Bosco Gurin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Bosco Gurin
comune
Bosco Gurin – Stemma
Bosco Gurin – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Vallemaggia
Amministrazione
Lingue ufficiali tedesco e italiano
Territorio
Coordinate 46°19′05″N 8°29′45″E / 46.318056°N 8.495833°E46.318056; 8.495833 (Bosco Gurin)Coordinate: 46°19′05″N 8°29′45″E / 46.318056°N 8.495833°E46.318056; 8.495833 (Bosco Gurin)
Altitudine 1.506 m s.l.m.
Superficie 22,06 km²
Abitanti 51[1] (31-12-2012)
Densità 2,31 ab./km²
Comuni confinanti Campo (Vallemaggia), Cerentino, Cevio, Formazza (IT-VB), Premia (IT-VB)
Altre informazioni
Cod. postale 6685
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5304
Targa TI
Nome abitanti gorinesi (guriner)
Circolo Rovana
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Bosco Gurin
Bosco Gurin – Mappa
Sito istituzionale

Bosco Gurin (Gurin o Guryn in dialetto walser, Bosch/Gürin o Bosch /'boʃk/ in dialetto ticinese) è un comune svizzero del Canton Ticino. Prima del 1934 il comune portava la denominazione di Bosco (Vallemaggia).

Situato a 1506 m s.l.m., è il comune più alto e l'unico di origini walser del Canton Ticino; il dialetto locale è chiamato Guryner Titsch o Guryner Ditsch.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Clima[modifica | modifica sorgente]

La regione gode d'un buon soleggiamento con un numero moderato di precipitazioni annue[2].

Storia[modifica | modifica sorgente]

Tipiche casette di Bosco Gurin

Le prime notizie sul paese si ritrovano in un documento del 1253, anno in cui Bosco Gurin venne fondato dai walser, redatto dal notaio Bonifacio Zanelli di Ascona in latino medioevale. Gurin deriva da un antico toponimo: il paese in epoca medioevale era chiamato Lu Bosco de Quarino.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti
Anno Popolazione
1591 300
1801 235
1850 382
1880 344
1920 210
1950 186
1980 65
1990 58
2000 86
2004 72
Gruppi linguistici
Anno Tedesco Italiano Totale
1970 95 (81,9%) 18 (15,5%) 116
1980 61 (93,8%) 3 (4,6%) 65
1990 35 (60,3%) 20 (34,5%) 58
2000 23 (32,4%) 37 (52,1%) 71

Abitanti censiti

Persone legate a Bosco Gurin[modifica | modifica sorgente]

Bosco Gurin visto da ovest, con il Pizzo d'Orsalietta sullo sfondo

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il patriziato[modifica | modifica sorgente]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[3]

Il territorio patriziale comprende i laghetti alpini di "Pero" e di "Poma"[4].

Le famiglie patrizie[modifica | modifica sorgente]

Le attuali famiglie appartenenti al patriziato, del cui nome esiste la variante italiana e tedesca, sono: Della Pietra/Zum Stein-Tomamichel-Bronz/Brunz-Janner-Elzi-Sartori/Schneider.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Statistica Svizzera - STAT-TAB: Popolazione residente permanente e temporanea per regione, sesso, nazionalità ed età
  2. ^ Clima: precipitazioni
  3. ^ Annuario del Canton Ticino
  4. ^ I laghetti alpini di Pero e di Poma

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 27, 232.
  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 184.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 90.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 237, 239, 253, 254.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino