Claudia Schiffer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Claudia Schiffer
Claudia Schiffer Cannes.jpg
Altezza 181[1] cm
Misure 94-62-91.5[1]
Taglia 36[1] (UE) - 6[1] (US)
Peso 58 kg
Scarpe 41[1] (UE) - 9[1] (US)
Occhi Azzurri
Capelli Biondi

Claudia Schiffer (pronuncia tedesca [ˈklaʊdi̯a ˈʃɪfɐ][2]) (Rheinberg, 25 agosto 1970) è una supermodella e attrice tedesca che ha raggiunto l'apice della propria popolarità nel corso degli anni novanta, anche per via della sua somiglianza con Brigitte Bardot[3]. Con oltre 700 copertine internazionali dedicate a lei[4] ed un patrimonio che la rivista Forbes nel 2002 ha quantificato intorno ai 55 milioni di dollari[5][6], Claudia Schiffer è considerata una delle modelle di maggior successo.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Origini[modifica | modifica sorgente]

Claudia Schiffer nasce a Rheinberg, una piccola cittadina tedesca, figlia di Gudrun e Heinz Schiffer, un avvocato,[7] e ha due fratelli, Stefan e Andreas, e una sorella, Ann Carolin.[6] Claudia ha rivelato che durante l'adolescenza è stata molto timida, in quanto molto più alta delle sue coetanee.[6] Inizialmente il suo sogno era di diventare un'avvocato, seguendo le orme del padre[8], ma abbandonò questa aspirazione, quando nell'ottobre 1987 fu notata a Düsseldorf da Michael Levaton, il capo di un'importante agenzia di moda, che la convinse a lavorare come modella.[9]

Carriera[modifica | modifica sorgente]

Claudia Schiffer a Londra nel 2007

Dopo aver completato i propri studi, Claudia Schiffer comincia a lavorare nel campo della moda, e dopo aver realizzato un servizio fotografico a Parigi, compare sulla copertina di Elle, a cui seguono in rapida successione numerosi altri servizi e copertine. Ben presto la Schiffer viene scelta come testimonial di Chanel[9][10], che le fa guadagnare lo status di supermodel. Nei primi anni novanta è la protagonista della campagna pubblicitaria dei jeans Guess?, che le dona ulteriore popolarità.[9]. A questo punto della sua carriera Claudia entra a far parte della prestigiosa agenzia Metropolitan[11] e diventa la testimonial per l'azienda di cosmetici Revlon. Seguono sfilate per importanti case di moda come Versace, Jil Sander, Dolce & Gabbana, Ralph Lauren e Valentino[6][9][12], e servizi e copertine non solo per riviste di moda come Vanity Fair,Vogue, Harper's Bazaar, Cosmopolitan ma anche per Rolling Stone, The New York Times e People.[6][9][13]

Claudia Schiffer continua la propria carriera, diventando testimonial per l'azienda di abbigliamento spagnola Mango[12] e per Accessorize,[14] a cui seguono contratti con L'Oréal ed Ebel.[12] Contemporaneamente appare negli spot pubblicitari sia della Pepsi che della Fanta, in cui danza con il cartone animato Topolino.[6] Nel 1998 firma un contratto di tre milioni di dollari con la Citroën, per diverse pubblicità della Casa, in una di queste compie uno striptease integrale prima di guidare la Xsara Coupé.[9] È poi comparsa nella campagna pubblicitaria del vino Dom Pérignon, è stata testimonial del nuovo profumo della stilista Alberta Ferretti e anche, insieme a Naomi Campbell ed Eva Herzigova, di Anthology Fragrance, prima collezione di profumi di Dolce e Gabbana. La sua collaborazione più lunga e proficua è però quella con Karl Lagerfeld[15].

Il 6 ottobre 2009, all'età di trentanove anni, Claudia Schiffer ha annunciato ufficialmente il suo ritiro dalle passerelle[16]. Il 22 febbraio 2010, alle soglie dei quarant'anni (che ha compiuto il 25 agosto 2010[17]), è stata insignita del titolo di "Modella dell'anno" agli Elle Style Awards di Londra[18].

In occasione del suo quarantesimo compleanno, la rivista Zeit Magazin le ha dedicato un servizio fotografico con 40 copertine,[19][20] e nel 2012 è tornata a posare per Guess?, in occasione dei trent'anni dell'azienda[21].

