in ben nove parti (nel 1990).
  • Misled: passaggio di una matita attraverso una banconota chiesta in prestito, lasciando intatta la banconota stessa (nel 1990).
  • Walking through a mirror: attraversamento, da parte a parte, di uno specchio (nel 1990).
  • Brazillian water levitation: una assistente vien posta sopra un getto d'acqua verticale, che sembra sorreggerla. La ragazza resta in levitazione anche dopo che il getto viene interrotto (nel 1991).
  • Floating rose: l'illusione in cui fa fluttuare una rosa (nel 1991).
  • Heaven on the seventh floor: un ascensore vuoto e sospeso sul palcoscenico si chiude e alla sua riapertura vi appare dentro Copperfield (nel 1992).
  • Interlude: l'illusione in cui una assistente passa attraverso il suo corpo, da dietro a davanti (nel 1992).
  • Squeeze box: Copperfield si sdraia in una scatola che inizia ad accorciarsi, arrivando ad avere la testa attaccata quasi direttamente ai piedi (nel 1992).
  • Passion's prison: l'illusione in cui scambia istantaneamente il proprio posto con quello di una assistente posta su un'altra piattaforma (nel 1993).
  • Blueprint for mystery: una assistente posta su un tavolo scompare pezzo per pezzo, e dopo la sua riapparizione ne compare anche un'altra (nel 1993).
  • Floating table: alcuni spettatori circondano un tavolo che poi inizia a fluttuare (nel 1995).
  • The blade: una assistente viene segata in due verticalmente, rimanendo con le metà destra e sinistra del corpo separate (nel 1995).
  • Barclay house: ... (nel 1995).
  • Snow: Copperfield produce fiocchi di neve con le proprie mani, per poi trasformarsi in un bambino (nel 1995).

Numeri eseguiti una sola volta[modifica | modifica wikitesto]

Oltre ai numeri che Copperfield riesegue spesso durante le sue tournée in giro per il mondo ci sono anche le "grandi illusioni", che egli ha eseguito una sola volta in tutta la sua carriera:

  • Lear jet vanish: la sparizione di un jet di sette tonnellate (nel 1981),
  • Statue of Liberty disappears: la sparizione della Statua della Libertà (nel 1983),
  • Grand Canyon levitation: l'illusione in cui Copperfield vola sul Grand Canyon (nel 1984),
  • Walking through the Great wall of China: l'attraversamento, da parte a parte, della Grande muraglia cinese (nel 1986),
  • Escape from Alcatraz: la fuga dalla prigione di Alcatraz (nel 1987),
  • Bermuda triangle: l'entrata e riemersione dal triangolo delle Bermude (nel 1988),
  • Building implosion: la fuga da una cassaforte situata in un edificio che sta per crollare sotto cariche esplosive (nel 1989),
  • Niagara falls challenge: la fuga da un contenitore che precipita nelle cascate del Niagara (nel 1990),
  • Train car vanish: la levitazione e la sparizione di una carrozza dell'Orient Express (nel 1991),
  • Amazon ritual: la liberazione da una camicia di forza, appeso a testa in giù sopra una piattaforma piena di lance infuocate (nel 1993),
  • Tornado of fire: la sfida dentro un tornado di fuoco (nel 2001).

I suoi numeri preferiti[modifica | modifica wikitesto]

Durante un'intervista rilasciata al Guinness dei primati e pubblicata a pag. 179 dell'edizione 2006 di tale libro, Copperfield spiega che sono 3 le illusioni che considera le più riuscite in assoluto: «Sono molto soddisfatto di Flying, specialmente nella versione con il volo in un contenitore di plexiglas. Mi piace anche Death Saw (sega della morte) e il numero della lotteria con l'auto che appare in mezzo al pubblico».

Spettacoli dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Copperfield esegue oltre 500 spettacoli all'anno, e spesso porta i suoi show in tournée in giro per il mondo. Questo è l'elenco dei suoi spettacoli fino a oggi:

  • The Magic of David Copperfield: Live on Stage (1983–1986)
  • The Magic of David Copperfield (1987–1990)
  • David Copperfield: Radical New Illusions (1991–1992)
  • David Copperfield: Magic for the 90's (1992–1994)
  • David Copperfield: Beyond Imagination (o. The Best of David Copperfield) (1995–1996)
  • David Copperfield: Dreams and Nightmares (o. Magic is Back) (1996–1998)
  • David Copperfield: Journey of a Lifetime (o U!) (1999–2000)
  • David Copperfield: Unknown Dimension (o Global Encounter) (2000–2001)
  • David Copperfield: Portal (2001–2002)
  • David Copperfield: An Intimate Evening Of Grand Illusion (o World of Wonders) (2003–oggi)

I suoi record[modifica | modifica wikitesto]

Copperfield detiene ben 11 record da Guinness dei primati (più di qualsiasi altro mago), che si trovano elencati anch'essi a pag. 179 dell'edizione 2006 di tale libro:

  1. biglietti venduti da un solo intrattenitore
  2. guadagni globali più elevati di un illusionista
  3. maggior incasso in una settimana a Broadway
  4. pubblico più numeroso in una settimana a Broadway
  5. maggior numero di telespettatori per un mago
  6. maggior numero di spettacoli in un anno
  7. più grande collezione privata di oggetti di illusionismo
  8. manifesto di magia più prezioso
  9. archivio più grande di un mago
  10. guadagni più elevati di un illusionista in un anno
  11. illusione più grande messa in scena

Apparizioni al cinema, in tv e in altri media[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel 1980 partecipa al film horror Terror Train interpretando il ruolo di prestigiatore.
  • Nel 2002 appare, in un piccolo cameo, nell'episodio Il mio giorno fortunato della serie televisiva Scrubs (puntata numero 9 della seconda stagione).
  • Nel 2011 una versione animata di Copperfield compare nella serie televisiva I Simpson, nell'episodio La grande Simpsina (puntata numero 18 della ventiduesima stagione); nella versione originale il personaggio è doppiato dallo stesso Copperfield.
  • Nel 2011 interpreta se stesso nella serie televisiva I Maghi di Waverly, nell'episodio Harperentola (puntata numero 26 della quarta stagione).

Doppiatori italiani[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Project Magic - Sito ufficiale

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 67555852 LCCN: n95055679

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie