Besazio

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Besazio
frazione
Besazio – Stemma
Localizzazione
Stato Svizzera Svizzera
Cantone Wappen Tessin matt.svg Ticino
Distretto Mendrisio
Comune Mendrisio
Amministrazione
Lingue ufficiali Italiano
Territorio
Coordinate 45°52′25″N 8°57′05″E / 45.873611°N 8.951389°E45.873611; 8.951389 (Besazio)Coordinate: 45°52′25″N 8°57′05″E / 45.873611°N 8.951389°E45.873611; 8.951389 (Besazio)
Altitudine 497 m s.l.m.
Superficie 0,88 km²
Abitanti 618 (31.12.2011)
Densità 702,27 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 6863
Prefisso 091
Fuso orario UTC+1
Targa TI
Parte di Mendrisio
Cartografia
Mappa di localizzazione: Svizzera
Besazio
Besazio – Mappa
Sito istituzionale

1leftarrow.pngVoce principale: Mendrisio.

Besazio (Besàsc in dialetto ticinese) è un quartiere del comune di Mendrisio, situato sulle propaggini meridionali del Monte San Giorgio. Fino al 2013 era un comune autonomo.

Politica amministrativa[modifica | modifica sorgente]

Con votazione popolare del 20 novembre 2011 e con 303 voti favorevoli e 37 contrari, i suoi cittadini hanno accettato la fusione con il comune di Mendrisio, diventandone quartiere il 14 aprile 2013.[1].

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica sorgente]

Società[modifica | modifica sorgente]

Evoluzione demografica[modifica | modifica sorgente]

Abitanti censiti

Persone legate a Besazio[modifica | modifica sorgente]

Amministrazione[modifica | modifica sorgente]

Il patriziato[modifica | modifica sorgente]

Ogni famiglia originaria del luogo fa parte del cosiddetto comune patriziale e ha la responsabilità della manutenzione di ogni bene ricadente all'interno dei confini del comune.[2]

Ufficio patriziale: Presidente: Silvana Rossi

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ http://www.bfs.admin.ch/bfs/portal/de/index/infothek/nomenklaturen/blank/blank/gem_liste/03.Document.112644.pdf
  2. ^ Annuario del Canton Ticino

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Johann Rudolf Rahn, I monumenti artistici del medio evo nel Cantone Ticino, Tipo-Litografia di Carlo Salvioni, Bellinzona 1894, 58-59.
  • Virgilio Gilardoni, Il Romanico. Arte e monumenti della Lombardia prealpina, Istituto grafico Casagrande, Bellinzona 1967, 39, 40, 206-207.
  • Agostino Robertini, Silvano Toppi, Gian Piero Pedrazzi, Besazio, in Il Comune, Edizioni Giornale del popolo, Lugano 1974, 39-50.
  • Giuseppe Martinola, Inventario d'arte del Mendrisiotto, I, Edizioni dello Stato, Bellinzona 1975, 73-82.
  • Bernhard Anderes, Guida d'Arte della Svizzera Italiana, Edizioni Trelingue, Porza-Lugano 1980, 342-343.
  • AA.VV., Guida d'arte della Svizzera italiana, Edizioni Casagrande, Bellinzona 2007, 425-426.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Ticino Portale Ticino: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Ticino