Nel 2014 viene scelta come ambasciatrice europea dalla casa automobilistica Opel[22].

Altre attività[modifica | modifica sorgente]

Claudia Schiffer a Parigi nel 2009

Oltre alla sua principale attività di modella, Claudia Schiffer è apparsa anche in numerosi film e video musicali. La sua prima apparizione è stata nel film Richie Rich - il più ricco del mondo, dove interpreta se stessa, a cui segue Blackout al fianco di Dennis Hopper e Matthew Modine.[23] Nel 1999 compare in ben tre film: Black and White, Friends & Lovers e Desperate But Not Serious. Nel 2001 compare anche in Love Actually, in un ruolo semi-cameo. Claudia ha anche collezionato numerose apparizioni, spesso nel ruolo di se stessa, come nel film Zoolander con Ben Stiller.[8] In televisione ha partecipato a innumerevoli trasmissioni, talk-show e serie televisive come Dharma & Greg ed Arrested Development: in Italia, tra l'altro, è stata ospite del varietà Scommettiamo che...? nel 1994 e ha partecipato al Galà della pubblicità nel 1998. Ha inoltre partecipato al video musicale Uptown Girl dei Westlife e Say It Isn't So dei Bon Jovi.

Ha inoltre pubblicato quattro corsi di ginnastica aerobica in videocassetta intitolati Claudia Schiffer's Perfectly Fit[6], ed è stata la presentatrice dei French Fashion Awards e del World Music Awards tenutosi a Monaco.[6] Con le colleghe Christy Turlington, Naomi Campbell, e Elle Macpherson, la modella ha aperto una catena di ristoranti, chiamati Fashion Café, e inaugurati nel 1995.[8] Claudia svolge anche il ruolo di ambasciatrice per l'UNICEF.

Durante la settimana della moda di Parigi del 2011 ha anche lanciato una linea di capi in cashmere, chiamata Claudia Schiffer Cashmere e realizzata in collaborazione con la stilista Iris Von Arnim[9][24][25]. La collezione, venduta in tutto il mondo, vede l'ex modella tedesca in veste di direttrice creativa del marchio[25], e a questa collezione si aggiungerà anche una linea di occhiali da sole prodotta in collaborazione con l'azienda tedesca Rodenstock[26][27].

Nel 2013 ha preso parte al programma Fashion Hero, versione tedesca di Fashion Star trasmessa dal canale Pro7[28].

Beneficenza[modifica | modifica sorgente]

Claudia Schiffer inizia il suo coinvolgimento con l'UNICEF nel 1997 diventando un membro del Comitato Arte e intrattenimento, per poi diventare, nel 2006 Ambasciatrice di Buona Volontà per l'organizzazione nel Regno Unito. Da allora ha viaggiato in Bangladesh per partecipare alla Giornata Internazionale delle vaccinazioni dell'UNICEF e per tutelare i diritti dei bambini colpiti da HIV ed AIDS. Per sostenere gli sforzi di raccolta fondi ha partecipato ad alcuni video messaggi[29].

Vita privata[modifica | modifica sorgente]

Claudia Schiffer ai Premi César 1993

Claudia Schiffer è stata legata al prestigiatore David Copperfield dal 1994 al 1999[9], partecipando come assistente ad alcuni suoi spettacoli.[30]

Il 25 maggio 2002 ha sposato il produttore cinematografico Matthew Vaughn,[9] dal quale ha avuto tre figli: Caspar Matthew (2003), Clementine (2004) e Cosima Violet (2010)[31][32][33].

In un'intervista Claudia Schiffer ha dichiarato che oggi non esistono più le supermodel intese come lo erano durante il suo periodo d'oro, e ha riconosciuto come unica possibile supermodella attuale Gisele Bündchen.[34]

Filmografia[modifica | modifica sorgente]

Doppiatrici italiane[modifica | modifica sorgente]

Agenzie[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d e f (EN) Claudia Schiffer in Fashion Model Directory, Fashion One Group.
  2. ^ Duden Aussprachewörterbuch, 6ª ed., Mannheim, Bibliographisches Institut & F.A. Brockhaus AG, 2006.
  3. ^ Karl Lagerfeld chiamava Claudia Schiffer la "nuova Bardot" negli anni novanta, vedi Ken Ringle, Claudia, Queen of the Runway; The Stunning Supermodel, Stopping Traffic & Hearts in The Washington Post, 22 ottobre 1990.
  4. ^ Lo strano caso di Claudia Schiffer in modeyes.com. URL consultato l'8 maggio 2012.
  5. ^ Blanket cover for bride Schiffer - BBC News. URL consultato il 13 giugno 2007.
  6. ^ a b c d e f g h The Golden Girl, cigaraficionado.com, 13 giugno 2007. URL consultato l'8 agosto 2013 (archiviato dall'url originale il 13 novembre 2007).
  7. ^ "Biography". Ask Men. Ultimo accesso: 19 giugno 2007.
  8. ^ a b c "Claudia Schiffer: Biography". MSN. Ultimo accesso: 12 giugno 2007.
  9. ^ a b c d e f g h i " Who‘s Who? Claudia Schiffer, Vogue. URL consultato il 12 giugno 2007 (archiviato dall'url originale il 20 ottobre 2007)..
  10. ^ "Fashion Bites Model Spectator". Vogue. Ultimo accesso: 13 giugno 2007.
  11. ^ Amerikas Superstar "50 Cent" bei Saadi Gaddafi. URL consultato il 17 gennaio 2008.
  12. ^ a b c "Love, Actually". ''The Guardian. Ultimo accesso: 132 giugno 2007.
  13. ^ Vogue Magazines. URL consultato il 3 giugno 2007.
  14. ^ "Agent Schiffer". Vogue. Ultimo accesso: 13 giugno 2007.
  15. ^ Il caso delle foto di Claudia Schiffer per i 20 anni di amicizia con Karl Lagerfeld - Modalizer.com. URL consultato il 9 luglio 2012.
  16. ^ Claudia Schiffer dice addio alle passerelle - Affaritaliani.it. URL consultato il 9 luglio 2012.
  17. ^ TgCom - Claudia Schiffer compie 40 anni. URL consultato il 9 luglio 2012.
  18. ^ Claudia Schiffer, è lei la "Modella dell'anno" - Gossip.it. URL consultato il 13 agosto 2013.
  19. ^ Supertop 90: Cindy Crawford su Bullet di novembre 2010 e Claudia Schiffer su Zeit Magazine. URL consultato il 17 ottobre 2010.
  20. ^ TgCom - Claudia, 40 cover per Die Zeit. URL consultato il 9 luglio 2012.
  21. ^ Claudia Schiffer, il tempo si è fermato - repubblica.it. URL consultato il 9 luglio 2012.
  22. ^ OPEL: CLAUDIA SCHIFFER AMBASCIATRICE PER L'EUROPA. URL consultato il 4 gennaio 2014.
  23. ^ Schiffer returns to catwalk. URL consultato il 13 giugno 2007.
  24. ^ Claudia Schiffer stilista: Knitwear Deluxe Collection primavera-estate 2012 - stylosophy.it 8 maggio 2012.
  25. ^ a b Claudia Schiffer - Interview - Stylist. URL consultato il 6 marzo 2012.
  26. ^ Rodenstock: una collezione con Claudia Schiffer, crisalidepress.it. URL consultato il 30 settembre 2013.
  27. ^ Claudia Schiffer e Rodenstock annunciano una nuova collaborazione, fashiontimes.it. URL consultato il 9 ottobre 2013.
  28. ^ (DE) Claudia Schiffer ist die neue Gesicht bei Pro7 - bild.de
  29. ^ Claudia Schiffer UNICEF UK ambassador. URL consultato il 9 dicembre 2013.
  30. ^ " David Copperfield on Oprah. (archiviato dall'url originale il ).". Oprah show transcript, 1996. Ultimo accesso: 10 settembre 2007.
  31. ^ Claudia Schiffer è di nuovo incinta, gossipblog.it. URL consultato il 9 luglio 2012.
  32. ^ Claudia Schiffer mamma (e tre). URL consultato il 9 luglio 2012.
  33. ^ Finalmente si conosce il nome della terza figlia di Claudia Schiffer. URL consultato il 9 luglio 2012.
  34. ^ Supermodels don't exist anymore, says Claudia Schiffer. URL consultato il 13 settembre 2007.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 45106955 LCCN: no95054137