Sala Capriasca

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Sala Capriasca
frazione
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Lugano
Comune Capriasca
Territorio
Coordinate 46°03′58″N 8°57′30″E / 46.066111°N 8.958333°E46.066111; 8.958333 (Sala Capriasca)Coordinate: 46°03′58″N 8°57′30″E / 46.066111°N 8.958333°E46.066111; 8.958333 (Sala Capriasca)
Altitudine 548 m s.l.m.
Superficie 8,4 km²
Abitanti 1 179 (2000)
Densità 140,36 ab./km²
Altre informazioni
Lingue Italiano
Cod. postale 6954
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Sala Capriasca
Sala Capriasca – Mappa

1leftarrow.pngVoce principale: Capriasca.

Sala Capriasca è un ex comune del Canton Ticino, documentato dal 1078. Attualmente è frazione del comune di Capriasca.

Il 15 ottobre 2001 i comuni di Cagiallo, Lopagno, Roveredo-Capriasca, Sala Capriasca, Tesserete e Vaglio si sono fusi in un solo comune denominato Capriasca.

Il patriziato[modifica | modifica wikitesto]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale ed ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[1]

L'ufficio patriziale rieletto il 26 aprile 2009 è così composto:

  • Presidente: Daniele Rovelli
  • Membri: Brunello Storni, Mirko Lepori, Maurizio Giovannini, Armando Storni

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Personalità[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Annuario del Canton Ticino

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Siro Borrani, Il Ticino Sacro. Memorie religiose della Svizzera Italiana raccolte dal sacerdote Siro Borrani prevosto di Losone, Tip. e Libreria Cattolica di Giovanni Grassi, Lugano 1896.
  • Edoardo Arslan, Giuseppe Antonio Petrini, Bellinzona 1960.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Catalogo dei monumenti nella Repubblica e Cantone del Ticino, La Vesconta, Casagrande S.A., Bellinzona 1967, 541-543, 568.
  • Bernhard Anderes, Guida d'arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 288-289.
  • Simonetta Coppa, Schede di pittura lombarda del Settecento: Magatti, Pietro Ligari e altri, in «Arte Cristiana», LXVII, 731, 1989.
  • Federica Bianchi, Scheda n. 32, in Rudy Chiappini (a cura di), «Giuseppe Antonio Petrini», catalogo della mostra di Lugano, Milano 1991, 170-171.
  • Flavio Maggi, Patriziati e patrizi ticinesi, Pramo Edizioni, Viganello 1997.
  • Silvano Colombo, Appunti su Pietro Antonio Magatti e sulla mostra delle sue opere al castello di Masnago, in «Tracce», n.s., 2001.
  • Anna Bernardini, Villa Menafoglio Litta Panza, Biumo Superiore, Varese, in Pietro Antonio Magatti, 2001.
  • Edoardo Agustoni, Ivano Proserpi, Il Santuario di Santa Maria dei Miracoli e il suo apparato decorativo, in Santa Maria dei Miracoli, Morbio Inferiore: arte, storia, messaggio, Morbio Inferiore 2003, 45-84.
  • Luciano Vaccaro, Giuseppe Chiesi, Fabrizio Panzera, Terre del Ticino. Diocesi di Lugano, Editrice La Scuola, Brescia 2003.
  • AA.VV., Guida d’arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 371, 374.
  • Edoardo Villata, Magatti ticinese, vecchio e nuovo, in «Arte&Storia», anno 8, numero 43, Edizioni Ticino Management, Lugano 2009; Idem, La tela dell'Assunta al Bigorio. Precisazioni e meditazioni sulle opere del convento ticinese, in «Arte&Storia», anno 8, numero 47, Edizioni Ticino Management, Lugano 2010; Idem, Petrini inedito e seriale. Un nuovo Cristo crocifisso al Bigorio, in Arte&Storia, anno 11, anno 49, Edizioni Ticino Management, Lugano 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]


Stemma del comune di Capriasca Frazioni di Capriasca Stemma del Canton Ticino
Bidogno | Cagiallo | Corticiasca | Lopagno | Lugaggia | Roveredo-Capriasca | Sala Capriasca | Tesserete | Vaglio
Lugano | Ticino | Svizzera
Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino