Acquarossa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Acquarossa
comune
Acquarossa – Stemma
Acquarossa – Veduta
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Blenio
Amministrazione
Sindaco Ivo Gianora (PLR)
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 46°27′N 8°57′E / 46.45°N 8.95°E46.45; 8.95 (Acquarossa)Coordinate: 46°27′N 8°57′E / 46.45°N 8.95°E46.45; 8.95 (Acquarossa)
Altitudine 430 m s.l.m.
Superficie 61,7 km²
Abitanti 1 856[1] (31-12-2012)
Densità 30,08 ab./km²
Frazioni Dongio, Motto di Dongio, Marogno, Corzoneso Piano, Corzoneso, Casserio, Cumiasca, Leontica, Comprovasco, Lottigna, Prugiasco, Castro, Traversa, Marolta, Ponto Valentino, Largario
Comuni confinanti Blenio, Faido, Serravalle, Sobrio
Altre informazioni
Cod. postale 6716
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Codice OFS 5048
Targa TI
Circolo Acquarossa
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Acquarossa
Acquarossa – Mappa
Sito istituzionale

Acquarossa (Aquarossa in dialetto ticinese) è il capoluogo amministrativo del comune svizzero del Canton Ticino, capoluogo del distretto di Blenio, nato il 4 aprile 2004 dall'aggregazione degli ex comuni di Castro (2000: 81 abitanti), Corzoneso (2000: 506 abitanti), Dongio (2000: 423 abitanti), Largario (2000: 25 abitanti), Leontica (2000: 351 abitanti), Lottigna (2000: 79 abitanti), Marolta (2000: 43 abitanti), Ponto Valentino (2000: 218 abitanti) e Prugiasco (2000: 136 abitanti).

Prende in nome dalla località termale di Acquarossa, posta nella parte centrale del territorio.

Geografia[modifica | modifica sorgente]

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Exquisite-kfind.png Per approfondire, vedi Castro (Svizzera), Corzoneso, Dongio, Largario, Leontica, Lottigna, Marolta, Ponto Valentino e Prugiasco.
  • Lo stabilimento dell'ex Hotel Terme con stabilimento termale costruito nel 1887 da Giuseppe Martinoli.
  • L'ex Hotel Acquarossa Terme in prossimità del ponte sul fiume Brenno, risalente al 1786.
  • La Villa Boscaia eretta nel 1890 circa per il medico Angelo Scarenzio, direttore delle terme.

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

 % Ripartizione linguistica (gruppi principali)
Fonte: Ritratti comunali dell'Ufficio federale di statistica 2000
7% madrelingua tedesca
88,1% madrelingua italiana
1,6% madrelingua albanese

Cultura[modifica | modifica sorgente]

Escursionismo alpino[modifica | modifica sorgente]

Interessante meta turistica è la capanna Piandios, sulle falde del Pizzo Molare, posta a 1867 m s.l.m.

Note[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Piero Bianconi, Arte in Blenio. Guida della valle, S.A. Grassi & Co. Bellinzona-Lugano 1944; Idem, Inventario delle cose d’arte e di antichità, I, S.A. Grassi & Co, Bellinzona 1948, 71-77.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 388.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 59, 61-63, 69.
  • AA.VV., Guida d’arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 89-94.
  • Edoardo Villata, Luigi Reali nel Canton Ticino. Un’autorecensione, in Arte & Storia, a. 8, n. 39, Edizioni Ticino Management, Lugano 2008, 76-82.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino