Gresso

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Gresso
comune
Gresso – Stemma
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Locarno
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 46°13′36″N 8°37′01″E / 46.226667°N 8.616944°E46.226667; 8.616944 (Gresso)Coordinate: 46°13′36″N 8°37′01″E / 46.226667°N 8.616944°E46.226667; 8.616944 (Gresso)
Altitudine 996 m s.l.m.
Superficie 11,1 km²
Abitanti 41[1] (31-12-2013)
Densità 3,69 ab./km²
Comuni confinanti Maggia, Onsernone, Vergeletto
Altre informazioni
Cod. postale 6611
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5109
Targa TI
Circolo Onsernone
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Gresso
Gresso – Mappa
Sito istituzionale

Gresso è un comune svizzero del Canton Ticino, costituito nel 1882, separandosi dal comune di Vergeletto. Il piccolo villaggio è situato sullo scosceso pendio inciso dal torrente della Crosa e della valle di Quiello.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Amministrazioni[modifica | modifica sorgente]

Nel 1882 la località di Gresso è stata separata dal comune di Vergeletto e costituita in comune autonomo.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

  • L'oratorio di Sant'Orsola costruito nel 1703 con affresco del 1948[2],[3]
  • Casa di vacanza (1969/1971) Architetti: Franco Moro, Paolo Moro[2],[3]
  • Diverse case contadine tipiche con ballatoi di legno[2],[3].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Statistica Svizzera - STAT-TAB: Popolazione residente permanente e temporanea per regione, sesso, nazionalità ed età
  2. ^ a b c Simona Martinoli et alii: Guida d’arte della Svizzera italiana, Hrsg. Gesellschaft für Schweizerische Kunstgeschichte, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, ISBN 978-88-7713-482-0, 228.
  3. ^ a b c Elfi Rüsch: Distretto di Locarno IV, Editrice Gesellschaft für Schweizerische Kunstgeschichte, Bern 2013, ISBN 978-3-03797-084-3, 397–401.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Guglielmo Buetti, Note Storiche Religiose delle Chiese e Parrocchie della Pieve di Locarno, (1902), e della Verzasca, Gambarogno, Valle Maggia e Ascona (1906), II edizione, Pedrazzini Edizioni, Locarno 1969.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 205.
  • Simona Martinoli et alii, Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007.
  • Elfi Rüsch: Distretto di Locarno IV, Editrice Gesellschaft für Schweizerische Kunstgeschichte, Bern 2013, ISBN 978-3-03797-084-3.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino