James Randi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
James Randi

James Randi, nato James Hamilton Randall Zwinge, col cognome poi modificato legalmente in Randi (Toronto, 7 agosto 1928), è un illusionista e divulgatore scientifico canadese naturalizzato statunitense.

Conosciuto anche come The Amazing Randi ("lo stupefacente Randi"), è un prestigiatore professionista, un razionalista e uno scettico, e un oppositore delle pseudoscienze.[1]

È noto in particolare per la One Million Dollar Paranormal Challenge, il premio di un milione di dollari messo in palio dalla sua fondazione, la James Randi Educational Foundation, che sarà dato a chiunque sia capace di mostrare, in condizioni scientificamente controllate e preventivamente concordate fra le parti, un qualsiasi fenomeno paranormale di qualunque tipo, o legato all'occultismo, oppure un miracolo. È in questo senso una figura di spicco dello CSICOP (oggi CSI), l'associazione americana analoga al CICAP.

È inoltre ospite regolare del programma televisivo intitolato Bullshit! ("Stronzate!"), condotto dai noti razionalisti Penn & Teller.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Primi anni e vita privata[modifica | modifica wikitesto]

Randi è il maggiore di tre fratelli[2][3]. Il suo interesse nel "debunking" del paranormale iniziò nei primi anni dell'adolescenza quando lesse un libro di illusionismo nei tredici mesi in cui fu costretto a letto da un incidente avuto andando in bicicletta. Contrariamente alle aspettative dei medici, Randi riprese a camminare.[2]. Nei primi anni sessanta lavorò in alcuni night clubs nelle Filippine[4]. In quel periodo Randi fu testimone di molti trucchi presentati come se fossero poteri soprannaturali. Una delle prime esperienze da lui registrate, fu quella di vedere un predicatore usare il trucco della "lettura del biglietto" per convincere i fedeli dei suoi poteri divini.[5][6] Per molti anni Randi è stato un astronomo dilettante, influenzato dal suo amico Carl Sagan.

Nel 1981 gli è stato intitolato un asteroide: 3163 Randi[2]. Nel 1987 Randi fu naturalizzato cittadino americano[7]. James Randi racconta che la ragione per la quale acquisì la cittadinanza statunitense è da rinvenire in un incidente occorso mentre era in tour con Alice Cooper, la polizia a cavallo canadese perquisì gli armadietti della band e tenne Randi sotto la minaccia delle armi appena questi provò a obiettare[8].

Nel febbraio del 2006 fu sottoposto a un intervento per un bypass aorto-coronarico[9]. Durante la degenza il suo sito web fu aggiornato settimanalmente da diversi ospiti[10]. Dopo la degenza, Randi fu in condizione di aiutare ad organizzare e partecipare all'Amazing Meeting a Las Vegas nel 2007 (si tratta di un convegno annuale di scienziati, illusionisti, scettici, atei e altri pensatori liberi)[11].

Nel marzo del 2010 Randi ha annunciato pubblicamente per la prima volta di essere gay[12][13].

Carriera professionale[modifica | modifica wikitesto]

Randi ha lavorato come illusionista ed escapologo professionista fin dal 1946 inizialmente con il suo nome di nascita Randall Zwinge. All'inizio della sua carriera prese parte a numerosi numeri in cui fuggiva sano e salvo da una cella. Il 7 febbraio del 1956, apparve in diretta sul The Today Show rimanendo per 104 minuti in una bara di metallo sigillata nel fondo di una piscina di un hotel, battendo quello che si afferma essere il record di Houdini (93 minuti)[14][15].

Randi, alla metà degli anni sessanta, fu ospite dell'The Amazing Randi Show in una stazione radio di New York (WOR-Radio)[16]. Fu numerose volte ospite in televisione e compì diversi tour. Dal 1967 al 1972 apparve come "The Amazing Randi" in uno spettacolo televisivo intitolato Wonderama[17] e fu ospite di un show per bambini chiamato The Magic Clown nel 1970[18]. Nel numero del 2 febbraio 1974 di Abracadabra (un periodico britannico di illusionismo) Randi definì la comunità degli illusionisti dicendo "Non conosco nessuna vocazione che dipenda così tanto sulla fiducia reciproca e la fede, come la nostra."

Durante il tour di Alice Cooper del 1974, Randi si esibì interpretando un dentista e un boia[19]. Era inoltre l'autore di diversi oggetti della scenografia, tra cui una ghigliottina[20][21].

Randi nel 2007 alla conferenza Technology Entertainment Design (TED)

L'anno successivo, nell'inverno del 1975, Randi si liberò da una camicia di forza mentre era sospeso a testa in giù sopra le cascate del Niagara in diretta durante il programma World of Wizards sulla TV canadese.[22]

Agli inizi della sua carriera, a Randi fu mandato un contratto per un tour in Florida. Un suo amico di New York gli fece presente che sicuramente avrebbe lavorato in luoghi dove i neri sarebbero stati discriminati. Nel contratto Randi fece quindi apporre una clausola dove si imponeva ai promotori del tour di non negare i biglietti ai neri o attuare forme di discriminazione razziale. Arrivato sul palcoscenico si accorse però che la clausola era stata disattesa e i neri erano stati costretti a seguire lo show dalla balconata; decise quindi di lasciare immediatamente il tour. Appellandosi poi al sindacato degli artisti americani (American Guild of Variety Artists) riuscì a ottenere l'intero compenso che era stato previsto.[23]

Randi fu una volta accusato di usare "poteri paranormali" per compiere azioni come quella della flessione del cucchiaio. James Alcock riferisce che tale accusa fu mossa durante un meeting nel quale Randi stava ripetendo le performance di Uri Geller. Un professore dell'Università di Buffalo gridò che quella di Randi era una truffa; Randi rispose: "Sì, infatti, io sono un imbroglione, un truffatore, un ciarlatano, è questo che io faccio per vivere. Tutto ciò che ho fatto qui oggi è un imbroglio". Il professore replicò: "Non è questo che intendevo. Tu sei un imbroglione perché fingi di fare queste cose con dei trucchi ma in realtà tu stai usando i tuoi poteri mentali e ci stai fuorviando non ammettendolo".[24] Il famoso autore e spiritista Arthur Conan Doyle, anni prima, aveva mosso le stesse accuse a Harry Houdini.[25]

Autore[modifica | modifica wikitesto]

Randi è autore di Conjuring (1992), una biografia storica dei più noti illusionisti. Il libro presenta i più influenti illusionisti e spiega la loro storia e amplia quanto già proposto nel suo libro del 1976 Houdini, His Life and Art che descriveva la figura di Houdini e il suo seguito. Randi ha anche scritto un libro per bambini The Magic World of the Amazing Randi con l'intento di introdurre i bambini all'arte dell'illusionismo.

Oltre i libri sulla magia e sull'illusionismo, ha scritto numerosi testi a fini educativi e divulgativi sul paranormale e sulle pseudoscienze. Questi includono la biografia di Uri Geller e quella di Nostradamus. Sul suo sito si legge che sta lavorando a un testo concernente la sua applicazione dello scetticismo alla scienza[26].

Carriera come scettico e debunker[modifica | modifica wikitesto]

Randi salì alla ribalta internazionale nel 1972 quando sfidò le affermazioni di Uri Geller. Randi accusò Geller di essere un semplice ciarlatano, che usava semplici trucchi "magici" per realizzare i suoi presunti poteri paranormali, e argomentò le sue dichiarazioni nel libro The Truth About Uri Geller (conosciuto anche come The Magic of Uri Geller).[6][27] Geller intentò un'azione legale contro il CSICOP, di cui Randi era uno dei fondatori. L'azione legale fu respinta e Geller condannato a pagare 120.000 dollari per avere avventatamente promosso la causa legale.[28]

Randi fu tra i fondatori e principali membri dello CSICOP, il Comitato per l'Investigazione Scientifica delle Affermazioni sul Paranormale, oggi Comitato per l'Indagine Scettica[29]. Randi in seguito si dimise dallo CSICOP, nel periodo in cui Uri Geller stava intentando diverse cause nei suoi confronti. La dirigenza dello CSICOP, volendo evitare di diventare uno dei bersagli delle cause di Geller, aveva richiesto che Randi si astenesse dal fare commenti su Geller. Randi rifiutò e si dimise, ma mantiene ancora una rispettosa relazione con il gruppo e spesso scrive articoli sulla loro rivista.

Randi ha continuato a scrivere diversi libri, criticando credenze e asserzioni riguardanti il paranormale. Nel tempo ha avuto un ruolo molto importante nello smascherare frodi e ciarlatani che sfruttavano questo campo per il loro personale guadagno.

Per fare un esempio, nella burla progetto Alpha, Randi mostrò come si possa attuare un esperimento eterodiretto, lungo un anno, relativo ai poteri psichici, grazie a dei fondi privati.[30] La burla divenne uno scandalo e dimostrò l'inaffidabilità di molte ricerche sul paranormale di livello universitario. Alcuni dissero che la burla non era etica, mentre altri affermarono che il suo fu un legittimo esercizio per il debunking delle ricerche mal fatte[31].

James Randi al The Amazing Meeting nel 2007

Randi è apparso anche in numerosi programmi televisivi, talvolta smascherando in diretta le presunte abilità dei personaggi ospiti. Nel 1981 partecipò allo show That's My Line in cui era presente anche James Hydrick che affermava di potere muovere gli oggetti con la sola forza della propria mente. Dimostrò quindi la sua abilità in diretta sfogliando le pagine di un elenco telefonico senza toccarle[32]; Randi ritenne che il trucco usato era dato da un soffio furtivo: Hydrick, senza farsene accorgere, soffiava sulle pagine dell'elenco così girandole. Randi sistemò quindi, intorno all'elenco telefonico, della gommapiuma invitando Hydrick a ripetere la sua performance; questi, dopo essere rimasto in concentrazione accanto all'elenco telefonico per diverso tempo, si dichiarò incapace di esprimere il suo potere in quelle condizioni. Dato che, a detta di Randi e della giuria presente sul palco, la gommapiuma non impediva in alcun modo alle pagine di girarsi, la conclusione fu che Hydrick non era realmente capace di produrre un fenomeno paranormale.[33] Molti anni dopo, Hydrick ammise la frode.[34]

Nel 1982, Randi sottopose a controllo le abilità di Arthur Lintgen, un fisico di Philadelphia che sa determinare quale musica classica è registrata su un disco in vinile solo esaminando i solchi. In ogni caso Lintgen non afferma di avere poteri paranormali piuttosto ha una particolare conoscenza di come i solchi vengono incisi[35].

Randi fu insignito del premio MacArthur Genius Grant nel 1986[2]. I soldi del premio furono usati in una campagna volta a smascherare i "guaritori religiosi" (cioè coloro che intendono far guarire qualcuno attraverso preghiere o atti di fede). Furono smascherati Peter Popoff, W. V. Grant e Ernest Angley.[2]. Popoff, una volta scoperto, dovette dichiarare bancarotta nell'anno successivo[36]

Nel 1988, Randi dimostrò quanto creduloni siano i mass media organizzando egli stesso una burla. Unendosi alla squadra del programma australiano 60 Minutes e rilasciando una falsa cartella stampa, accrebbe la pubblicità di un medium chiamato Carlos, che in realtà era un artista di nome Jose Alvares amico di Randi. Randi gli comunicava ciò che doveva dire attraverso un sofisticato sistema radio, nessuno si preoccupò di verificare le credenziali e la storia del fantomatico Carlos. La burla fu svelata nella stessa trasmissione.[37][38]

Nel 1989 Randi partecipò, insieme al direttore della rivista Nature John Maddox e a Walter Stewart, ricercatore specializzato in patologia clinica e particolarmente esperto di errori e frodi nella ricerca medica, alla commissione di controllo della pubblicazione di J. Benveniste che "dimostrava" l'esistenza della cosiddetta "memoria dell'acqua" (Nature, 333 (6176):816-818,1998). La commissione dimostrò, senza ombra di dubbio, che i risultati di Benveniste erano frutto di una frode[39].

Nel libro The Faith Healers, Randi spiega la sua rabbia come motivata dalla compassione per le vittime delle frodi. Egli è stato inoltre molto critico verso il presunto medium João de Deus (conosciuto anche com John of God) autoproclamatosi chirurgo[40]. In merito Randi osservò: "per ogni prestigiatore d'esperienza sono ovvi i mezzi usati per fare sembrare queste cose dei miracoli"[41].

Randi scrive regolarmente in una rubrica chiamata "'Twas Brillig", sulla rivista Skeptic della The Skeptics Society .

James Randi Educational Foundation[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi James Randi Educational Foundation.

Nel 1996, Randi fondò la James Randi Educational Foundation (JREF). Questa supporta le indagini sulle affermazioni riguardanti il paranormale e tenta di verificarle in condizioni sperimentali controllate, offrendo un premio di un milione di dollari a chiunque possa dimostrare un'abilità sovrannaturale seguendo criteri di test scientifico concordati. Nessuno ha mai superato un test preliminare, che viene stabilito e concordato tra Randi e il candidato. Randi aggiorna il sito web della JREF, con dei commenti scritti, il venerdì.

Dispute legali[modifica | modifica wikitesto]

La rivalità tra Randi e i suoi oppositori è giunta davanti ai tribunali in diverse occasioni. Randi ha affermato che in queste dispute legali non ha mai dovuto sborsare nemmeno un dollaro a coloro che gli avevano fatto causa[42]

Eldon Byrd[modifica | modifica wikitesto]

In un'intervista per Twilight Zone Magazine, Randi accusò Uri Geller e Eldon Byrd di essere gli ispiratori di un piano di ricatto che mirava a distruggerlo[43]. Byrd fece causa a Randi e questi accusò a sua volta Byrd di avere molestato dei bambini. I Testimoni condotti in tribunale negarono che ci fossero state delle molestie verso dei bambini ma Byrd fu comunque arrestato per possesso (con l'intento di distribuire) materiale osceno che riproduceva dei bambini[44]. Nonostante questo Byrd vinse la causa ma il giudice non gli concesse il risarcimento economico richiesto.[45]

Uri Geller[modifica | modifica wikitesto]

  • In un'intervista con un quotidiano giapponese, a Randi venne attribuita un'affermazione secondo cui Uri Geller aveva spinto un suo caro amico a "spararsi in testa", dopo che Franklin aveva scoperto di essere stato raggirato da Geller (cosa che Randi successivamente disse trattarsi di una metafora il cui senso era andato perso con la traduzione[46]), poiché questo amico morì per cause naturali, Geller fece causa con successo sia al quotidiano che a Randi nei tribunali giapponesi. Randi non poté partecipare al processo e nel marzo del 1993, a condanna emessa, si rifiutò di pagare i 500 000 yen stabiliti dal giudice. Geller più tardi, in un accordo col CSICOP, acconsentì a non perseguire Randi per quella somma.[47][48] L’editore giapponese invece risolse la questione extragiudizialmente con una somma definita “a sei cifre”[49].
  • Randi una volta commentò che i trucchi di Uri Geller erano della stessa qualità di quelli che Randi leggeva sul retro delle scatole di cereali quando era bambino. Geller fece causa sia a Randi che allo CSICOP. Lo CSICOP disconobbe Randi, dichiarando che l'organizzazione non era responsabile delle affermazioni di Randi. La corte concordò che coinvolgere lo CSICOP fosse ridicolo, e venne quindi scagionato. A Geller venne ordinato di pagare dei danni sostanziosi al CSICOP[50].[51][52] La sentenza escludeva specificamente Randi dal ricevere parte di quei soldi. Randi e Geller hanno entrambi accumulato spese legali per centinaia di migliaia di dollari. In un incontro privato sono giunti ad un accordo extra-giudiziale, i cui dettagli sono stati tenuti privati. Questo accordo è in gran parte responsabile della mutua decisione da parte di Randi e dello CSICOP di separare le proprie strade.

Altre dispute legali[modifica | modifica wikitesto]

Allison DuBois, sulla cui vita era basata la serie TV Medium, il 17 dicembre del 2004 minacciò Randi di un'azione legale per avere usato, sul proprio sito web, una sua foto presa dal suo sito web senza alcun permesso[53]. Randi rimosse la foto e adesso usa una caricatura della DuBois[54].

Verso la fine del 1996 Randi intentò un'azione legale per diffamazione contro il sensitivo canadese Earl Gordon Curley[55]. Curley aveva fatto molti sgradevoli commenti su Usenet. Nonostante lo avesse istigato su usenet ad agire legalmente (Curley affermava che se Randi non avesse intentato azioni legali allora significava che le sue asserzioni erano vere), Curley sembrò sorpreso quando Randi assunse il miglior avvocato di Toronto e avviò l'azione legale. Il processo non arrivò alla fine per l'improvvisa morte di Curley a 51 anni[56].

La sfida da un milione di dollari[modifica | modifica wikitesto]

Nelle condizioni e norme che regolamentano la sua sfida da un milione di dollari, Randi dichiara semplicemente che entrambe le parti (lui e chi accetta la sfida) devono accordarsi in anticipo su quali condizioni della prova costituiscono un "successo" e quali costituiscono un "fallimento". Randi inoltre rifiuta qualsiasi sfidante che potrebbe soffrire gravi lesioni o la morte, come risultato del test a cui intende sottoporsi.

Alcuni dei detrattori di Randi sostengono che la sfida non è sincera, e che Randi farà in modo di essere sicuro di non doverla mai pagare. Nel numero di ottobre 1981 della rivista Fate, Dennis Rawlins citò una affermazione di Randi "Ho sempre una via di uscita".[57] Alcuni critici interpretano questa nel senso che non lascerà mai che la sua organizzazione perda tale sfida. Altri, notando che questo articolo nacque da una lotta politica interna tra i membri dello CSICOP, ritengono che questa citazione sia stata forzata, e che si riferisca al fatto che Randi impieghi delle salvaguardie contro gli imbrogli.

La sfida è stata criticata perché secondo gli avversari di Randi essa darebbe a Randi stesso troppo controllo nel determinare se una asserzione è vera o meno. È stato fatto notare che un potenziale sfidante potrebbe essere cauto nell'intraprenderla, sulla base del fatto che Randi potrebbe insistere su condizioni che sono difficili da accettare. Non c'è comunque prova che questo sia mai avvenuto. Le discussioni tra la JREF e gli sfidanti vengono pubblicate su una public discussion board e sono visibili a chiunque (si veda la sezione Collegamenti esterni qui di seguito). Da tale sito emerge che in realtà il principale motivo di dissenso fra gli sfidanti e Randi consiste nel fatto banalissimo (e normale in qualsiasi investigazione scientifica) che Randi chiede di definire in anticipo e nel dettaglio quale tipo di fenomeno si intende dimostrare. Se si afferma di essere in grado di indovinare dieci carte coperte, e non se ne indovina nemmeno una, non si ha il diritto di sostenere di avere dimostrato uno "psi negativo" e quindi rivendicare comunque il premio, nonostante si sia fallito completamente il test.
Tuttavia, Randi concede, a chi ritiene di avere uno "psi negativo", di provare a manifestare tale qualità attraverso un test controllato, nel quale il compito consisterà nel non indovinare neppure una delle carte coperte, ovviamente in test successivi e ripetuti per escludere l'effetto del puro e semplice caso. Inoltre, se lo sfidante afferma che la presenza di persone "scettiche" può annullare il suo potere, il test verrà condotto in assenza di persone, ma comunque in condizioni tali (telecamere a circuito chiuso eccetera) che sia esclusa la possibilità di "barare" approfittando dell'assenza di controlli.

Un'altra obiezione fatta dai critici della sfida è che le regole vietano un giudizio indipendente, rendendo il successo o il fallimento dipendente dal fatto che Randi accetti o meno che il test sia stato superato rendendolo in definitiva l'unico giudice della sfida.

Secondo Victor Zammit, il quale propone anche lui una sfida da un milione di dollari di segno opposto, la sfida di Randi sarebbe una frode[58] in quanto impossibile da vincere, poiché la vittoria si otterrebbe ad insindacabile giudizio dello stesso Randi e non di una commissione terza e questo dimostrerebbe il perché nessuno è mai arrivato all'ultima fase dei test. Nel merito si deve notare comunque che la regola n. 8 della sfida affida ad una persona indipendente un assegno da 10.000$ staccato da Randi, da consegnare al pretendente immediatamente dopo il successo della prova, che deve essere seguito entro 10 giorni dal pagamento del premio completo. Inoltre tale obiezione viene contrastata da Randi, facendo notare che i test sono progettati in modo che non ci sia bisogno di un giudizio. Se l'accordo è che lo sfidante dimostrerà poteri telecinetici sollevando di cinque centimetri un oggetto con un peso concordato e lo poserà su un piatto a cinque centimetri di distanza, alla fine dell'esperiemento o l'oggetto si sarà spostato (sotto la registrazione delle telecamere), oppure non si sarà spostato. Non si tratta di dare giudizi, ma solo di verificare se l'evento promesso si sia verificato oppure no. Se lo sfidante dichiara che dimostrerà poteri di rabdomanzia individuando fra una serie di contenitori tutti uguali quali contengono acqua e quali no, è sufficiente aprire i contenitori e verificare se l'acqua ci sia o no. Non occorre alcun giudizio, ma una banale verifica.

Di seguito alcune obiezioni alla natura del test ovvero alle sue regole:

  • Nessun giudizio indipendente verrà usato, e i test sono costruiti dalla JREF senza una revisione paritaria scientifica.
La JREF fa notare che regole di ciascun test sono stabilite in modo che i risultati siano completamente ovvi e non ambigui nel decidere se la persona che si sta mettendo sotto test abbia o meno delle capacità paranormali. I giudici coinvolti nei test preliminari sono usualmente scienziati o scettici che non fanno parte della JREF e che sono noti per essere dei buoni osservatori.
  • Randi ha respinto almeno un candidato, e la lettera che motivava il rifiuto dichiarava che la mancata accettazione era dovuta al fatto che il candidato era "un bugiardo e un truffatore". Il candidato in questione sosteneva di essere in grado di sopravvivere senza mangiare cibo.[59]
...Randi e la JREF hanno ripetutamente dichiarato di voler rifiutare qualsiasi candidato che si ponga in grave pericolo fisico, per il quale la JREF non vuole sentirsi responsabile. Randi ha commentato in due occasioni sul caso specifico sollevato dal sito web Alternative Science: si veda [1] e [2].
  • Al gennaio 2005, nessuna offerta di condurre un test formale è stata fatta dalla JREF ad un candidato. [3]
La JREF replica che ciò è avvenuto perché ha determinato che nessuno dei candidati ha mai dimostrato abilità paranormali nei test preliminari; tali test sono stati condotti a centinaia.
  • Alcuni sostengono che il milione di dollari non esiste, o è in forma di pagherò.
La JREF dichiara che il milione di dollari è in forma di obbligazioni negoziabili, che fanno parte del "James Randi Educational Foundation Prize Account" e che la verifica del conto e dell'ammontare del premio possono essere fornite su richiesta. Randi afferma che i soldi sono su un conto della Goldman, Sachs & Company, e una copia del contratto bancario della JREF è visibile all'indirizzo http://www.skepticreport.com/images/investmentaccount.gif.

Lo stile caustico di Randi[modifica | modifica wikitesto]

I parapsicologi in genere cercano di sminuire le sfide di Randi attaccandolo per il suo carattere e per lo stile polemico e inflessibile con cui scrive e si presenta, che gli è valso molti nemici tra quelli che si proclamano esperti di paranormale. I sostenitori di Randi fanno notare che ci sono altre organizzazioni di scettici che offrono premi simili a chi dimostra l'esistenza di abilità paranormali, e che chiunque sostenga di essere un esperto nel proprio campo del paranormale, può candidarsi per uno qualsiasi di questi premi, evitando così di avere a che fare con Randi. Nel suo commentario settimanale, Randi spesso dà esempi del tipo di assurdità con cui ha a che fare quotidianamente, per spiegare la sua mancanza di pazienza.

Anche se alcuni trovano Randi graffiante o addirittura aggressivo, il libro The Faith Healers spiega che la sua rabbia e inesorabilità nasce dalla compassione per le vittime inermi delle frodi. Inoltre, nel suo commento settimanale, Randi spesso esprime sgomento perché deve frequentemente svelare diverse frodi, in quanto nessun altro se ne occupa.

Recentemente, ad esempio, Randi ha accusato Sylvia Browne — una nota sedicente sensitiva e autrice di numerosi libri sulla spiritualità, che ha eseguito migliaia di letture del pensiero con un'ampia gamma di gruppi e individui — di evitare la sfida da un milione di dollari, nonostante avesse accettato di sottoporvisi, durante la trasmissione Larry King Live nel settembre 2001. Randi tiene un orologio sul suo sito web[60] che registra il numero di settimane passate da quando Sylvia ha accettato la sfida; Sylvia Browne decede il 20 novembre 2013.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ omeopatia inclusa
  2. ^ a b c d e Patricia Orwen, The Amazing Randi, The Toronto Star, 23 agosto 1986.
  3. ^ (EN) How Wrong Can You Get?. URL consultato il 13-05-2008.
  4. ^ (EN) Randi.org, Filipino Justice
  5. ^ (EN) Fighting Against Flimflam. URL consultato il 24-06-2001.
  6. ^ a b Taft Philip B., Jr., A Charlatan in Pursuit of Truth in New York Times, 5 luglio 1981.
  7. ^ (EN) Commentary: Etc.. URL consultato il 29-10-2006.
  8. ^ (EN) On the Soap Box, James Randi Educational Foundation, 15 luglio 2005. URL consultato il 18 maggio 2007.
  9. ^ (EN) Randi Update, James Randi Educational Foundation, 10 febbraio 2006. URL consultato il 18 maggio 2007.
  10. ^ (EN) Introductory paragraph. URL consultato il 29-10-2006.
  11. ^ (EN) In Conclusion.... URL consultato il 29-10-2007.
  12. ^ (EN) How To Say It?. URL consultato il 22-03-2010.
  13. ^ (EN) A Skeptic Comes Out at 81. URL consultato il 22-03-2010.
  14. ^ Sinclair, Gordon, "Television & radio column", Toronto Star, 7 febbraio 1956.
  15. ^ Bryant, George, "Handcuffs no problem Toronto-born magician laughs at locksmiths", Toronto Star, 21 giugno 1956.
  16. ^ (EN) James Randi Biography, James Randi Educational Foundation, 2007. URL consultato il 18 maggio 2007.
  17. ^ (EN) "Wonderama!". URL consultato il 05-04-2007.
  18. ^ (EN) "Bonamo, The Magic Clown". URL consultato il 13-05-2008.
  19. ^ "Good To See You Again, Alice Cooper," Live 1973 (DVD 2005), "Billion Dollar Babies Tour"
  20. ^ (EN) Emily Pettigrew, Alice Cooper, St. James Encyclopedia of Pop Culture, 2007. URL consultato il 18 maggio 2007.
  21. ^ (EN) The Amazing Randi, sickthingsuk.co.uk, 2007. URL consultato il 18 maggio 2007.
  22. ^ (EN) James Randi, Hilarious Name-Dropping, James Randi Educational Foundation, 2007. URL consultato il 18 maggio 2007.
  23. ^ (EN) James Randi debunking the paranormal
  24. ^ Harvcol, Alcock, 2001, p. 42
  25. ^ Arthur Conan Doyle (1930) The Edge of the Unknown, Putnam's
  26. ^ (EN) Randi's resume from Randi.org
  27. ^ Boyce Rensberger, Magicians Term Israeli 'Psychic' a Fraud in New York Times, 13 dicembre 1975, p. 29.
  28. ^ Michael Levy, Group Gets $40,000 From 'psychic' Geller Starts Paying Debunkers $120,000 in The Buffalo News, 13 marzo 1995. URL consultato il 29 dicembre 2007.
  29. ^ Michael Kernan, "God's Chariot! Science Looks at the New Occult," The Washington Post, June 11, 1978
  30. ^ Philip J. Hilts, "Magicians Score a Hit On Scientific Researchers," Washington Post March 1, 1983 First Section; A1
  31. ^ WILLIAM J. BROAD, "MAGICIAN'S EFFORT TO DEBUNK SCIENTISTS RAISES ETHICAL ISSUES," The New York Times, February 15, 1983, Page 3, Column 1
  32. ^ A Look at the Past, James Randi Educational Foundation, 22 settembre 2006. URL consultato il 7 maggio 2007.
  33. ^ (EN) Video of Hydrick's page turning debunking from Google Video
  34. ^ Korem, Dan (1983). Psychic Confession. (also transcript)
  35. ^ The Record Reader from Snopes.com
  36. ^ (EN) A Profitable Prophet, Inside Edition, 27 febbraio 2007. URL consultato il 7 maggio 2007.
  37. ^ (EN) "Carlos" hoax of Jose Alvarez
  38. ^ (EN) Randi talking about Carlos hoax
  39. ^ Medbunker
  40. ^ James Randi, The ABC-TV Infomercial for John of God, James Randi Educational Foundation, 18 febbraio 2005. URL consultato il 18 novembre 2006.
  41. ^ (EN) James Randi, An Encyclopedia of Claims, Frauds, and Hoaxes of the Occult and Supernatural: Psychic surgery, St. Martin's Press, 2006. URL consultato il 18 novembre 2006.
  42. ^ James Randi, More Geller Woo-Woo in SWIFT Newsletter, James Randi Educational Foundation, 9 febbraio 2007. URL consultato il 29 gennaio 2007.
  43. ^ (EN) Russell T. Orenstein, Letter to Eldon Byrd, urigeller.com, 17 giugno 1992. URL consultato il 3 giugno 2007.
  44. ^ (EN) James Randi, Press Release, Skeptic Tank Text Archive File, 5 giugno 1993. URL consultato il 3 giugno 2007.
  45. ^ (EN) About Byrd'legal dispute
  46. ^ (EN) Cukoos and cocoa puffs by Carol Krol
  47. ^ (EN) James Randi, More Geller Woo-Woo in Swift, James Randi Educational Foundation, 9 febbraio 2007. URL consultato il 3 giugno 2007.
  48. ^ (EN) Marcello Truzzi, An End to the Uri Geller vs. Randi & CSICOP Litigations?
  49. ^ Jonathan Margolis, (EN) Uri Geller Magician or Mystic
  50. ^ Sentenza del Giudice
  51. ^ (EN) "Uri Geller Libel Suit Dismissed" in www.csicop.org, Committee for Skeptical Inquiry, agosto 1994. URL consultato il 3 giugno 2007.
  52. ^ (EN) "Lawsuit Against CSICOP Dismissed" (CSICOP press release) in Skeptic Tank Text Archive File. URL consultato il 3 giugno 2007.
  53. ^ (EN) James Randi, "Another Medium Well Done" in Swift, James Randi Educational Foundation, 17 dicembre 2004. URL consultato il 29 ottobre 2006.
  54. ^ (EN) James Randi, Paul Hatchman, "Medium Well Done" in Swift, James Randi Educational Foundation, 23 dicembre 2005. URL consultato il 29 ottobre 2006.
  55. ^ (EN) James Randi, "Action initiated . . ." in James Randi Educational Foundation Info List, 4 dicembre 1996. URL consultato il 29 ottobre 2006.
  56. ^ (EN) James Randi, "Curley Confirmation + Sony Corp. and ESP, More on Theremin" in James Randi Educational Foundation Info List, 8 luglio 1998. URL consultato il 29 ottobre 2006.
  57. ^ sTARBABY by Dennis Rawlins
  58. ^ (EN) Zammit sulla sfida di Randi
  59. ^ alternativescience.com
  60. ^ The Sylvia Browne Clock

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Sulla Sfida di Randi

Controllo di autorità VIAF: 17290510 LCCN: n80062980

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie