Ligornetto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Ligornetto
frazione
Ligornetto – Stemma
Ligornetto visto da meridione
Ligornetto visto da meridione
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Mendrisio
Comune Mendrisio
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 45°51′45″N 8°57′05″E / 45.8625°N 8.951389°E45.8625; 8.951389 (Ligornetto)Coordinate: 45°51′45″N 8°57′05″E / 45.8625°N 8.951389°E45.8625; 8.951389 (Ligornetto)
Altitudine 362 m s.l.m.
Superficie 2,02 km²
Abitanti 1 716 (31.12.2011)
Densità 849,5 ab./km²
Quartieri Cantinetta, Pizöo
Altre informazioni
Cod. postale 6853
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5253
Targa TI
Nome abitanti Ligornettesi
Parte di Mendrisio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Ligornetto
Ligornetto – Mappa
Sito istituzionale

1leftarrow.pngVoce principale: Mendrisio.

Ligornetto (Ligornett in dialetto ticinese) è un quartiere del comune di Mendrisio. Fino al 2013 era un comune autonomo. Il quartiere è un agglomerato compatto, dalla particolare planimetria triangolare, patria degli scultori Vincenzo Vela e Apollonio Pessina[1].

Politica amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Con votazione popolare del 20 novembre 2011 e con 750 voti favorevoli e 102 contrari, i suoi cittadini hanno accettato la fusione con il comune di Mendrisio, diventandone quartiere il 14 aprile 2013.[2].

Musei[modifica | modifica wikitesto]

  • Il Museo Vela, dedicato allo scultore ligornettese Vincenzo Vela.
  • La Casa Pessina, residenza del pittore e scultore Apollonio Pessina, ospita una serie di sue opere, inoltre, funge da sede multifunzionale per conferenze, concerti e altri eventi.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Demografia[modifica | modifica wikitesto]

La popolazione di Ligornetto contava 1.715 abitanti al termine del 2010 registrando una crescita di 41 unità rispetto al 2009. 1.438 sono gli abitanti con passaporto svizzero, 411 dei quali attinenti nel comune, 807 i provenienti da altre località ticinesi, 220 i confederati romandi e tedeschi. Gli stranieri formano il 16,15% dei cittadini in numero di 277 unità, 2 dei quali sono soggiornanti. Il saldo naturale si attesta a +3. Nel corso del 2010 sono infatti state 16 le nascite e i decessi 13.

Abitanti censiti

Note[modifica | modifica wikitesto]

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giuseppe Martinola, Inventario d'arte del Mendrisiotto, I, Edizioni dello Stato, Bellinzona 1975, 209-220.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 335, 349-351.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003, 342, 404.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 432-435.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino